Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono le cause di bolle sulla parte interna della coscia?

Sommario

  1. Sintomi
  2. Le cause
  3. Quando vedere un dottore
  4. trattamenti
  5. Prevenzione
  6. prospettiva

Un punto d’ebollizione o foruncolo è un’infezione della pelle causata dai batteri. Tende a prosperare nelle zone calde e umide della pelle, più comunemente le narici, le ascelle, la piega tra i glutei e l’interno delle cosce.

Le bolle possono anche diffondersi sotto la pelle e il grappolo. Se questo accade, i grappoli formano ascessi più profondi chiamati carbonchi, che possono cicatrizzare la pelle.

La dimensione e il colore di un punto d’ebollizione possono variare, a seconda di quanto sia grave o della quantità di pelle coinvolta. Tuttavia, la maggior parte delle bolle ha un aspetto simile.

Brevi fatti su bolle

Brevi fatti su bolle sulla parte interna della coscia:

  • Normalmente, le bolle non sono motivo di preoccupazione e non richiedono cure mediche.
  • Di solito non è sicuro drenare le bolle a casa.
  • Ci sono molti modi per prevenire la formazione di bolle sulla parte interna della coscia.

Sintomi

illustrazione di un punto d'ebollizione con una testa bianca

Mentre i sintomi possono variare in gravità, la maggior parte delle bolle:

  • sono dossi tondi, rossi, gonfiati che crescono gradualmente
  • sono teneri e sensibili, a volte anche per aria
  • alla fine scarica un pus di colore biancastro costituito da tessuto morto e cellule del sangue
  • dura circa 10 giorni

Le bolle possono apparire da sole o in gruppo. Le bolle che formano un gruppo o un grappolo sono chiamate collettivamente un carbonchio.

Le bolle possono comparire ovunque sul corpo, inclusa la parte interna della coscia.

Cause e fattori di rischio

I batteri si verificano quando il batterio invade le pareti di un follicolo pilifero danneggiato o esposto e lo colonizza, causando un’infezione.

Circa il 10-20% della popolazione è portatore di. Essere un vettore significa che i batteri normalmente vivono sulla superficie della pelle di una persona.

I portatori e le persone con bolle possono diffondere i batteri attraverso il contatto pelle a pelle. I batteri possono anche diffondersi attraverso il contatto con oggetti contaminati, come asciugamani e lenzuola. Nella maggior parte delle persone, le infezioni si verificano solo quando la barriera naturale della pelle è rotta o compromessa da fattori come la ferita o l’attrito.

Chiunque di qualsiasi età può sviluppare bolle. Appaiono comunemente in aree del corpo soggette a sfregamenti, in particolare l’interno delle cosce.

Alcuni fattori sono noti per aumentare la probabilità di sviluppare la condizione.

I fattori di rischio comuni per le bolle comprendono:

  • contatto con qualcuno infetto da
  • tagli o tagli nella pelle
  • vivere o lavorare in un’area affollata
  • obesità
  • condizioni immunitarie
  • avere più di 65 anni
  • diabete
  • scarsa igiene
  • graffi o morsi di animali
  • fumo
  • anemia
  • carenze di ferro
  • cattiva alimentazione o dieta
  • mancanza di esercizio
  • uso precedente di antibiotici, in particolare l’uso multiplo o improprio negli ultimi 6 mesi
  • altre infezioni o condizioni della pelle, come psoriasi ed eczema
  • uso a lungo termine di steroidi o corticosteroidi
  • uso di droghe per via endovenosa
  • stress estremo o cronico

Fattori specifici possono contribuire ad un alto rischio di sviluppare bolle sulla parte interna della coscia. Questi includono:

  • indossare indumenti ampi o inadatti durante l’allenamento
  • fare sport o fare esercizi che causano irritazioni alle cosce interne, come corsa, camminata, escursionismo o ciclismo
  • indossare indumenti sporchi, in particolare quando si esercitano o si impegnano in attività che comportano attrito o sudorazione interno-coscia
  • camminare o correre in climi caldi e umidi
  • rasatura, ceretta e altri mezzi di depilazione che rompono la superficie della pelle

Quando vedere un dottore

primo piano di un foruncolo

Alcuni foruncoli richiedono cure mediche. Consultare un medico su bolle che:

  • apparire sulla faccia o sul collo superiore
  • non rompersi entro circa 10 giorni dalla formazione
  • non si scaricherà completamente
  • non guarire completamente entro 1-3 settimane di rottura
  • sono molto dolorosi e non rispondono a farmaci antinfiammatori o antidolorifici da banco
  • diventa più doloroso e gonfio dopo la rottura
  • sembrano diffondersi a nuovi tessuti
  • sento morbido e spugnoso
  • perdita di pus da più di una posizione
  • sono più grandi di 5 millimetri
  • includere più di una testa o punto
  • sono raggruppati o vesciche
  • avere il drenaggio o il liquido che non è bianco o chiaro
  • sono circondati da una zona di pelle che è dolorosa, di colore anormale, o comunque appare malsana

Una persona dovrebbe anche vedere un medico se l’ebollizione compare contemporaneamente a uno dei seguenti sintomi:

  • nausea, vomito, perdita di appetito o perdita di peso inspiegabile
  • febbre, brividi o altri sintomi simil-influenzali
  • lividi inspiegabili o anormali

Alcuni individui hanno un rischio più elevato di complicazioni da foruncoli e sono più propensi a richiedere cure mediche.

Le persone che hanno le seguenti condizioni dovrebbero considerare di parlare con un medico delle loro bolle:

  • condizioni immunitarie
  • diabete
  • persone a rischio per l’endocardite, come quelle con cardiopatie congenite o sviluppate
  • anemia
  • condizioni che richiedono una gestione che indebolisce il sistema immunitario, come la chemioterapia

Trattamenti e rimedi casalinghi

Nella maggior parte dei casi, la prima linea di trattamento consiste nel pulire l’ascesso e la pelle circostante con acqua calda e sapone. Evitare di toccare, sfregare o applicare pressione a un punto di ebollizione appena pulito.

Ci sono modi per disegnare il pus sulla superficie dell’ebollizione. Ciò aumenta la pressione nell’ascesso, rendendo più probabile la rottura dell’ebollizione.

Rimedi casalinghi

Uno dei modi più semplici per svuotare in modo sicuro l’ebollizione a casa è immergere un facecloth pulito o un asciugamano in acqua molto calda e tenerlo delicatamente contro l’ebollizione.

Idealmente, questa compressa dovrebbe essere il più calda possibile senza bruciare la pelle. L’asciugamano o il panno devono essere tenuti in posizione fino a quando non diventa freddo o temperatura ambiente. Occorreranno spesso diverse sessioni per far scoppiare l’ebollizione.

I seguenti suggerimenti possono aiutare quando si tratta di bolle a casa:

  • Non forzare mai una goccia a scoppiare schiacciandola o perforandola.
  • Mantenere una cicoria di guarigione pulita.
  • Evitare di toccare, raccogliere o mettere pressione non necessaria su ebollizione.
  • Applicare delicatamente liquidi antisettici e antibiotici da banco.
  • Copri un punto di ebollizione curativo con una garza o una benda sterile.
  • Evita le attività che causano l’attrito tra le cosce interne.
  • Prendere antinfiammatori da banco.
  • Lavare le mani con acqua e sapone o usare un disinfettante dopo averlo fatto bollire.
  • Pulire quotidianamente la pelle circostante per 1 settimana con una miscela di alcol isopropilico al 70% e acqua al 30%.
  • Incoraggiare gli altri nella famiglia a praticare precauzioni simili.
  • Sostituire regolarmente i prodotti per l’igiene personale che possono causare tagli e graffi, in particolare lame di rasoio.
  • Per infezioni croniche o gravi, lavare ogni prodotto che viene a contatto con il corpo ogni giorno.

Trattamenti medici

Un dottore potrebbe aver bisogno di tagliare a ebollizione per drenarlo. Questo può essere necessario se l’ebollizione è grave, molto grande o se non si esaurisce da sola. L’incisione potrebbe anche essere necessaria in caso di bolle croniche.

Un medico può anche prescrivere antibiotici per via orale per eliminare l’infezione. Quando i foruncoli sono cronici o non rispondono alle sole medicazioni orali, un medico può prescrivere creme antibiotiche topiche o spray nasali antibiotici.

Come si possono prevenire le bolle?

Il lavaggio manuale delle mani può aiutare a prevenire la formazione di bolle.

I seguenti suggerimenti possono ridurre il rischio di sviluppare bolle:

  • Utilizzare prodotti progettati per evitare irritazioni durante lo sport o l’allenamento.
  • Modificare queste attività per ridurre lo sfregamento.
  • Lavare l’intero corpo con acqua e sapone ogni giorno.
  • Lavare le mani regolarmente.
  • Evita di prendere il naso.
  • Cambia e lava le lenzuola regolarmente.
  • Indossare abiti adeguati e puliti durante l’allenamento.
  • Non condividere asciugamani, biancheria intima o lenzuola con altre persone, inclusi i familiari.
  • Mangia una dieta equilibrata e nutriente.
  • Allenarsi regolarmente.
  • Evitare o smettere di fumare.
  • Mantenere un peso corporeo sano.
  • Consumare una buona quantità di ferro, attraverso la dieta o integratori.
  • Avere un apporto giornaliero di vitamina C di 1.000 microgrammi.
  • Non condividere mai prodotti per l’igiene personale, specialmente quelli in grado di rompere la superficie della pelle, come i rasoi.
  • Fare attenzione a non tagliare la pelle.
  • Esfoliare la pelle che ha rimosso i capelli ogni pochi giorni.

prospettiva

I foruncoli o i foruncoli sono un tipo comune di ascesso cutaneo. La maggior parte della rottura entro 10 giorni dalla formazione, e dopo un deflusso di ebollizione, tende a guarire entro 1 o 3 settimane.

In alcuni casi, le bolle possono portare a complicazioni, tra cui cicatrici e dolorosi raggruppamenti in profondità sotto la superficie della pelle. Questi gruppi di bolle sono chiamati carbonchi.

Se non trattata, gravi bolle o carbonchio possono portare a condizioni potenzialmente letali. Questi possono includere infezioni sistemiche, che possono compromettere il flusso sanguigno o l’intero corpo.

Parla con un medico di bolle che non guariscono da sole, sono molto grandi o sono complicate da ulteriori sintomi o condizioni.

Like this post? Please share to your friends: