Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Rimedi naturali per vampate di calore

I sintomi vasomotori, o vampate di calore e sudorazioni notturne, sono i sintomi più comuni della perimenopausa e della menopausa.

La perimenopausa è il periodo prima della menopausa quando questi sintomi iniziano e raggiungono il picco. Questo periodo dura in media 4 anni ma può durare molto più a lungo.

La menopausa è il tempo nella vita di una donna quando non ha avuto un periodo per almeno un anno. Potrebbe continuare a sperimentare vampate di calore e sudorazioni notturne, ma probabilmente si verificheranno meno spesso.

I dettagli su come funzionano esattamente le vampate di calore non sono ancora completamente compresi. Tuttavia, la maggior parte delle ricerche suggerisce che la mancanza di estrogeni interferisce con la capacità del corpo di controllare la temperatura.

Mentre i farmaci ormonali sostitutivi possono aiutare a trattare casi gravi, i rimedi naturali possono ridurre l’intensità e la frequenza delle vampate di calore.

Consigli sullo stile di vita

Ci sono molti modi in cui le donne che sperimentano vampate di calore possono ottenere un sollievo dai sintomi.

[donna che ha una vampata di calore con in mano una ventola portatile]

Consigli di stile di vita consigliati che possono aiutare a ridurre le vampate di calore includono:

Identificare i punti trigger ed evitarli

I fattori che aumentano la frequenza e la gravità delle vampate di calore variano da donna a donna. I trigger comuni includono:

  • clima caldo
  • stress
  • cibi e bevande piccanti o caldi
  • alcool

La maggior parte delle donne non ha bisogno di evitare completamente i punti trigger, ma sapere quali fattori specifici peggiorano le vampate di calore consente alle donne di affrontarle quando si presentano.

Smettere di fumare

Il fumo può accelerare l’inizio della menopausa e aumentare la gravità dei sintomi, in particolare le vampate di calore.

Perdere peso

Si pensa che l’obesità e un peso corporeo malsano aumentino l’intensità e la frequenza delle vampate di calore.

Trasportare acqua fresca in ogni momento

Bere acqua fredda o spruzzare sul viso e sui polsi può aiutare a raffreddare rapidamente il corpo durante le vampate di calore. Fare una doccia fredda o correre il viso e i polsi sotto l’acqua fredda aiuta a abbassare la temperatura corporea ancora più rapidamente.

Rimanere idratato può anche aiutare a mantenere le temperature corporee.

Tenendo vicino un ventilatore

La brezza generata dai fan può aiutare a mantenere le temperature della camera da letto fresche e stabili per tutta la notte. I ventilatori portatili possono anche fornire sollievo di raffreddamento istantaneo.

Tecniche ed esercizi di rilassamento

Lo stress provoca il rilascio di una sostanza chiamata epinefrina, che aumenta la temperatura corporea e la sudorazione. Le attività rilassanti possono aiutare a ridurre la gravità e la frequenza delle vampate di calore.

[donne che praticano yoga all'aria aperta]

Gli esercizi di rilassamento raccomandati includono:

  • yoga
  • pensiero guidato
  • mediazione
  • Tai chi e qi gong
  • agopuntura
  • parlare di terapia o servizi di consulenza
  • massaggio
  • esercizi di respirazione

Stai calmo

L’intensità delle vampate di calore può causare un senso di panico, intensificando i sintomi. Correre per trovare sollievo, come un asciugamano umido o un rapido ventaglio, può aumentare la temperatura corporea.

Mangiare una dieta salutare

I nutrienti, in particolare proteine ​​e grassi, aiutano a guidare l’ormone sano e la segnalazione dei nervi.

Una dieta ben bilanciata può anche ridurre i cambiamenti di zucchero nel sangue che causano sintomi simili a vampate di calore. Le donne dovrebbero mangiare cibi ad alto contenuto di acidi grassi omega-3, come pesci d’acqua fredda o semi di lino macinati, o considerare un integratore di olio di pesce.

Terapie alternative

Tradizionalmente, una varietà di prodotti vegetali è stata utilizzata per trattare le vampate di calore. Sebbene ci siano poche prove scientifiche che molte di queste terapie alternative siano efficaci, molte donne usano ancora integratori a base di erbe.

La FDA (Food and Drug Administration) statunitense non regolamenta la qualità, la forza o la composizione di prodotti vegetali e vegetali. Di conseguenza, le raccomandazioni di dosaggio, purezza e sicurezza dipendono dal particolare supplemento, marca e prodotto.

fitoestrogeni

Molte piante contengono composti chiamati fitoestrogeni o “estrogeni alimentari”, che sono in grado di legarsi ai recettori degli estrogeni umani. Si pensa che gli estrogeni a base di piante aiutino le donne a sperimentare livelli ridotti di estrogeni aumentando l’effetto dell’ormone sul corpo.

Esistono diversi tipi di fitoestrogeni trovati in legumi, semi e cereali integrali. I legumi e i prodotti a base di fagioli, come la soia, contengono fitoestrogeni chiamati isoflavoni, l’estrogeno vegetale più studiato.

In Nord America, i lignani, che si trovano nei semi, come il lino e il sesamo, sono la forma più comunemente consumata di fitoestrogeni.

Radice di liquirizia

Uno studio del 2012 ha rilevato che le donne in menopausa che hanno assunto 330 mg di estratto di liquirizia tre volte al giorno per 8 settimane hanno ridotto la gravità e la frequenza delle vampate di calore.

I benefici in genere sono durati per 2 settimane dopo che le donne hanno smesso di usare il supplemento. La radice di liquirizia contiene fitoestrogeni.

radice di valeriana

[radice di valeriana]

Diversi studi hanno supportato l’uso della radice di valeriana per la gestione dei sintomi della menopausa.

In uno studio del 2013 in cui le donne in menopausa hanno assunto 255 mg di Valerian tre volte al giorno per 8 settimane, il numero e la gravità delle vampate di calore sono state ridotte. La valeriana aiuta anche a migliorare il sonno, che è noto per migliorare questi sintomi.

La valeriana contiene fitoestrogeni e può anche influenzare l’attività della serotonina e migliorare il sonno.

Cohosh nero

Black cohosh è un’erba che è stata usata dalle culture dei nativi americani per secoli per alleviare i sintomi della menopausa. Sebbene i supplementi di cohosh nero siano comunemente usati per trattare le vampate di calore, l’efficacia dell’erba rimane controversa.

Sono stati condotti diversi studi che hanno comportato dosaggi giornalieri da 6,5 ​​a 160 mg di cohosh nero fino a 1 anno per trattare i sintomi della menopausa.

Il cohosh nero può non essere raccomandato per le donne con condizioni che influenzano gli estrogeni, come il cancro al seno, alle ovaie o all’utero.

Sebbene raro, l’uso dell’erba è stato collegato a complicazioni gravi per la salute, la complicazione più comune è rappresentata da lesioni o danni al fegato.Il cohosh nero interagisce con molti farmaci prescritti e non deve essere usato contemporaneamente ad altre erbe. Le persone dovrebbero parlare con il proprio medico prima di usare il cohosh nero.

Le donne che assumono l’erba dovrebbero essere consapevoli dei segni di insufficienza epatica o ittero. L’ittero può essere pericoloso per la vita e richiede cure mediche immediate.

I segni comuni di ittero includono:

  • ingiallimento della pelle e degli occhi
  • perdita di appetito
  • mal di stomaco superiore o crampi
  • urina scura
  • nausea o vomito
  • estrema stanchezza non legata all’esercizio fisico o alla mancanza di sonno

Ormoni bioidentici

Le terapie ormonali sostitutive tradizionali utilizzano versioni di ormoni umani prodotte sinteticamente.

Sebbene non siano identici, i farmaci ormonali bioidentici utilizzano ormoni vegetali che imitano gli ormoni umani, come estrogeni, estriolo, estradiolo e progesterone. Esistono molte opzioni di terapia ormonale bioidentiche approvate dalla FDA e i medici possono aiutare le donne a decidere se questa è un’opzione per loro.

La National Women’s Health Network suggerisce di utilizzare la dose efficace più bassa per il periodo più breve possibile. Le miscele preparate su misura di diversi ormoni bioidentici non sono tuttavia regolamentate dalla FDA e non sono considerate sicure.

Esistono molte altre potenziali terapie alternative che possono aiutare a gestire le vampate di calore, ma ci sono ancora meno prove per supportarle.

Tutti i prodotti a base di erbe o vegetali dovrebbero essere presi con cautela perché la FDA non li regolamenta. Alcune erbe e integratori interferiscono anche con la pressione sanguigna e la coagulazione del sangue.

Altri rimedi per vampate di calore che hanno meno prove a supporto del loro uso includono:

[capsule di olio di enotera]

  • trifoglio rosso
  • erba medica
  • luppolo
  • kava
  • ginseng
  • bardana
  • Dong Quai
  • igname selvaggio
  • olio di enotera
  • chasteberry
  • saggio
  • chickweed
  • sambuco
  • dente di leone
  • dock giallo

Le cause

Le vampate di calore sono una risposta improvvisa ed esagerata dal corpo al surriscaldamento.

I centri nervosi nel cervello normalmente mantengono la temperatura corporea interna entro un intervallo ristretto. Quando le temperature corporee vanno al di sopra o al di sotto di questo intervallo, i nervi provocano sudorazione o brividi per ristabilire l’equilibrio.

In risposta al surriscaldamento, il corpo aumenta anche il tasso di flusso sanguigno sulla superficie della pelle, facendolo arrossire o arrossire.

Sebbene le cause specifiche delle vampate di calore non siano chiare, gli ormoni sessuali svolgono un ruolo chiaro nella condizione.

Studi sui ratti hanno dimostrato che quando i livelli di estrogeni diminuiscono, i centri nervosi che regolano la temperatura interna e la segnalazione ormonale si deformano. Questi centri nervosi mutati sembrano restringere il range di temperatura accettabile del corpo, rendendo molto più facile diventare surriscaldati o troppo freddi.

I centri nervosi alterati possono anche produrre una risposta esagerata agli squilibri di temperatura e innescare false risposte.

È stato inoltre dimostrato che livelli ridotti di estrogeni possono potenzialmente danneggiare i recettori nervosi per altri ormoni che regolano la temperatura.

Durante le vampate di calore, la maggior parte delle persone avverte una sudorazione eccessiva, un battito cardiaco accelerato e un’intensa sensazione di calore radiante. Per alcune persone, si verificano incantesimi caldi indipendentemente dalla temperatura corporea effettiva.

Quanto sono comuni le vampate di calore?

Le informazioni fornite dallo studio sull’invecchiamento ovarico di Penn mostrano che circa l’80% delle donne americane soffre di vampate di calore da moderate a severe. Circa il 17 per cento delle donne in menopausa negli Stati Uniti riportano lievi vampate di calore.

Non esiste un’età media quando si sviluppano vampate di calore ma il rischio è probabilmente più alto durante la fine delle mestruazioni. Uno studio ha rilevato che il 46% delle donne americane soffre di vampate di calore da moderate a gravi nei 2 anni successivi all’ultimo periodo.

Molte donne vivono con vampate di calore per circa 3 anni prima che inizi la menopausa e i sintomi diminuiscono e alla fine scompaiono. Tuttavia, uno studio del 2014 ha rilevato che il 33% delle donne continua a riportare vampate di calore 10 anni o più dopo la fine della menopausa.

Anche se sono un segno distintivo della menopausa, qualsiasi condizione che riduce gli ormoni sessuali negli uomini o nelle donne è pensata per causare vampate di calore.

Like this post? Please share to your friends: