Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Sindrome web ascellare: cosa devi sapere

La sindrome del web ascellare è un effetto collaterale che può svilupparsi dopo la rimozione dei linfonodi localizzati sotto le ascelle.

La condizione comporta lo sviluppo di cicatrici o tessuto collegato sotto il braccio.

La sindrome del web ascellare può essere dolorosa e limitare la gamma di movimento nel braccio interessato.

Le cause

Paziente malato di sesso femminile con medico maschio.

La sindrome del web ascellare si verifica più comunemente a causa della chirurgia del cancro al seno.

Quando la chirurgia è raccomandata per il cancro al seno, di solito assume la forma di mastectomia o mastectomia. Questi interventi comportano la rimozione del seno o un nodulo all’interno del seno.

Anche una biopsia del linfonodo sentinella o una dissezione linfonodale ascellare viene spesso eseguita per determinare se il cancro si è diffuso oltre il seno. I linfonodi sotto l’ascella sono il luogo più probabile per la diffusione delle cellule del cancro al seno, motivo per cui i nodi vengono rimossi.

La differenza tra una biopsia del linfonodo sentinella o la dissezione linfonodale ascellare è il numero di linfonodi rimossi.

Il nodo sentinella è considerato il primo linfonodo in cui il tumore si riversa. Una procedura di biopsia del linfonodo sentinella comporta solo la rimozione di alcuni nodi.

Una dissezione del nodo ascellare comporta la rimozione di diversi linfonodi sotto l’ascella. Il numero esatto di linfonodi rimossi può variare.

La sindrome del web ascellare può svilupparsi da qualche giorno a diverse settimane dopo l’intervento. In alcuni casi, la sindrome può anche svilupparsi mesi dopo l’intervento chirurgico.

I medici non sono sicuri del motivo per cui alcune donne sviluppano la condizione. Una teoria è che la chirurgia del seno può traumatizzare i vasi sanguigni e il tessuto connettivo sotto il braccio. Il trauma causa l’infiammazione, che alla fine porta all’indurimento del tessuto molle vicino.

È difficile dire quanto sia comune la condizione. Non c’è molta ricerca su quante donne sviluppano la sindrome del web ascellare dopo l’intervento chirurgico per il cancro al seno.

La diagnosi segue spesso dopo che una donna nota la rete o il tessuto cicatriziale simile a un cordone sotto il braccio. Può anche essere trovato durante un esame di follow-up dopo l’intervento chirurgico.

Ci sono anche casi in cui una donna può provare oppressione o dolore nel braccio interessato, ma il tessuto cicatriziale non è visibile.

Sintomi

La donna senior che ha il braccio si è mossa dall'infermiera.

La sindrome del web ascellare viene anche chiamata cording perché il tessuto visibile sotto la pelle assomiglia al cordone o alla corda.

I sintomi della sindrome del web ascellare possono variare in gravità e possono includere quanto segue:

Tessuto cicatriziale

Il tessuto della cicatrice si forma sotto il braccio dove vengono rimossi i nodi. Sebbene possa variare di spessore, la fascia di tessuto cicatriziale è spesso facile da vedere e sentire sotto la pelle.

In alcuni casi, le cicatrici si estendono dall’ascella lungo il braccio interno fino al gomito, al polso o al pollice. Può svilupparsi un lungo cordone di tessuto cicatriziale o più corde più piccole possono scorrere lungo il braccio.

Dolore

La sindrome del web ascellare può essere dolorosa. La pelle può sembrare tesa e tesa.

Se il dolore e la tensione sono presenti, la reazione naturale di una persona potrebbe essere quella di limitare il movimento nel braccio doloroso. Ad esempio, possono evitare movimenti come sollevare le braccia in testa.

Limitare il movimento per evitare il dolore può peggiorare la condizione, poiché un movimento ridotto nel braccio interessato può rendere più stretto il tessuto.

Diminuzione della libertà di movimento

La condizione può causare una significativa riduzione della gamma di movimento di una persona, che può interferire con le loro attività quotidiane.

La gamma di movimento di una persona può essere così limitata da non poter alzare le braccia in alto. Anche compiti semplici, come vestirsi, possono essere più difficili.

Trattamento

Sebbene la sindrome del web ascellare non sia una complicanza potenzialmente letale, può interferire con la qualità della vita di una persona.

Se la condizione è lieve e non dolorosa o influenza il range di movimento di una persona, il trattamento potrebbe non essere necessario. Quando si raccomanda il trattamento, viene utilizzato per rilasciare il tessuto cicatriziale. Fare ciò dovrebbe migliorare la gamma di movimento e ridurre il disagio.

A seconda dell’estensione del tessuto cicatriziale, il trattamento può solo ridurre la tensione su una parte del cordoncino. Ad esempio, se il tessuto cicatriziale scorre da sotto l’ascella al polso, il trattamento può migliorare il tessuto sotto il braccio, ma l’area vicino al gomito può ancora sembrare stretta.

Il trattamento può includere le seguenti opzioni:

Tratti guidati

Medici o fisioterapisti possono raccomandare alcuni tratti che le persone dovrebbero fare sotto controllo medico.

I tratti specifici prescritti possono variare a seconda dell’estensione del tessuto cicatriziale. Un tratto è il seguente:

  • sollevare le braccia verso i lati e raddrizzare i gomiti
  • alza le mani fino a sentire un allungamento
  • mantenere l’allungamento per circa 30 secondi
  • ripetere il tratto alcune volte, alzando le braccia un po ‘più in alto ogni volta

Tenere i tratti per circa 30 secondi è importante. Se i tratti sono troppo brevi, non saranno efficaci nell’allungamento del tessuto molle e nel miglioramento della libertà di movimento.

Massaggio

Donna con spalla massaggiata.

Varie tecniche di massaggio possono essere utilizzate per trattare la sindrome del web ascellare, come il passaggio del nervo e il rilascio di tessuto cicatriziale.

I diversi metodi di massaggio comprendono la manipolazione manuale del tessuto connettivo, che aiuta a rompere il tessuto cicatriziale e migliorare la libertà di movimento di una persona.

I medici non sono esattamente sicuri di cosa succede al tessuto cicatriziale dopo che è stato distrutto. La teoria è che il tessuto cicatrizzato viene riassorbito dal corpo.

Le persone dovrebbero ricevere questo tipo di trattamento solo da qualcuno specializzato in terapia dopo l’intervento chirurgico al seno. Uno specialista ha l’esperienza per eseguire correttamente la procedura evitando di danneggiare il tessuto.

Terapia laser

Un terapista fisico può utilizzare un laser a basso livello per trattare la sindrome del web ascellare. La terapia laser prevede l’uso di luce focalizzata diretta in fasci potenti per rompere il tessuto cicatriziale indurito.

La terapia laser può non essere efficace in tutti i casi.Ad esempio, l’efficacia può dipendere dallo spessore del tessuto cicatriziale. Alcune persone potrebbero richiedere più sessioni laser.

La terapia laser può anche avere effetti collaterali; quindi sempre discutere i rischi rispetto ai benefici con un medico prima di avere la procedura.

Assistenza domiciliare per sindrome web ascellare

Un medico con esperienza nella riabilitazione del cancro al seno può raccomandare un trattamento domiciliare. Ad esempio, possono suggerire che la persona esegue i tratti che hanno appreso alcune volte al giorno a casa.

Il trattamento domiciliare aggiuntivo potrebbe includere:

  • Farmaci antidolorifici: sebbene i farmaci antidolorifici non riducano la formazione di cicatrici o trattino il problema sottostante, possono ridurre il dolore. Si consiglia spesso l’assunzione di farmaci antidolorifici, come il paracetamolo.
  • Calore umido: l’applicazione di calore umido nell’area può ridurre il disagio. Seguire sempre il parere del medico quando si utilizza il calore, in quanto può stimolare la produzione di fluido linfatico, il che può peggiorare la sindrome.

Prevenzione

Non ci può essere alcun modo per prevenire la sindrome del web ascellare dopo l’intervento chirurgico al seno. Seguire le istruzioni dopo l’intervento chirurgico, compresi i tratti raccomandati, può aiutare.

Le donne che sviluppano la sindrome dovrebbero chiedere al loro medico se hanno bisogno di continuare a eseguire i tratti anche dopo che la condizione è migliorata per evitare che si ripresenti.

Like this post? Please share to your friends: