Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Rilevazione del cancro cervicale – Il test del DNA dell’HPV è il migliore

I risultati finali dello studio POBASCAM rivelano che per le donne di età superiore a 30 anni, il test del DNA del papillomavirus umano (HPV) è l’opzione ottimale per lo screening del cancro cervicale. Il test del DNA dell’HPV previene più tumori cervicali rispetto alla sola citologia e rileva le lesioni che causano il cancro del collo dell’utero in precedenza. I risultati degli studi forniscono le prove più forti finora a favore dell’uso di questo test nei programmi di screening nazionali. Il processo è stato pubblicato online su The Lancet Oncology.

In un commento associato, Hormuzd Katki e Nicolas Wentzensen del National Cancer Institute, Bethesda, USA, spiegano:

“POBASCAM rinforza i risultati di studi di coorte, studi clinici e pratica clinica di routine fornendo prove schiaccianti dei benefici dell’inclusione del test HPV nei programmi di screening”.
Sebbene il test HPV sia più preciso della citologia nell’individuare la lesione cervicale di alto grado precancerosa, se non fornisce una protezione maggiore in due round di screening su 5 anni non è stato studiato.

Il processo, condotto da Chris Meijer e dal suo team del VU University Medical Center, Amsterdam, Paesi Bassi, ha esaminato circa 45.000 donne olandesi di età compresa tra i 29 ei 56 anni che frequentavano lo screening cervicale di routine.

Il team ha esaminato l’età migliore per l’avvio del test HPV e ha determinato se il test ha comportato un minor numero di lesioni cervicali di alto grado e cancro cervicale nel successivo screening a seguito di una precedente rilevazione e trattamento delle lesioni.

I partecipanti allo studio sono stati assegnati in modo casuale all’inizio dell’indagine per ricevere solo la citologia o il test del DNA dell’HPV e l’esame citologico. Cinque anni dopo al secondo screening, tutte le donne hanno ricevuto test per HPV e citologia.

I ricercatori hanno scoperto che i test HPV nella prima schermata identificavano molti più precursori del cancro (neoplasia cervicale intraepiteliale di grado 2 o peggio [CIN2 +]) rispetto alla sola citologia.

Al secondo screening, 5 anni dopo, un numero significativamente inferiore di donne nel gruppo HPV presentava lesioni CIN grado 3 o peggiore (CIN3 +) e cancro cervicale rispetto alle donne che avevano ricevuto solo citologia al loro primo screening.

I ricercatori spiegano:

“L’implementazione del test del DNA dell’HPV nello screening del collo dell’utero porta a un precedente rilevamento di CIN clinicamente rilevante di grado 2 o peggio, che, se adeguatamente trattato, migliora la protezione da CIN di grado 3 o peggio e dal cancro cervicale.”
Nel gruppo HPV, la protezione avanzata contro CIN3 + era principalmente dovuta a lesioni cervicali di alto grado causate da HPV16 (uno dei principali tipi di HPV cancerogeni), rilevate prima. Questi risultati suggeriscono che il test potrebbe alla fine ridurre la morbilità e la mortalità correlate al cancro.

Il team ha scoperto che la rilevazione cumulativa di CIN2 + e CIN3 + quando entrambe le proiezioni erano combinate non variava tra le donne di età compresa tra 29 e 33 anni e quelle di età superiore a 33, suggerendo che il test non ha comportato un’iperdiagnostica delle lesioni CIN2 + regressive nelle donne più giovani .

I ricercatori dicono:

“I nostri risultati forniscono supporto per l’implementazione del test del DNA dell’HPV nello screening cervicale programmato a partire da 30 anni.”
Katki e Wentzensen aggiungono:

“Il processo POBASCAM mostra che gli intervalli di screening di 5 anni sono sicuri, e che la gestione conservativa delle donne HPV-positive possono controllare l’eccesso CIN di grado 2 o 3, mentre la prevenzione del cancro del collo dell’utero. Tuttavia, come il protocollo POBASCAM si comporta in altre popolazioni che hanno di base diversa tassi di cancro, conformità e infrastruttura di gestione, non è chiaro “
Scritto da Grace Rattue

Like this post? Please share to your friends: