Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono i rischi della chirurgia sostitutiva del ginocchio?

La chirurgia sostitutiva del ginocchio è una procedura eseguita per trattare un’articolazione del ginocchio che è stata consumata dall’osteoartrite, una malattia risultante da una rottura della cartilagine articolare e dell’osso sottostante.

La chirurgia viene normalmente utilizzata se altri trattamenti, come la medicina e la terapia fisica, non hanno aiutato ad alleviare il dolore e la rigidità.

La chirurgia comporta la rimozione della cartilagine e dell’osso danneggiati e l’impianto di un’articolazione artificiale in metallo, plastica e altri materiali sintetici.

Secondo l’American Association of Orthopaedic Surgeons (AAOS), oltre il 90% delle persone che hanno una protesi totale al ginocchio avrà meno dolore dopo l’operazione e una maggiore capacità di muoversi e svolgere attività quotidiane.

Qualsiasi procedura chirurgica comporta rischi, che vanno da infezioni e dolore a coaguli di sangue. Tuttavia, l’AAOS sottolinea che oltre 600.000 procedure si svolgono ogni anno negli Stati Uniti, e meno del 2 per cento si traduce in gravi complicazioni.

rischi

Ci sono molti diversi rischi che vengono con la chirurgia di sostituzione del ginocchio. Alcuni rischi sono legati alla chirurgia, mentre altri sono legati a come il corpo reagisce all’operazione.

Anestesia

Prima di un intervento chirurgico, ai pazienti viene data l’anestesia in modo che non ci sia alcun dolore. In anestesia generale, il paziente sarà incosciente e non risponde al dolore.

Un anestesista che applica una maschera antigas.

In alternativa, l’anestesia spinale intorpidisce solo la gamba o la parte inferiore del corpo, e il paziente rimane sveglio durante l’intervento chirurgico.

L’anestesia generale può causare effetti collaterali come:

  • Mal di testa
  • Nausea
  • Sonnolenza
  • Mal di gola (dovuto all’uso di un tubo di respirazione durante l’intervento chirurgico)
  • Infarto o ictus (raramente)

I pazienti hanno maggiori probabilità di avere complicazioni da anestesia generale se hanno già malattie cardiache, problemi polmonari o altre gravi condizioni mediche.

L’anestesia spinale causa meno effetti collaterali gravi rispetto all’anestesia generale. Gli individui hanno meno probabilità di provare sonnolenza dopo l’intervento chirurgico e il rischio di perdita di sangue, coaguli, infarto e ictus sono ridotti.

Gli effetti collaterali dell’anestesia spinale possono includere:

  • Mal di testa
  • Difficoltà a urinare
  • Reazioni allergiche
  • Lesioni nervose dall’ago usato per somministrare l’anestesia (raramente)

Infezione

Qualsiasi apertura nella pelle può consentire l’ingresso di batteri, che potrebbero potenzialmente portare a un’infezione. Il chirurgo prenderà precauzioni per prevenire l’infezione durante l’intervento chirurgico.

Una volta che il paziente ritorna a casa, dovrebbe osservare i seguenti segni di infezione:

  • Rossore
  • Gonfiore
  • Calore
  • Scarica dal sito chirurgico
  • Febbre e brividi

Se si presenta un’infezione, il medico prescriverà antibiotici per il trattamento.

emorragia

È normale sanguinare durante e dopo l’intervento chirurgico. In rari casi, una persona può perdere troppo sangue durante la procedura e ha bisogno di una trasfusione.

A volte, dopo l’intervento chirurgico, il sangue può accumularsi sotto la pelle e farla gonfiare. Se ciò accade, potrebbe essere necessaria un’altra procedura per rilasciare il sangue.

Coaguli di sangue

I coaguli di sangue sono uno dei maggiori rischi per la chirurgia di sostituzione del ginocchio. Se un vaso sanguigno è danneggiato o il paziente è immobile per diversi giorni dopo l’intervento, il flusso sanguigno può rallentare e si può formare un coagulo di sangue.

Un coagulo di sangue in una delle vene profonde delle gambe è chiamato trombosi venosa profonda (TVP). Se il coagulo si libera, può viaggiare fino ai polmoni e bloccare il flusso sanguigno. Questo è chiamato embolia polmonare e può essere in pericolo di vita. Spostare le gambe e indossare dispositivi di compressione dopo l’intervento può impedire la formazione di coaguli.

Dolore e gonfiore

Il dolore e il gonfiore sono comuni dopo l’intervento chirurgico, ma la gravità di questi sintomi varia da persona a persona. Sollievo dal dolore sono in genere prescritti per aiutare a gestire qualsiasi disagio dopo l’intervento chirurgico. Questi farmaci vengono in genere utilizzati solo per un breve periodo di tempo, ma nei casi in cui il dolore persiste per alcuni mesi dopo l’intervento chirurgico, possono essere prescritti altri trattamenti.

Ci possono essere gonfiore al ginocchio, alla caviglia e al piede dopo l’intervento chirurgico. Ghiacciare l’area interessata e un leggero esercizio fisico può aiutare a provocare il gonfiore.

Problemi respiratori

Un uomo sta tossendo.

Alcune persone hanno difficoltà a respirare profondamente subito dopo l’intervento, soprattutto se hanno avuto un’anestesia generale.

Se l’aria troppo piccola raggiunge i polmoni, il muco può accumularsi al loro interno e provocare la polmonite.

Un’infermiera aiuterà il paziente a fare respiri profondi per far funzionare di nuovo i polmoni normalmente.

Danno a nervi e arterie

In rari casi, il chirurgo taglia un nervo o un vaso sanguigno che corre vicino al ginocchio. Se ciò accade, potrebbe essere necessario un secondo intervento chirurgico per riparare il danno. Un nervo tagliato può causare una perdita di sensibilità o movimento – a volte in modo permanente – nella zona interessata.

Reazione allergica

Raramente, le persone possono avere una reazione allergica ai componenti metallici utilizzati nelle protesi di ginocchio. In alcune persone con allergie ai metalli, le parti dell’impianto innescano una reazione che produce sintomi che includono gonfiore, eruzioni cutanee e vesciche.

In rari casi, le reazioni allergiche possono causare sintomi di tutto il corpo come debolezza, diarrea, mal di testa e perdita di funzionalità nell’area dell’impianto. Gli individui che hanno avuto reazioni cutanee ai gioielli in metallo in passato dovrebbero chiedere al medico se è necessario un test per le allergie ai metalli prima dell’intervento chirurgico.

Fallimento dell’impianto

La tecnologia di sostituzione congiunta è migliorata molto nel corso degli anni, ma non è perfetta. Un nuovo giunto può allentarsi, consumarsi o perdere la sua stabilità. Se l’articolazione fallisce, è probabile che il paziente manifesti dolore e rigidità continui dopo l’intervento e potrebbe essere necessaria un’altra procedura per sostituirlo.

Ridurre i rischi

Il modo migliore per un paziente per garantire un risultato positivo è seguire le istruzioni del chirurgo.Se ci sono domande sulla cura del nuovo ginocchio, l’individuo dovrebbe chiedere al medico.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutare a prevenire o ridurre le complicanze di sostituzione del ginocchio comuni:

  • Prendilo lentamente: riposare per alcuni giorni dopo l’intervento è essenziale. Possono essere necessarie da 3 a 6 settimane prima di tornare ai normali livelli di attività, tra cui salire le scale e guidare.
  • Esercizio: è importante alzarsi dal letto e muoversi. Fare gli esercizi come raccomandato dal medico aiuterà a ritrovare il movimento nel ginocchio. Restare attivi diminuirà anche il rischio di un coagulo di sangue.
  • Usa il ghiaccio: tenere il ghiaccio sul ginocchio può ridurre il gonfiore e ridurre il dolore nei primi giorni dopo l’intervento. Appoggiare il ginocchio su un paio di cuscini può anche aiutare con il gonfiore.
  • Sollievo dal dolore: il chirurgo prescriverà una medicina per alleviare qualsiasi dolore dopo l’intervento. Gestire il dolore può aiutare il paziente a rimanere attivo, il che accelererà il recupero.
  • Dispositivi di compressione: il medico consiglierà che le calze a compressione vengano indossate o un dispositivo simile a uno scarpone che applica continuamente pressione alla gamba. Questi dispositivi impediscono al sangue di raggrupparsi nelle gambe e formare un coagulo di sangue.
  • Pulire la ferita: il chirurgo darà istruzioni sulla cura della ferita. Mantenere pulita l’area può aiutare a prevenire l’infezione.

Altre opzioni

Viene iniettato un ginocchio.

Prima di decidere sull’intervento di sostituzione del ginocchio, verranno utilizzati altri trattamenti non invasivi per alleviare il dolore e la rigidità dell’osteoartrite:

  • Dispositivi come plantari delle scarpe, un bastone o un deambulatore
  • Esercizio fisico e terapia fisica
  • Antidolorifici come acetaminofene (Tylenol) o NSAID come ibuprofen (Motrin), naprossene (Naprosyn) e celecoxib (Celebrex)
  • Iniezioni di steroidi o acido ialuronico nel ginocchio
  • Perdita di peso

Domande da porre

Per garantire il miglior risultato possibile dall’intervento e ridurre il rischio di complicanze, i pazienti devono rivolgere al medico queste domande prima della procedura:

  • Che tipo di risultato posso aspettarmi? Come mi aiuterà la chirurgia sostitutiva del ginocchio?
  • Ho altre opzioni oltre alla chirurgia per alleviare il dolore e la rigidità?
  • Cosa posso fare per prepararmi prima dell’intervento chirurgico per migliorare le mie probabilità di successo?
  • Quali sono i possibili rischi di avere un intervento chirurgico di sostituzione del ginocchio?
  • Cosa posso fare per ridurre il rischio di complicazioni?
  • Quali sono i segni che sto avendo una complicazione?
  • Quando dovrei chiamarti?

La chirurgia sostitutiva del ginocchio è una procedura relativamente comune che migliora la mobilità e la qualità della vita di molte persone. Meno di 2 su 100 persone sperimenteranno una grave complicazione, di solito relativa a una condizione di salute esistente. È importante discutere prima di tutto con il proprio medico.

Like this post? Please share to your friends: