Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Riesci ad essere allergico al caffè?

Il caffè è il drink mattutino preferito da molte persone in tutto il mondo. Fornisce caffeina, che aiuta a stimolare il corpo e la mente e ad essere vigili e pronti per la giornata.

Le persone che hanno un’allergia al caffè avranno una reazione quando saranno esposte al fagiolo. Anche chi è sensibile o ha un’intolleranza alla caffeina o qualcos’altro nel caffè può manifestare sintomi. È importante conoscere la differenza tra queste condizioni.

I medici possono aiutare le persone con sospette allergie o sensibilità al caffè a trovare una soluzione ai loro problemi specifici.

Prevalenza e cause

chicchi di caffè arrostiti

Le reazioni allergiche al bere caffè sono molto rare.

Secondo uno studio pubblicato, la polvere dei chicchi di caffè verde provoca una reazione allergica in alcuni di coloro che lavorano con i fagioli. Nessuna recente letteratura medica menziona reazioni allergiche al consumo di caffè, sebbene in rari casi si siano verificati in passato.

Una reazione allergica causata dal cibo, come i chicchi di caffè, è in realtà dovuta a una risposta del sistema immunitario. Il sistema immunitario riconosce i composti nelle cellule del caffè come invasori.

Il sistema immunitario risponde quindi al caffè in un modo simile a come reagirebbe agli agenti patogeni, come batteri e virus. Rilascia composti protettivi, come l’istamina, per isolare e distruggere l’intruso di caffè. I sintomi di un’allergia al caffè sono il risultato di questo processo.

Sintomi di un’allergia al caffè

Una vera allergia al caffè può causare gravi sintomi nel corpo, di solito nelle prime ore dopo che è stato bevuto. I sintomi possono interessare molte aree del corpo e di solito peggiorano nel tempo.

I sintomi di una reazione allergica al caffè includono:

  • eruzioni cutanee, come alveari o macchie di pelle rossa
  • nausea e vomito
  • difficoltà a deglutire
  • mancanza di respiro o difficoltà a respirare
  • una tosse sibilante
  • crampi allo stomaco o addominali
  • diarrea
  • colore ridotto nella pelle
  • polso debole o improvviso calo della pressione sanguigna
  • vertigini o perdita di coscienza

Gravi reazioni allergiche possono portare ad anafilassi, che può essere pericolosa per la vita se non trattata. L’anafilassi può causare gonfiore della gola e della bocca, bloccando le vie respiratorie, ma anche influenzando negativamente la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Chiunque manifesti uno qualsiasi di questi sintomi dovrebbe ottenere l’attenzione medica immediatamente. Le persone che hanno un’allergia al caffè e hanno assunto farmaci antistaminici o epinefrina devono comunque rivolgersi a un medico per evitare potenziali complicazioni.

Allergia al caffè rispetto alla sensibilità al caffè

Molte persone con sensibilità al caffè pensano erroneamente di essere allergiche ad essa. La sensibilità al caffè può creare i propri sintomi problematici, ma di solito non sono pericolosi per la vita.

primo piano delle mani che indicano ansia

I sintomi di una sensibilità al caffè possono includere:

  • sentimenti di nervosismo e disagio
  • irritabilità
  • ansia o nervosismo
  • problemi di sonno o insonnia
  • mal di stomaco
  • crampi addominali
  • battito cardiaco elevato o pressione sanguigna
  • spasmi muscolari involontari

I sintomi causati dalla sensibilità al caffè di solito scompaiono se la persona smette di bere caffè.

Le persone sensibili al caffè possono avere disturbi gastrointestinali o i sintomi collegati ad altri problemi potrebbero peggiorare. Ad esempio, il caffè può peggiorare il bruciore di stomaco e i sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). La caffeina nel caffè può rilassare lo sfintere all’estremità inferiore del tubo del cibo, provocando la fuoriuscita di acido gastrico e irritandolo.

Sintomi di troppa caffeina contro i sintomi di allergia

Le allergie possono essere confuse con i sintomi causati dall’avere troppa caffeina o sensibilità alla caffeina. Molte persone che si ammalano bevendo caffè stanno semplicemente vedendo l’effetto della sensibilità alla caffeina.

In genere, il consumo di caffeina raccomandato per gli adulti è limitato a 400 milligrammi (mg) al giorno. Questo è circa 4 piccole tazze di caffè fatto in casa. Successivamente, molte persone inizieranno a manifestare sintomi.

Le persone che non hanno la caffeina regolarmente o quelle che sono sensibili alla caffeina, possono manifestare sintomi dopo una quantità relativamente piccola di caffeina, come ad esempio 1 tazza di caffè o tè. Se una persona non è abituata a bere caffeina, i sintomi possono verificarsi perché il loro corpo non è abituato agli effetti della caffeina e lotta per elaborare ed eliminare la caffeina dal sistema.

Troppa caffeina è associata a sintomi simili a quelli della sensibilità al caffè. Oltre a questi sintomi, troppa caffeina in qualcuno che è sensibile alla caffeina può causare sintomi, come ad esempio:

  • dolore al petto
  • palpitazioni
  • sbalzi d’umore, rabbia o depressione
  • intorpidimento alle estremità
  • dolori muscolari
  • mancanza di respiro
  • mal di testa o emicranie
  • delusioni o allucinazioni
  • sudori freddi
  • sintomi influenzali
  • attacchi di panico

Anche se molto raro, è anche possibile essere allergici alla caffeina stessa. Alcune persone possono avere reazioni allergiche al composto, che possono portare ad anafilassi.

Eventuali nuovi sintomi devono essere segnalati immediatamente a un medico o allergologo per discutere un piano d’azione.

Altre cause

Anche altri ingredienti nel caffè possono causare reazioni avverse.

I chicchi di caffè contengono molte sostanze diverse che possono causare una reazione in alcune persone. Ad esempio, i fagioli potrebbero essere entrati in contatto con pesticidi o prodotti chimici durante la loro crescita e trasporto.

Alcuni di questi fattori potrebbero potenzialmente causare una reazione allergica o intolleranza in alcune persone.

Le persone che bevono caffè con latte o crema possono avere una reazione al caseificio. Le bevande fortemente zuccherate possono causare una reazione allo zucchero. Sciroppi aromatizzati possono anche contenere molti altri ingredienti, che potrebbero essere il colpevole di allergia o sintomi di intolleranza.

Un recente studio pubblicato per scoprire che vari campioni di chicchi di caffè verde sono stati contaminati con micotossine, che provengono da funghi sui fagioli. Queste tossine possono sopravvivere al processo di tostatura ed essere presenti nel caffè, causando una reazione allergica.

I ricercatori hanno notato che l’esposizione a micotossine è un problema di salute. Ulteriori studi dovranno esaminare i modi per limitare l’esposizione a queste tossine.

Può aiutare chiunque sia incerto sulle proprie allergie o sensibilità a tenere un diario alimentare, a registrare ciò che mangia e beve e come si sente durante ogni giorno. Nel corso del tempo, questo diario può aiutare le persone a capire quali cibi evitare.

Alimenti da evitare

Le persone che hanno una reazione al caffè devono evitare il fagiolo in tutte le sue forme. Questo include berlo, mangiarlo o essere esposto ai fagioli prima della torrefazione.

caffè e cioccolato

Le persone con sensibilità alla caffeina devono evitare di consumare il composto. La caffeina si trova in:

  • caffè
  • vari tipi di tè tra cui nero, verde, Oolong, Pu’er e tè bianco
  • Bevande energetiche
  • alcune bibite e bibite
  • alcune barre di allenamento o pasti
  • cacao
  • cioccolato

Il caffè o il tè decaffeinato possono contenere ancora una piccola quantità di caffeina. In una persona che è molto sensibile ad esso, questo può essere sufficiente a causare una reazione.

Chiunque abbia una grave sensibilità alla caffeina dovrà controllare attentamente le etichette. La caffeina viene aggiunta a molti prodotti, come caramelle, gomme e persino vitamine.

Alcuni farmaci per il trattamento del dolore contengono anche caffeina. Questi devono essere evitati, e un medico dovrebbe essere informato della sensibilità alla caffeina prima che venga prescritto qualsiasi farmaco.

Sostituti del caffè

Per coloro che sono allergici o intolleranti al caffè stesso, alcuni tè potrebbero essere una buona alternativa. Le foglie di tè hanno meno caffeina dei chicchi di caffè, ma possono ancora essere una fonte di energia al mattino.

Se una persona si diverte con il caffè, ma la caffeina altera il loro sistema, ci sono alternative a base di cicoria o chicchi tostati che possono soddisfare la loro abitudine mattutina e fornire lo stesso sapore tostato di una tazza di caffè. Le tisane non contenenti caffeina di qualsiasi tipo possono sostituire il caffè per molte persone.

Quando vedere un dottore

Chiunque soffra di nuovi sintomi o sintomi che peggiorano dopo aver bevuto caffè, dovrebbe consultare un medico o un allergologo. Possono aiutare amministrando i test e controllando eventuali altri fattori influenti.

I medici possono raccomandare una dieta di eliminazione, o consigliare a qualcuno di tenere un diario alimentare di tutto ciò che mangiano e bevono e registra come si sentono. Fare ciò può aiutare a identificare eventuali reazioni che normalmente passerebbero inosservate.

Molte persone che manifestano reazioni negative al caffè possono lavorare con un medico o un allergologo per trovare un modo per alleviare i sintomi ed evitare reazioni allergiche o intolleranti al caffè.

Like this post? Please share to your friends: