Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Solo 1 ora di gioco può migliorare l’attenzione

Il cervello può essere colpito da solo 1 ora di riproduzione di videogiochi, secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista.

un uomo che gioca a un videogioco

Lo studio – che è stato condotto da scienziati dell’Università di Scienza e Tecnologia Elettronica della Cina a Chengdu – ha rilevato che i partecipanti che hanno trascorso 1 ora a giocare al videogioco hanno subito cambiamenti nell’attività cerebrale.

I partecipanti hanno anche dimostrato una migliore capacità di concentrarsi sulle informazioni rilevanti mentre schermano le distrazioni.

I ricercatori hanno reclutato 29 studenti maschi per partecipare allo studio. Un gruppo aveva almeno 2 anni di videogiochi d’azione e l’altro gruppo aveva meno di 6 mesi di esperienza giocando a questi videogiochi.

Il gruppo con più esperienza, o “esperti”, è stato classificato tra i primi 7 per cento dei giocatori. I “non esperti”, nel frattempo, erano classificati nell’11 per cento in meno.

L’attenzione visiva selettiva dei giocatori è stata valutata dai ricercatori prima e dopo aver giocato.

L’attenzione visiva selettiva è il modo in cui gli scienziati si riferiscono alla capacità del cervello di focalizzarsi, ignorando allo stesso tempo le informazioni meno rilevanti.

Concentrarsi su informazioni rilevanti in questo modo consuma energia cerebrale, quindi gli scienziati tendono a credere che le persone che sono molto brave a focalizzare la loro attenzione mentre filtrano le distrazioni mostrano un uso molto efficiente del loro cervello.

Il videogioco ha potenziato l’attività cerebrale, l’attenzione

Gli autori dello studio hanno misurato l’attenzione visiva selettiva con un test che coinvolgeva quadrati che lampeggiavano su diverse parti dello schermo di un computer.

In primo luogo, i partecipanti hanno mostrato brevemente un quadrato al centro dello schermo, seguito da un quadrato che lampeggiava altrove sullo schermo. I partecipanti dovevano quindi dire agli scienziati dove sullo schermo c’era il secondo quadrato, relativo al primo quadrato.

L’attività cerebrale dei partecipanti è stata anche monitorata durante il test di attenzione selettiva visiva utilizzando una macchina elettroencefalogramma (EEG).

Prima di giocare al videogioco, i partecipanti esperti avevano una maggiore attenzione visiva selettiva rispetto ai non esperti, ei loro risultati EEG mostravano un’attività cerebrale più attenta all’at- tenzione.

Dopo aver giocato per 1 ora, entrambi i gruppi hanno dimostrato una migliore attenzione visiva selettiva, riportando anche punteggi simili nel test post-partita.

Non solo, ma i ricercatori hanno scoperto che l’attività cerebrale dei non esperti aumentava dopo aver giocato il gioco, nella misura in cui i livelli di attività cerebrale tra esperti e non esperti erano ora comparabili.

Sebbene i risultati dimostrino un aumento misurabile sia dell’attività cerebrale che dei punteggi di attenzione visiva selettiva nei partecipanti dopo aver giocato un videogioco per 1 ora, gli autori spiegano che le loro scoperte non ci dicono su quanto tempo questi effetti potrebbero durare. Pertanto suggeriscono che sono necessari ulteriori studi al riguardo.

Vale la pena notare, inoltre, che questo studio è stato condotto in un piccolo gruppo di partecipanti – solo 29 uomini – quindi i suoi risultati dovrebbero essere interpretati con cautela.

Nuovi risultati aggiungono a prove crescenti

Alcuni studi precedenti hanno anche scoperto che i videogiochi di azione come e possono migliorare l’attenzione visiva.

Una revisione del 2010 della ricerca disponibile, ad esempio, ha suggerito che giocare ai videogiochi può essere utile per migliorare l’attenzione nella formazione e nell’educazione militare.

Come ha spiegato Bjorn Hubert-Wallander, l’autore principale di questa recensione, “l’attenzione visiva è fondamentale per prevenire il sovraccarico sensoriale, poiché il cervello è costantemente confrontato con una quantità schiacciante di informazioni visive”.

“È un’abilità”, ha detto, “che è particolarmente enfatizzata durante attività visivamente impegnative come guidare un’auto o cercare la faccia di un amico in mezzo alla folla, quindi non sorprende che gli scienziati siano da tempo interessati a modi per modificare, estendere e valorizzare le diverse sfaccettature dell’attenzione visiva. “

Like this post? Please share to your friends: