Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono i benefici per la salute delle carote?

Le carote sono spesso pensate come l’ultimo alimento salutare. Generazioni di genitori hanno detto ai loro figli: “Mangia le tue carote, sono buone per te” o “Le carote ti aiuteranno a vedere nell’oscurità”.

La gente probabilmente ha coltivato la carota per la prima volta migliaia di anni fa, nella zona ora conosciuta come Afghanistan. Era una piccola radice biforcuta viola o gialla con un sapore amaro e legnoso, molto diverso dalla carota che conosciamo oggi.

Carote viola, rosse, gialle e bianche sono state coltivate molto prima della comparsa della carota dolce, croccante e aromatica che ora è popolare. Questo tipo è stato sviluppato e stabilizzato dai coltivatori olandesi nei secoli XVI e XVII.

Questa funzionalità fa parte di una raccolta di articoli sui benefici per la salute dei cibi popolari.

Scopri di più sui nutrienti delle carote, i loro benefici per la salute, consigli per mangiare più carote e qualsiasi precauzione.

Fatti veloci sulle carote:

Ecco alcuni punti chiave sulle carote. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • Le carote furono inizialmente coltivate in Asia e non erano arancioni.
  • Le carote contengono antiossidanti, che possono proteggere contro il cancro.
  • Mentre non possono aiutarti a vedere al buio, la vitamina A nelle carote aiuta a prevenire la perdita della vista.
  • Le carote sono disponibili tutto l’anno e possono essere utilizzate in piatti salati, torte e succhi.

Benefici

Le carote contengono vitamina A

L’evidenza suggerisce che mangiare più frutta e verdura ricca di antiossidanti, come le carote, può aiutare a ridurre i rischi di cancro e malattie cardiovascolari.

Le carote sono anche ricche di vitamine, minerali e fibre.

Ecco alcuni modi in cui le carote potrebbero essere salutari.

Cancro

Una varietà di carotenoidi alimentari hanno dimostrato di avere effetti anti-cancro, grazie al loro potere antiossidante nel ridurre i radicali liberi nel corpo.

Gli studi hanno trovato un possibile collegamento tra diete ricche di carotenoidi e un minor rischio di cancro alla prostata, ma sono necessarie ulteriori prove per confermare se il nesso è causale.

Cancro ai polmoni

Le carote contengono beta-carotene. Studi precedenti hanno concluso che l’integrazione di beta-carotene può ridurre il rischio di cancro ai polmoni.

Una meta-analisi pubblicata nel 2008 ha rilevato che le persone con un’elevata assunzione di una varietà di carotenoidi avevano un rischio inferiore del 21 per cento di cancro ai polmoni, dopo essersi adattati al fumo, rispetto a quelli che non lo facevano.

Lo stesso modello non era vero per ogni singolo carotenoide, come il beta-carotenoide. Tra i fumatori, la supplementazione di beta-carotene può aumentare il rischio di cancro ai polmoni.

Cancro colorettale

Consumare più beta-carotene può ridurre il rischio di cancro del colon, secondo i ricercatori che hanno studiato 893 persone in Giappone.

Leucemia

Uno studio del 2011 ha scoperto che l’estratto di succo di carota potrebbe uccidere le cellule delle leucemie e inibirne la progressione.

Visione

Le carote possono aiutarti a vedere al buio? In un certo senso, sì.

Le carote contengono vitamina A. Una carenza di vitamina A può portare a xeroftalmia, una malattia progressiva degli occhi che può danneggiare la visione normale e provocare la cecità notturna o l’incapacità di vedere in condizioni di scarsa illuminazione o oscurità.

Secondo il National Institutes of Health (NIH), la mancanza di vitamina A è una delle principali cause prevenibili di cecità nei bambini.

La carenza di vitamina A è rara negli Stati Uniti (USA), ma mangiare le carote contribuisce all’assunzione di vitamina A e aiuta a prevenire una carenza. Quindi, in un certo senso, le carote ti aiutano a vedere al buio.

Tuttavia, è improbabile che la maggior parte delle persone provi qualche significativo cambiamento positivo nella sua visione mangiando le carote, a meno che non abbiano già carenza di vitamina A.

Controllo del diabete

Gli antiossidanti e le sostanze fitochimiche nelle carote possono aiutare a regolare la glicemia.

Circa un quarto del carboidrato nelle carote è lo zucchero, ma la quantità di carboidrati nelle carote è relativamente piccola.

Secondo Harvard Health, l’indice glicemico delle carote è 39, il che significa che l’impatto sulla glicemia è piuttosto basso.

Pressione sanguigna

Una mezza tazza di carota tritata contiene 1,8 grammi (g) di fibra e 205 milligrammi (mg) di potassio.

Prima dell’età di 50 anni, gli uomini hanno bisogno di 38 g di fibre al giorno, e le donne hanno bisogno di 25 g. Dopo questa età, le donne hanno bisogno di 21 g al giorno, e gli uomini hanno bisogno di 30 g.

Le autorità sanitarie consigliano alle persone di consumare non più di 2.300 mg di sodio al giorno. L’assunzione raccomandata di potassio è di 4.700 mg.

L’American Heart Association (AHA) raccomanda di consumare una dieta ricca di fibre e di aumentare il potassio, riducendo l’apporto di sodio per proteggere contro l’ipertensione e le malattie cardiache. Le carote offrono un buon equilibrio di questi nutrienti.

Funzione immunitaria

Le carote contengono vitamina C, un antiossidante. Questo aiuta a rafforzare il sistema immunitario e prevenire le malattie. La vitamina C può aiutare a ridurre la gravità di un raffreddore e il tempo che dura.

Nutrizione

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), una tazza di carote tritate, contenente 128 grammi (g) di carota, fornisce:

  • 52 calorie
  • 12,26 grammi (g) di carboidrati
  • 3 g di zuccheri
  • 1,19 g di proteine
  • 0,31 g di grassi
  • 3,6 g di fibra
  • 1069 microgrammi (mcg) di vitamina A
  • 7,6 vitamina C
  • 42 mg di calcio
  • 0,38 mg di ferro
  • 15 mg di magnesio
  • 45 mg di fosforo
  • 410 mg di potassio
  • 88 mg di sodio
  • 0,31 mg di zinco
  • 24 mcg di folato
  • 16,9 mcg di vitamina K

Una tazza di carote tritate fornisce più del 100% di una dose giornaliera raccomandata (RDA) di vitamina A.

Le carote contengono anche varie vitamine del gruppo B.

Antiossidanti e il colore delle carote

Il beta-carotene antiossidante conferisce alle carote il loro colore arancione brillante. Il beta-carotene viene assorbito nell’intestino e convertito in vitamina A durante la digestione.

I mercati contadini e alcuni negozi specializzati offrono carote in una gamma di colori, come il viola, il giallo e il rosso.

Questi contengono una varietà di antiossidanti che danno loro il loro colore. Ad esempio, le carote viola contengono antocianine e le carote rosse sono ricche di licopene.

Carote nella dieta

Ci sono due stagioni l’anno per le carote e le carote locali sono disponibili in primavera e in autunno. Tuttavia, possono essere trovati nei supermercati tutto l’anno. Possono essere acquistati freschi, surgelati, in scatola o in salamoia.

Le carote vanno conservate al meglio in frigorifero in un sacchetto di plastica sigillato. Se i verdi sono ancora attaccati alla parte superiore della carota, rimuoverli prima di riporli per evitare che i verdi estraggono umidità e sostanze nutritive dalle radici.

Le carote devono essere sbucciate e lavate prima di consumarle.

Sono un ortaggio versatile. Possono essere consumati crudi, al vapore, bolliti, arrostiti e come ingrediente in molte zuppe e stufati.

  • Usa carote tagliuzzate in insalata di cavolo, insalate, involtini
  • Aggiungi carote tagliuzzate ai prodotti da forno, come torte e muffin
  • Snack su bastoncini di carota o carotine come spuntino o con salse e hummus alle erbe
  • Usa le carote nel succo per un sapore dolce e delicato

Le carote crude o al vapore forniscono il maggior valore nutritivo.

rischi

L’eccesso di vitamina A può essere tossico per l’uomo. Può causare una leggera sfumatura arancione nel colore della pelle, ma questo non è dannoso per la salute.

Un sovradosaggio di vitamina A è improbabile che accada a causa della sola dieta, ma può derivare da un uso di supplemento.

Le persone che assumono farmaci derivati ​​dalla vitamina A, come l’isotretinoina (Roaccutane) per l’acne o l’acitretina per la psoriasi, dovrebbero evitare di mangiare grandi quantità di carote, in quanto potrebbero portare a ipervitaminosi A, un sovradosaggio di vitamina A.

Chiunque stia iniziando una nuova terapia dovrebbe consultare il proprio medico in merito a eventuali cambiamenti dietetici raccomandati.

Like this post? Please share to your friends: