Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Soddisfazione sessuale a lungo termine: qual è il segreto?

Una volta che i battiti di una nuova relazione sono finiti, per molti, lo slogan della vita quotidiana inizia. Ma come fai a mantenere viva la scintilla?

Coppia

Il sesso è un fattore chiave nella maggior parte delle relazioni romantiche. Infatti, all’inizio di quest’anno, ha riferito che il “bagliore” che le coppie appena sposate provano fino a 2 giorni dopo aver fatto sesso è associato a una maggiore soddisfazione coniugale.

Ma la settimana scorsa, un nuovo studio ha mostrato che il 34% delle donne e il 15% degli uomini che hanno vissuto con il proprio partner da almeno 1 anno hanno perso interesse per il sesso.

Ci sono molti fattori che possono influenzare il desiderio sessuale. Scopri quanto il sesso ha il più grande effetto sulla felicità, perché alcune persone perdono interesse e quali fattori contribuiscono alla soddisfazione sessuale a lungo termine.

Quanto sesso è abbastanza?

In un articolo del 2016, Amy Muise, Ph.D. – un postdoctoral fellow presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Toronto, Mississauga, in Canada – spiega che ci sono molte prove che “[…] più persone sessuali hanno riferito, più felici si sentivano”.

Tuttavia, la dottoressa Muise si interroga anche sul fatto che provare a fare sesso il più frequentemente possibile abbia effettivamente l’effetto desiderato, in particolare alla luce della vita frenetica che molte persone conducono.

La pressione di fare sesso frequente sta ostacolando la felicità?

Il Dr. Muise riferisce una chiara relazione tra la frequenza del sesso e la felicità. Quello che scoprì fu che le persone che facevano sesso una volta alla settimana o più spesso erano significativamente più felici di quelle che facevano sesso meno spesso.

Ma i partecipanti allo studio che hanno fatto sesso in diverse occasioni a settimana non erano più felici di quelli che facevano sesso una volta alla settimana.

I risultati erano veri per le persone che erano in una relazione romantica, comprese donne, partecipanti più anziani e quelli con relazioni a lungo termine che tendono ad avere meno sesso.

È interessante notare che avere rapporti sessuali ha avuto un effetto maggiore sulla felicità dei partecipanti rispetto al reddito. Quindi, se il sesso ci rende felici, perché così tante persone perdono interesse?

Chi perde interesse nel sesso?

Ci sono molte prove che l’essere in una relazione a lungo termine, essere una donna e l’età in aumento sono legati a una diminuzione della frequenza sessuale.

L’anno scorso, ha riferito che il desiderio sessuale delle donne diminuiva nelle relazioni a lungo termine. Tuttavia, durante il periodo di studio di 7 anni, la capacità dei partecipanti di raggiungere l’orgasmo è migliorata, specialmente in coloro che erano stati nella stessa relazione per tutto il tempo.

Quindi, per le donne, stare con un partner significa orgasmi migliori ma meno interesse per il sesso, secondo la ricerca.

La scorsa settimana, abbiamo riportato un nuovo studio pubblicato in cui si aggiunge il corpo di prove che dimostrano che l’interesse delle donne per il sesso diminuisce nelle relazioni.

La prof.ssa Cynthia Graham, del Centro per la ricerca sulla salute sessuale dell’Università di Southampton nel Regno Unito, ha rilevato che oltre il 34% delle donne che vivevano con il proprio partner da almeno un anno mancavano di interesse per il sesso, mentre solo il 15% di uomini ha fatto.

I più grandi turn-off

Il Prof. Graham ha identificato una serie di fattori associati al calo del desiderio sessuale trovato nel suo studio.

Per le donne, questi stavano avendo bambini piccoli, essendo stati incinta l’anno scorso, vivendo con il loro partner, essendo in una relazione più lunga, non condividendo lo stesso livello di interesse sessuale, e non condividendo le stesse preferenze sessuali.

Per entrambi i sessi, le condizioni di salute (compresa la depressione), il non sentirsi vicini al proprio partner durante il rapporto sessuale, essere meno felici della loro relazione e fare sesso meno spesso di quanto fossero interessati contribuivano a una diminuzione dell’interesse sessuale.

L’età era un altro fattore. Gli uomini hanno sperimentato i più bassi livelli di interesse per il sesso tra i 35 ei 44 anni, mentre per le donne, questo era tra i 55 ei 64 anni.

Julia Velten, Ph.D. – un borsista post-dottorato presso il Centro di ricerca e trattamento per la salute mentale presso l’Università della Ruhr di Bochum in Germania – ha riferito che quando gli uomini sentivano che il loro partner si aspettava che iniziasse sempre sesso, aveva un effetto negativo sulla loro soddisfazione sessuale.

La discrepanza del desiderio sessuale, che è la differenza tra la frequenza effettiva e desiderata del sesso, era un fattore negativo per uomini e donne.

La funzione sessuale ha avuto un ruolo anche per le coppie nello studio del Dr. Velten. Gli uomini sono stati colpiti dalla mancanza di funzione sessuale del loro partner, come la mancanza di eccitazione, mentre le donne erano più colpite dall’angoscia del partner riguardo al proprio problema sessuale, come la disfunzione erettile.

Come si inserisce la masturbazione nell’immagine?

Su questo argomento, i risultati della ricerca non sono d’accordo. In uno studio che coinvolge coppie che vivono a Praga, Kateřina Klapilová, Ph.D. – dal Dipartimento di Antropologia Generale dell’Università Carlo di Praga – ha rilevato che per le donne la masturbazione ha influito negativamente sulla loro soddisfazione sessuale.

Ma la masturbazione non ha avuto alcun effetto sugli uomini in queste coppie.

Nel frattempo, il Prof. Graham ha scoperto che gli uomini che si erano masturbati di recente erano meno interessati al sesso, mentre la masturbazione non era correlata a un cambiamento nel desiderio sessuale delle donne.

Il Prof. Graham ha detto che nella sua precedente ricerca, aveva “trovato sorprendenti differenze di genere in fattori associati alla frequenza della masturbazione negli uomini e nelle donne”.

Ha aggiunto che “quando gli uomini avevano meno rapporti di coppia, tendevano a masturbarsi più spesso, mentre il contrario era vero per le donne”.

Con il 51,7 per cento dei maschi e il 17,8 per cento delle donne partecipanti che hanno dichiarato di essersi masturbate nei 7 giorni precedenti ai colloqui di studio, questo è chiaramente un fattore importante in molte relazioni.

Rimane da vedere come la masturbazione contribuisca o distragga dalla soddisfazione sessuale a lungo termine.

Con livelli significativi di uomini e donne che registrano un calo di interesse e soddisfazione sessuale, c’è un segreto per mantenere viva la scintilla?

Il segreto della soddisfazione sessuale

Lo studio del Dr. Klapilová ha rilevato che, sia per gli uomini che per le donne, il rapporto tra il pene e la vagina e la consistenza di riuscire a raggiungere l’orgasmo vaginale erano associati alla soddisfazione sessuale.

Indica il “ruolo speciale che l’orgasmo vaginale (distinto dagli altri attivatori dell’orgasmo) aveva nel mantenere rapporti intimi di qualità superiore”.

Anik Debrot, Ph.D. – al fianco del Dr. Muise e di altri colleghi dell’Università di Toronto, Mississauga, ha studiato di recente il legame tra affetto e attività sessuale.

Nel suo articolo di studio, pubblicato quest’anno sulla rivista, spiega che “quando si fa sesso, le persone non cercano solo una connessione intima, ma sperimentano più affetto, sia quando fanno sesso che nelle prossime ore”.

“Così, il sesso all’interno delle relazioni romantiche fornisce un modo significativo per le persone di sperimentare una forte connessione con il loro partner”, aggiunge.

Per lei, questo indica che il sesso è importante nelle relazioni romantiche a causa dei benefici emotivi che proviamo. Il dott. Debrot suggerisce: “[Quando il sesso può essere compromesso], l’affetto potrebbe aiutare a mantenere il benessere nonostante la diminuzione della frequenza sessuale”.

L’effetto del tempo

Uno studio della prof.ssa Julia Heiman, del Dipartimento di Scienze psicologiche e del cervello dell’Università dell’Indiana di Bloomington, ha studiato 1.000 coppie in cinque paesi (Brasile, Germania, Giappone, Spagna e Stati Uniti).

Sebbene la lunghezza delle relazioni delle coppie variava da 1 a 51 anni, la metà era stata insieme per almeno 25 anni.

Il prof. Heiman ha rilevato che “[w] omen ha riportato un aumento significativo della soddisfazione sessuale rispetto agli uomini e agli uomini una maggiore soddisfazione nei rapporti”. In particolare, “Gli uomini che stimavano l’orgasmo del loro partner avevano maggiori probabilità di riportare la felicità nella relazione”.

La soddisfazione sessuale delle donne è aumentata dal 40 percento all’inizio della relazione all’86 percento una volta con il loro partner da 40 anni.

Da questi studi, il sesso peniena-vaginale, l’affetto e il tempo trascorso nella relazione sono ingredienti chiave per una vita sessuale felice. Ma c’è un altro fattore che potrebbe essere la chiave: comunicazione aperta.

Parlando di sesso

Nello studio del Dr. Velten, una comunicazione aperta sui desideri e le frequenze sessuali ha avuto un effetto positivo sulla qualità del sesso che i partecipanti hanno riferito.

Allo stesso modo, i partecipanti allo studio del Prof. Graham che hanno trovato facile parlare di sesso con il loro partner erano più interessati al sesso.

Ha detto che “[le loro] scoperte sottolineano che una comunicazione aperta con un partner sul sesso è una delle cose più importanti che puoi fare per cercare di mantenere l’interesse sessuale in una relazione”.

I desideri e le preferenze sessuali sono, per loro natura, intrinsecamente personali e individuali. La ricerca in questo campo è complessa, e mentre gli studi possono mostrare associazioni e tendenze, non saranno in grado di mettere a nudo le ragioni della soddisfazione sessuale di una persona.

“Non credo che esista un” segreto “per la soddisfazione sessuale a lungo termine: la sessualità umana è troppo diversificata e” fluida “perché questo sia il caso – ma la […] comunicazione aperta sul sesso con un partner dovrebbe andare in qualche modo a prevenire lo sviluppo di problemi sessuali “.

Prof. Cynthia Graham

Parlare di sesso può essere un buon punto di partenza. Trovare un modo per adattare il sesso alle pressioni della vita quotidiana può essere difficile, ma l’affetto e il tempo insieme potrebbero essere d’aiuto.

Like this post? Please share to your friends: