Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Ricostruzione del seno con lembo DIEP: procedura e recupero

Un perforatore dell’arteria epigastrica inferiore profondo, o DIEP, lembo, è un tipo di procedura di ricostruzione del seno che una donna può avere dopo una mastectomia o la rimozione del seno a causa di cancro al seno.

Il termine “lembo” significa che un chirurgo prende tessuto sano da un’altra area del corpo di una donna per l’uso nella ricostruzione. L’arteria epigastrica inferiore profonda è il vaso sanguigno che attraversa l’addome e fornisce l’afflusso di sangue al tessuto dell’addome inferiore.

Esistono diverse opzioni di ricostruzione del seno. Una ricostruzione del lembo DIEP viene spesso eseguita in fasi per rendere il più naturale possibile il seno ricostruito.

Fatti veloci sulla ricostruzione del seno con lembo DIEP:

  • Un lembo DIEP comporta l’assunzione di pelle e grasso in eccesso dallo stomaco per ricostruire il seno.
  • La chirurgia con lembo a DIEP richiede un training specializzato in microchirurgia ed è molto complessa.
  • Il lembo DIEP è uno dei numerosi approcci in evoluzione alla chirurgia per la ricostruzione del seno.

Qual è il processo di ricostruzione?

microchirurgia

Il processo di ricostruzione del lembo DIEP richiede una formazione specialistica in un campo di medicina noto come microchirurgia.

La microchirurgia prevede l’uso di strumenti piccoli e specializzati per operare su aree delicate del tessuto, come nervi e vasi sanguigni.

Si chiama microchirurgia perché i vasi sanguigni sono in genere di dimensioni inferiori a 3 millimetri, e per eseguire l’intervento sono necessari un microscopio o occhiali speciali operativi chiamati lenti di ingrandimento.

Una procedura di microchirurgia richiede da 4 a 8 ore per un lembo e fino a 24 ore per una ricostruzione bilaterale del lembo.

Procedura con lembo DIEP

La procedura prevede la realizzazione di un’incisione nell’addome, solitamente da una spina dorsale all’altra. Di solito la cicatrice si trova sotto la “linea bikini”.

Quando i medici eseguono una ricostruzione su un lato, useranno la pelle da un lato dell’addome. Se entrambi i seni vengono ricostruiti, useranno il tessuto da entrambi i lati.

Una volta rimosso questo tessuto, un medico rimuoverà il tessuto addominale inferiore con l’arteria e la vena, e quindi chiuderà la restante pelle addominale, di solito più strettamente di prima. Utilizzeranno quindi il tessuto rimosso per creare un nuovo seno.

Spesso, una piccola parte di una costola vicino al centro del torace viene rimossa in modo che il chirurgo possa collegare il tessuto addominale a un’arteria e una vena al petto. In altre occasioni, il tessuto trapiantato è collegato ai vasi sanguigni sotto l’ascella.

Di solito, il chirurgo non ricostruirà la porzione di seno o areola del seno al momento dell’intervento con lembo DIEP. Potrebbe dover rivedere l’intervento al seno per continuare a riformare il seno. Solo quando il tessuto mammario sarà completamente guarito, il chirurgo eseguirà la ricostruzione dell’areola.

Vantaggi della ricostruzione del lembo DIEP

Il lembo DIEP è una versione più recente e più complessa di un lembo TRAM o lembo miocutaneo Transverse Rectus Abdominus.

Nella procedura del lembo TRAM, sono state rimosse la pelle e il grasso dell’addome inferiore, nonché uno o entrambi i muscoli retto o “sit-up”.

Alla fine, la procedura del lembo TRAM è stata perfezionata sul lembo DIEP, in cui è stato rimosso molto poco o nessun muscolo, lasciando una persona con meno problemi di intensità del nucleo.

Questo intervento chirurgico può anche comportare tempi di recupero più brevi associati all’approccio con lembo DIEP e una minore possibilità di un’ernia o rigonfiamento dell’addome dopo l’intervento chirurgico.

Se una persona subisce un lembo TRAM o DIEP gratuito, le incisioni appaiono uguali. I risultati sono spesso paragonati a quelli di un’addominoplastica.

Ripristino del lembo DIEP

Secondo, una donna rimarrà nell’ospedale circa 3 o 4 giorni dopo la sua procedura con lembo DIEP. Tuttavia, alcune donne possono richiedere un tempo di recupero più lungo in ospedale.

Quanto puoi camminare?

Le donne sono generalmente incoraggiate a fare qualche attività fisica delicata, come camminare, il secondo giorno dopo il loro intervento chirurgico.

Scarichi chirurgici

Una donna avrà da tre a quattro scarichi chirurgici sul posto quando viene dimessa dall’ospedale. Gli scarichi possono aiutare a prevenire il rigonfiamento dei tessuti e di solito rimangono sul posto 1-2 settimane.

Un dottore mostrerà a una donna come vuotare gli scarichi, o un’infermiera di salute domestica visiterà per svuotarli per lei.

Quanto dura la ripresa?

La maggior parte delle donne può riprendere le attività regolari da 4 a 6 settimane dopo l’intervento.

La parte più significativa del recupero è il dolore associato alle incisioni addominali, poiché la maggior parte delle attività utilizza i muscoli del nucleo del corpo in quest’area per il movimento.

Una donna dovrebbe aspettare prima di guidare o riprendere altre attività più faticose fino a quando non riceve l’autorizzazione dal proprio medico.

Complicazioni e rischi

Il lembo DIEP può essere una buona opzione per molte persone. Tuttavia, ci sono rischi associati a questo approccio chirurgico complicato, tra cui:

  • emorragia
  • infezione
  • scarsa guarigione
  • ernia o rigonfiamento
  • perdita del lembo

Una donna può avere problemi di circolazione all’interno del tessuto appena collegato, una complicazione nota come perdita del lembo. Ciò può causare la morte del tessuto appena impiantato e di solito richiede la rimozione chirurgica.

Il lembo DIEP è l’approccio migliore?

dottore in discussione con paziente femminile

Esistono molte altre tecniche per la ricostruzione del seno, utilizzando il tessuto del corpo di una donna.

Oltre ai flap DIEP o TRAM, le alternative includono:

  • Lembo SGAP: questa procedura è un lembo superiore del perforatore dell’arteria glutea, che comporta l’assunzione di pelle e grasso dal gluteo per ricostruire il seno.
  • Latissimus dorsi flap: questa tecnica comporta l’utilizzo di grasso, muscoli e tessuti dalla schiena di una donna per ricostruire il suo seno. Il tessuto viene rimosso strategicamente con l’apporto di sangue rimanente intatto e viene ruotato dalla parte posteriore al seno.

Alcune persone preferiscono questi approcci in quanto inoltre non comportano l’inserimento di un impianto artificiale nella pelle e utilizzano il tessuto di una donna.

Indipendentemente dall’approccio chirurgico, una donna potrebbe voler considerare che il tessuto può essere assunto solo una volta da un’altra posizione per la ricostruzione.

Pertanto, se una donna sta contemplando una mastectomia profilattica, per evitare che il suo cancro si diffonda all’altro seno, e desidera un lembo DIEP o un altro approccio di ricostruzione, il suo medico può avvisare che aspetta di eseguire la ricostruzione su entrambi i seni.

Inoltre, alcune donne potrebbero non essere in grado di eseguire una procedura con lembo DIEP a causa della precedente chirurgia addominale. Oppure potrebbero avere altre considerazioni sulla salute che possono impedire queste opzioni.

Allo stesso modo, i chirurghi possono a volte considerare che una donna non ha abbastanza tessuto addominale per ricostruire un seno. E i suoi vasi sanguigni potrebbero essere troppo piccoli per ricollegare il tessuto con successo.

Infine, è probabile che alle donne che usano il tabacco venga chiesto di smettere di fumare, poiché hanno maggiori probabilità di avere problemi con la guarigione delle loro incisioni.

Conclusioni sul lembo DIEP

Sebbene ci siano molti vantaggi nell’appartamento DIEP, non tutti gli ospedali e le strutture offrono l’opzione per via della sua novità, e perché richiede formazione e strumenti specializzati

Una donna dovrebbe discutere le sue opzioni di ricostruzione con il suo medico e valutare se è ciò che vuole e se è un candidato adatto per la procedura.

Like this post? Please share to your friends: