Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Sei motivi per cui il tuo alito puzza di cacca

Mentre l’alitosi è di solito solo un fastidioso effetto collaterale del pranzo del giorno, l’alito che puzza di cacca può indicare una grave condizione di fondo.

Da un’ostruzione intestinale a un dente ascesso, ci sono diverse potenziali cause di un odore di feci sul respiro.

In questo articolo, forniamo descrizioni dettagliate delle sei cause più comuni. Discutiamo anche quando vedere un medico.

1. Scarsa igiene orale

Uomo che usa un deodorante per l'alito perché il suo alito puzza di cacca

Il cibo maleodorante non è sempre la causa dell’alito cattivo. Una cattiva igiene orale può portare a gravi alitosi, persino alito che puzza di cacca.

I fattori che contribuiscono a un’igiene orale inadeguata includono:

  • pulizia rara
  • bocca secca cronica
  • infiammazione o irritazione della bocca, del naso e della gola
  • farmaci che causano secchezza delle fauci
  • infezioni orali
  • fumare o masticare tabacco

Se una persona ha migliorato la sua routine di igiene orale e ha assunto trattamenti da banco e l’alito cattivo persiste, dovrebbe consultare un medico.

2. Infezione sinusale

I seni sono passaggi pieni d’aria in faccia. Quando il liquido rimane intrappolato nei seni, i batteri possono accumularsi e questo può causare infezioni.

La presenza di batteri e muco in eccesso nei seni può portare a respirare che odora di cacca.

Ulteriori sintomi di un’infezione sinusale includono:

  • drenaggio post-nasale
  • un cattivo senso dell’olfatto
  • una tosse che spesso porta al muco
  • dolore facciale e pressione
  • fatica
  • la febbre
  • naso che cola

I virus causano la maggior parte delle infezioni sinusali, quindi gli antibiotici non sono prescritti a meno che un medico non sospetti un’infezione batterica. I sintomi di solito si risolvono in pochi giorni con il riposo e i liquidi.

Chiunque soffra di infezioni croniche del seno dovrebbe parlare con un medico per determinare la causa sottostante.

3. Malattia da reflusso gastroesofageo

Man holding petto a causa di reflusso acido

Un medico diagnostica la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) quando una persona sperimenta frequentemente reflusso acido. Ciò comporta l’assunzione di acido gastrico nel tubo del cibo o nell’esofago.

GERD può causare alito cattivo quando l’acido dello stomaco si mescola con il cibo e possibilmente i batteri.

Ulteriori sintomi di GERD includono:

  • una sensazione di bruciore al petto o alla gola comunemente nota come bruciore di stomaco
  • difficoltà a deglutire
  • carie dentaria
  • nausea
  • problemi respiratori
  • vomito

GERD è una condizione cronica che può portare a problemi di stomaco, respirazione e denti. Chiunque soffra di frequenti reflussi di acido dovrebbe cercare assistenza medica.

4. Dente ascesso

Un dente ascesso è una grave infezione dentale. Si verifica quando la polpa all’interno del dente decade.

Questo può portare a un’infezione batterica, che può causare dolore, gonfiore e alito che puzza come le feci a causa di un accumulo di pus.

Un dente ascesso può non avere sintomi dolorosi fino a quando l’infezione è molto avanzata. Una persona dovrebbe vedere un dentista per controlli regolari, anche quando non hanno sintomi.

Per trattare un dente ascesso, un dentista può raccomandare un canale radicolare, un intervento chirurgico endodontico o una procedura per rimuovere il dente.

5. vomito prolungato

Chiunque abbia vomitato per più di 24 ore può scoprire che il loro alito ha un odore acido e come le feci. L’odore è spesso causato da una combinazione di:

  • bocca asciutta
  • il contenuto acido dello stomaco, che è passato attraverso la bocca
  • il batterio o il virus che causa il vomito

Il vomito è un modo per liberarsi delle tossine, ma c’è un limite a quanto il vomito è sano.

Se una persona non riesce a tenere giù liquidi o cibi o ha vomitato per più di 48 ore, dovrebbe cercare un trattamento medico di emergenza. Possono aver bisogno di liquidi per via endovenosa per trattare o prevenire la disidratazione.

6. Ostruzione intestinale

giovane donna sdraiata sul divano che vuole sapere come sbarazzarsi della nausea

Un’ostruzione intestinale si verifica quando l’intestino tenue o crasso viene bloccato e non è più possibile spostare il cibo digerito attraverso il corpo.

Quando un intestino è bloccato, le feci si sollevano, il che può portare a respirare che puzza di cacca. Nei casi più gravi, una persona può anche vomitare le feci.

Un tumore, una scarsa mobilità intestinale o una cicatrice dall’intervento possono portare a ostruzioni intestinali. In altri casi, un’ostruzione può essere causata da un problema con la parete intestinale, che può derivare dalla malattia di Crohn. Gli oggetti ingeriti possono anche bloccare l’intestino.

Oltre al respiro maleodorante, una persona con un’ostruzione intestinale può sperimentare:

  • dolore addominale
  • gonfiore addominale
  • un’incapacità di passare il gas
  • nausea
  • una frequenza cardiaca rapida
  • vomito

Le ostruzioni intestinali sono gravi e talvolta pericolose per la vita. Chiunque sospetti di avere un’ostruzione dovrebbe cercare assistenza medica immediata.

Dopo aver condotto un esame fisico, un medico probabilmente ordinerà l’imaging, ad esempio una scansione (TC), per avere una visione migliore delle viscere e determinare la causa di qualsiasi ostruzione.

Potrebbe essere necessario inserire un tubo attraverso il naso nel tubo digerente per rimuovere l’eccesso di gas dall’intestino e dallo stomaco. Questo può alleviare i sintomi e può eliminare la necessità di un intervento chirurgico.

Tuttavia, gravi ostruzioni intestinali, come quelle causate da cicatrici chirurgiche, possono richiedere un intervento chirurgico per rimuovere l’ostruzione. Un medico può anche dover rimuovere una sezione di intestino.

Quando vedere un dottore

Una persona dovrebbe cercare un trattamento di emergenza se ha vomitato feci o sospettato di un’ostruzione intestinale.

Una persona dovrebbe anche cercare assistenza medica immediata se ha:

  • febbre superiore a 101,5 ° F (per gli adulti) o 100,4 ° F (per i bambini)
  • perdita di coscienza o un cambiamento di stato mentale, come estrema confusione
  • forte dolore o disagio
  • vomito da oltre 48 ore
  • un’incapacità di tenere giù i liquidi

Parla con un medico se sono presenti segni di infezione o se i sintomi non migliorano nel tempo.

Se una persona sospetta che una scarsa igiene dentale o un dente ascesso stia causando l’alito che puzza di feci, dovrebbero prendere un appuntamento con un dentista.

Like this post? Please share to your friends: