Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Rimedi naturali e casalinghi per la sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è una condizione comune che provoca intorpidimento, formicolio e talvolta dolore alle dita e alla mano.

La sindrome del tunnel carpale (CTS) varia da lieve a grave. Un trattamento adeguato può spesso ripristinare il funzionamento della mano e del polso e alleviare i sintomi.

La condizione colpisce tra 4 e 10 milioni di americani. I rimedi casalinghi possono aiutare a gestire e alleviare i sintomi della CTS da lieve a moderata. Tuttavia, la CTS grave può richiedere un intervento chirurgico.

Cos’è la sindrome del tunnel carpale?

[donna che tiene il polso]

Il tunnel carpale si trova sul lato del palmo del polso. È uno stretto passaggio che va dal polso alla mano. È fatto di ossa, legamenti e tendini.

Un nervo chiamato nervo mediano passa attraverso il tunnel.

Il nervo mediano corre da una rete di nervi che iniziano vicino al collo e alla spalla e scendono verso la mano. Il nervo mediano fornisce la sensazione al pollice, all’indice, al medio e al lato del pollice dell’anulare.

La CTS provoca formicolio o “aghi e spilli”, intorpidimento, debolezza del pollice e dolore acuto alla mano o al braccio. Questo accade perché il nervo mediano viene compresso e pizzicato.

Non è sempre chiaro perché il nervo mediano si comprime, ma alcune condizioni e fattori di rischio sembrano aumentare il rischio.

Questi includono:

  • Essere donna, soprattutto in menopausa
  • A forma di mano corta, ampia o quadrata
  • Condizioni come il diabete e la malattia della tiroide
  • Condizioni muscoloscheletriche come l’artrite reumatoide e la fibromialgia
  • Precedenti fratture del polso o problemi ai tendini
  • Storia familiare di CTS
  • Fattori psicosociali

Le persone in sovrappeso o obese sembrano avere maggiori probabilità di sviluppare la sindrome.

Anche quelli che usano ripetutamente le mani e i polsi e ad alte velocità sono a rischio.

Misure di stile di vita

CTS di solito non va via da solo. Se non trattato, può peggiorare. È essenziale consultare un medico in caso di intorpidimento persistente o debolezza nella mano.

Il seguente stile di vita e i rimedi casalinghi possono dare sollievo dai sintomi da lieve a moderata CTS, ma ci sono poche prove cliniche che funzionino. È sempre importante chiedere consiglio a un medico.

I seguenti 10 cambiamenti nello stile di vita possono aiutare ad alleviare la CTS:

  1. Evitando movimenti ripetitivi della mano e del polso ove possibile
  2. Prestare attenzione alle mani e ai polsi, interrompere le attività se si avverte dolore, disagio o intorpidimento
  3. Fare pause frequenti se le attività che comportano movimenti ripetitivi della mano sono inevitabili
  4. Cercando di mantenere il polso in una posizione neutra, senza allungare troppo il polso o flettendolo troppo in basso
  5. Utilizzando le più grandi articolazioni possibili durante il sollevamento per evitare ulteriore stress su polsi, mani e dita
  6. Non tenere oggetti allo stesso modo per troppo tempo
  7. Evitare l’uso di utensili elettrici a vibrazione, come martelli pneumatici e levigatrici a pavimento
  8. Adattamento del posto di lavoro per mantenere una posizione del polso neutrale
  9. Presa o forza rilassante durante attività come la scrittura
  10. Cercando di non dormire sulle mani o con i polsi in posizioni piegate

Ci sono anche alcune prove che un’attività fisica regolare e l’esercizio fisico possono aiutare a proteggere contro la CTS.

Rimedi casalinghi

Questi 10 rimedi casalinghi possono aiutare ad alleviare la CTS.

[massaggio alle mani]

  1. Riposando la mano e il polso colpiti per almeno 2 settimane
  2. Utilizzo di prodotti antivibranti con strumenti vibranti
  3. Indossare una stecca o un tutore per appoggiare il nervo mediano
  4. Facendo esercizi delicati di mani, dita e polsi
  5. Massaggiare i polsi, i palmi e il dorso delle mani
  6. Indossare guanti da lavoro per proteggere mani e polsi
  7. Applicazione del calore al polso per aiutare a ridurre il dolore
  8. Applicazione di un impacco di ghiaccio, che può anche aiutare a ridurre il gonfiore
  9. Aggiunta di materiale aggiuntivo alle impugnature degli utensili e degli utensili per una presa più confortevole
  10. Prendere farmaci antidolorifici da banco come l’ibuprofene o il naprossene

Le persone che provano questi farmaci dovrebbero essere consapevoli del fatto che gli studi hanno scoperto che non forniscono un completo sollievo dei sintomi della CTS. Possono anche aumentare il rischio di problemi intestinali e di sanguinamento.

Terapie alternative

Alcuni trattamenti alternativi possono aiutare a migliorare i sintomi della CTS. Alcuni studi hanno suggerito che i seguenti metodi possono fornire sollievo a breve termine:

  • Gli esercizi di stretching e di rafforzamento dello yoga possono ridurre il dolore e migliorare l’aderenza.
  • Le tecniche di terapia manuale utilizzate nella terapia fisica e occupazionale possono alleviare i sintomi.
  • La terapia ad ultrasuoni aumenta la temperatura dell’area interessata, riducendo potenzialmente il dolore e aiutando il recupero.
  • Possono essere utilizzati anche farmaci anti-infiammatori topici e ultrasuoni.
  • La terapia laser potrebbe migliorare i sintomi in base a prove limitate.
  • Il trattamento chiropratico può ridurre i sintomi in alcune persone. L’agopuntura può anche aiutare alcune persone e migliorare i sintomi. L’American Academy of Orthopaedic Surgeons raccomanda ulteriori ricerche.

Le persone dovrebbero sempre verificare con i loro medici prima di utilizzare qualsiasi trattamento complementare o alternativo. Non è raccomandata la sostituzione di trattamenti convenzionali con terapie non provate.

Trattamento farmacologico e chirurgia

Oltre a indossare stecche e altre misure di comfort, sono disponibili farmaci da prescrizione o iniezioni.

La medicazione orale di corticosteroidi può ridurre l’infiammazione e il gonfiore, che contribuirà a ridurre la pressione sul nervo mediano. Il farmaco corticosteroide può anche essere iniettato nel polso. Le iniezioni sembrano funzionare meglio dei corticosteroidi orali per la CTS.

Vi è una mancanza di prove a sostegno dell’uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) per il trattamento della CTS.

I trattamenti convenzionali per la CTS dovrebbero essere eseguiti sotto la guida di un medico.

Se la CTS è correlata a una condizione di base come diabete, artrite o ipotiroidismo, è importante cercare di controllare la condizione.

Se la CTS si sviluppa durante la gravidanza, i sintomi di solito scompaiono da 6 a 12 settimane dopo il parto. Alcuni specialisti consigliano di mettere una stecca sul polso mentre dorme.

A volte, se il nervo mediano è gravemente compresso, possono esserci danni ai nervi o atrofia muscolare che richiedono un ulteriore trattamento.

La chirurgia può essere raccomandata se la CTS è grave e se i trattamenti non chirurgici non aiutano. Il trattamento chirurgico della CTS sembra avere il miglior risultato. Gli studi hanno dimostrato che da 6 a 12 mesi dopo l’intervento chirurgico, la CTS migliora più di quanto farebbe con una stecca o un altro trattamento non chirurgico.

La chirurgia per CTS comporta il taglio del legamento che preme sul nervo mediano. Dopo l’intervento chirurgico, il legamento si ricompone lentamente, lasciando più spazio al nervo.

I due tipi di chirurgia disponibili per CTS sono:

  • Chirurgia aperta: una singola incisione viene eseguita sul lato del palmo del polso. Un taglio viene effettuato attraverso il legamento per rilasciare la pressione sul nervo.
  • Chirurgia endoscopica: un piccolo dispositivo a forma di otoscopio con una piccola telecamera collegata chiamata endoscopio viene fatto passare attraverso piccole incisioni nella zona del polso per tagliare il legamento.

Ci può essere meno dolore nei giorni o nelle settimane dopo la chirurgia endoscopica rispetto alla chirurgia aperta. Tuttavia, non ci sono differenze a lungo termine tra i due metodi.

Dopo l’intervento chirurgico, le attività che potrebbero mettere a dura prova il polso dovrebbero essere evitate fino al completamento del recupero. Il recupero può richiedere da alcune settimane a diversi mesi.

Alcune persone potrebbero aver bisogno di cambiare lavoro o di adattare le mansioni al recupero da CTS o dopo un intervento chirurgico CTS. Con un trattamento adeguato, un ritorno di CTS è raro e la maggior parte delle persone guarisce completamente.

Like this post? Please share to your friends: