Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono i diversi tipi di schizofrenia?

La schizofrenia è una condizione di salute mentale associata a espressioni insolite o percezioni della realtà. Può portare a disfunzioni sociali o professionali significative.

Può presentare allucinazioni uditive o ascoltare cose che non ci sono. Meno comunemente, la persona può sperimentare allucinazioni visive, nelle quali vede cose che non esistono.

Possono esserci deliri bizzarri o paranoici e discorsi e pensieri disorganizzati.

La schizofrenia viene normalmente diagnosticata all’inizio dell’età adulta. I Centri statunitensi per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) stimano che la schizofrenia colpisca tra lo 0,6 e l’1 per cento della popolazione mondiale.

Classificazione e diagnosi

[schizofrenia]

In passato, c’erano diversi sottotipi di schizofrenia, tra cui:

  • schizofrenia paranoica
  • schizofrenia disorganizzata o hebephrenica
  • schizofrenia catatonica
  • schizofrenia infantile
  • disturbo schizoaffettivo

Nel 2013 la 5a edizione del DSM-V (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) ha cambiato il metodo di classificazione per raggruppare tutte queste categorie in un’unica voce: la schizofrenia.

Secondo l’American Psychiatric Association (APA), la decisione di eliminare questi vari sottotipi si basava sulla conclusione che avevano “stabilità diagnostica limitata, scarsa affidabilità e scarsa validità”. Si è concluso che non hanno aiutato a fornire un trattamento migliore o a prevedere come i pazienti avrebbero risposto al trattamento.

Nel 2013 sono stati apportati altri due importanti cambiamenti ai criteri diagnostici.

Uno era la rimozione del requisito per una persona di provare strane delusioni e di sentire due o più voci che parlavano durante un’allucinazione uditiva per ricevere una diagnosi positiva.

Il secondo è che, per ricevere una diagnosi, una persona deve avere almeno uno dei seguenti sintomi:

  • allucinazioni
  • deliri
  • discorso disorganizzato

Clicca qui per un articolo più completo sulla schizofrenia.

sottotipi

I seguenti erano sottotipi di schizofrenia. Scopri cosa è cambiato nell’uso di queste categorie.

Disturbo schizoaffettivo

Una persona con disturbo schizoaffettivo sperimenta una combinazione di sintomi di schizofrenia, come allucinazioni e deliri e sintomi di disturbi dell’umore, come la mania o la depressione.

In passato, la persona doveva avere entrambi i gruppi di sintomi allo stesso tempo per ricevere una diagnosi di disturbo schizoaffettivo.

L’aggiornamento DSM-V del 2013 dice ora che per essere diagnosticato con disturbo schizoaffettivo, una persona deve aver sperimentato disturbi dell’umore per la maggior parte del tempo ha anche avuto i sintomi psicotici della schizofrenia, da quando hanno iniziato ad avere sintomi fino al presente .

Catatonia

Catatonia include estremi di comportamento:

  • La catatonia può includere comportamenti motori eccessivi e peculiari, a volte indicati come eccitazione catatonica
  • La catatonia può anche includere una diminuita attività motoria e coinvolgimento. Ad esempio, le persone in uno stupore catatonico dimostrano una drastica riduzione dell’attività, in cui il paziente non può parlare, muoversi o rispondere. Praticamente tutti i movimenti si fermano.

La catatonia può verificarsi con schizofrenia e una serie di altre condizioni tra cui il disturbo bipolare. Per questo motivo, ora è considerato un specificatore per la schizofrenia e altri disturbi dell’umore, piuttosto che un tipo di schizofrenia.

Schizofrenia infantile

I sintomi della schizofrenia compaiono normalmente durante la prima età adulta, ma a volte possono emergere durante l’infanzia, all’età di 10 anni o prima. È estremamente raro, con un’incidenza inferiore allo 0,04 percento.

Se la schizofrenia si verifica in un bambino, è molto grave e il trattamento è necessario.

Tuttavia, i bambini sani possono sperimentare allucinazioni, quindi se ciò accade, ciò non significa che un bambino abbia la schizofrenia.

Schizofrenia disorganizzata, o ebefrenia

Il pensiero e il comportamento disorganizzati sono caratteristiche della schizofrenia. La persona può avere pensieri e discorsi incoerenti e illogici.

Ciò può rendere difficile svolgere attività quotidiane, come la preparazione di pasti e la cura dell’igiene personale o il lavaggio. Le persone potrebbero non essere in grado di capire cosa sta dicendo il paziente. Questo può portare a frustrazione e agitazione.

Mentre la disorganizzazione è una caratteristica della schizofrenia, non è più considerata un sottotipo separato.

Schizofrenia paranoica

Una persona con schizofrenia può avere false credenze o delusioni che un individuo o un gruppo di persone stia cospirando per danneggiare loro o membri della loro famiglia. Potrebbero passare del tempo a pensare a come proteggersi dalle persone che credono perseguitino.

Mentre le delusioni possono ancora essere la chiave per una diagnosi di schizofrenia, questo non è più considerato un sottotipo separato del disturbo.

Like this post? Please share to your friends: