Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono i primi segni e sintomi dell’HIV?

L’HIV è un virus che attacca il sistema immunitario di una persona. Può indebolire il sistema immunitario fino al punto in cui il corpo di una persona lotta per combattere infezioni e malattie.

Se non trattata, l’HIV può portare alla malattia AIDS. L’AIDS sta per sindrome da immunodeficienza acquisita. L’AIDS è l’ultima fase dell’infezione da HIV. Si verifica quando il corpo di una persona non può più combattere le infezioni potenzialmente letali.

Se una persona riceve un trattamento per l’HIV dopo una diagnosi precoce, è meno probabile che sviluppi l’AIDS.

Il numero annuale di nuove diagnosi di HIV è diminuito del 19% tra il 2005 e il 2014 negli Stati Uniti. Nel 2015, un totale di 39.513 persone negli Stati Uniti è stato diagnosticato con HIV.

Primi sintomi

Una persona non dovrebbe mai fare affidamento solo sui sintomi per dire se ha l’HIV. L’unico modo in cui una persona può sapere con certezza se ha l’HIV è quello di farsi esaminare.

signora a letto con l'influenza

È fondamentale che le persone conoscano il loro stato di HIV, poiché ciò può aiutarle a ricevere cure e impedire loro di trasmettere l’HIV ad altre persone.

Diverse persone manifestano sintomi diversi quando hanno l’HIV. I sintomi della fase iniziale includono quanto segue:

  • febbri e brividi
  • sudorazioni notturne
  • dolori muscolari
  • eruzioni cutanee
  • mal di gola
  • stanchezza generale
  • linfonodi ingrossati
  • ulcere della bocca

Non tutte le persone sperimenteranno questi sintomi.

L’HIV attacca il sistema immunitario. Attacca specificamente le cellule CD4, che sono anche conosciute come cellule T. Le cellule T aiutano il corpo a combattere le infezioni.

Se non trattata, l’HIV riduce il numero di cellule T nel corpo, rendendo la persona più probabilità di contrarre altre infezioni. Una persona con HIV ha anche maggiori probabilità di contrarre tumori correlati alle infezioni.

Se qualcuno pensa di avere l’HIV, è molto importante che vadano e vengano testati. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno una pagina sul loro sito web dove le persone possono trovare il loro centro di test HIV più vicino.

I segni differiscono per uomini e donne?

L’HIV è diverso nelle donne e negli uomini. Secondo l’Office on Women’s Health, alcuni problemi di salute, incluse le infezioni trasmesse sessualmente e le infezioni vaginali da lievito, sono più comuni e più gravi nelle donne che hanno l’HIV.

Dopo la fase iniziale

Dopo la fase iniziale dell’HIV, il virus si sposta in uno stadio chiamato stadio clinico di latenza. Questo può anche essere definito infezione cronica da HIV. Il virus è ancora attivo durante questo stadio, ma si riproduce a tassi molto più bassi nel corpo.

Durante la fase clinica di latenza dell’HIV, una persona potrebbe non avere alcun sintomo. Alcune persone che non assumono alcun medicinale per curare la propria infezione possono rimanere in questa fase per 10 o più anni. Tuttavia, altre persone potrebbero progredire oltre la fase di latenza più rapidamente.

Una persona che riceve un trattamento per l’HIV può migliorare le sue possibilità di rimanere nella fase di latenza clinica per diversi decenni. Il trattamento è noto come terapia antiretrovirale, o ART. Aiuta a tenere sotto controllo il virus.

Trasmissione

sciame di sperma

L’HIV è contagioso e può essere trasmesso tra le persone. Una persona con HIV può trasmettere il virus a qualcun altro in un certo numero di modi. Secondo il CDC, il modo più comune di trasmissione dell’HIV è attraverso il contatto sessuale, così come l’uso dell’ago o della siringa.

L’HIV è trasmesso attraverso fluidi corporei infetti. Gli unici fluidi corporei che possono trasmettere l’HIV sono:

  • sangue
  • sperma
  • fluido pre-seminale
  • fluidi rettali
  • fluidi vaginali
  • latte materno

L’HIV può essere trasmesso a una persona sana quando questi fluidi infetti vengono iniettati direttamente nel flusso sanguigno o entrano in contatto con una membrana mucosa o tessuto danneggiato. Le membrane mucose si trovano all’interno del retto, della vagina, del pene e della bocca.

Una madre può anche trasmettere l’HIV al suo bambino durante la gravidanza, anche se questo non è sempre il caso. L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che, senza alcun intervento medico, i tassi di trasmissione dalla madre al bambino variano dal 15 al 45 per cento. Se il virus viene trattato durante la gravidanza, questi tassi possono scendere al di sotto del 5%.

Quando le persone sono contagiose?

Nella fase iniziale dell’infezione da HIV, una quantità elevata del virus è presente nel sangue e nello sperma. Una persona con HIV è considerata molto contagiosa durante questo periodo. È durante questo stadio acuto primario dell’HIV che il virus può diffondersi in modo più efficiente rispetto alla fase successiva.

Durante la fase di latenza clinica, una persona con HIV presenta meno sintomi. Tuttavia, sono ancora in grado di trasmettere il virus a un’altra persona.

Secondo il CDC, una persona nella fase di latenza clinica dell’HIV che sta assumendo la terapia antiretrovirale ha meno probabilità di trasmettere l’HIV ad un’altra persona. Questo perché il trattamento sopprime il virus, lasciando un basso livello di HIV nel sangue.

analisi

Se una persona crede di essere stata esposta all’HIV, dovrebbe essere testata subito. È anche una buona idea per le altre persone, che non hanno motivo di credere di essere state esposte al virus, di sottoporsi a test periodici.

La diagnosi precoce dell’HIV è cruciale nel prevenire le condizioni di salute che possono essere in pericolo di vita. Una volta diagnosticata, esistono trattamenti disponibili per combattere l’impatto dell’HIV sulla salute di una persona.

Una diagnosi precoce è anche vitale per aiutare a combattere la diffusione dell’HIV. Se una persona sa di essere sieropositiva, può prendere le misure corrette per impedirgli di trasmetterla ad altri.

Progressi verso l’AIDS

Se una persona ha l’HIV e non riceve un trattamento, potrebbe eventualmente progredire fino alla fase tardiva dell’infezione da HIV, l’AIDS.

I sintomi dell’AIDS possono anche essere correlati ad altre malattie. Molti dei sintomi più gravi si verificano a causa di infezioni opportunistiche.Questi sono in grado di infettare una persona con AIDS a causa del loro sistema immunitario troppo gravemente danneggiato.

Jeans allentati da donna che mostrano perdita di peso

I sintomi includono:

  • rapida perdita di peso
  • forti sudorazioni notturne
  • febbri continue
  • estrema fatica
  • stanchezza inspiegabile
  • gonfiore prolungato delle ghiandole linfatiche all’inguine, al collo o alle ascelle
  • attacchi di diarrea che durano più di una settimana
  • piaghe situate vicino alla bocca, ai genitali o all’ano
  • polmonite
  • macchie su o sotto la pelle
  • macchie nella bocca, nel naso o nelle palpebre
  • perdita di memoria
  • depressione
  • altri disturbi neurologici
Like this post? Please share to your friends: