Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quello che dovresti sapere sull’alopecia totale

Le persone con l’alopecia totalis perdono tutti i capelli dal cuoio capelluto. È una malattia autoimmune rara, in cui la genetica gioca un ruolo. È una forma avanzata della condizione di perdita di capelli alopecia areata.

Non tutti con l’alopecia areata andranno a sviluppare l’alopecia totale (AT). È una malattia imprevedibile che non ha cura, anche se a volte può risolversi da sola.

Fatti veloci su alopecia totalis:

  • Oltre all’assenza di capelli, di solito non ci sono altri sintomi visibili.
  • La causa esatta di AT è sconosciuta.
  • Non esiste attualmente una cura per l’alopecia.

Quali sono i sintomi?

Alcune persone con questa condizione avranno un disagio al cuoio capelluto, come dolori, prurito o sensazioni di formicolio. Molti paragonano questo ad avere una coda di cavallo che è stata legata troppo stretta.

Le cause

Indietro della testa dell'uomo con alopecia totalis, davanti al computer al lavoro.

Anche se la causa è sconosciuta, si ritiene che AT sia una condizione autoimmune – il che significa che è causata da un sistema immunitario difettoso. I ricercatori ritengono che il sistema immunitario identifichi erroneamente i follicoli piliferi come una minaccia e li attacca.

In passato, la condizione è stata collegata allo stress, eppure ci sono poche prove a sostegno di ciò.

Circa il 20 per cento delle persone con AT ha un membro della famiglia che ha l’alopecia. Ciò suggerisce che potrebbero esserci fattori genetici in gioco nello sviluppo della condizione.

Gli scienziati ritengono che avere specifici geni renderà qualcuno più suscettibile allo sviluppo di alopecia, il che significa che sono più propensi a svilupparlo se entrano in contatto con altri fattori, come allergie, virus e tossine.

L’AT può verificarsi a qualsiasi età, ma è più probabile che colpisca adolescenti e giovani tra i 15 ei 29 anni. È più comune nelle persone con altre patologie autoimmuni, come una tiroide iperattiva o il diabete. Uomini e donne sono colpiti in numero uguale.

Circa il 5% dei bambini con alopecia areata svilupperà AT.

Quali trattamenti sono disponibili?

Non esiste una cura e i trattamenti disponibili di solito non sono efficaci per le forme gravi della condizione, come AT.

I corticosteroidi

I corticosteroidi, sia come iniezioni o pillole, sono un trattamento comune, anche se non spesso efficace in AT. Se funzionano, non possono essere utilizzati a lungo termine, in quanto hanno effetti collaterali potenzialmente pericolosi.

A volte, i medici raccomandano “terapia con steroidi a impulsi a breve termine”. Questo include un trattamento chiamato diphencyprone (DPCP), che è pensato per il beneficio di alcune persone con AT. È un trattamento topico, il che significa che viene strofinato sul cuoio capelluto e viene applicato settimanalmente in ospedale o in clinica. È una sostanza chimica che provoca una reazione allergica, che a sua volta può stimolare la crescita dei capelli.

Biologics

Un gruppo di farmaci chiamati biologici è attualmente in fase di test per AT. Questi farmaci contengono particolari proteine ​​e sono progettati per smorzare il sistema immunitario.

La speranza è che questi farmaci, che vengono utilizzati con successo per trattare altre condizioni autoimmuni, spengano la risposta infiammatoria che si ritiene causi l’alopecia.

Tasso di recupero

Donna calva con alopecia fuori con il cappello.

A volte, il sistema immunitario può smettere di attaccare i follicoli piliferi e i capelli possono ricominciare a crescere. Questo può accadere senza una ragione apparente e spesso anni dopo la comparsa dei primi sintomi.

Tuttavia, le probabilità che l’alopecia areata si risolva da sola dopo che è progredita verso AT sono piccole.

Se qualcuno ha avuto AT per più di 2 anni, è improbabile che i loro capelli ricrescano. Se lo facesse, potrebbe essere completamente o parzialmente.

Attualmente non esiste una cura per AT. La maggior parte delle persone con questa forma grave di alopecia trova che i trattamenti disponibili non funzionano e scelgono di indossare una parrucca.

La perdita dei capelli può causare problemi emotivi e molte persone che ne fanno esperienza sentono di perdere parte della loro identità. Le persone che hanno ricevuto una diagnosi di alopecia possono impiegare molti mesi per venire a patti con questo.

È tipico per una persona con diagnosi di AT provare emozioni come tristezza, depressione, disperazione, senso di colpa, paura, isolamento, solitudine, rabbia e frustrazione.

Molte organizzazioni offrono supporto alle persone che vivono con AT e alle loro famiglie. Questi includono:

  • American Hair Loss Association
  • Progetto Alopecia per bambini
  • Fondazione nazionale per l’alopecia

Le persone con AT hanno bisogno di prestare particolare attenzione al sole, in quanto sono più suscettibili alle ustioni sulla testa, specialmente se hanno la pelle chiara. Questi possono lasciarli a maggior rischio di sviluppare il cancro della pelle, quindi si consiglia di coprire la protezione solare, così come una parrucca, una bandana o un cappello.

tipi

L’alopecia areata si riferisce alla condizione autoimmune che causa la caduta dei capelli e AT è una forma grave di questo.

L’alopecia areata è una forma di perdita di capelli che colpisce circa 2 persone su 100 negli Stati Uniti. Di solito inizia come uno o due cerotti lisci, ma a volte può diffondersi fino a coprire l’intero cuoio capelluto – questo è AT.

Quando l’alopecia areata si estende per coprire tutto il corpo, compreso il cuoio capelluto, le sopracciglia, le ciglia, la barba e i peli pubici, è conosciuta come alopecia universalis. Quando l’alopecia è limitata solo alla barba di un uomo, si chiama alopecia barbae.

Rimedi naturali

Alcune persone hanno affermato che alcuni integratori e unguenti alimentari possono aiutare nel trattamento dell’alopecia in tutte le sue forme, ma ci sono poche prove a sostegno di queste affermazioni.

Like this post? Please share to your friends: