Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quando assomiglia all’acne, ma non lo è

Più dell’85 percento degli americani soffre di acne a un certo punto della propria vita. È uno dei motivi più comuni per cui i pazienti visitano il loro dermatologo. Eppure, secondo Joshua Zeichner, MD, direttore di Cosmetic and Clinical Research presso il Dipartimento di Dermatologia della Mount Sinai School of Medicine, a volte quello che sembra l’acne semplicemente non lo è.

“L’acne è una condizione curabile”, afferma il dott. Zeichner. “Quindi se stai ricevendo degli spot che non vanno via con il trattamento da banco, è tempo di vedere il tuo dermatologo. Vuoi prevenire cicatrici permanenti.”

Ci sono molte condizioni della pelle che imitano l’acne, ma sono completamente diverse malattie. Riconoscere i segni che distinguono l’acne da altre condizioni può aiutare i pazienti a ricevere un trattamento appropriato, perché i farmaci tradizionali contro l’acne non sempre aiutano tutte le condizioni simili all’acne. Il Dr. Zeichner delinea tre condizioni comunemente confuse come acne.

– Follicolite Gram negativa

La follicolite Gram negativa è un’infezione batterica del follicolo pilifero, che si verifica più comunemente nei pazienti con antibiotici a lungo termine per l’acne o la rosacea.

“Nel tempo, gli antibiotici per via orale a volte causano un cambiamento nei normali batteri della pelle, con conseguente infezione”, afferma il dott. Zeichner. “I batteri crescono in aree che producono olio, come le ghiandole sudoripare, il trattamento più comune è la terapia che riduce la produzione di petrolio”.

– Dermatite periorale

Questi brufoli rossi pruriginosi e brufoli pus intorno alla bocca sono probabilmente una variante di rosacea. Di solito si verifica nei pazienti che hanno usato la crema cortisone sul viso per un lungo periodo.

“La dermatite periorale può migliorare lentamente interrompendo l’uso di qualsiasi steroide topico e l’uso attento di altri farmaci anti-infiammatori.I pazienti avranno bisogno di trovare un altro trattamento per qualunque problema abbiano usato originariamente la crema cortisonica”, afferma il dott. Zeichner.

– Follicolite pityrosporum

Queste macchie sul petto o sulla schiena, che possono essere prurito, sono un’eruzione causata dal lievito sulla pelle. Oltre il 90% dei pazienti porta il lievito sulla pelle, ma solo una piccola percentuale sviluppa questa condizione. Il lievito, chiamato pityrosporum cresce in aree della pelle con alti livelli di olio, come la parte centrale del petto e della schiena.

“La crescita eccessiva di pityrosporum nei follicoli piliferi può portare allo sviluppo di pus brufoli”, afferma il dott. Zeichner. “Questi farmaci spesso non rispondono ai tradizionali farmaci per l’acne, poiché non trattano il lievito, anche se difficili da diagnosticare, la condizione può essere solitamente trattata con agenti antifungini”.

Come direttore della ricerca cosmetica e clinica presso il dipartimento di dermatologia dell’ospedale Mount Sinai, il dott. Zeichner ha un ampio interesse nella dermatologia medica e cosmetica e nella ricerca clinica. La sua specialità è il trattamento dell’acne, così come il ringiovanimento cosmetico del viso che invecchia. Dr. Zeichner tratta le condizioni generali della pelle, inclusi eczema, rosacea, psoriasi e cancro della pelle. Inoltre, è esperto nell’uso di Botox e filler dermici, nonché di laser e peeling chimici.

Il dott. Zeichner si è laureato in medicina alla Johns Hopkins School of Medicine e ha conseguito la sua formazione in dermatologia presso l’ospedale Mount Sinai.

Fonte: Mount Sinai Medical Center

Like this post? Please share to your friends: