Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono le opzioni di trattamento ayurvedico per la psoriasi?

L’Ayurveda è un’antica pratica medica che le persone talvolta usano per cercare di aiutare la loro psoriasi. Si tratta di integrare una dieta speciale, composti a base di erbe e ulteriori pratiche mediche di supporto.

L’Ayurveda, noto anche come medicina ayurvedica, mira ad aiutare una persona a guarire il proprio corpo, mente e spirito. La pratica è nata in India più di 3000 anni fa.

La medicina ayurvedica offre trattamenti che sono stati usati per il trattamento della psoriasi. La psoriasi è una condizione che causa una crescita eccessiva e rapida delle cellule della pelle, portando a depositi di placca che si accumulano sulla pelle.

Mentre l’Ayurveda potrebbe essere in grado di trattare la psoriasi in alcune persone, i suoi risultati non sono stati studiati in studi clinici su larga scala o revisioni sistematiche della ricerca.

Sono questi tipi di studi di ricerca che sono necessari per dimostrare che i trattamenti ayurvedici sono efficaci. Tuttavia, finché non ci sono più prove scientifiche, è sempre una buona idea per una persona con psoriasi controllare con il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi trattamento ayurvedico.

Ayurveda e psoriasi

Una persona con psoriasi potrebbe usare speciali preparati ayurvedici sulla pelle.

Uno dei preparati topici più comuni usati per trattare la psoriasi nella medicina ayurvedica contiene la curcuma. Questo è un composto derivato da una radice simile allo zenzero.

Spesso utilizzato in cucina, la curcuma può anche essere miscelata in una pasta che può essere applicata sulla pelle.

Meditazione e movimento

[donna che pratica il respirare esercizio pranayama]

I professionisti di Ayurveda enfatizzano un equilibrio di tre elementi, che definiscono come:

  • l’universo di una persona
  • la costituzione del corpo (conosciuta come “prakriti”)
  • le forze vitali del corpo (conosciute come “dosha”)

Uno dei modi in cui una persona può mantenerli in equilibrio è attraverso l’adozione di misure per ridurre lo stress e calmare l’ansia.

La meditazione e la pratica del “Pranayama”, un metodo di tecniche di respirazione controllata, possono aiutare una persona a ridurre la psoriasi.

Cambiamenti nella dieta

Le pratiche ayurvediche generalmente ruotano intorno a una dieta vegetariana. Gli alimenti da evitare includono quelli che contengono un eccesso di carboidrati e prodotti che contengono molto zucchero.

Inoltre, le pratiche ayurvediche suggeriscono che una persona dovrebbe evitare cibi “estremi”, come quelli troppo salati, troppo acidi o troppo acidi.

I medici ayurvedici raccomandano che una persona “ascolti” il proprio corpo. Rispondendo alle sollecitazioni di urinare o defecare, per esempio, aiuteranno a liberare il loro corpo dalle tossine.

Soluzioni d’attualità

Oltre alla curcuma, ci sono molte altre erbe ayurvediche disponibili e molte potrebbero potenzialmente giovare alle persone affette da psoriasi.

Un esempio è l’applicazione di foglia di banana fresca a zone di pelle colpite da psoriasi.

Ulteriori erbe ayurvediche che possono essere utilizzate per il trattamento della psoriasi includono:

[alcuni pezzi succosi di aloe vera]

  • Aloe Vera
  • belladonna nera
  • boswellia (incenso)
  • aglio
  • guggal
  • pasta di fiori di gelsomino
  • neem

Esistono molti tipi di erbe usate per trattare l’infiammazione in Ayurveda. Una persona dovrebbe sempre chiedere al proprio medico prima di utilizzarli in aggiunta o in sostituzione dei loro attuali trattamenti topici.

Bagni e idratanti

Avere bagni regolari è utile per mantenere pulite e morbide le zone delle lesioni da psoriasi. Inoltre, i bagni possono essere lenitivi e ridurre lo stress, che può offrire ulteriori benefici nel ridurre l’incidenza della psoriasi.

L’applicazione di oli naturali lenitivi, come oli di cocco o di oliva, può aiutare ad ammorbidire la pelle e alleviare il prurito e il disagio associati alla psoriasi.

Come Ayurveda spiega la psoriasi

Secondo un articolo del, i medici ayurvedici classificano la psoriasi come una condizione di salute “kushtha”. Ciò significa che la condizione è cronica, che è anche “krucchasadhya” (intrattabile) e “asadhya” (incurabile).

I testi ayurvedici dicono che la psoriasi sorge a causa di uno squilibrio di due “dosha” (aree di energia) conosciuti come “Vata” e “Kapha”.

Vata è responsabile del controllo delle funzioni corporee e potrebbe causare la secchezza e il ridimensionamento della pelle associati alla psoriasi. Kapha è responsabile per la crescita del corpo e può portare al prurito e al rapido ricambio cellulare della pelle per cui è nota la psoriasi.

Lo squilibrio energetico fa sì che le tossine si accumulino nel sistema di una persona, causando infiammazione. Di conseguenza, i trattamenti ayurvedici spesso ruotano attorno non solo alle applicazioni a base di erbe, ma anche alla dieta e ai consigli sullo stile di vita.

Ricerca

Ci sono molti trattamenti ayurvedici, ma non sono ampiamente studiati. Tuttavia, alcuni studi hanno esaminato alcuni dei trattamenti più popolari, in particolare per quanto riguarda la psoriasi.

Alcuni degli studi che supportano la curcuma come trattamento ayurvedico per la psoriasi includono:

studia

Uno studio pubblicato nel riportò gli effetti che il curcuma aveva su un gruppo di persone con psoriasi da lieve a moderata.

Dopo 9 settimane, i partecipanti sono stati valutati in termini di arrossamento della pelle, spessore delle lesioni e dimensione delle lesioni.

Alla conclusione dello studio, i ricercatori hanno scoperto che coloro che applicavano il gel alla curcuma presentavano meno arrossamento, spessore e ridimensionamento rispetto a quelli che avevano applicato un trattamento placebo.

Gli autori dello studio hanno anche riferito che c’erano pochi effetti collaterali associati all’applicazione del gel.

studia

Uno studio pubblicato sulla rivista ha scoperto che le applicazioni topiche dell’acido boswelico beta 3-0 dell’acetil-11 Keto (AKBBA), una resina gommosa naturale dal gambo dell’albero, hanno aiutato a gestire la psoriasi a placche cronica da lieve a moderata .

Le persone con psoriasi hanno applicato la crema tre volte al giorno per 12 settimane. Dopo 12 settimane, i ricercatori hanno esaminato le fotografie per osservare i cambiamenti nelle lesioni da psoriasi.

studia

Uno studio pubblicato nel riportare gli effetti di un bagno di curcuma amido-fortificato (SFTB), che è una miscela di amido di riso e curcuma, nel trattamento della psoriasi.

Un gruppo di controllo ha partecipato a terapie, come massaggi, yoga, idroterapia e terapia dietetica. Il gruppo sperimentale ha usato queste terapie così come la SFTB.

Alla conclusione dello studio, i ricercatori hanno determinato che le SFTB riducevano la gravità della psoriasi e le aree della pelle colpite.

I ricercatori hanno concluso che le SFTB potrebbero essere una terapia complementare a basso costo nella gestione della psoriasi.

Altri studi potrebbero aver esaminato l’efficacia di un’erba, ma potrebbero non essere specifici per i trattamenti di psoriasi.

Rischi e considerazioni sulla sicurezza

L’Ayurveda è una pratica medica che esiste da migliaia di anni. Tuttavia, la ricerca a sostegno o contestazione delle dichiarazioni dei suoi praticanti non è ampiamente disponibile.

La maggior parte degli studi sull’Ayurveda sono piccoli e non impiegano il tipo di metodi di ricerca necessari per trarre conclusioni definitive.

[prodotti di medicina ayurvedica]

Come tale, è difficile dire con molta certezza che l’Ayurveda aiuterà a ridurre l’incidenza della psoriasi. Tuttavia, molte persone riferiscono di averle aiutate.

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense classifica attualmente i prodotti ayurvedici come integratori alimentari. Ciò significa che non devono sottoporsi agli stessi test rigorosi di molti altri farmaci per la sicurezza e l’efficacia.

Il Centro nazionale per la salute complementare e integrativa ha condotto uno studio in cui i loro ricercatori hanno ordinato quasi 200 prodotti ayurvedici online.

I ricercatori hanno scoperto che il 21% di questi prodotti conteneva livelli nocivi di piombo, arsenico e mercurio. I livelli hanno superato gli standard accettabili per questi composti.

I consumatori dovrebbero fare attenzione quando usano prodotti ayurvedici, anche se sono contrassegnati come “completamente naturali”. Le persone non dovrebbero usare i prodotti ayurvedici come sostituto di altri trattamenti medici a meno che non ne abbiano discusso con il proprio medico.

Tuttavia, ci sono altre pratiche del corpo mentale associate alla medicina ayurvedica che potrebbero giovare al benessere generale di una persona, come la meditazione e lo yoga.

Queste pratiche possono non solo ridurre l’incidenza di focolai di psoriasi legati allo stress, ma sono anche utili per la salute mentale e fisica di una persona.

Like this post? Please share to your friends: