Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quanto è sicura la dieta Paleo?

Gli scienziati hanno messo in guardia dal seguire le celebrità in diete “fad” che non sono supportate da prove scientifiche, poiché i risultati pubblicati sulla rivista rivelano che solo 8 settimane sulla dieta “Paleo” possono accumularsi sui chili e aumentare il rischio di problemi di salute.

[topi sulla dieta Paleo]

I sostenitori della dieta a basso contenuto di carboidrati, ad alto contenuto di grassi (LCHF) “Paleo”, “età della pietra” o “uomo delle caverne” raccomandano di consumare solo alimenti disponibili per i nostri antenati cacciatori-raccoglitori.

Il clamore dei mass media, tra cui celebrità chef, tabloid e reality show, stanno incoraggiando un numero crescente di persone a provare questa e altre diete, nonostante la mancanza di prove in merito ai benefici per la salute. Nel 2014, la dieta Paleo era la dieta più ricercata su Internet.

Gli aderenti alla dieta LCHF consumano più proteine, fibre e grassi rispetto alla dieta media occidentale e meno zuccheri e carboidrati amidacei.

I “dos” consigliati comprendono carni, pesce o frutti di mare, frutta e verdura fresca, uova, noci e semi e oli salutari come olive, noci, semi di lino, macadamia, avocado e cocco.

Gli alimenti da evitare includono cereali, legumi – comprese le arachidi – prodotti caseari, zucchero raffinato, patate, cibi lavorati, sale e oli vegetali raffinati.

Rischio di aumento di peso e diabete con la dieta LCHF

Passare da alimenti trasformati e zuccheri raffinati a più frutta e verdura può aiutare a raggiungere la perdita di peso, e un minor apporto di carboidrati significa anche meno possibilità di aumentare i livelli di glucosio nel sangue dopo un pasto.

Tuttavia, i chili non cadranno automaticamente con una dieta LCHF. Inoltre, l’alto contenuto di grassi nella dieta, indipendentemente dal peso corporeo, può causare l’accumulo di lipidi nel fegato, limitando la capacità dell’insulina di gestire la produzione di glucosio epatico.

I ricercatori dell’Università di Melbourne erano preoccupati per i rischi di una dieta paleo, soprattutto per coloro che sono già in sovrappeso e vivono in uno stile di vita sedentario e per persone con pre-diabete o diabete.

Per indagare, hanno preso due gruppi di topi sovrappeso con sintomi di pre-diabete.

I topi in un gruppo hanno assunto una dieta LCHF per 8 settimane, il 60% dei quali era grasso, rispetto al solito consumo di grassi del 3%. Carboidrati costituiti il ​​20%. I topi nel gruppo di controllo mangiavano il loro solito cibo.

Il rapporto afferma che dopo 8 settimane, il gruppo di dieta Paleo era aumentato di peso, intolleranza al glucosio e insulina. I topi avevano guadagnato il 15% del loro peso corporeo e la loro massa grassa era raddoppiata dal 2% a quasi il 4%.

Questo “aumento di peso estremo” è equivalente a una persona che pesa 200 libbre guadagnando 30 libbre in 2 mesi.

Aumenta il rischio di ipertensione, problemi alle ossa, artrite, ansia e depressione e, potenzialmente, alti livelli di zucchero nel sangue, elevati livelli di insulina e, infine, diabete.

La linea di fondo, dice l’autore principale Assoc. Il prof. Sof Andrikopoulos è che mangiare troppo grasso non è buono.

Assoc. Il Prof. Andrikopoulos, che è anche presidente della Australian Diabetes Society, conclude:

“C’è un messaggio di salute pubblica molto importante qui. Devi stare molto attento alle diete, cercare sempre consigli professionali per la gestione del peso e puntare sempre a diete supportate da prove”.

Invece, raccomanda la dieta mediterranea per le persone con pre-diabete o diabete, perché, dice, “È supportato da prove ed è una dieta a basso contenuto di zuccheri con oli e grassi sani da pesce e olio extravergine di oliva, legumi e proteina.”

recentemente riportato su una ricerca che chiede cosa mangiano davvero le persone antiche.

Like this post? Please share to your friends: