Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Reflusso vescico-ureterale: ciò che devi sapere

Il reflusso vescico-ureterale è una condizione in cui l’urina scorre nella direzione sbagliata, dalla vescica all’uretere. È più comune nei neonati e nei bambini piccoli, ma può colpire anche i bambini più grandi e gli adulti.

Può accadere se la valvola tra l’uretere e la vescica non funziona correttamente, come risultato di un difetto congenito o un’infezione del tratto urinario (UTI).

Anche il reflusso vescico-ureterale (VUR) può causare un’infezione, poiché i batteri possono svilupparsi nelle urine. Senza trattamento, può verificarsi un danno ai reni.

Gli studi suggeriscono che tra il 25 e il 40 per cento dei bambini che hanno un UTI hanno anche VUR.

Fatti veloci sul reflusso vescico-ureterale:

Ecco alcuni punti chiave sul reflusso vescico-ureterale. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • Il reflusso vescico-ureterale è quando l’urina scorre nel modo sbagliato, verso i reni.
  • Di solito colpisce neonati e bambini piccoli, ma può accadere a qualsiasi età.
  • È associato a infezioni del tratto urinario (UTI), ma di solito è causato da una valvola difettosa che è presente dalla nascita.
  • Normalmente si risolve da solo, ma può essere necessario un trattamento per prevenire danni ai reni.

Tipi e cause

Nel reflusso vescico-ureterale, una valvola difettosa fa sì che l'urina fluisca verso i reni.

Normalmente, l’urina viene creata nei reni e filtrata attraverso gli ureteri nella vescica e quindi attraverso l’uretra. L’urina scorre solo in una direzione.

Nel reflusso vescico-ureterale (VUR), l’urina scorre nella direzione sbagliata, dalla vescica all’uretra. Si ritiene che un bambino su 10 abbia VUR. Nella maggior parte dei casi, è dovuto a una valvola difettosa che era presente alla nascita.

Ci sono due tipi:

Il VUR primario è quando un bambino nasce con una valvola difettosa tra uno o entrambi gli ureteri e la vescica. Se l’uretere è troppo corto, la valvola non si chiude correttamente, consentendo all’urina di risalire, o di riflusso, dalla vescica all’uretere. Nei casi più gravi, può eseguire il backup su uno o entrambi i reni.

Il VUR primario può risolversi nel tempo, poiché migliora la funzione dell’uretere e della valvola. Anche se viene scoperto alla nascita, nessun intervento chirurgico verrà normalmente eseguito fino a quando il bambino avrà almeno diversi mesi di età.

Il VUR secondario si verifica quando la pressione fa scorrere l’urina all’indietro, di solito a causa di un blocco da qualche parte nel sistema urinario. Questa potrebbe essere una infezione della vescica che fa gonfiare gli ureteri, causando il reflusso delle urine ai reni.

Se non trattato, il VUR può causare danni ai reni e infezioni, perché i batteri possono crescere nell’urina intrappolata.

I neonati e i bambini molto piccoli hanno maggiori probabilità di avere VUR rispetto ai bambini più grandi o agli adulti. È più comune nei bambini di età compresa tra 2 e 3 anni. Se un genitore o un fratello ha avuto un VUR primario, la possibilità che un bambino nasca con esso è più alta.

Secondo l’American Urological Association, VUR viene spesso diagnosticato dopo un UTI, in quanto il VUR può predisporre una persona a sviluppare un UTI.

segni e sintomi

I sintomi di VUR sono variabili. Nel lieve reflusso, l’urina si solleva a breve distanza dall’uretere. Se il reflusso è grave, può provocare infezioni renali e danni permanenti ai reni.

Un’infezione del tratto urinario (UTI) è l’indicazione più comune di VUR, ma non lo causa. Un’IVU può svilupparsi senza segni o sintomi evidenti, ma è anche una comune fonte di febbre nei bambini, sia maschi che femmine.

Senza trattamento, vi è il rischio di infezione da una UTI che si diffonde ai reni e provoca cicatrici permanenti.

Segni e sintomi di un’infezione della vescica o di un IVU possono essere:

  • urgenza di urinare
  • una sensazione di bruciore o dolore durante la minzione
  • sangue nelle urine
  • urina nuvolosa
  • urina con un odore forte e sgradevole
  • urinare dribbling, incontinenza e bagnare il letto
  • febbre e dolore addominale
  • pignoleria

Questi possono essere meno evidenti nei neonati.

I segni di un’infezione renale sono:

  • febbre
  • dolore all’addome o alla schiena
  • sentirsi poco bene
  • vomito

I sintomi a lungo termine, se il VUR non viene trattato, includono:

  • una massa addominale palpabile, causata da un rene gonfio
  • scarso aumento di peso
  • ipertensione o ipertensione arteriosa
  • insufficienza renale
  • proteina nelle urine
  • cicatrici di tessuto renale

Un bambino può avere vomito, diarrea, letargia e potrebbe non crescere normalmente.

Quando vedere un dottore

I genitori o gli assistenti sanitari devono consultare un medico se il bambino ha una forte e persistente voglia di urinare, sperimenta una sensazione di bruciore quando urina o ha dolore addominale o al fianco.

Il consiglio medico dovrebbe essere richiesto se un bambino ha meno di 3 mesi e ha una temperatura di 38 gradi Celsius o 100.4 gradi Fahrenheit, o se il bambino ha più di 3 mesi e ha una temperatura di 38.9 gradi Celsius o 102 gradi Fahrenheit.

Se il bambino ha la febbre senza una fonte ovvia, dovrebbe essere consultato un medico. Oltre a una UTI, potrebbe essere un’infezione delle alte vie respiratorie, gastroenterite virale o polmonite.

Un bambino che rifiuta il cibo, mangia male, è letargico, difficile da svegliare, ha pianto inconsolabile, diarrea o vomito richiede anche cure mediche.

Diagnosi

Se un bambino ha dolore a urinare, un insolito bisogno di urinare o una febbre, il medico può eseguire alcuni test.

  • Un’ecografia può rivelare il VUR prima o dopo la nascita.
  • Un test delle urine può rilevare un UTI.
  • Un cistogramma di radionuclidi (RNC) è un tipo di scansione nucleare che può evidenziare la forma dei reni e mostrare se funzionano correttamente.
  • Un cystourethrogram minzionale (VCUG) prende le immagini a raggi X della vescica e dell’uretra mentre la vescica si riempie e si svuota. Questo può rivelare eventuali anomalie nella struttura degli organi o nel flusso di urina.

Un VCUG comporta l’inserimento di un catetere attraverso l’uretra e nella vescica.Un colorante liquido a contrasto che si presenta sui raggi X viene iniettato attraverso il catetere e nella vescica, riempiendolo.

Le immagini sono prese per vedere se l’urina scorre indietro verso uno o entrambi i reni.

Gli effetti collaterali includono un leggero rischio di sviluppare un UTI, disagio durante la minzione e una reazione allergica al colorante che può causare spasmi della vescica. Gli antibiotici possono essere somministrati per prevenire un’infezione.

Il VUR è classificato a partire dal grado 1, dove l’urina fluisce di nuovo nel solo uretere, fino al grado 5, dove vi è un forte gonfiore e torsione dell’uretere.

Trattamento

Il trattamento dipende dall’età del paziente, dalla salute generale e dall’anamnesi, nonché dal tipo e dalla gravità della condizione.

VUR primario

Il medico può raccomandare “un’attesa vigile”, poiché il problema spesso si risolve da sé. Questo di solito accade come lo spazio in cui la vescica e l’uretere si uniscono con l’età. Un VUR di grado più basso sparirà normalmente dall’età media di 5 a 6 anni.

Nel frattempo:

  • I genitori o chi si prende cura di loro dovrebbero cercare i segni di una UTI.
  • Dovrebbero inoltre garantire al bambino di usare regolarmente il bagno per passare sia l’urina che le feci.
  • Alcuni farmaci possono aiutare con il controllo della vescica, se necessario.

Gli antibiotici sono stati usati per prevenire l’infezione, ma questi dovrebbero essere usati con cura, a causa delle preoccupazioni sulla resistenza agli antibiotici.

Nei casi più gravi, può essere necessario un intervento chirurgico per fissare la valvola difettosa per evitare che l’urina ricada verso il rene. In casi molto gravi, il chirurgo potrebbe aver bisogno di rimuovere l’uretere e il rene sfregiati.

La procedura può comportare interventi endoscopici, laparoscopici o aperti. La chirurgia endoscopica può essere eseguita in regime ambulatoriale.

Un’opzione meno invasiva è l’uso di Deflux, una sostanza gelatinosa che viene iniettata nella parete della vescica. Ciò causa un rigonfiamento che rende più difficile il flusso all’indietro dell’urina.

VUR secondario

Il trattamento per VUR secondario si concentra sulla rimozione del blocco che sta causando il reflusso. Questo può comportare antibiotici, interventi chirurgici e l’uso di un catetere per drenare l’uretere.

complicazioni

La complicanza più grave è il danno renale o renale.

Le cicatrici renali possono provocare danni permanenti ai reni, se un UTI non viene trattato. La cicatrizzazione renale è anche nota come nefropatia da reflusso.

L’ipertensione, o l’ipertensione, può risultare se i reni non funzionano correttamente.

L’insufficienza renale acuta può verificarsi se le tossine si accumulano rapidamente nel sangue a causa della perdita della funzionalità renale. Nei casi più gravi, il paziente può aver bisogno di dialisi di emergenza.

La malattia renale cronica si verifica quando la funzione renale peggiora progressivamente. Se una persona ha una malattia renale cronica, è improbabile che la funzione renale ritorni alla normalità.

Se la funzione scende al di sotto del 15% della capacità normale, il paziente ha una malattia renale allo stadio terminale e necessiterà di un trapianto di rene o di dialisi regolare.

Like this post? Please share to your friends: