Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Seve Ballesteros muore dopo una lunga battaglia con il cancro al cervello

Seve Ballesteros è morto nelle prime ore di oggi dopo una lunga battaglia con il cancro al cervello. La sua famiglia ha rilasciato un comunicato ieri sera spiegando che la sua condizione neurologica “ha subito un grave deterioramento”. Ballesteros è stato uno dei più importanti golfisti del mondo dalla metà degli anni ’70 alla metà degli anni ’90.

Nell’ottobre 2008 Ballesteros è svenuto all’aeroporto di Madrid ed è stato ricoverato in ospedale. Ha confermato che i medici avevano diagnosticato un tumore maligno sei giorni dopo. Quindi ha subito un’operazione di 12 ore per rimuovere chirurgicamente il tumore. I chirurghi hanno detto che sono riusciti a rimuovere la maggior parte del tumore. Ha proseguito con altre tre operazioni.

Più tardi nello stesso mese i medici confermarono che il suo tumore era un oligoastrocitoma canceroso. Il 24 ottobre 2008 ha dovuto subire un ulteriore intervento chirurgico per provare a resecare (rimuovere chirurgicamente) il resto del tumore dopo che la sua salute si era deteriorata rapidamente. Dopo un intervento di 6 ore e mezza i medici hanno confermato che il tumore era stato rimosso.

Il 3 novembre 2008, ha iniziato la sua riabilitazione in terapia intensiva (unità di terapia intensiva) e si diceva che respirasse costantemente. Due settimane dopo è stato spostato dall’ICU. Ha lasciato l’ospedale il 9 dicembre 2008.

Nella sua casa nel nord della Spagna è stato sottoposto a chemioterapia in regime ambulatoriale. Secondo un comunicato sul suo sito web, la chemioterapia era stata efficace.

Nel gennaio 2009 ha scritto:

“Sono molto motivato e lavora sodo anche se sono consapevole che la mia guarigione sarà lenta e quindi devo avere pazienza e molta determinazione, per queste ragioni seguo rigorosamente tutte le istruzioni che i medici mi stanno dando. i fisioterapisti stanno facendo un ottimo lavoro con me e mi sento meglio ogni giorno “.
Nel febbraio 2009 ha completato un altro corso di chemioterapia. È stato incoraggiato dai risultati del check-up, che ha descritto come “..veramente positivi, anche migliori dei primi”.

Nel marzo 2009 ha completato un terzo ciclo di chemioterapia, e poi un quarto e uno finale un mese dopo.

Ballesteros ha fatto la sua prima apparizione pubblica nel giugno del 2009. Ha ringraziato tutti coloro che erano coinvolti nel prendersi cura di lui e ha descritto il suo essere vivo come un “miracolo”. Ha fondato la Seve Ballesteros Foundation per aiutare la ricerca sul cancro, in particolare i tumori cerebrali. La Fondazione aiuta anche i giovani golfisti che hanno bisogno di finanziamenti per migliorare la loro carriera.

Dalla sua morte, tributi sono stati versando in:

Jose Maria Olazabal (golfista professionista spagnolo):

“Quello che mi ha colpito di più in Seve è stata la sua forza, il suo spirito combattivo e la passione che ha messo in tutto ciò che ha fatto.”
Ernie Els ha detto (golfista professionista sudafricano):

“Seve era un mio eroe assoluto e ho modellato così tanto
del mio gioco su di lui. “
Nick Faldo (golfista professionista inglese):

“Seve ha avuto un impatto su di me e sul mio
la vita in questo sport. “
Tiger Woods (giocatore di golf professionista americano):

“Mi ha profondamente rattristato conoscere la scomparsa di Seve Ballesteros, mi è sempre piaciuto passare del tempo con lui alla Champions Dinner ogni anno ai Masters”.
Billy Foster (ex caddy di Ballesteros):

“Era un vero gentiluomo, il guerriero supremo, non ho molti giocatori per i quali ho avuto quell’aura.”
Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: