Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono le cause più comuni del dolore oculare?

Il dolore oculare può avere una varietà di cause. In genere è suddiviso in condizioni che influenzano la cornea, condizioni che influiscono su altre parti dell’occhio e condizioni che coinvolgono altre aree del corpo che causano dolore nella zona degli occhi.

Le cause più comuni di dolore oculare si concentrano tipicamente intorno a parti particolari dell’occhio. Questi includono la cornea, il bianco dell’occhio (sclera) e uno strato sottile che lo copre chiamato congiuntiva. La parte colorata dell’occhio è l’iride.

I muscoli che controllano l’occhio, i nervi e le palpebre possono anche essere fonti di dolore oculare.

Disturbi della cornea

Diagramma degli occhi

Un problema con la cornea è la causa più comune di dolore oculare. La cornea è lo strato più esterno dell’occhio. Ha una superficie a cupola chiara che copre la parte anteriore dell’occhio.

Molti disturbi che colpiscono la cornea colpiscono anche lo spazio pieno di liquido tra l’iride e la parte interna della cornea.

La cornea agisce come una barriera diretta che trattiene sporco, germi e altre particelle nocive o estranee che potrebbero danneggiare l’occhio. La cornea è anche molto utile nel filtrare la luce ultravioletta dannosa (UV) dal sole.

I disturbi della cornea includono:

  • Herpes simplex cheratite: un’infezione oculare causata dal virus dell’herpes simplex.
  • Cheratopatia bollosa: un disturbo dell’occhio segnato da gonfiore simile alla vescica della cornea. Le vesciche possono rompersi causando dolore severo, disagio agli occhi e compromissione della vista.
  • Cheratite ulcerativa periferica: un disturbo dell’occhio che provoca infiammazione e ulcerazione della cornea. Tipicamente si verifica nelle persone che hanno malattie dei tessuti connettivi, come l’artrite reumatoide.
  • Ulcera corneale: un’infezione oculare che provoca una ferita aperta sulla cornea. Lenti a contatto, ferite, droghe e carenze nutrizionali possono causare ferite aperte. Le ulcere causano dolore, arrossamento e lacrimazione.

Proprio come le altre parti del corpo, la cornea può guarire da piccole ferite o graffi. L’area di solito guarisce da sola senza alcun impatto duraturo sulla vista.

Lesioni più profonde possono causare cicatrici corneali con conseguente foschia sulla cornea che può compromettere la vista. Le persone che hanno una ferita profonda o malattia corneale possono sperimentare:

  • dolore negli occhi
  • sensibilità alla luce
  • visione ridotta o visione sfocata
  • arrossamento o infiammazione negli occhi
  • mal di testa
  • nausea o stanchezza
  • sporgenza di un occhio
  • incapacità di muovere gli occhi in tutte le direzioni

Le persone che hanno malattie o danni alla cornea possono provare dolore, lacrimazione e diminuzione della nitidezza della vista.

Chiunque viva uno qualsiasi di questi sintomi oculari insoliti deve contattare immediatamente un oculista. Malattia corneale o altri disturbi oculari possono essere diagnosticati solo dopo un accurato esame degli occhi.

Una lampada a fessura è comunemente usata per esaminare la cornea e la zona degli occhi. Questo strumento consente al medico di esaminare l’occhio con un ingrandimento eccezionalmente alto. Le gocce oculari chiamate fluoresceina possono essere utilizzate per fornire una macchia temporanea alle aree della cornea, rendendo più facile per il medico vedere.

I medici possono anche raschiare la superficie di grandi ulcere presenti nell’occhio per ottenere un campione. Il campione è coltivato e utilizzato per identificare qualsiasi cosa causi l’infezione.

Una volta individuata la causa, il medico può decidere il miglior farmaco per combattere l’infezione. Il trattamento occhi comune comprende:

  • gocce antibiotiche o antimicotiche
  • sollievo dal dolore con colliri, farmaci per via orale, o entrambi
  • rimozione di corpi estranei
  • trapianto della cornea

Abrasioni e oggetti estranei

La lesione più comune alla cornea è dovuta alle abrasioni causate da oggetti estranei.

Le abrasioni possono essere causate da:

  • particelle dal vento
  • lavorando con strumenti o qualsiasi altro tipo di detriti
  • unghie
  • lenti a contatto
  • applicatori di trucco

Una volta che gli oggetti estranei vengono rimossi, possono lasciare piccoli graffi sulla cornea. Le cellule superficiali dell’occhio ricrescono rapidamente, quindi la maggior parte dei graffi di solito guarisce entro 1-3 giorni.

Tuttavia, una valutazione medica può determinare se la cornea è graffiata e il trattamento tempestivo con antibiotici può prevenire un’infezione.

Anche i farmaci antidolorifici sotto forma di colliri sono regolarmente prescritti.

Si raccomanda anche un esame di follow-up da parte di un oculista dopo l’infortunio.

Glaucoma

Il glaucoma si verifica quando uno squilibrio nella produzione e il drenaggio del liquido nell’occhio causano una pressione negli occhi per aumentare a livelli insalubri. Questa pressione aumentata provoca danni al nervo ottico progressivo, che possono portare a una perdita della vista irreversibile.

Glaucoma occhi rossi

Le persone possono avvertire arrossamento degli occhi, disagio, visione offuscata o mal di testa, ma la perdita della vista dovuta al glaucoma si verifica lentamente e può non essere diagnosticata a lungo. La perdita della vista è permanente, quindi la diagnosi precoce è la chiave.

Una volta diagnosticata, tuttavia, la perdita della vista può essere prevenuta con un trattamento adeguato. A una persona possono essere prescritti colliri contenenti beta-bloccanti o altri composti per ridurre la pressione oculare.

Il tipo di trattamento dipende dalla gravità del glaucoma. La chirurgia può essere necessaria se la pressione oculare è estremamente alta o se il collirio non è stato efficace. I medici possono aumentare il drenaggio negli occhi o persino creare un nuovo sistema di drenaggio.

Quelli ad alto rischio di glaucoma dovrebbero avere un esame oculistico completo ogni 1 o 2 anni. I medici misureranno la pressione oculare o useranno uno strumento chiamato tonometro. Usano anche un tonometro per cercare eventuali cambiamenti nel nervo ottico che potrebbero indicare un danno da glaucoma.

Il glaucoma è la seconda causa più comune di cecità nel mondo e le persone di età superiore ai 60 anni hanno sei volte più probabilità di sviluppare il glaucoma rispetto ad altre persone.

uveite

L’uveite si riferisce all’infiammazione localizzata ovunque nel rivestimento pigmentato dell’occhio. Questa sezione dell’occhio è chiamata uvea o tratto uveale.

L’area può diventare infiammata a causa di infezioni, lesioni o una malattia autoimmune. In alcuni casi, la causa dell’infiammazione può essere sconosciuta.

I sintomi di uveite includono:

  • mal di occhi
  • arrossamento negli occhi
  • perdita della vista o visione offuscata

L’uveite può essere diagnosticata durante un esame fisico utilizzando una lampada a fessura. L’uveite può causare danni permanenti all’occhio, quindi il disturbo deve essere trattato il più presto possibile.

Il trattamento include tipicamente corticosteroidi, solitamente sotto forma di colliri. Potrebbero essere necessari farmaci per dilatare gli alunni, altre terapie farmacologiche e persino un intervento chirurgico.

endoftalmite

L’endoftalmite è un’infezione agli occhi causata da organismi che sono penetrati nell’occhio attraverso un’incisione chirurgica o una ferita al bulbo oculare. In alcuni casi, l’infezione ha attraversato il flusso sanguigno verso l’occhio, sebbene questo metodo di infezione sia meno comune.

L’infezione è in genere dovuta a batteri, anche se funghi o protozoi possono essere la causa. I sintomi di endoftalmite includono:

  • grave dolore agli occhi
  • arrossamento nel bianco degli occhi
  • sensibilità alla luce intensa
  • visione ridotta
  • gonfiore palpebrale

Le persone dovrebbero cercare cure mediche immediatamente. Con l’endoftalmite, anche un trattamento immediato a volte non è sufficiente per fermare la perdita della vista. Sfortunatamente, in alcuni casi, anche un ritardo di poche ore può portare a una perdita della vista irreversibile.

I metodi di trattamento possono includere antibiotici, corticosteroidi e chirurgia. Durante l’intervento chirurgico, i medici possono rimuovere il tessuto infetto dall’interno dell’occhio, che può aiutare a fermare l’infezione.

Suggerimenti per la cura degli occhi

Le persone dovrebbero assicurarsi di lavarsi le mani regolarmente. È importante evitare di condividere il trucco, le soluzioni di contatto, i colliri o qualsiasi altra cosa che potrebbe aiutare a diffondere germi.

Prestare attenzione quando si eseguono attività semplici come il trucco o lenti a contatto può aiutare a prevenire il dolore agli occhi. Le lenti a contatto sono un modo semplice per raccogliere abrasioni corneali e infezioni se le persone non sono attente.

Le lenti che non sono state pulite correttamente e hanno particelle lasciate su di esse una volta inserite nell’occhio possono graffiare la superficie. Inoltre, gli obiettivi che sono stati indossati troppo a lungo, lasciati in modo inappropriato durante il sonno, o indossati quando gli occhi sono molto asciutti possono portare a abrasioni.

lavarsi le mani

Spesso le abrasioni guariscono senza ulteriori complicazioni, ma alcune si sviluppano in infezioni come la congiuntivite (occhio rosa), che può essere molto contagiosa.

Le persone dovrebbero sempre indossare occhiali protettivi durante l’esecuzione di qualsiasi attività in cui i detriti potrebbero facilmente entrare negli occhi.

Sebbene la cornea sia più spesso colpita, i problemi con altre parti dell’occhio possono causare dolore agli occhi e non dovrebbero essere ignorati. Le persone dovrebbero cercare aiuto per eventuali cambiamenti o problemi agli occhi, che si tratti di dolore, arrossamento o perdita della vista.

Molti problemi agli occhi possono essere corretti se diagnosticati precocemente, ma alcuni possono portare a danni irreversibili o addirittura alla cecità se non vengono trattati in tempo.

Gli esami oculistici regolari possono aiutare a rilevare eventuali problemi che possono essere presenti e assicurarsi che venga fatta la diagnosi corretta e che venga dato il trattamento appropriato.

Like this post? Please share to your friends: