Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono i benefici per la salute della cannella?

La cannella è una spezia che proviene dai rami degli alberi della famiglia. È originario dei Caraibi, del Sud America e del Sud-Est asiatico.

La cannella è stata consumata dal 2000 aC nell’antico Egitto, dove era molto apprezzata. In epoca medievale, i medici usavano la cannella per trattare condizioni come tosse, artrite e mal di gola.

Ora è la seconda spezia più popolare, dopo il pepe nero, negli Stati Uniti e in Europa.

Alcuni studi in laboratorio e su animali hanno indicato che la cannella può avere alcune proprietà benefiche sulla salute, ma sono necessari ulteriori ricerche e prove per confermare questi benefici.

Benefici

Bastoncini di cannella
Bastoncini di cannella o aculei

L’assunzione di cannella come integratore può avere effetti sulla salute e sulle malattie. I supplementi, tuttavia, non sono monitorati dalla FDA e potrebbero esserci dubbi sulla qualità, la purezza e la forza delle varie marche di integratori.

Le persone usano la cannella come supplemento per il trattamento di problemi con l’apparato digerente, il diabete, la perdita di appetito e altre condizioni.

È stato anche usato nella medicina tradizionale per la bronchite.

Tuttavia, vi è una mancanza di prove a supporto di questi usi.

Infezioni fungine

L’olio di cannella può aiutare a trattare alcuni tipi di infezioni fungine, come la Candida, secondo i risultati di uno studio di laboratorio, pubblicato nel 2016.

Diabete

Una ricerca pubblicata nel 2003 ha scoperto che la cannella può aiutare a migliorare i livelli di glucosio e lipidi nei pazienti con diabete di tipo 2.

Consumare fino a 6 grammi (g) di cannella al giorno sembrava abbassare la glicemia, il trigliceride, il colesterolo LDL e il colesterolo totale in 60 persone con diabete di tipo 2.

Gli autori hanno suggerito che se le persone con diabete di tipo 2 includono la cannella nella loro dieta, questo potrebbe ridurre il rischio di diabete e malattie cardiovascolari.

Tuttavia, in una recensione pubblicata nel 2012, i ricercatori hanno concluso che la cannella non aiuta a ridurre i livelli di glucosio o emoglobina glicosilata A! C (HbA1c) – misure a lungo termine del controllo del glucosio ematico – nelle persone con diabete di tipo 1 o di tipo 2.

Un altro piccolo studio non ha rilevato che una combinazione di cannella, calcio e zinco ha aiutato a controllare la pressione del sangue nelle persone con diabete di tipo 2.

Il morbo di Alzheimer

Studi su animali hanno suggerito che la cannella può aiutare a prevenire la malattia di Alzheimer.

Secondo i ricercatori dell’Università di Tel Aviv, un estratto trovato nella corteccia di cannella, chiamato CEppt, contiene proprietà che possono inibire lo sviluppo dei sintomi. I topi che hanno ricevuto l’estratto hanno sperimentato una diminuzione dei marcatori della malattia, come placche amiloidi e miglioramento del comportamento cognitivo.

Se confermato da ulteriori ricerche, questo estratto, ma non necessariamente tutta la cannella, può essere utile nello sviluppo di terapie per l’Alzheimer.

HIV

Uno studio su estratti di piante medicinali indiane ha scoperto che la cannella può aiutare a proteggere contro l’HIV.

Dei 69 estratti testati in laboratorio, o corteccia di cannella, e la cannella e il frutto, sono stati i più efficaci nel ridurre l’attività dell’HIV.

Ciò non significa che gli alimenti contenenti cannella possano trattare o prevenire l’HIV, ma un estratto di cannella potrebbe un giorno essere utile come parte di una terapia.

Sclerosi multipla

La cannella è stata testata per l’attività contro la sclerosi multipla (SM).

I ricercatori hanno testato topi che avevano consumato una miscela di polvere di cannella e acqua. I risultati hanno suggerito che la cannella potrebbe avere un effetto antinfiammatorio sul sistema nervoso centrale (SNC), incluso il miglioramento della funzione nell’ippocampo.

Gli studi hanno anche suggerito che la cannella può proteggere le cellule T regolatorie, note come Tregs. Questi sono considerati il ​​”regolatore principale delle risposte immunitarie”. Le persone con SM sembrano avere un livello inferiore di Treg rispetto alle persone senza la condizione. Negli studi sui topi, il trattamento con cannella ha impedito la perdita di alcune proteine ​​specifiche di Tregs.

È stato anche trovato che il trattamento con cannella ripristina i livelli di mielina nei topi con SM.

Il Centro nazionale per la salute complementare e integrativa (NCCIH) sta sostenendo più ricerche su come la cannella possa essere efficace nel trattamento della SM.

Abbassare gli effetti negativi dei pasti ad alto contenuto di grassi

Nel 2011, i ricercatori hanno concluso che le diete ricche di “spezie antiossidanti”, compresa la cannella, possono aiutare a ridurre la risposta negativa del corpo al consumo di pasti ricchi di grassi.

Sei persone hanno consumato piatti contenenti 14 g di una miscela di spezie. Gli esami del sangue hanno dimostrato che l’attività antiossidante è aumentata del 13% e la risposta all’insulina è diminuita del 20%.

Trattare e curare ferite croniche

Una ricerca pubblicata sulla rivista ACS Nano suggerisce che gli scienziati hanno trovato un modo per confezionare composti antimicrobici da menta piperita e cannella in minuscole capsule che possono sia uccidere i biofilm e promuovere attivamente la guarigione.

In questo modo, la menta piperita e la cannella potrebbero diventare parte di un medicinale per il trattamento delle ferite infette.

Tuttavia, secondo il NCCIH, “Gli studi fatti nelle persone non supportano l’utilizzo di cannella per qualsiasi condizione di salute”.

Nutrizione

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), un cucchiaino di cannella macinata del peso di 2,6 g contiene:

  • Energia: 6 calorie (kcal)
  • Grasso: 0,3 g
  • Carboidrati: 2,1 g
  • Proteine: 0,1 g
  • Calcio: 26 milligrammi (mg)
  • Ferro: 0,2 mg
  • Magnesio: 2 mg
  • Fosforo: 2 mg
  • Potassio: 11 mg
  • Vitamina C: 0,1 mg
  • Vitamina A: 8 UI

Contiene anche tracce di vitamine B e K.

tipi

Esistono due tipi principali di cannella:

  • Cannella di Ceylon, spesso considerata “vera cannella”
  • Cassia cannella o cannella cinese, che ha origine nel sud della Cina

La cannella di Ceylon è molto costosa, quindi la maggior parte degli alimenti negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale, compresi i panini appiccicosi, il pane e altri prodotti utilizzano la cannella Cassia più economica (corteccia di Cassia essiccata).

Effetti collaterali

Usato a breve termine, consumare quantità moderate di cannella come spezia o come integratore sembra essere sicuro per la maggior parte delle persone.

Tuttavia, la cannella contiene coumain, un aroma naturale. Il consumo eccessivo di cumarina può provocare danni al fegato e compromettere la coagulazione. Per quelli su anticoagulanti o altri farmaci, o quelli che hanno il diabete, è importante discutere l’assunzione di integratore di cannella con il proprio fornitore di assistenza sanitaria.

La polvere di cannella Cassia, comunemente usata negli alimenti negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale, contiene più cumarina della polvere di cannella di Ceylan.

Uno studio di studio tedesco pubblicato nel 2010 ha rilevato che il contenuto di cumarina varia ampiamente, anche in campioni di cannella dallo stesso albero. La cannella Cassia era particolarmente ricca di cumarina.

Le persone con malattie del fegato dovrebbero limitare il loro consumo di cannella.

La cannella non dovrebbe essere usata al posto del trattamento per le condizioni di salute. Chiunque stia valutando di aumentare l’assunzione di cannella o di assumere integratori dovrebbe prima parlare con un medico.

Like this post? Please share to your friends: