Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono i sintomi vasomotori della menopausa?

La menopausa si verifica dopo che una donna non ha avuto il suo periodo per 12 mesi. Dopo la menopausa, non rilascia più le uova per la fecondazione e le sue ovaie non producono estrogeni e progesterone, come una volta.

I cambiamenti ormonali associati alla menopausa causano numerosi sintomi. Vampate di calore, vampate di calore e sudorazioni notturne sono noti come sintomi vasomotori.

I medici non sanno che cosa causa precisamente i sintomi vasomotori, sebbene siano tra gli eventi più comuni della menopausa.

Secondo la Harvard Health Publications, una donna in menopausa può manifestare sintomi vasomotori per 5-7 anni. Tuttavia, alcune donne possono avere sintomi che durano fino a 11 anni o anche una vita.

Fatti veloci:

  • “Vasomotore” si riferisce al “centro vasomotorio”, la parte del cervello che gestisce la pressione sanguigna.
  • I cambiamenti ormonali portano a sintomi vasomotori in menopausa.
  • Si pensa che le cause riguardino i cambiamenti ormonali post menopausa.
  • La gestione dei sintomi può comportare farmaci ormonali o antidepressivi.

Sintomi

signora si sventaglia con la carta

I sintomi della menopausa possono influenzare notevolmente la qualità della vita di una donna, con la stragrande maggioranza delle donne che manifestano sintomi vasomotori di qualche tipo, mentre attraversano la menopausa.

Ulteriori definizioni dei sintomi vasomotori includono:

  • Vampate di calore: l’improvvisa sensazione di calore che colpisce il petto, il collo e il viso.
  • Sudorazione notturna: una donna può svegliarsi e sperimentare episodi estremi di sudorazione, dove i suoi vestiti e talvolta i fogli sono inzuppati.

Le condizioni vasomotorie possono indurre una donna a provare ansia e palpitazioni cardiache.

Le cause

I medici concordano sul fatto che le cause dei sintomi vasomotori in menopausa sono sconosciute.

Tuttavia, ritengono che la mancanza di alcuni ormoni possa avere un impatto. Ritengono che ciò renda l’ipotalamo, o parte del cervello responsabile della regolazione della temperatura, più sensibile ai cambiamenti nel calore corporeo di una donna.

Anche un piccolissimo aumento della temperatura corporea può innescare una vampata di calore. I ricercatori non sono chiari sul perché alcune donne le ottengano, e altre no, o perché le vampate di calore variano in intensità.

Nel corso del tempo, le vampate di calore iniziano a diminuire e alla fine scompaiono del tutto. Solo poche donne sperimentano vampate di calore periodiche per il resto della loro vita.

Fattori di rischio

Mentre non tutte le donne che attraversano la menopausa hanno sintomi vasomotori, una grande porzione lo fa.

Alcune donne sono note per essere maggiormente a rischio di provare questi sintomi. I fattori di rischio includono:

  • Fumo: le donne che fumano hanno più incidenza di vampate di calore rispetto alle donne che non lo fanno.
  • Obesità: le donne sovrappeso hanno più probabilità di avere vampate di calore.
  • Origine etnica: le donne afro-americane riportano una maggiore incidenza di vampate di calore rispetto alle donne di origine europea. Tuttavia, le donne cinesi e asiatiche americane riportano meno sintomi vasomotori rispetto alle loro controparti europee.

Secondo un articolo pubblicato sulla rivista, le donne che soffrivano di malattie da gravidanza ipertensive, come la preeclampsia, avevano maggiori probabilità di manifestare sintomi vasomotori in menopausa.

complicazioni

signora con l'insonnia che fissa la parte posteriore del suo orologio

Alcune donne che manifestano sintomi vasomotori cronici e prolungati riferiscono anche di avere l’insonnia cronica, il che rende difficile andare a dormire o rimanere addormentati.

Le donne con sintomi vasomotori possono anche essere a più alto rischio di:

  • malattia del cuore
  • perdita di massa ossea
  • aterosclerosi precoce, un indurimento delle arterie che può portare a malattie cardiache e aumento del rischio di infarto

Se una donna manifesta sintomi vasomotori, dovrebbe parlare con il suo medico su come può garantire che migliora la sua salute del cuore e delle ossa dopo la menopausa.

Trattamento

I medici possono prescrivere estrogeni alle donne che presentano sintomi vasomotori significativi legati alla menopausa. Tuttavia, l’assunzione di estrogeni è associata ad altri rischi, tra cui una maggiore probabilità di sviluppare tumori del seno e dell’endometrio.

A volte i rischi superano i benefici se una donna inizia a prendere estrogeni entro 10 anni dall’ultimo periodo mestruale.

Le donne che assumono estrogeni prima dei 60 possono anche sperimentare maggiori risultati con meno rischi rispetto alle donne che hanno più di 60 anni quando la assumono.

Se una donna sceglie di assumere ormoni, deve usare la dose più bassa ed efficace presa nel più breve tempo possibile.

Alcune donne non desiderano prendere estrogeni o non possono tollerare di prenderlo. Se questo è il caso, un medico può prescrivere altri farmaci, tra cui:

  • antidepressivi, come paroxetina, venlafaxina o fluoxetina
  • farmaci anti-sequestro, come il gabapentin
  • clonidina, un farmaco usato per l’ipertensione

Tuttavia, questi farmaci non sono considerati efficaci quanto l’assunzione di terapia con estrogeni.

Rimedi stile di vita

signora anziana che beve vino bianco

Oltre ai farmaci prescritti, ci sono molti cambiamenti nello stile di vita che una donna può eseguire per ridurre i sintomi della menopausa. Questi includono:

  • Evitare cibi noti per innescare vampate di calore, come cibi piccanti, alcool e quelli caldi, comprese zuppe, caffè o tè.
  • Smettere di fumare, dato che fumare sigarette è associato all’attività anti-estrogenica, che può peggiorare i sintomi di una donna.
  • Vestire a strati, quindi uno o più strati possono essere rimossi se si verifica una vampata di calore.
  • Portare una bottiglia d’acqua con acqua ghiacciata, che aiuta a raffreddare il corpo quando si accende un flash caldo.
  • Mantenere una ventola portatile nelle vicinanze e utilizzare una ventola a soffitto per mantenere la calma durante il sonno.
  • Evitare l’esercizio fisico immediatamente prima di andare a dormire, il che può causare una temperatura corporea più alta che potrebbe rendere più difficile l’addormentarsi. Esercitare prima nella giornata è associato a risultati migliori.
  • Respirare in un ritmo lento e profondo quando una donna avverte che potrebbe essere in arrivo una vampata di calore. Questa pratica è conosciuta come respirazione stimolata.

Secondo il Massachusetts General Hospital, è importante che le donne in mezza età mantengano un peso sano all’inizio della loro transizione in menopausa, come mezzo per prevenire i sintomi vasomotori.

Ci sono molti trattamenti da banco che si dice che riducano gli effetti dei sintomi vasomotori. Gli esempi includono l’assunzione di integratori o il consumo di alimenti ad alto contenuto di isoflavoni bioattivi. Questi contengono sostanze chimiche che sono simili nella struttura agli estrogeni e si dice che esercitino effetti estrogenici sul corpo.

Gli esempi includono soia, ceci, lenticchie e trifoglio rosso. Tuttavia, secondo, questi prodotti non hanno dimostrato di essere efficace nel ridurre i sintomi della menopausa.

prospettiva

Le donne che avvertono vampate di calore prima dei periodi mestruali tendono a sperimentarle per un periodo più lungo, circa 9-10 anni. Le donne che non hanno avuto sintomi vasomotori fino a dopo la menopausa tendono ad avere vampate di calore per un tempo più breve.

Indipendentemente da quando una donna inizia ad avere sintomi vasomotori, sapendo che possono durare per molti anni è un motivo per cercare trattamenti, in modo da godere di una migliore qualità della vita.

Tuttavia, ottenere più sonno e non provare ansia o preoccupazione riguardo a quando potrebbe avere un’altra vampata, può aiutare una donna a vivere una vita più piena e piacevole dopo la menopausa.

Like this post? Please share to your friends: