Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono le allucinazioni tattili?

Le allucinazioni tattili implicano un’anormale o falsa sensazione di contatto o percezione del movimento sulla pelle o all’interno del corpo.

Tendono ad essere associati a condizioni mentali o all’uso di droghe o farmaci.

Fatti veloci sulle allucinazioni tattili:

  • Condizioni neurologiche o farmaci che colpiscono il sistema nervoso centrale possono causare allucinazioni tattili.
  • Alcuni farmaci che hanno un impatto sui neurotrasmettitori sono noti per causare allucinazioni tattili.
  • Le allucinazioni non sono specifiche per una malattia o disturbo ma sono i sintomi di molte condizioni.
  • A volte, possono verificarsi diversi tipi di allucinazioni contemporaneamente.
  • La terapia cognitivo comportamentale (CBT) spesso aiuta a ridurre i sintomi emotivi, come l’angoscia delle allucinazioni.

Sintomi

allucinazioni tattili

Di solito, la condizione provoca sensazioni spiacevoli, a disagio e disturbanti. Alcune persone possono sentire che gli insetti stanno strisciando sul loro corpo o qualcosa è dentro di loro cercando di uscire.

Alcuni individui provano la sensazione che i loro organi si stanno spostando o che qualcosa sta girando nello stomaco o nel cranio.

In alcuni casi, tuttavia, la condizione può causare sensazioni più innocue, anche leggermente piacevoli.

Le persone che hanno allucinazioni causate dalla malattia di Parkinson riportano sensazioni come la sensazione di volare o fluttuare.

Le cause

Le condizioni mediche note per causare allucinazioni tattili includono:

Schizofrenia

In un sondaggio del 2010 su 480 persone negli Stati Uniti con diagnosi di schizofrenia e disturbi schizoaffettivi, l’88,5% aveva avuto allucinazioni.

Sebbene le allucinazioni uditive e visive fossero i sintomi più comuni, nel 27 percento degli intervistati si sono verificate allucinazioni tattili.

In uno studio del 2016, su 200 persone intervistate affette da schizofrenia, oltre il 50% aveva avuto allucinazioni visive o tattili.

morbo di Parkinson

Il 39,8 percento delle persone con malattia di Parkinson sperimenta qualche forma di allucinazioni, incluse allucinazioni tattili. Le allucinazioni associate alla condizione tendono ad essere non minacciose, tuttavia, e sono persino state descritte da alcune persone come divertenti.

Alcuni individui sperimenteranno la sensazione di animali o persone intorno o vicino a loro o si sentiranno come se stessero galleggiando. Molte persone con la malattia di Parkinson hanno una certa comprensione che la sensazione non è reale come sta accadendo.

Il morbo di Alzheimer

Circa il 53% delle persone con malattia di Alzheimer ha esperienza di allucinazioni visive, uditive, olfattive o tattili. Le allucinazioni tendono a verificarsi in casi da moderati a gravi, ma non nelle fasi finali della condizione.

Demenza del corpo di Lewy

Ben 65% di quelli con demenza di corpo di Lewy sperimentano qualche forma di allucinazione, comprese allucinazioni tattili.

Sindrome dell’arto fantasma

Quando alcune persone perdono un arto o l’uso di esso, continuano a sentire come se l’arto è ancora attaccato o è molto doloroso.

Delirium tremens

Il forte ritiro di alcol può causare delirium tremens, o rapida insorgenza, estrema confusione. Circa il 50 percento degli utilizzatori di alcol a lungo termine e pesante avverte sintomi di astinenza da alcol quando tagliano o smettono di bere. E dal 3 al 5 per cento di queste persone sviluppa delirio, grandi convulsioni o entrambi.

Narcolessia o addormentarsi troppo rapidamente

La narcolessia della condizione neurologica è stata notoriamente causa di allucinazioni ipnagogiche estremamente vividi o realistiche, un tipo di allucinazione tattile che si verifica appena prima di addormentarsi completamente e di essere completamente sveglio.

Questa forma di allucinazione si innesca quando il corpo si muove attraverso gli stadi dell’addormentarsi o del risveglio troppo velocemente o salta i gradini. Quasi tutti sperimenteranno allucinazioni ipnagogiche, spesso come sensazione di caduta, guardando dall’alto da una grande altezza, incapace di muoversi o di essere toccato.

Sostanze e farmaci

Sostanze e farmaci che possono causare allucinazioni tattili includono:

  • agenti anti-Parkinson
  • antidepressivi
  • stimolanti di prescrizione
  • antiipertensivo (propranololo)
  • antiepilettici

Allucinazioni tattili che coinvolgono la sensazione di insetti che strisciano su, mordere o pungere la pelle tendono a verificarsi in persone che hanno usato potenti stimolanti, come cocaina, narcotici e anfetamine.

L’intossicazione da alcol può causare diverse forme di allucinazioni. In alcuni rari casi, possono verificarsi allucinazioni tattili.

Diagnosi

dottore in discussione con il suo assistente

Le allucinazioni possono essere difficili da diagnosticare.

Il test per molte malattie mentali come la schizofrenia è prevalentemente soggettivo, piuttosto che basato su prove scientifiche concrete.

La diagnosi di qualsiasi tipo di allucinazione richiede una valutazione medica, neurologica e psichiatrica completa. Le analisi mediche possono includere:

  • analisi del sangue
  • test delle urine
  • scansione di risonanza magnetica (MRI) del cervello.

Nei casi in cui la condizione è correlata all’uso di sostanze o alle condizioni neurologiche note, un medico o un neurologo può considerare le allucinazioni tattili come una diagnosi.

Di regola, le allucinazioni tattili differiscono da altri tipi di allucinazioni a causa della sensazione di tocco o movimento senza una causa nota.

Trattamento

Nella maggior parte dei casi le allucinazioni si fermano con l’uso di farmaci neurologici o antipsicotici, o quando gli individui si disintossicano in modo sicuro da farmaci stimolanti o depressivi.

Alcuni consigli e tipi di terapie a domicilio possono anche ridurre l’impatto dei sintomi.

Antipsicotici atipici

I farmaci antipsicotici agiscono bloccando i neurotrasmettitori, come la dopamina, e rallentando o inibendo la segnalazione nervosa e l’attività cerebrale.

Antipsicotici atipici usati per trattare le allucinazioni e altri sintomi psicotici includono:

  • risperidone
  • aripiprazolo
  • olanzapina
  • ziprasidone
  • quetiapina
  • pimavanserin
  • clozapina

Regolazione delle dosi di medicina o cambio di farmaci

Diversi farmaci, in particolare quelli per la gestione della malattia di Parkinson, comportano il rischio di allucinazioni. Abbassare il dosaggio o interrompere l’uso di questi farmaci può essere necessario per prevenire le allucinazioni.

Prelievo o farmaci depressivi

Se causati da delirium tremens, allucinazioni alcoliche o uso di droghe, i farmaci di ritiro sono spesso usati per aiutare il corpo a liberarsi in modo sicuro dalla sostanza scatenante. Le benzodiazepine sono comunemente usate per trattare il delirium tremens.

Stimolazione magnetica transcranica (TMS)

Scoppi lenti e ripetitivi di TMS possono ridurre l’eccitabilità del cervello nelle persone con schizofrenia che sperimentano allucinazioni, comprese allucinazioni uditive.

Strategie di coping

famiglia che cammina in campagna

Alcune persone possono ridurre al minimo la frequenza delle allucinazioni e la gravità dei loro sintomi utilizzando strategie di coping.

Gli individui che sperimentano allucinazioni a causa di condizioni neurologiche tendono a trarre beneficio da trucchi comunemente usati, come:

  • riconoscere i trigger ed evitarli
  • impegnarsi con gli hobby, ascoltare musica o guardare la televisione
  • essere fisicamente attivi
  • sdraiarsi o andare a dormire
  • cercare la compagnia di amici e persone care
  • tecniche di meditazione e rilassamento
  • parlare ad alta voce o nella mente
  • dicendosi che l’allucinazione alla fine sparirà e non è reale
  • andando da qualche parte in pace o in pace

Terapia cognitivo-comportamentale (CBT)

La CBT si concentra sulla riduzione del rischio di disabilità sociale e di ricaduta aiutando le persone a comprendere la propria psicosi, a diventare attive nel loro trattamento e ad impegnarsi con la società. Di solito comporta anche lo sviluppo di strategie di coping individualizzate.

psicoeducazione

Uno dei maggiori problemi nel cercare di trattare le allucinazioni è che molte persone sono riluttanti ad ammettere di averle.

La lettura di materiale educativo su allucinazioni e malattie mentali, in generale, può aiutare le persone a capire i loro sintomi e identificare potenziali opzioni di trattamento.

Spesso è anche utile per i familiari, i partner, gli amici o i coinquilini per educare se stessi in modo che possano offrire maggiore comprensione e supporto.

Like this post? Please share to your friends: