Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quanto dura una scottatura per guarire?

La solarizzazione è un segno evidente che la pelle è stata danneggiata da troppo sole e può richiedere del tempo per il corpo per ripararsi. Quanto dura la solarizzazione? Come dovrebbe essere curata la pelle mentre guarisce?

Il sole emette raggi di luce che vengono assorbiti dallo strato esterno della pelle, ma troppa esposizione a questi raggi può essere dannosa. L’abbronzatura, il bruciore e il peeling sono il modo in cui il corpo agisce per proteggere la pelle e riparare il danno.

La solarizzazione può essere dolorosa e sgradevole, ma non dura per sempre. Per quanto tempo durano le scottature dipende da quanto è grave e da determinati fattori di rischio.

Le scottature solari possono essere gravi e causano sempre danni alla pelle, quindi è fondamentale che una persona protegga la pelle dal sole. Se qualcuno viene bruciato, ci sono diversi modi per ridurre il disagio e per prendersi cura della pelle mentre guarisce.

Cos’è la solarizzazione?

Sunburn su un uomo indietro

La solarizzazione è la risposta della pelle ai danni della luce ultravioletta (UV). I sintomi variano dal rossore in quanto il corpo invia sangue in piccole vene vicino alla pelle, a desquamazione quando la pelle si sbarazza di cellule morte e danneggiate della pelle.

Qualcuno non ha bisogno di stare fuori al sole per molto tempo per farsi scottare il sole e le persone possono bruciare anche in un giorno nuvoloso.

Le radiazioni UV del sole possono essere invisibili a occhio nudo, ma i raggi UVA e UVB hanno un impatto visibile quando la pelle si abbronza e brucia.

I raggi UVA sono a onda lunga. Sebbene siano meno intensi dei raggi UVB, penetrano più a fondo nella pelle e possono causare danni nel tempo.

I raggi UVB non penetrano profondamente nella pelle, danneggiando le cellule più vicine alla superficie per renderla rossa e provocare una scottatura solare.

Continuate a leggere per saperne di più sul danno che la solarizzazione fa alla pelle, per quanto tempo può durare e su come alleviare i sintomi.

Quanto dura la solarizzazione?

Le persone potrebbero non rendersi immediatamente conto di avere scottature, dato che i sintomi iniziano di solito intorno alle 4 ore dopo che la pelle è esposta al sole.

La solarizzazione è un segno che il corpo sta cercando di riparare la pelle danneggiata, e questo può richiedere tempo. Quanto dura dipende dalla gravità della scottatura:

  • Una leggera scottatura continuerà per circa 3 giorni.
  • La scottatura moderata dura per circa 5 giorni ed è spesso seguita da desquamazione della pelle.
  • Le scottature possono durare per più di una settimana e la persona interessata potrebbe aver bisogno di consultare un medico.

I sintomi immediati della pelle che si sente calda, sembra rossa e sentendosi dolorante, di solito peggiorano 24-36 ore dopo l’esposizione al sole.

Il dolore è spesso peggiore dopo 6-48 ore dalla combustione.

Se la pelle sta per sbucciarsi, di solito comincerà ad accadere 3-8 giorni dopo l’esposizione al sole.

Anche se gli effetti immediati della solarizzazione dovrebbero guarire entro pochi giorni o settimane, il danno può avere un impatto molto più duraturo.

I raggi UVA danneggiano il DNA codificante il gene nelle cellule della pelle del corpo. La Skin Cancer Foundation suggerisce che questo danno potrebbe essere una causa chiave del melanoma, la forma più grave di cancro della pelle.

I raggi UVA e UVB possono anche influenzare l’aspetto della pelle, causando invecchiamento, rughe e macchie marroni.

Fattori di rischio di scottature

Ragazza con le lentiggini e gli occhi azzurri

Tutti possono essere a rischio di scottature, non importa quanto scure o chiara la tonalità della pelle. Tuttavia, ci sono alcuni fattori di rischio che potrebbero rendere qualcuno più probabile a bruciare. Questi includono:

  • avendo la pelle molto pallida
  • avendo lentiggini o capelli rossi
  • problemi della pelle relativi a una condizione medica, come la psoriasi
  • assumere farmaci che rendano la pelle più sensibile al sole
  • una storia familiare di cancro della pelle
  • avendo un numero di moli
  • stare in un paese caldo o in alta quota dove il sole è più intenso

La pelle dei bambini ha bisogno di una maggiore protezione dal sole. I bambini di età inferiore a 6 mesi devono essere tenuti fuori dalla luce solare diretta.

Quando vedere un dottore

Qualcuno dovrebbe consultare un medico se ha bruciato una grande area della pelle sul proprio corpo, si sente male, o ha uno dei seguenti sintomi:

  • disidratazione
  • una febbre alta
  • gravi ustioni su oltre il 15% del corpo
  • dolore estremo che dura più di un giorno
  • segni di infezione in vesciche, come gonfiore, arrossamento o calore
  • sintomi di esaurimento da calore, come nausea, vomito o polso veloce e debole

A volte le scottature solari possono richiedere un trattamento in ospedale, l’applicazione di creme per ustioni speciali o il trattamento con una medicazione.

Opzioni di trattamento

La solarizzazione non può essere curata, poiché la pelle è stata danneggiata e dovrà guarire se stessa. Tuttavia, ci sono alcuni modi per alleviare il disagio delle scottature e aiutare la pelle a riparare.

Non appena qualcuno si accorge che hanno scottature, o stanno iniziando a bruciare, dovrebbero uscire dal sole e iniziare il trattamento per combattere gli effetti del sole.

Un bagno o una doccia fresca, o applicare delicatamente un panno fresco e umido alla scottatura solare, può aiutare ad alleviare un po ‘il disagio e iniziare a togliere il calore dalla pelle.

Bere acqua in più può aiutare a prevenire la disidratazione, che può risultare dal dirigere il corpo più fluido alla pelle per aiutare a riparare il danno che è stato fatto.

L’applicazione di una crema idratante può lenire la pelle e impedire che si secchi. Le persone dovrebbero sceglierne una che abbia aloe vera o soia e che non contengano alcol. Se la solarizzazione è particolarmente negativa, può essere utile una crema da idrocortisone da banco.

Il sollievo dal dolore, come l’aspirina o l’ibuprofene, può aiutare a ridurre gonfiore e disagio.

Se la solarizzazione è grave, possono formarsi vescicole sulla pelle per aiutarla a guarire e prevenire l’infezione. Le persone non dovrebbero far scoppiare le vesciche. Se si rompono, devono essere tenuti puliti e coperti con una medicazione leggera.

La pelle spesso si distacca dopo una scottatura solare, poiché il corpo si libera delle cellule morte e danneggiate, un processo che può durare per diversi giorni.Quelli con scottature solari non dovrebbero mai staccare la pelle, ma lasciare che si stacchi naturalmente.

Le persone dovrebbero anche proteggere la pelle bruciata e desquamata quando fuori, indossando abiti stretti che non lascino passare troppo il sole.

Suggerimenti per la prevenzione

Signora su una spiaggia che applica la protezione solare

L’American Skin Association avvisa che le persone rimangono fuori dal sole tra le 10 e le 16:00. quando i suoi raggi sono più forti e l’esposizione ai raggi UV è massima.

È possibile anche bruciarsi in una giornata nuvolosa. Anche la luce del sole che si riflette sull’acqua o sulla neve può bruciare, quindi le persone dovrebbero fare attenzione quando sciano o navigano.

Applicare la crema solare è un passo necessario nella prevenzione delle scottature solari, ma ci sono alcuni punti chiave da tenere presente per assicurarsi che sia efficace.

Le persone dovrebbero essere sicure di fare quanto segue:

  • scegliere una protezione solare con un fattore di protezione solare (SPF) di 15 o superiore
  • assicurati che la loro protezione solare sia entro la data
  • applicare abbastanza con la maggior parte degli adulti che necessitano di un’oncia, o approssimativamente la quantità che si adatta al palmo della mano
  • scegli una crema solare resistente all’acqua
  • scegliere una protezione solare che protegge dai raggi UVA e UVB
  • applicare 20-30 minuti prima di andare al sole, per dargli il tempo di essere assorbito
  • ricorda le zone del corpo che sono facilmente trascurate, come le cime delle orecchie
  • utilizzare un balsamo per le labbra con un SPF di 15 o superiore
  • riapplicare la protezione solare almeno ogni 2 ore per rimanere protetti
  • riapplicare dopo aver nuotato, sudando molto o se la crema solare si è tolta

Indossare abiti larghi e con maniche lunghe che siano ben intrecciati in modo da non far passare molto del sole. Inoltre, indossa un cappello a tesa larga per proteggere la testa e il collo dalla combustione.

prospettiva

La solarizzazione non è solo scomoda e sgradevole. Può avere un impatto duraturo sulla salute e sull’aspetto della pelle e aumentare il rischio di sviluppare il cancro della pelle.

Proteggere la pelle dal sole restando all’ombra, durante la parte più calda della giornata, usando la protezione solare e indossando indumenti protettivi, può aiutare a prevenire le scottature e il danno a lungo termine che può fare.

La Skin Cancer Foundation raccomanda a tutti di esaminare la loro pelle mensilmente per tenere d’occhio i primi segni di cancro della pelle, come una talpa che cambia colore o forma. La buona notizia è che se si trova presto, il cancro della pelle è solitamente facile da curare e curare.

Like this post? Please share to your friends: