Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Sesso e fiducia in se stessi: aiutano i miglioramenti genitali?

Nel campo della chirurgia plastica, la chirurgia estetica genitale sta prendendo piede sia per le donne che per gli uomini. In questo articolo, esaminiamo alcune delle opzioni, se possono portare una maggiore soddisfazione generale o sessuale, e cosa tenere a mente quando si considera la chirurgia estetica genitale.

concetto di coppia si spoglia

Recentemente, una fonte di notizie ha riportato una nuova tendenza scioccante tra alcuni uomini in Tailandia: lo sbiancamento del pene. Ciò ha riportato l’attenzione sulle procedure spesso controverse di “miglioramento” delle parti private.

Al giorno d’oggi, ci sono molti interventi cosmetici genitali e altri “miglioramenti” genitali che sono diventati disponibili per uomini e donne che, per una ragione o per l’altra, possono sentirsi insoddisfatti delle loro regioni inferiori.

Secondo le statistiche 2016 della chirurgia plastica della American Society of Plastic Surgeons (ASPS), la domanda di leccornie o interventi che alterano le dimensioni e la forma delle labbra interne o esterne sono aumentate del 39% nel 2016 rispetto al 2015.

Gli uomini sono anche fan degli interventi estetici, costituendo l’8% di tutti coloro che cercano procedure cosmetiche negli Stati Uniti, affermano gli ASPS. In tutto il mondo, oltre 8.000 procedure di ingrandimento del pene si svolgono ogni anno, dichiarano la Società Internazionale di Chirurgia Plastica Estetica.

Quali tipi di “aggiornamento” genitale sono disponibili e perché li scegliamo? Inoltre, sono suscettibili di migliorare il nostro senso di auto-soddisfazione e benessere?

Sotto, affrontiamo queste domande e ti diamo una panoramica della chirurgia estetica genitale e cosa dovresti tenere a mente prima di andare sotto i ferri.

Chirurgia estetica genitale femminile

Le donne hanno una scelta di procedure di miglioramento genitale o di ringiovanimento, alcune delle quali si concentrano sul rendere le loro parti intime esteticamente piacevoli o sentirsi più a loro agio, mentre altre mirano ad aiutare le donne a ottenere una soddisfazione migliore sotto le lenzuola.

Labiaplasties

bisturi

Labiaplasty è probabilmente l’intervento cosmetico genitale più noto per le donne. In esso, la dimensione di una o entrambe le labbra interne – le “labbra” che fiancheggiano l’apertura vaginale – viene ridotta.

Questo di solito si fa quando un labium è visibilmente più lungo dell’altro ed è esteticamente spiacevole, o quando le dimensioni di una o entrambe le labbra rendono il sesso o altre attività fisiche scomode o dolorose a causa dell’eccessivo strappo e torsione della pelle.

Paul Banwell, un consulente di chirurgia plastica e cosmetica e membro dell’Associazione Britannica di Chirurgia Estetica Plastica (BAAPS), ha detto che la maggior parte delle donne che vengono a vederlo su una procedura genitale cosmetica “presente a causa di problemi funzionali come il disagio con l’esercizio fisico, cavallo equitazione, ciclismo e yoga. “

“Alcuni tipi di vestiti, biancheria intima e costumi da bagno”, continua, “possono anche essere scomodi [per loro]. Una percentuale di questi pazienti può anche menzionare preoccupazioni estetiche in accordo con i loro sintomi fisici”.

Secondo l’ASPS, una labiaplasty costa in media circa $ 2.730, negli Stati Uniti.

A volte, le labbra vengono accompagnate da una procedura di riduzione del cappuccio del clitoride – sebbene questo tipo di intervento possa anche essere eseguito separatamente – che comporta la riduzione delle pieghe della pelle che “rinfodera” il clitoride.

Questo può essere fatto puramente per migliorare l’aspetto dopo un labiaplasty o per migliorare la sensibilità del clitoride, anche se il BAAPS nota che “ci sono poche informazioni sul risultato, oltre che aneddotiche”.

Le donne possono anche optare per un intervento per ridurre le loro grandi labbra (grandi labbra), che sono i “lembi” esterni della pelle che coprono le piccole labbra.

Come nel caso delle piccole labbra, alcune donne possono provare disagio per lo strappo e le torsioni delle grandi labbra sperimentate durante varie attività fisiche, oppure possono semplicemente essere a disagio con il loro aspetto fisico.

Monsplasty e restringimento vaginale

Un altro tipo di intervento cosmetico offerto in alcune cliniche è la monsplastica, o la riduzione delle dimensioni del mons pubis, che è l’area appena sotto la pancia e sopra le grandi labbra. Questa parte del corpo femminile forma una protuberanza naturale, ma alcune donne potrebbero sentirsi a disagio per le sue dimensioni.

In questi casi, la liposuzione viene spesso eseguita per rimuovere il grasso in eccesso da quella zona, e talvolta è anche necessaria la rimozione di un po ‘di pelle.

Il serraggio vaginale, o vaginoplastica, è una procedura di “ringiovanimento” in cui viene stretta la vagina di una donna, spesso richiesta dalle donne dopo aver attraversato il parto naturale, che può causare la vagina a diventare più tesa.

La Vaginoplastica può comportare “andare sotto i ferri”, anche se a volte sono disponibili anche procedure non invasive come la chirurgia laser. Questo tipo di intervento ha anche dimostrato di aiutare con l’incontinenza urinaria da sforzo.

Procedure più controverse

Alcune procedure genitali “ricostituenti” o “migliorative” per le donne sono state l’obiettivo di molte più polemiche di altre. Uno di questi esempi è quello della chirurgia di ricostruzione dell’imene, un intervento che mira a “riparare” un imene rotto, la membrana sottile che riveste l’apertura vaginale.

L’imene può occasionalmente rompersi durante i rapporti sessuali o anche a causa di un intenso esercizio fisico, che di solito non influisce sulla salute ginecologica. Tuttavia, la sua tradizionale associazione con la verginità ha portato a molti dibattiti sulla legittimità delle procedure di riparazione dell’imene.

siringa

E più recentemente, anche le iniezioni che affermano di aumentare la soddisfazione sessuale femminile, chiamate “O-shots” e “G-shots”, hanno attirato molta attenzione.

O-shot – abbreviazione di “colpi di orgasmo” – sono interventi in cui plasma ricco di piastrine, derivato dal sangue di una persona, viene iniettato nel clitoride e nella zona vaginale adiacente. Questo dovrebbe aumentare la sensibilità clitoridea, presumibilmente rendendo le donne più probabilità di sperimentare orgasmi “strabilianti”.

Allo stesso modo, i G-shots – abbreviazione di “G-spot shots” – mirano ad allargare la superficie del punto G discutibile e inafferrabile con lo stesso obiettivo di migliorare la gratificazione sessuale.

Ma parlando con gli esperti, hanno imparato che l’efficacia di queste procedure si basa su prove aneddotiche, e non sono stati ancora condotti studi conclusivi per confermare il tasso di successo.

“Queste procedure particolari sono considerate alquanto controverse al momento attuale e molti medici ritengono che le loro affermazioni non abbiano valore […] mentre ci sono segnalazioni aneddotiche di alcuni benefici, si concorda che sono necessari studi scientifici ben progettati per confermare l’efficacia di questi concetti. “

Paul Banwell

Il prof. Ash Mosahebi, un consulente chirurgo plastico e membro del consiglio BAAPS, ci ha anche detto che è difficile dire se – o in che misura – questi colpi di orgasmo raggiungano l’effetto desiderato.

Mentre questi interventi potrebbero “avere un potenziale vantaggio teorico di migliorare la sensibilità di questi punti, in modo che possa [perfezionare] i rapporti o [renderli] più intensi”, ha affermato il Prof. Mosahebi, dovremmo essere consapevoli che questo approccio “è non andando a lavorare per tutti. “

“Alcune donne sono più sensibili nell’area clitoridea, altre sono più sensibili nell’area vaginale”, ha aggiunto, il che rende difficile capire quando questi tipi di colpi saranno efficaci e per chi.

Chirurgia estetica genitale maschile

Nel caso degli uomini, sono disponibili meno procedure cosmetiche genitali. Gli interventi più noti sono quelli relativi all’aumento del pene e di solito sono di due tipi:

    • chirurgia del prolungamento del pene – questa procedura di solito si basa sul rendere più visibile ciò che è già lì tagliando il legamento che collega la base del pene alla pelvi inferiore, in modo che più del membro maschile sia scoperto
      • miglioramento della circonferenza del pene – questo si riferisce all’aggiunta di spessore al pene, che di solito viene fatto rimuovendo il tessuto adiposo da altre aree del corpo dove si trova in eccesso, come l’addome, e iniettandolo sotto la pelle del pene

      Altre procedure disponibili includono la riduzione dello scroto e gli impianti testicolari. La riduzione scrotale, o scrotoplastica, comporta la rimozione della pelle in eccesso dallo scroto. Questo può essere richiesto da uomini che sono insoddisfatti delle loro dimensioni dello scroto o, più raramente, che hanno una condizione congenita.

      Gli impianti testicolari sono di solito optati per gli uomini che hanno perso un testicolo a seguito di un intervento chirurgico per la rimozione del tumore del cancro o uomini i cui testicoli non si sono sviluppati in modo naturale.

      La chirurgia genitale ci rende più felici?

      Indipendentemente dal motivo per cui possiamo scegliere di sottoporsi a una di queste procedure, il loro grado di successo è, in larga misura, anche deciso da quanto siamo soddisfatti del risultato finale. Sotto questo aspetto, sembra esserci un divario consistente tra la risposta degli uomini e quella delle donne.

      La ricerca ha dimostrato che le donne che optano per uno dei tipi più comuni di chirurgia estetica genitale, come le labbra, sono generalmente soddisfatti dei risultati.

      Una revisione dà un tasso di soddisfazione generale del 90-95% per le donne, mentre la soddisfazione sessuale postoperatoria si colloca all’80-85%.

      Banwell ha confermato questo, dicendo che “la soddisfazione del paziente con questa procedura è generalmente molto alta e la letteratura medica lo supporta”.

      “Tuttavia,” ha aggiunto, “come con qualsiasi procedura cosmetica, la consultazione è fondamentale, con chiari dibattiti sulle aspettative e comprensione del profilo di complicanze”.

      Uomini molto meno soddisfatti delle donne

      uomo che misura il suo cavallo

      Le aspettative di base sono fondamentali per quanto sarà soddisfatto qualcuno dopo aver subito la chirurgia estetica genitale, e questo potrebbe avere qualcosa a che fare con il motivo per cui gli uomini sono, in media, non altrettanto soddisfatti delle loro procedure di miglioramento del pene.

      Sorprendentemente, secondo il Prof. Mosahebi, più uomini che donne scelgono la chirurgia estetica genitale – in particolare l’aumento del pene – ma sono anche più contenti di essere scontenti dei risultati.

      “Penso che, probabilmente, più insolitamente, il lato maschile […] sia più popolare rispetto al lato femminile [quando si tratta di questo tipo di intervento],” ci ha detto il prof. Mosahebi.

      I ricercatori, tuttavia, dimostrano che gli uomini hanno tassi di soddisfazione molto bassi dopo l’intervento chirurgico, e tutto ciò può ridursi a aspettative particolarmente irrealistiche.

      “Nel complesso solo il 35% dei pazienti era soddisfatto del risultato dell’intervento”, ha rilevato uno studio.

      “Gli uomini si sentono come se non avessero realizzato ciò che avevano in mente, come una sorta di generalità, mentre le donne possono essere più contente e più felici [con i risultati]”, ha osservato anche il professor Mosahebi.

      Cerca sempre un consiglio professionale

      Dal momento che la posta in gioco – sia emotiva che fisica – nella chirurgia estetica genitale può essere così alta, è cruciale ottenere un consiglio professionale affidabile prima di intraprendere un tale sforzo.

      “Qualsiasi operazione”, ha affermato Banwell, “elettiva o di emergenza, comporta rischi e complicazioni e problemi standard di sanguinamento, infezione e problemi alle ferite si verificano anche in labiaplasty e in altri interventi chirurgici”.

      Il Prof. Mosahebi ha anche aggiunto che “in particolare per le donne […] alcuni degli interventi chirurgici [potrebbero] calpestare una linea sottile tra mutilazione genitale femminile e chirurgia estetica” se non sono eseguiti responsabilmente da uno specialista certificato.

      “Ci sono così tante persone che si presentano come un chirurgo plastico o come un esperto, ma non lo sono davvero”, ha anche sottolineato.

      Pertanto, il Prof. Mosahebi ha consigliato che chiunque prendesse in considerazione qualsiasi tipo di chirurgia estetica dovesse “assicurarsi che […] vadano da un chirurgo certificato, […] ottenere ottimi consigli e che siano trattati in modo appropriato, e si spera che ottengano alcuni beneficiarne “.

      Il primo punto di chiamata dovrebbe essere il vostro medico, che sarà in grado di darvi alcuni consigli di base su quali procedure saranno e non saranno appropriate per voi. Andando avanti, assicurati di consultare le autorità locali competenti per assicurarti di lavorare con un chirurgo plastico certificato.

      Dai un’occhiata ai consigli offerti sul sito web di ASPS se ti trovi negli Stati Uniti o sul sito web di BAAPS se risiedi nel Regno Unito.

      Like this post? Please share to your friends: