Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Sogni: perché sogniamo?

I sogni sono storie e immagini che le nostre menti creano mentre dormiamo. Possono essere divertenti, divertenti, romantici, inquietanti, spaventosi e talvolta bizzarri.

Perché i sogni si verificano? Cosa li causa? Possiamo controllarli? Cosa vogliono dire?

Vedrete le introduzioni alla fine di alcune sezioni per qualsiasi sviluppo che è stato coperto da notizie. Controlla anche i collegamenti alle informazioni sulle condizioni correlate.

La seconda parte di questo articolo, che spiega come sogniamo e perché abbiamo incubi, è disponibile qui.

Fatti veloci sui sogni

Ecco alcuni punti chiave sui sogni. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Anche se alcune persone potrebbero non ricordare di sognare, si pensa che tutti sognino da 3 a 6 volte a notte.
  • Si pensa che ogni sogno duri da 5 a 20 minuti.
  • Circa il 95% dei sogni viene dimenticato quando una persona si alza dal letto.
  • Sognare può aiutarti a imparare e sviluppare ricordi a lungo termine.
  • Le donne sognano di più sulla famiglia, i bambini e le impostazioni interne rispetto agli uomini.
  • Ricordare qualcosa della scorsa settimana che è apparso nel tuo sogno è chiamato “effetto del sogno”.
  • C’è una differenza nella qualità e quantità dei sogni sperimentati nel rapido movimento degli occhi e nel sonno non rapido del movimento oculare.
  • Il 48% delle persone che fanno parte di un sogno sono riconosciuti dalla persona che sogna.
  • I non vedenti sognano di più con altre componenti sensoriali rispetto alle persone vedenti.
  • Sia il sonno che la qualità dei sogni sono influenzati dall’alcol.

Le cause

Una donna è addormentata nel letto.

Ci sono diverse ipotesi e concetti sul perché sogniamo. I sogni sono solo parte del ciclo del sonno o servono ad altri scopi?

Le possibili spiegazioni del motivo per cui sogniamo includono:

  • Per rappresentare desideri e desideri inconsci
  • Interpretare segnali casuali dal cervello e dal corpo durante il sonno
  • Consolidare ed elaborare le informazioni raccolte durante il giorno
  • Lavorare come forma di psicoterapia.

Dalle prove convergenti e dalle nuove metodologie di ricerca, i ricercatori hanno ipotizzato che sognare:

  • Ricondizionamento della memoria offline – consolida le attività di apprendimento e memoria.79,90,91
  • È un sottosistema della rete di default di veglia, che è attiva durante il mind wandering e il daydreaming. Il sogno potrebbe essere visto come una simulazione cognitiva delle esperienze di vita reale.24
  • Partecipa allo sviluppo delle capacità cognitive.17
  • È psicoanalitico; i sogni sono riflessioni altamente significative del funzionamento mentale inconscio.79
  • È uno stato di coscienza unico che incorpora tre dimensioni temporali: esperienza del presente, elaborazione del passato e preparazione per il futuro.56
  • Fornisce uno spazio psicologico in cui le nozioni travolgenti, contraddittorie o molto complesse possono essere riunite dall’ego sognatore che sarebbe inquietante durante la veglia. Questo processo risponde all’esigenza di equilibrio psicologico ed equilibrio.67

Come per molte cose riguardanti il ​​cervello e il pensiero inconscio, c’è così tanto che rimane sconosciuto sul sogno. I sogni sono difficili da studiare in un laboratorio. Man mano che la tecnologia e le nuove tecniche di ricerca vengono sviluppate, la comprensione dei sogni continuerà a crescere.

Fasi del sonno

Ci sono cinque fasi del sonno in un ciclo di sonno:

  1. Fase 1 – sonno leggero, gli occhi si muovono lentamente e l’attività muscolare rallenta. Questo stadio forma il 4-5% del sonno totale
  2. Fase 2 – il movimento degli occhi si ferma e le onde cerebrali (fluttuazioni di attività elettrica che possono essere misurate dagli elettrodi) diventano più lente, con occasionali raffiche di onde veloci chiamate fusi del sonno. Questo stadio forma il 45-55% del sonno totale
  3. Fase 3 – le onde cerebrali estremamente lente chiamate onde delta cominciano ad apparire, intervallate da onde più piccole e più veloci. 4-6% del sonno totale
  4. Fase 4: il cervello produce onde delta quasi esclusivamente. È molto difficile svegliare qualcuno durante gli stadi 3 e 4, che insieme sono chiamati “sonno profondo”. Non ci sono movimenti oculari o attività muscolare. Le persone risvegliate mentre si trovano nel sonno profondo non si adattano immediatamente e spesso si sentono intontite e disorientate per diversi minuti dopo il loro risveglio. Questo costituisce il 12-15% del sonno totale
  5. Fase 5 – REM – la respirazione diventa più rapida, irregolare e superficiale, gli occhi si muovono rapidamente in varie direzioni ei muscoli degli arti diventano temporaneamente paralizzati. La frequenza cardiaca aumenta, la pressione sanguigna aumenta ei maschi sviluppano erezioni del pene. Quando le persone si svegliano durante il sonno REM, spesso descrivono storie bizzarre e illogiche – i sogni. Forma il 20-25% del tempo totale di sonno.

Il sonno ad onde lente si riferisce agli stadi 3 e 4 del sonno non rapido (NREM).

Cosa sono i sogni?

I sogni sono un’esperienza umana universale che può essere descritta come uno stato di coscienza caratterizzato da eventi sensoriali, cognitivi ed emotivi durante il sonno.27 Il sognatore ha ridotto il controllo sul contenuto, le immagini visive e l’attivazione della memoria.42

Non esiste uno stato cognitivo che sia stato ampiamente studiato e tuttavia frainteso tanto quanto il sogno.40,42

castello fatto di nuvole

Esistono differenze significative tra gli approcci neuroscientifici e psicoanalitici all’analisi dei sogni. Un neuroscienziato è interessato alle strutture coinvolte nella produzione dei sogni, all’organizzazione dei sogni e alla narratività. Tuttavia, la psicoanalisi si concentra sul significato dei sogni e sul collocarli nel contesto delle relazioni nella storia del sognatore.96

I resoconti dei sogni tendono ad essere pieni di esperienze emozionanti e vivide che contengono temi, preoccupazioni, figure oniriche, oggetti, ecc. Che corrispondono strettamente alla vita di veglia.27,28 Questi elementi creano una “realtà” romanzesca apparentemente nulla, producendo un esperienza con un real timeframe e realistiche connessioni.28

La neuroscienza offre spiegazioni legate alla fase di sonno del movimento rapido (REM) come punto di riferimento per dove si verifica il sogno.28

incubi

Gli incubi sono sogni angoscianti che inducono il sognatore a provare una serie di emozioni disturbanti. I sentimenti comuni includono paura e ansia.

Incubi o brutti sogni si verificano sia negli adulti che nei bambini e possono essere causati da:

  • Stress
  • Paura
  • Trauma
  • Problemi emotivi
  • Malattia
  • Uso di determinati farmaci o droghe

Sogni lucidi

Il sogno lucido è uno stato di sonno in cui il sognatore sa di stare sognando. Di conseguenza, il sognatore può avere un certo controllo sul proprio sogno.

La misura del controllo che un sognatore ha può variare dal sogno lucido al sogno lucido. Spesso si verificano nel mezzo di un normale sogno quando la persona addormentata si rende conto all’improvviso di sognare.

Alcune persone sperimentano i sogni lucidi a caso mentre altre persone sono in grado di aumentare la loro capacità di influenzare il modo in cui i loro sogni si svolgono.

interpretazioni

Ciò che passa attraverso le nostre menti prima di addormentarci potrebbe influire sul contenuto dei nostri sogni. Ad esempio, durante il tempo degli esami, gli studenti possono sognare il contenuto del corso; quelli nelle relazioni possono sognare il loro partner; gli sviluppatori web possono vedere il codice di programmazione. Queste osservazioni circostanziate suggeriscono che durante il passaggio dalla veglia al sonno, elementi del quotidiano riemergono in immagini oniriche.

Personaggi

Gli studi hanno esaminato i “personaggi” che appaiono nei resoconti dei sogni e in che modo vengono identificati dal sognatore.

personaggi nella mente

Uno studio di 320 segnalazioni di sogni per adulti ha rilevato: 1

  • Il 48% dei personaggi rappresenta una persona nominata nota al sognatore
  • Il 35% dei personaggi è stato identificato dal loro ruolo sociale (ad esempio, il poliziotto) o dalla relazione con il sognatore (ad es. Un amico)
  • Il 16% non è stato riconosciuto.

Tra i personaggi con nome:

  • Il 32% è stato identificato dall’aspetto
  • 21% identificato dal comportamento
  • 45% per viso
  • Il 44% da “solo sapere”.

Elementi di bizzarria sono stati riportati nel 14% dei caratteri nominati e generici.

Un altro studio ha studiato la relazione tra emozione del sogno e identificazione del personaggio del sogno. L’affetto e la gioia erano comunemente associati a personaggi noti e venivano usati per identificarli anche quando questi attributi emotivi erano incoerenti con quelli dello stato di veglia.

I risultati suggeriscono che la corteccia prefrontale dorsolaterale, associata alla memoria a breve termine, è meno attiva nel cervello del sognatore rispetto al cervello sveglio, mentre le aree limbiche paleocorticali e subcorticali sono più attive. È stato anche proposto che le aree limbiche abbiano un input minimo dalla corteccia prefrontale dorsolaterale nel cervello del sogno.25

Ricordi

Il concetto di “repressione” risale a Freud, in cui i ricordi indesiderati possono essere soppressi nella mente. I sogni alleggeriscono la repressione permettendo a questi ricordi di essere reintegrati.

Uno studio ha dimostrato che il sonno non giova alla dimenticanza di ricordi indesiderati. Invece, il sonno REM potrebbe anche contrastare la soppressione volontaria dei ricordi, rendendoli più accessibili per il recupero.15

Due tipi di effetti temporali caratterizzano l’incorporazione di ricordi nei sogni:

  • L’effetto residuo del giorno, che implica l’incorporazione immediata di eventi dal giorno precedente
  • L’effetto del ritardo del sogno, che coinvolge le incorporazioni è ritardato di circa una settimana.

I risultati di uno studio sono coerenti con la possibilità che l’elaborazione delle memorie nell’incorporazione dei sogni richieda un ciclo di circa 7 giorni e che questi processi aiutino a promuovere le funzioni di adattamento socio-emotivo e consolidamento della memoria.5

Uno studio recente con l’obiettivo di esplorare memorie autobiografiche (ricordi di lunga durata sul sé) e ricordi episodici (ricordi su episodi o eventi discreti) all’interno di contenuti di sogno tra 32 partecipanti ha rilevato che:

  • Un sogno (0,5%) conteneva una memoria episodica
  • La maggior parte (80%) conteneva incorporazioni da basse a moderate di caratteristiche di memoria autobiografica.

I ricercatori suggeriscono che i ricordi delle esperienze personali vengono vissuti in modo frammentario e selettivo durante il sogno, forse per integrare questi ricordi nella memoria autobiografica di lunga durata.22

Un’ipotesi che afferma che i sogni riflettono esperienze di vita da svegli è supportata da studi che indagano sui sogni di pazienti psichiatrici e pazienti con disturbi del sonno, cioè i loro sintomi e problemi diurni si riflettono nei loro sogni.53

Nel 1900, Freud descrisse una categoria di sogni – “sogni biografici” – che riflettono l’esperienza infantile storica senza la tipica funzione difensiva. Molti autori concordano sul fatto che alcuni sogni traumatici svolgano una funzione di recupero.

Un articolo ipotizza che l’aspetto predominante di tali sogni traumatici sia la comunicazione di un’esperienza che il sognatore ha nel sogno, ma che non capisce.

Temi

I temi dei sogni possono essere collegati alla soppressione dei pensieri indesiderati e, di conseguenza, a un aumento del pensiero soppresso nei sogni.

Quindici buoni dormienti sono stati invitati a sopprimere un pensiero indesiderato 5 minuti prima di dormire. I risultati hanno dimostrato un aumento dei sogni sul pensiero indesiderato e sulla tendenza ad avere sogni più angoscianti. Inoltre, i dati implicano che la soppressione del pensiero può portare a sintomi di disturbo mentale significativamente aumentati.9

La ricerca ha indicato che gli stimoli esterni presentati durante il sonno possono influenzare il contenuto emotivo dei sogni. Ad esempio, lo stimolo positivo delle rose in uno studio ha prodotto sogni a tema più positivo, mentre lo stimolo negativo delle uova marce è stato seguito da sogni a tema più negativo.10

I sogni tipici sono definiti come sogni con contenuti simili riportati da un’alta percentuale di sognatori. Fino ad ora, le frequenze dei tipici temi onirici sono state studiate con questionari e questi hanno indicato che un ordine di rango di 55 tipici temi onirici è rimasto stabile su diverse popolazioni campione.82 I 55 temi dei sogni sono:

bambino che vola in sogno

  1. Scuola, insegnanti, studio
  2. Essere inseguiti o perseguitati
  3. Esperienze sessuali
  4. Caduta
  5. Arrivando troppo tardi
  6. Una persona ora in vita è morta
  7. Volare o librarsi nell’aria
  8. In mancanza di un esame
  9. Essere sul punto di cadere
  10. Essere congelati dallo spavento
  11. Una persona ora morta è viva
  12. Essere attaccato fisicamente
  13. Essere nudi
  14. Mangiare cibo delizioso
  15. Nuoto
  16. Essere rinchiusi
  17. Insetti o ragni
  18. Essere ucciso
  19. I tuoi denti cadono / perdono i denti
  20. Essere legato, incapace di muoversi
  21. Essere vestito in modo inappropriato
  22. Essere di nuovo bambino
  23. Provando ancora e ancora a fare qualcosa
  24. Essere incapace di trovare, o imbarazzato di usare un bagno
  25. Alla scoperta di una nuova stanza a casa
  26. Avere una conoscenza superiore o abilità mentale
  27. Perdere il controllo di un veicolo
  28. Fuoco
  29. Animali selvaggi e violenti
  30. Vedendo una faccia molto vicina a te
  31. serpenti
  32. Avere poteri magici
  33. Rilevare in modo vivido, ma non necessariamente vedere o sentire, una presenza nella stanza
  34. Trovare soldi
  35. Inondazioni o maremoti
  36. Uccidere qualcuno
  37. Vedermi morto
  38. Essere mezzo sveglio e paralizzato nel letto
  39. Lunatici o pazzi
  40. Guardarsi allo specchio
  41. Essere un membro del sesso opposto
  42. Essere soffocato, incapace di respirare
  43. Incontrando Dio in qualche modo
  44. Vedere un incidente di un oggetto volante
  45. terremoti
  46. Vedere un angelo
  47. Creature: parte animale, parte umana
  48. Tornado o forti venti
  49. Essere in un film
  50. Vedere extra-terrestri
  51. In viaggio verso un altro pianeta
  52. Essere un animale
  53. Vedere un UFO
  54. Qualcuno che abortisce
  55. Essere un oggetto

Gli autori hanno ipotizzato che un gruppo di sogni tipici (oggetto in pericolo, in caduta, inseguito o inseguito) sia correlato a conflitti interpersonali; un altro gruppo (volare, esperienze sessuali, trovare denaro, mangiare cibo delizioso) è associato a motivazioni libidiche; e un terzo gruppo (essere nudi, in mancanza di un esame, arrivare troppo tardi, perdere i denti, essere vestito in modo inadeguato) è associato alle preoccupazioni del superego.

Sensi

I sogni sono stati valutati in persone che soffrono di diversi tipi di mal di testa. I risultati hanno mostrato che le persone con emicrania avevano aumentato la frequenza dei sogni di gusto e odore.

suonare il violino in sogno

Ciò potrebbe suggerire che il ruolo di alcune strutture cerebrali, come l’amigdala e l’ipotalamo, sono implicati nei meccanismi di emicrania e nella biologia del sonno e del sogno.

La musica nei sogni è raramente riportata nella letteratura scientifica. Tuttavia, in uno studio di 35 musicisti professionisti e 30 non musicisti, i musicisti hanno sperimentato il doppio dei sogni di musica rispetto ai non musicisti. La frequenza del sogno musicale era legata all’età di inizio dell’istruzione musicale, ma non al carico quotidiano dell’attività musicale. Quasi la metà della musica richiamata non era standard, suggerendo che la musica originale può essere creata nei sogni.77

Dolore

Sebbene sia stato dimostrato che sensazioni dolorose localizzate e realistiche possono essere vissute nei sogni – sia attraverso l’incorporazione diretta o da ricordi del dolore – la frequenza dei sogni del dolore nei soggetti sani è bassa.

Ventotto vittime di ustioni non ventilate sono state intervistate per cinque mattine consecutive durante la loro prima settimana di ospedalizzazione. Risultati trovati:

  • Il 39% dei pazienti ha riferito di sogni di dolore.
  • Di quelli che hanno sperimentato sogni di dolore, il 30% dei loro sogni totali erano correlati al dolore.
  • I pazienti con sogni di dolore hanno mostrato evidenza di sonno peggiore, più incubi, assunzione maggiore di farmaci ansiolitici e punteggi più alti nella scala Impact of Event.
  • I pazienti con sogni di dolore hanno anche avuto la tendenza a segnalare un dolore più intenso durante le procedure terapeutiche.

Più della metà del campione non riportava sogni di dolore, ma questi risultati potevano suggerire che i sogni di dolore si verificano con maggiore frequenza nelle popolazioni sofferenti rispetto ai volontari normali.87

Autocoscienza

Recenti scoperte collegano l’attività EEG gamma frontotemporale alla consapevolezza cosciente nei sogni. Lo studio ha rilevato che l’attuale stimolazione nella banda gamma inferiore durante il sonno REM influenza l’attività cerebrale in corso e induce consapevolezza autoriflessiva nei sogni. I ricercatori hanno concluso che la coscienza di ordine superiore è correlata alle oscillazioni sincrone intorno a 25 e 40 Hz.20

Le relazioni

Ricerche recenti hanno dimostrato paralleli tra stili di attaccamento romantici e contenuto generale del sogno.

I risultati della valutazione di 61 studenti partecipanti a relazioni di fidanzamento impegnate della durata di sei mesi o più hanno rivelato un’associazione significativa tra la sicurezza dell’attaccamento relazionale e il grado in cui i sogni sui partner romantici sono stati seguiti. I risultati illuminano la nostra comprensione delle rappresentazioni mentali rispetto a specifiche figure di attaccamento.41

volante

C’è stato un aumento della percentuale di persone che riferiscono di volare nei sogni dal 1956 al 2000; gli investigatori hanno proposto questo aumento potrebbe riflettere la crescente quantità di viaggi aerei.68

Morte

Il contenuto onirico dei pazienti psichiatrici che erano stati ammessi a causa di tentativi di suicidio è stato confrontato con tre gruppi di controllo stazionario che erano stati ammessi per:

  • Depressione e ideazione suicidaria senza alcun tentativo
  • Depressione senza ideazione suicidaria
  • Commissione di un atto violento senza suicidio.

I risultati hanno confermato che sia i pazienti suicidi che quelli violenti hanno più contenuto di morte e violenza distruttiva nei loro sogni, ma anche che questa era una funzione della gravità della depressione e di certi tratti caratteriali come l’impulsività, piuttosto che essere specifici del comportamento stesso.100

Bambini

Uno studio che studia i sogni d’ansia in 103 bambini di 9-11 anni ha osservato: 86

pescatore ragazza lanciando arpione per catturare pesci d'oro

  • Le ragazze riportavano una frequenza più alta di sogni d’ansia rispetto ai ragazzi, sebbene non potessero ricordare i loro sogni più spesso.
  • Le ragazze sognavano più spesso dei ragazzi della perdita di un’altra persona, di cadute, di situazioni socialmente inquietanti e di piccoli animali, di animali come aggressori, di membri della famiglia (soprattutto fratelli) e di altre donne di identità conosciuta.

Uno studio su bambini e adolescenti di età compresa tra 10 e 17 anni, confrontando quelli con disturbi nevrotici con soggetti sani, trovati in mancini:

  • I soggetti esprimevano meno fattori di novità e frequente comparsa di fenomeni rari, come “déjà vu in veglia”, realtà, sogni “mescolati” (sovrapposti), sogni prolungati nel sonno ripetuto, frequenti cambi di personaggi e scene di azione.
  • Le peculiarità del sogno rilevate solo nei pazienti nevrotici ma non nei soggetti sani sono emerse come deficit di fenomeni lucidi, “sogno nei sogni” e sindrome da sogno reminiscenza nei sogni, che si trova solo nei mancini.

Gli emisferi destro e sinistro sembrano contribuire in modi diversi alla formazione di un sogno. Gli autori dello studio ritengono che l’emisfero sinistro sembri fornire l’origine dei sogni mentre l’emisfero destro fornisce vividezza, figuratività e livello di attivazione affettiva.88

Gravidanza

Durante gli studi che confrontano i sogni delle donne incinte e non gravide: 34,92

  • Rappresentazioni del bambino e del bambino erano meno specifiche nel terzo trimestre rispetto all’inizio del terzo trimestre e rispetto alle donne non gravide.
  • I gruppi in gravidanza hanno anche avuto più temi di gravidanza, parto e feto.
  • Il contenuto di parto era più alto in ritardo rispetto all’inizio del terzo trimestre.
  • I gruppi in stato di gravidanza avevano più elementi morbosi rispetto al gruppo non gravido.

Badante

Quelli che danno cura alla famiglia o ai pazienti spesso hanno sogni legati alla persona o alle cure prestate. Uno studio che segue i sogni di adulti che hanno lavorato per almeno un anno con pazienti presso centri ospedalieri degli Stati Uniti ha osservato: 36

  • I pazienti erano generalmente manifestamente presenti nei sogni dei partecipanti e i sogni erano in genere realistici.
  • Nel sogno, il sognatore di solito interagiva con il paziente come un guardiano, ma era anche tipicamente frustrato dall’incapacità di aiutare nel modo più completo possibile.

Lutto

È opinione diffusa che i sogni oppressivi sono frequenti nel lutto. Uno studio che analizza la qualità del sogno, così come il collegamento tra i sogni oppressivi in ​​lutto, ha scoperto: 38

  • I sogni opprimenti si sono verificati con una frequenza significativamente più alta nel primo anno di lutto
  • I sogni opprimenti erano significativamente associati all’ansia e ai sintomi depressivi.

In un altro studio su 278 persone in lutto: 37

  • Il 58% degli intervistati ha riferito dei sogni dei propri cari defunti, con diversi livelli di frequenza
  • La maggior parte dei partecipanti ha riferito che i loro sogni erano piacevoli o entrambi piacevoli e inquietanti, e pochi hanno riferito sogni puramente inquietanti
  • I temi dei sogni prevalenti includevano ricordi o esperienze passate piacevoli, il defunto libero dalla malattia, i ricordi della malattia del defunto o il tempo della morte, il defunto nell’aldilà che appariva tranquillo e in pace e il defunto che comunicava un messaggio
  • Il 60% dei partecipanti ha ritenuto che i loro sogni avessero avuto un impatto sul loro processo di lutto.

I sogni possono predire il futuro?

Alcuni sogni sembrano predire eventi futuri. Gli esperti suggeriscono che quando ciò accade, di solito è dovuto alla coincidenza, a una memoria falsa o all’inconscio che collega informazioni conosciute.

I sogni possono aiutare le persone a saperne di più sui loro sentimenti, credenze e valori. Immagini e simboli che appaiono nei sogni avranno significati e connessioni specifici per ogni persona.

Le persone che cercano di dare un senso ai loro sogni dovrebbero pensare a cosa significhi per loro ogni parte dei sogni. Libri o guide che danno significati specifici e universali a immagini e simboli potrebbero non essere utili.

Tutti sognano a colori?

I ricercatori hanno scoperto in uno studio che circa l’80% dei partecipanti di età inferiore ai 30 anni sognava a colori. A 60 anni, il 20% ha dichiarato di aver sognato a colori. Il numero di persone di età compresa tra i 20, i 30 e gli 40 anni che sognano a colori è aumentato dal 1993 al 2009. I ricercatori hanno ipotizzato che la televisione a colori potrebbe avere un ruolo nella differenza generazionale.114

Un altro studio che utilizzava sia i questionari che i diari dei sogni ha riscontrato che gli adulti più anziani avevano anche sogni in bianco e nero più dei partecipanti più giovani. Le persone anziane hanno riferito che sia i loro sogni a colori che i sogni in bianco e nero erano altrettanto vividi. Tuttavia, i partecipanti più giovani hanno affermato che i loro sogni in bianco e nero erano di qualità inferiore.115

Errori e errori di identificazione

Durante gli studi di neuroimaging che hanno esaminato l’attività cerebrale nel sonno REM, gli scienziati hanno scoperto che la distribuzione dell’attività cerebrale durante il sonno REM potrebbe anche essere collegata a specifiche caratteristiche del sogno. Diverse caratteristiche bizzarre dei sogni normali hanno somiglianze con ben note sindromi neuropsicologiche dopo danni cerebrali, come errate identificazioni deliranti per volti e luoghi.

Tossicodipendenti

Uno studio che segue il contenuto onirico degli abusatori di cocaina crack in Trinidad e Tobago durante l’astinenza in dettaglio: 89

  • 41 pazienti hanno riferito di sogni di droga durante il primo mese, principalmente utilizzando il farmaco (89,1%).
  • 28 hanno avuto sogni di droga a 6 mesi di follow-up, principalmente di usare o rifiutare il farmaco (60,9%).

Dimenticando i sogni

I ricercatori stimano che 5 minuti dopo un sogno, le persone hanno dimenticato il 50% del suo contenuto, aumentando fino al 90% un altro 5 minuti dopo. La maggior parte dei sogni sono completamente dimenticati dal momento in cui qualcuno si sveglia.

Non si sa esattamente perché i sogni siano così difficili da ricordare. Tuttavia, ci sono diversi passaggi che le persone possono intraprendere per migliorare il ricordo dei loro sogni. Questi includono:

  • Svegliarsi naturalmente e non con un allarme
  • Concentrarsi sul sogno il più possibile al risveglio
  • Scrivendo il più possibile sul sogno al risveglio
  • Rendere la registrazione dei sogni una routine

Chi sogna?

Le prove degli studi di laboratorio indicano che tutti sognano. Anche se una piccola percentuale potrebbe non ricordare affatto il sogno o affermare che non lo fanno, si pensa che la maggior parte delle persone sogni da 3 a 6 volte a notte, con ogni sogno che dura da 5 a 20 minuti.

Ci sono fattori che possono potenzialmente influenzare chi può ricordare i loro sogni, quanto del sogno rimane intatto e quanto è vivido.

Età

L’invecchiamento è spesso associato a cambiamenti nella coordinazione del sonno, nella struttura e nell’attività elettroencefalografica (EEG).

La letteratura scientifica concorda sul fatto che il ricordo dei sogni diminuisce progressivamente dall’inizio dell’età adulta – non nella vecchiaia – e che i resoconti dei sogni diventano meno intensi. Questa evoluzione si verifica più velocemente negli uomini rispetto alle donne, con differenze di genere nel contenuto dei sogni.55

Secondo un piccolo numero di articoli di ricerca, i pazienti che soffrono di demenza degenerativa sognano meno degli anziani sani. Nella malattia di Alzheimer, questo potrebbe essere collegato alla diminuzione del sonno REM e allo spreco di aree sensoriali associative dello strato esterno del cervello.

Genere

Uno studio su 108 sogni maschili e 110 femminili non ha riscontrato differenze tra la quantità di aggressività, cordialità, sessualità, personaggi maschili, armi o vestiti presenti nel contenuto del sogno. Tuttavia, i sogni delle donne presentavano un numero maggiore di familiari, neonati, bambini e ambienti interni rispetto agli uomini.98,99

In un altro studio, gli uomini hanno riportato più casi di sogni sull’aggressività rispetto alle donne. Le donne avevano sogni marginalmente più lunghi con più personaggi degli uomini. Gli uomini nello studio sognavano altri uomini il doppio delle volte che facevano per le donne, mentre le donne sognavano allo stesso modo entrambi i sessi.

Disordini del sonno

Il richiamo dei sogni è aumentato nei pazienti con insonnia e i loro sogni riflettono lo stress associato alla loro condizione. Il fattore stressante dei sogni legati alla respirazione nei pazienti con apnea del sonno è raro, mentre quelli con narcolessia hanno sogni più bizzarri e con toni negativi.62

Benessere

Uno studio ha testato l’ipotesi che il ricordo del sogno e il contenuto del sogno imitassero lo stato della relazione sociale del sognatore. I volontari degli studenti universitari sono stati valutati su misure di attaccamento, richiamo dei sogni, contenuto del sogno e altre misure psicologiche. I partecipanti classificati come “alti” su una scala di “attaccamento insicuro” erano significativamente più probabili (rispetto ai partecipanti che avevano ottenuto punteggi bassi sulla scala di attaccamento insicuro) a:

  • Segnala un sogno
  • Sogna “frequentemente”
  • Avere immagini più intense che contestualizzano forti emozioni nei loro sogni.

I volontari più anziani il cui stile di attaccamento era classificato come “preoccupato” erano significativamente più probabili (se confrontati con i partecipanti classificati come “in sicurezza”, come “evitanti” o “licenziati”) a:

  • Segnala un sogno
  • Segnala sogni con un numero medio di parole più alto per sogno.

Il richiamo del sogno era più basso per i soggetti “evitanti” e più alto per i soggetti “preoccupati”

Sogno-lag

Hai mai notato che spesso le immagini, le esperienze o le persone che emergono nei sogni sono immagini, esperienze o persone che hai visto di recente?

immagine astratta di testa e immaginazione

Spesso, i dettagli di un sogno sono stati visti prima, forse il giorno precedente o una settimana prima del sogno. Ricordare qualcosa di una settimana fa è noto come “l’effetto del sogno”. L’idea è che alcuni tipi di esperienze richiedono una settimana per essere codificati in una memoria a lungo termine, e alcune delle immagini del processo di consolidamento appariranno in un sogno.

I teorici della memoria suggeriscono che l’ippocampo (un’area profonda nel proencefalo che aiuta a regolare le emozioni, l’apprendimento e la memoria) prende gli eventi dal giorno precedente, ne seleziona alcuni da consolidare nella memoria a lungo termine e poi inizia a trasferirli alla neocorteccia (lo strato superiore del cervello che è diviso in quattro lobi principali: frontale, parietale, temporale e occipitale) per la conservazione permanente.

Il processo di trasferimento dura circa una settimana. Sognare può partecipare al trasferimento della memoria dall’ippocampo alla neocorteccia nel tempo.

Si dice che gli eventi vissuti mentre siamo svegli si trovino nell’1-2% delle segnalazioni dei sogni, sebbene il 65% delle segnalazioni dei sogni rifletta aspetti delle recenti esperienze di vita di veglia.

Gli autori di uno studio hanno trovato un tasso significativamente più alto di corrispondenza tra le esperienze di vita di veglia e le relazioni dei sogni quando le esperienze si sono verificate 1-2 o 5-7 giorni prima del sogno, rispetto a quando le esperienze si sono verificate 3-4 giorni prima del sogno. 44,55

L’effetto del ritardo del sogno è stato riportato in REM ma non nei sogni dello stadio 2 NREM (le fasi del sonno sono spiegate nella prossima sezione). Questi risultati possono fornire la prova di un processo di consolidamento della memoria dipendente dal sonno di 7 giorni specifico per il sonno REM, e metterebbe in evidenza l’importanza del sonno REM per il consolidamento della memoria emotiva.44,84

Cosa sognano i ciechi?

Gli studi hanno dimostrato che i partecipanti ciechi hanno un minor numero di impressioni visive rispetto ai partecipanti vedenti. I partecipanti congenitamente ciechi hanno riferito componenti più uditivi, tattili, gustativi e olfattivi rispetto ai partecipanti vedenti.I partecipanti ciechi e non vedenti non differivano rispetto al contenuto del sogno emotivo e tematico.21

Paraplegici e incapaci di ascoltare o parlare

Uno studio ha esplorato i diari del sogno di 14 persone con disabilità; quattro sono nati con paraplegia e 10 sono nati sordi e incapaci di parlare. Se confrontato con 36 individui normodotati, i risultati hanno mostrato che circa l’80% delle segnalazioni oniriche dei partecipanti non udenti non ha fornito indicazioni sulla loro compromissione.

Molti hanno parlato nei loro sogni, mentre altri hanno potuto ascoltare e capire la lingua parlata. Le relazioni sui sogni delle persone nate paralizzate hanno rivelato qualcosa di simile; spesso camminavano, correvano o nuotavano, nessuno dei quali avevano mai fatto nelle loro vite da svegli. 112

Non vi era alcuna differenza tra il numero di movimenti corporei nei resoconti dei sogni delle persone con paraplegia e quelli dei soggetti sordi e normodotati.

Un secondo studio ha trovato risultati simili. I ricercatori hanno esaminato i resoconti dei sogni di 15 persone che erano nate con paraplegia o che avevano avuto in seguito a causa di una lesione del midollo spinale. I loro rapporti hanno rivelato che 14 dei partecipanti con paraplegia avevano sogni in cui erano fisicamente attivi, e sognavano di camminare tanto spesso quanto i 15 partecipanti di controllo normodotati.113

Recenti studi sui sogni suggeriscono che il nostro cervello ha la capacità geneticamente determinata di generare esperienze che imitano la vita, compresi arti e sensi pienamente funzionanti, e che le persone che sono nate sorde o paralizzate si avvicinano probabilmente a queste parti del cervello quando sognano cose che loro non posso fare da sveglio.

Sviluppi recenti su contenuti onirici da notizie MNT

Collegamento tra i sogni di recitazione e lo sviluppo della demenza

Il più forte predittore di un uomo che sta sviluppando la demenza con corpi di Lewy – la seconda forma più comune di demenza negli anziani – è se egli compia i suoi sogni mentre dorme, i ricercatori della Mayo Clinic hanno scoperto. I pazienti hanno una probabilità cinque volte maggiore di avere demenza con corpi di Lewy se manifestano una condizione nota come disturbo del comportamento del sonno con movimenti oculari rapidi (REM) che se hanno uno dei fattori di rischio ora utilizzati per fare una diagnosi, come la cognizione fluttuante o le allucinazioni , lo studio ha trovato.

Articolo successivo: Come sogniamo? Cosa sono gli incubi?

Like this post? Please share to your friends: