Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Sonnambulismo: cause, sintomi e trattamento

Il sonnambulismo (sonnambulismo) è un tipo di parasonnia, un comportamento anormale di disturbo che si verifica durante il sonno. Più comunemente visto nei bambini di età compresa tra 3-8 anni, il sonnambulismo è ereditario e si risolve tipicamente spontaneamente durante l’adolescenza.

I sonnambuli possono saltare fuori dal letto, camminare o anche recitare in attività diverse, che vanno dal mangiare e riorganizzare i mobili all’uscita dalla casa e alla guida di un’auto. Le persone che dormono di solito non hanno memoria dell’evento.

La causa del sonnambulismo non è ben compresa e raramente comporta problemi medici o psichiatrici di base. Il trattamento del sonnambulismo è incentrato sul miglioramento dell’igiene del sonno, sull’identificazione e sulla gestione dei potenziali fattori scatenanti e sulla salvaguardia del soggetto sonnambulico da eventuali danni.

Fatti veloci sul sonnambulismo

Ecco alcuni punti chiave sul sonnambulismo. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Le parassomnie, comuni nella popolazione generale, si presentano come transizioni cerebrali tra il sonno del movimento oculare rapido (REM), il sonno del movimento oculare non rapido (NREM) e la veglia
  • Il sonnambulismo è una disconnessione incompleta della veglia dal sonno che si verifica durante il sonno NREM
  • Il sonnambulismo si verifica in circa il 15% dei bambini, con un picco tra gli 8 e i 12 anni e in genere si risolve durante l’adolescenza
  • I bambini che dormono spesso parlano nel sonno e hanno terrori notturni
  • Per la maggior parte dei bambini, il trattamento non è necessario; il bambino di solito non è consapevole dell’evento al momento dell’evento e non ricorda l’evento al mattino
  • Nel 20% dei casi il sonnambulismo infantile continua fino all’età adulta
  • Il sonnambulismo degli adulti colpisce il 2,5% della popolazione generale
  • Circa 1 persona su 3 salirà a un certo punto della propria vita
  • Gli individui hanno un rischio aumentato di 10 volte o più di sviluppare sonnambulismo se uno o entrambi i genitori erano sonnambuli
  • Lo stress può svolgere un ruolo significativo nell’innescare il sonnambulismo
  • Il consumo di droghe e alcol è stato collegato all’attività del sonnambulismo
  • I sonnambuli dovrebbero essere tenuti al sicuro e guidati delicatamente a letto senza essere completamente svegliati.

Cos’è il sonnambulismo?

Il sonnambulismo è una parasonnia, un evento indesiderato che si verifica durante il sonno. Altre parasomnie includono paralisi del sonno, risvegli di confusione e terrori notturni.

Sleepwalking su un tetto.

Il sonnambulismo è un disturbo dell’eccitazione che si verifica mentre il cervello si trova in un sonno profondo e non rapido (NREM stadi 3 e 4). Questo periodo di sonno avviene durante il primo terzo della notte.

In un certo senso, il sonnambulismo è un errore nei tempi e nell’equilibrio, in cui qualcosa scatena il cervello dal sonno profondo e in uno stato di transizione tra il sonno e la veglia. Poiché il sogno si manifesta solo durante il sonno REM (rapido movimento oculare), i sonnambuli non recitano i loro sogni.

Un evento di sonnambulismo può durare da alcuni minuti fino a un’ora.

Gli individui con questo tipo di parasonnia che si svegliano durante il sonno sono generalmente disorientati e confusi. La mente dell’individuo sonnambulismo dorme, ma il suo corpo è sveglio, permettendo all’individuo di eseguire comportamenti complessi come mangiare, camminare e conversare.

Durante gli episodi di sonnambulismo, l’individuo mostra una diminuzione della consapevolezza e della reattività nei confronti dell’ambiente circostante. Il sonnambulo sembra goffo e potrebbe inciampare sui mobili, camminare negli specchi, camminare attraverso una finestra o cadere le scale, con conseguenti possibili lesioni.

La frequenza degli episodi di sonnambulismo varia da persona a persona. Alcuni hanno solo eventi isolati e rari, mentre altri possono avere più eventi per notte.

La maggior parte degli episodi di sonnambulismo non provoca alcun danno o lesione accidentale. Gli individui probabilmente torneranno a letto senza incidenti, o potrebbero ritrovarsi a svegliarsi in un altro luogo della casa.

Cause del sonnambulismo

N-REM è la parte più profonda del ciclo del sonno, quando il cervello è più resistente al risveglio. Questo periodo di sonno è quando il cervello si ripara e bilancia i necessari prodotti chimici e ormoni.

La causa esatta del sonnambulismo non è ben compresa, anche se la ricerca suggerisce che i bambini sono più vulnerabili perché il cervello di un bambino sta ancora maturando.

I trigger noti del sonnambulismo includono:

  • Disturbi del sonno comorbidi, in particolare apnea ostruttiva del sonno (OSA)
  • Privazione del sonno
  • alcool
  • Febbre o malattia
  • Ciclo mestruale o gravidanza
  • Esercizio estremo o affaticamento
  • Stimoli ambientali
  • Pienezza della vescica
  • Dormire in un ambiente strano
  • Stress emotivo o situazionale
  • Ansia da separazione infantile
  • Farmaci inclusi fenotiazine, idrato di cloralio, zolpidem e litio.

Alcune condizioni mediche come ictus, trauma cranico, emicrania o disturbi convulsivi possono anche contribuire a episodi di sonnambulismo.

Segni e sintomi del sonnambulismo

Il sonnambulismo è un termine generale che può coinvolgere molte varietà di movimenti e attività che non sono tipiche del sonno. Alcuni comportamenti possono essere bizzarri e potenzialmente letali, come guidare un’auto o scaricare un’arma.

Donna che inizia a dormire.

Esempi di sonnambulismo includono:

  • Seduto sul letto con uno sguardo vuoto
  • Camminando per la stanza o la casa
  • Urinare in luoghi inappropriati (ad esempio, in un armadio)
  • Riorganizzare i mobili
  • Salendo una finestra
  • Lasciando la casa
  • Guidando una macchina
  • Coinvolgere nell’attività sessuale.

Sebbene la maggior parte degli incidenti sonnambulici siano innocui, il sonnambulismo può essere pericoloso e può portare a gravi danni per l’individuo che sta vivendo l’evento, così come per gli astanti innocenti.

L’individuo sonnambulismo è in uno stato alterato di coscienza e ha un giudizio compromesso.Quando vengono informati del loro comportamento a base di sonnambulismo il giorno dopo, possono rimanere sbalorditi, senza alcun ricordo del loro comportamento notturno. Alcuni sonnambuli adulti sono più adatti a ricordare frammenti o vaghe impressioni dell’evento.

Diagnosi di sonnambulismo

Tutti gli individui che hanno esperienza di più di un episodio di sonnambulismo occasionale dovrebbero vedere un fornitore di assistenza sanitaria per una valutazione completa. Il più delle volte, il sonnambulismo può essere diagnosticato raccogliendo una buona storia.

Il fornitore esaminerà l’anamnesi del paziente e lo stato di salute attuale. Chiederanno un diario di sonno / veglia che fornisca dettagli su eventi come il tempo di un evento, quanto tempo è durato, quali movimenti e azioni sono stati coinvolti e se ci sono stati inneschi identificabili. Possono essere eseguiti anche esami del sangue per escludere uno squilibrio ormonale.

Per cercare altri disturbi del sonno esistenti come l’OSA, uno studio del sonno (polisonnografia) può essere raccomandato per gli adulti sonnambulismo. Un electroencephalogram (EEG) può anche essere ottenuto per determinare se il sonnambulismo potrebbe essere un tipo di sequestro. Anomalie EEG sono state segnalate nel 47% dei pazienti con parasonnia.

Trattamento e prevenzione del sonnambulismo

Sebbene la qualità del sonno non sia generalmente influenzata dall’occasionale sonnambulismo, episodi ricorrenti di sonnambulismo possono non solo portare a preoccupazioni significative sia per gli individui sonnambulici che per le loro famiglie, ma possono anche causare danni al sonnambulo.

Una signora dorme comodamente.

Episodi di sonnambulismo che si verificano raramente (da una a due volte al mese) non richiedono cure mediche ma piuttosto rassicurazione sul fatto che il sonnambulismo è una condizione benigna che alla fine si risolve da sola.

Poiché il sonnambulismo può causare incidenti e autolesionismo a causa di cadute o uscite di casa, è necessario adottare misure di sicurezza.

Le misure di sicurezza del sonnambulismo includono:

  • Chiusura di finestre e porte che conducono all’esterno
  • Mettendo i materassi direttamente sul pavimento o utilizzando un sacco a pelo
  • Mantenere la zona notte sgombra e rimuovere oggetti pericolosi dalla camera da letto, inclusi specchi e ostruzioni del pavimento
  • Mantenere le armi da fuoco o altre armi bloccate e fuori dalla portata
  • Usando imbottiture su mobili nelle vicinanze e il pavimento accanto al letto
  • Usando una camera da letto al piano terra in una casa a più livelli
  • Installazione di un allarme porta camera da letto
  • Equipaggia la parte superiore delle scale con una barriera o cancello bambino.

Non tutti gli episodi di sonnambulismo possono essere prevenuti. Tuttavia, è possibile ridurre la frequenza degli episodi conoscendo e gestendo i trigger comuni che sono sotto il controllo di un individuo.

La gestione del sonnambulismo comprende:

  • Mantenere un programma di sonno regolare e dormire bene
  • Mantenere un ambiente accogliente con letti confortevoli, temperature fresche e copri finestra oscuranti
  • Eliminare e gestire lo stress è essenziale per tenere sotto controllo il sonnambulismo
  • Gestione dei farmaci: ci sono anche terapie farmacologiche che possono essere utilizzate per controllare i sintomi – le scelte di farmaci possono includere lorazepam, clonazepam, amitriptilina o trazodone.

Trattare qualsiasi altro disturbo del sonno come OSA, sindrome delle gambe senza riposo o altri problemi medici come il reflusso gastroesofageo, la depressione e l’ansia può aiutare ad alleviare il sonnambulismo.

Sviluppi recenti sul sonnambulismo da notizie MNT

Gli sonnambuli non sentono dolore negli incidenti

Anche se i sonnambuli hanno un aumentato rischio di mal di testa ed emicrania quando sono svegli, mentre si dorme nel sonno, è improbabile che provino dolore anche dopo aver subito un infortunio. Questi sono i risultati della ricerca pubblicata sulla rivista.

Lo studio identifica il rischio genetico per il sonnambulismo dell’infanzia

Secondo l’American Academy of Sleep Medicine, ben il 17% dei bambini sonnambula. Ora, un nuovo studio suggerisce che i bambini sono molto più propensi a farlo se i loro genitori hanno una storia di sonnambulismo, indicando che potrebbe esserci un elemento genetico alla malattia.

Il sonnambulismo è una parasonnia, un evento indesiderato che si verifica durante il sonno. Funziona in famiglie e si verifica più spesso nei bambini piccoli. Anche se in genere si risolve per via dell’adolescenza, il 20% dei bambini sonnambulismo continuerà a dormire nella loro età adulta.

Per la maggior parte delle persone, il sonnambulismo è innocuo. La gestione del sonnambulismo consiste nel mantenere un programma di sonno-veglia regolare per garantire quantità adeguate di sonno, modifiche ambientali e comportamentali per promuovere la sicurezza e identificare ed evitare potenziali fattori scatenanti.

Like this post? Please share to your friends: