Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quello che devi sapere sul melanoma oculare

L’occhio, o oculare, il melanoma è il tipo più comune di cancro agli occhi. Normalmente colpisce l’uvea, lo strato vascolare dell’occhio tra la retina e il bianco dell’occhio.

È anche conosciuto come melanoma uveale. I tumori si sviluppano nei melanociti, le cellule produttrici di pigmento all’interno dell’uvea che danno colore agli occhi.

La maggior parte dei melanomi colpisce la pelle, ma alcuni si sviluppano in altre parti del corpo, compreso l’occhio.

Se il cancro inizia negli occhi, questo è il cancro dell’occhio primario. Se il melanoma dell’occhio inizia altrove nel corpo e si diffonde all’occhio, si chiama cancro dell’occhio secondario.

Il cancro dell’occhio è di solito secondario, e nella pelle iniziano i melanomi 9 su 10.

L’American Cancer Society stima che, nel 2017, ci saranno 3.130 nuovi tumori dell’occhio e dell’orbita dell’occhio negli Stati Uniti (Stati Uniti), e che 330 persone moriranno di tali tumori.

Può accadere a qualsiasi età, ma diventa più probabile quando le persone invecchiano.

Sintomi

[Il melanoma dell'occhio causa difficoltà visive e ostruzioni visive]

Alcuni pazienti potrebbero non manifestare alcun sintomo, mentre altri potrebbero avere lampi di luce, offuscamento della vista o vedere macchie scure nel loro campo visivo.

Sono possibili i seguenti segni e sintomi:

  • una macchia scura nell’iride che si ingrandisce
  • uno spostamento dell’occhio all’interno dell’orbita dell’occhio
  • vedere luci lampeggianti
  • occhi pieni di lacrime
  • visione scarsa o sfocata o perdita della visione periferica in un occhio

Possono anche esserci dei galleggianti, o piccoli granelli o ghirigori che si muovono nel campo visivo del paziente. I floater possono essere visti più chiaramente quando guardano uno sfondo chiaro, come un muro bianco. Possono apparire come piccoli punti, cerchi, linee, nuvole o ragnatele.

I floater sono comuni, specialmente quando le persone invecchiano e non indicano necessariamente il cancro.

Raramente, il dolore dentro o intorno all’occhio può essere un segno di melanoma oculare.

Le cause

Gli esperti non sono sicuri di quale sia la causa esatta del melanoma oculare, ma si ritiene che i fattori genetici abbiano un ruolo nelle cellule che diventano cancerose.

Gli scienziati hanno scoperto legami tra cancro dell’occhio e alcuni cambiamenti genetici, ma non è chiaro esattamente dove avvengano questi cambiamenti o se causano lo sviluppo del cancro.

Fattori di rischio

I seguenti fattori aumentano la possibilità di sviluppare melanoma oculare:

Colore degli occhi: le persone con gli occhi blu hanno un rischio più elevato di sviluppare il melanoma degli occhi rispetto a quelli con gli occhi marroni.

[Il sole aumenta il rischio di melanoma degli occhi]

Esposizione alla luce ultravioletta (UV): l’esposizione alla luce UV, ad esempio dal sole, può aumentare il rischio, ma la ricerca non lo ha confermato.

Sindrome del nevo displastico: in questa condizione, una persona sviluppa talpe atipiche, note come nevi displastici, che sembrano diverse dalle talpe ordinarie. Hanno bordi irregolari, possono essere miscelati a colori e apparire in gruppi. I nevi displastici hanno maggiori probabilità di svilupparsi in melanoma maligno rispetto alle comuni talpe.

Fattori genetici: alcune anomalie cromosomiche, come quelle presenti sul cromosoma 3, aumentano il rischio di diffusione del melanoma dall’occhio ad altre parti del corpo.

Etnia: è più probabile che colpisca i bianchi.

Diagnosi

La diagnosi precoce e il trattamento del melanoma oculare sono fondamentali per un trattamento efficace. Fare test oculari regolari con un oculista o un oculista è il modo migliore per proteggere gli occhi.

Il medico esamina la parte esterna dell’occhio, cercando i vasi sanguigni ingranditi. Questo potrebbe indicare un numero di condizioni oculari, incluso un tumore. L’oftalmologo esamina anche l’interno dell’occhio.

L’oftalmoscopia viene utilizzata per esaminare l’interno dell’occhio, compresa la retina, il nervo ottico e l’obiettivo. Questa procedura può essere diretta o indiretta.

L’oftalmoscopia indiretta utilizza una lampada frontale per far brillare una luce molto brillante nell’occhio.

L’oftalmoscopia diretta utilizza un oftalmoscopio, un dispositivo costituito da uno specchio concavo e una luce a batteria. L’operatore utilizza un singolo oculare per guardare negli occhi.

L’oftalmologo può somministrare farmaci al paziente per dilatare le pupille e allargare l’apertura nelle strutture dell’occhio.

Guardare negli occhi è sufficiente per rilevare e diagnosticare la maggior parte dei tumori.

test

[Un oftalmologo può diagnosticare il melanoma oculare]

Se il medico sospetta il melanoma oculare, può ordinare i seguenti test di imaging:

Ultrasuoni: le onde sonore ad alta frequenza producono immagini di strutture all’interno dell’occhio. I melanomi dell’occhio hanno solitamente caratteristiche distintive su un’immagine ecografica. L’ecografia può anche aiutare a determinare lo spessore del tumore.

Angiografia con fluoresceina: un colorante giallo viene iniettato in una vena nel braccio del paziente. Mentre la tintura circola negli occhi, una speciale fotocamera scatta foto flash ogni pochi secondi per diversi minuti. Le immagini possono dire mostrare dove sta andando la tintura, e mette in evidenza i vasi sanguigni nella retina.

Se il melanoma oculare è confermato, l’oftalmologo può riferire il paziente a un oncologo oculare o regolare per il trattamento del cancro.

Metastasi

Ulteriori test possono rilevare se il tumore si è metastatizzato o diffuso in altre parti del corpo.

Questi includono:

  • esami del sangue, per determinare se il cancro si è diffuso al fegato
  • una radiografia del torace per rilevare anomalie nei polmoni
  • una scansione TC o MRI di altre parti del corpo

Una biopsia, in cui il medico preleva un campione di tessuto per essere testato in un laboratorio. Di solito non è necessaria una biopsia.

Trattamento

Il trattamento dipende da diversi fattori, tra cui dove e che tipo di tumore è, la dimensione del tumore e la salute generale del paziente.

Se c’è una piccola lesione, un medico può suggerire di monitorarlo piuttosto che trattarlo immediatamente, poiché il trattamento può portare ad una perdita della vista.

Chirurgia

Sono possibili diverse opzioni chirurgiche.

L’iridectomia rimuove le parti dell’iride con piccoli melanomi che non si sono diffusi ad altre parti dell’occhio.

Iridotrabeculectomia rimuove le parti dell’iride e dei tessuti di supporto nei casi in cui i melanomi potrebbero essersi diffusi.

[Radioterapia per il melanoma oculare]

L’iridociclectomia rimuove parte dell’iride e del corpo ciliare. Il corpo ciliare è uno strato sottile tra il bianco dell’occhio e la retina che contiene i vasi sanguigni.

La coroidectomia rimuove parte della coroide e talvolta anche parte della parete dell’occhio. La coroide è la parte pigmentata e vascolare dell’occhio. L’operazione può essere seguita da un ciclo di radioterapia.

L’enucleazione rimuove l’intero occhio, nei casi in cui il tumore è grande, e qualsiasi altro trattamento comporterebbe la perdita della maggior parte degli occhi. Può anche essere raccomandato se c’è dolore agli occhi.

Il chirurgo impianterà una protesi oculare o un occhio artificiale. Questo non fornisce visione. È un sostituto cosmetico.

Radiazioni e altre terapie mirate

La radioterapia può distruggere il materiale genetico delle cellule tumorali e impedire loro di riprodursi. La radiazione è attentamente mirata a distruggere le cellule tumorali limitando il danno alle cellule sane. Il medico può fornire le radiazioni dall’interno o dall’esterno dell’occhio.

Due tipi di trattamento delle radiazioni sono la teleterapia e la brachiterapia.

La teleterapia genera radiazioni dall’esterno del corpo del paziente. Mira alle cellule maligne negli occhi.

La brachiterapia aggiunge temporaneamente piccoli semi radioattivi nell’occhio per ridurre il tumore. L’oftalmologo o l’oncologo cuciranno una placca, o piccolo impianto, contenente diversi semi di iodio-125 sulla parete dell’occhio, vicino al tumore. Rimane lì per 4 o 5 giorni. Il medico controlla attentamente la dimensione del tumore.

La termoterapia transpupillare (TTT) è un tipo di terapia laser a infrarossi che utilizza il calore sotto forma di laser per ridurre i tumori più piccoli.

La crioterapia può congelare le cellule cancerose.

prospettiva

Il trattamento del melanoma oculare è efficace se viene rilevato e trattato con sufficiente anticipo.

Secondo l’American Cancer Society, se il cancro colpisce solo l’occhio, l’80% delle persone sopravviverà almeno 5 anni dopo la diagnosi. Se il tumore si è diffuso ad altre parti del corpo, circa il 15% vivrà per almeno altri 5 anni.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di cancro della pelle e cancro agli occhi, l’American Cancer Society raccomanda l’utilizzo di protezione da una forte luce solare, compresi occhiali da sole con protezione UVA e UVB, crema solare e un cappello.

Il sole e il lavoro all’aperto non hanno dimostrato di causare il cancro agli occhi, ma possono aumentare il rischio.

Like this post? Please share to your friends: