Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Riesci a trattare l’elefantiasi?

L’elefantiasi è una malattia tropicale causata da vermi parassiti che si diffondono attraverso le punture di zanzara. La pelle diventa spessa e dura, simile alla pelle di un elefante.

Anche se medicalmente nota come filariosi linfatica, il termine elefantiasi è comunemente usato perché i sintomi includono gonfiore e ingrossamento delle braccia e delle gambe.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che 120 milioni di persone in tutto il mondo siano affette da elefantiasi.

Continuate a leggere per saperne di più su come trattare e prevenire questa malattia tropicale trascurata.

Quali sono i sintomi?

Elefantiasi nelle gambe dell'uomo.

La maggior parte delle persone infette non mostra sintomi, nonostante il danno al sistema linfatico e ai reni.

Coloro che manifestano i sintomi più comunemente presentano gonfiore di:

  • gambe
  • braccia
  • seni
  • genitali

Le persone con elefantiasi avranno una funzione immunitaria compromessa a causa del danno al loro sistema linfatico. Tendono ad avere più infezioni batteriche della pelle, facendola diventare secca, spessa e ulcerata con ripetute infezioni.

Altri sintomi durante queste ripetute infezioni batteriche includono febbre e brividi.

Le cause

I seguenti 3 tipi di nematodi parassitari causano l’elefantiasi:

i vermi causano il 90% di tutti i casi di elefantiasi. causa la maggior parte degli altri.

Come si diffonde la malattia?

Le zanzare sono responsabili della diffusione dei parassiti che causano l’elefantiasi.

In primo luogo, le zanzare vengono infettate da larve di nematodi quando prendono un pasto di sangue da un essere umano infetto.

Le zanzare poi mordono qualcun altro, passando le larve nel loro flusso sanguigno.

Infine, le larve dei vermi migrano verso i vasi linfatici attraverso il flusso sanguigno e maturano nel sistema linfatico.

Fattori di rischio

L’elefantiasi può colpire chiunque sia esposto ai parassiti che causano la malattia.

Il rischio di esposizione è maggiore per le persone che:

  • vivere a lungo termine nelle regioni tropicali e subtropicali
  • sono regolarmente morsi dalle zanzare
  • vivere in condizioni non igieniche

Le regioni in cui sono presenti questi nematodi includono:

  • Africa
  • India
  • Sud America
  • Sud-est asiatico

Come viene diagnosticato?

 Credito immagine: CDC, (1962). </ br>“></p> <p align=Per diagnosticare l’elefantiasi, un medico:

  • prendere una storia medica
  • informarsi sui sintomi
  • eseguire un esame fisico

Sarà necessario un esame del sangue per confermare un’infezione parassitaria. Nella maggior parte del mondo i nematodi sono più attivi di notte, quindi il campione di sangue deve essere raccolto durante questo periodo, secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Test alternativi possono essere utilizzati per rilevare i parassiti, ma possono mostrare risultati negativi perché i sintomi possono svilupparsi anni dopo l’infezione iniziale.

Raggi X e ultrasuoni possono anche essere fatti per escludere altre condizioni che potrebbero causare il gonfiore.

trattamenti

Le persone con un’infezione attiva possono assumere farmaci per uccidere i vermi nel sangue. Questi farmaci fermano la diffusione della malattia ad altri, ma non uccidono completamente tutti i parassiti.

I farmaci antiparassitari che possono essere prescritti includono:

  • diethylcarbamazine (DEC)
  • ivermectin (Mectizan)
  • albendazole (Albenza)
  • doxiciclina

Altri sintomi possono essere gestiti con:

  • antistaminici
  • analgesici
  • antibiotici

Non tutti con l’elefantiasi avranno bisogno di farmaci. Questo perché potrebbero non portare più i vermi nel loro sistema nonostante la presenza di sintomi. Le persone possono gestire il gonfiore e le infezioni della pelle in questi casi:

  • lavare delicatamente la pelle gonfia e danneggiata ogni giorno con acqua e sapone
  • idratante della pelle
  • elevando gli arti gonfiati per migliorare il flusso di liquido e linfa
  • disinfettare le ferite per prevenire infezioni secondarie
  • esercitare regolarmente per sostenere il sistema linfatico, come indicato da un medico
  • avvolgere gli arti per prevenire ulteriori gonfiori, come richiesto da un medico

In casi rari può essere raccomandata la chirurgia per rimuovere il tessuto linfatico danneggiato o alleviare la pressione in alcune aree, come lo scroto.

Alcune persone con elefantiasi potrebbero desiderare di cercare un supporto emotivo e psicologico sotto forma di:

  • consulenza individuale
  • gruppi di supporto
  • risorse online

Ci sono delle complicazioni?

Tecnico guantato che identifica il campione di sangue.

Senza cure mediche, i parassiti microscopici possono vivere per anni nel sistema linfatico, causando distruzione e danni.

Il sistema linfatico è responsabile del trasporto di liquidi e proteine ​​in eccesso e delle infezioni da combattimento. Il liquido si accumula quando non funziona correttamente. L’accumulo di liquidi porta a gonfiore del tessuto e ridotta funzione immunitaria.

L’elefantiasi è associata a numerose complicazioni fisiche ed emotive, tra cui:

  • Disabilità: l’elefantiasi è una delle principali cause di invalidità permanente in tutto il mondo. Può essere difficile spostare le parti del corpo colpite, il che rende più difficile il lavoro o l’impegno nei compiti domestici.
  • Infezioni secondarie: le infezioni fungine e batteriche sono prevalenti tra quelle con elefantiasi a causa del danno al sistema linfatico.
  • Disturbo emotivo: la condizione può indurre le persone a preoccuparsi del loro aspetto, che potrebbe portare a ansia e depressione.

Prevenzione

Il modo migliore per prevenire l’elefantiasi è evitare le punture di zanzara.

Le persone che visitano o vivono in paesi a rischio dovrebbero:

  • dormire sotto una zanzariera
  • coprire la pelle con maniche lunghe e pantaloni
  • usa un repellente per insetti

Porta via

L’elefantiasi è una malattia tropicale diffusa attraverso le punture di zanzara. Le persone che vivono in aree tropicali o subtropicali colpite sono maggiormente a rischio di infezione. Tuttavia, i visitatori a breve termine in queste regioni hanno un rischio molto basso di ottenere elefantiasi o condizioni correlate, secondo il CDC.

Le persone con sintomi della condizione, compreso gonfiore e ispessimento della pelle, dovrebbero consultare immediatamente il medico. I sintomi di elefantiasi possono essere gestiti attraverso farmaci, cambiamenti dello stile di vita e supporto emotivo.

Like this post? Please share to your friends: