Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Spasmo emifacciale: cosa devi sapere

Lo spasmo emifacciale è una condizione in cui i muscoli si contraggono in tic o contrazioni su un lato del viso, di solito a sinistra. Le persone non hanno il controllo su questi spasmi e molto spesso continuano anche durante il sonno.

Lo spasmo emifacciale di solito non è doloroso e non è considerato pericoloso per la salute. Nei casi avanzati, tuttavia, gli occhi possono rimanere schiacciati per un tempo sufficiente a diventare pericolosi durante la guida, ad esempio.

Sia gli uomini che le donne possono sviluppare queste contrazioni facciali, ma le donne, specialmente le donne di mezza età e anziane, sviluppano uno spasmo emifacciale a circa il doppio del tasso di uomini. La condizione è anche un po ‘più comune nelle persone asiatiche.

È una condizione rara, vista in circa 11 persone su 100.000.

tipi

sagoma della testa umana che mostra il nervo facciale

Lo spasmo emifacciale è diverso dalle altre condizioni nervose e muscolari che interessano il viso perché tende a colpire solo un lato del viso.

Tuttavia, ci sono differenze tra ciò che è considerato tipico per lo spasmo emifacciale e altre forme della condizione.

Uno studio su 215 persone esaminate per spasmo emifacciale ha rilevato che:

  • Il 62 percento era probabilmente causato da una vena che esercitava pressione sul nervo facciale
  • Il 18 percento aveva tic che imitavano lo spasmo emifacciale ma non erano in realtà esempi della malattia
  • L’11% era dovuto alla paralisi di Bell
  • Il 6% era il risultato di lesioni al nervo facciale
  • Il 2% era legato a cause ereditarie

Meno dell’1% dei casi è stato causato da danni diretti ai nervi o al sistema circolatorio del cervello

Sintomi

Il primo segno di spasmo emifacciale è di solito una contrazione nei muscoli della palpebra sinistra. Questi spasmi possono essere abbastanza forti da chiudere l’occhio e causare la formazione di lacrime.

Se non trattata, i sintomi dello spasmo emifacciale possono diventare più gravi e influenzare sempre più i muscoli facciali. Le contrazioni possono colpire i muscoli della bocca e tirarla da un lato.

Nel corso del tempo, tutti i muscoli su un lato del viso possono essere tirati in un cipiglio permanente. Alcuni individui possono sviluppare spasmi su entrambi i lati del viso.

Il dolore all’orecchio, un “clic” nell’orecchio e i cambiamenti nell’udito possono anche essere sintomi di questa condizione. A volte si verifica anche perdita dell’udito.

Circa il 13% delle persone che hanno preso parte a uno studio ha riportato una perdita dell’udito. Tuttavia, questa perdita uditiva non sembra riguardare quanto gravi fossero i sintomi di spasmo emifacciale.

I sintomi di spasmo emifacciale di solito si sviluppano quando le persone hanno tra i 40 ei 50 anni di età.

Le cause

Lo spasmo emifacciale è causato dall’irritazione del settimo nervo cranico. Questo nervo è noto come il nervo facciale e controlla i muscoli del viso. Trasmette anche informazioni sul senso del gusto dalla lingua e sensazioni nell’orecchio.

La fonte più frequente di irritazione è una piccola arteria che preme sul nervo facciale vicino al tronco encefalico. Altre potenziali cause includono:

  • un tumore benigno o lesione che preme sul nervo
  • grappoli anormali di vasi sanguigni alla nascita
  • lesione dei nervi

Sono stati identificati casi ereditari di spasmo emifacciale, sebbene non siano comuni.

In alcuni casi, lo spasmo emifacciale è il primo sintomo di sclerosi multipla o SM. Quando le persone hanno la SM, il loro sistema immunitario attacca il sistema nervoso centrale, provocando un’ampia varietà di sintomi.

Tuttavia, questo è estremamente raro, con studi scientifici che mostrano solo da 1 a 6 casi su centinaia di casi in cui la SM è stata identificata come la causa di uno spasmo emifacciale.

Anche se è raro, i medici hanno ancora bisogno di controllare la SM come possibile causa quando le persone sotto i 40 anni hanno uno spasmo emifacciale.

Diagnosi

dottore guardando scansioni MRI cerebrali

I tic facciali sono il segno chiave dello spasmo emifacciale. I medici osserveranno la persona e prenderanno una storia medica, notando quanto sono gravi le contrazioni e per quanto tempo la persona le ha avute.

Il medico utilizzerà quindi i test di imaging medico per scoprire cosa è irritante per il nervo facciale e escludere la possibilità che tumori o lesioni cerebrali siano la causa. Questi test possono includere:

  • imaging a risorse magnetiche (MRI)
  • tomografia computerizzata (TC)
  • angiografia (arteriografia)

Se i test di imaging non trovano tumori o lesioni, i medici presumibilmente presumono che la pressione da un vaso sanguigno causi lo spasmo emifacciale. Tuttavia, questi test non riescono a localizzare il vaso sanguigno che sta irritando il nervo facciale, perché i vasi sanguigni sono così piccoli.

Uno spasmo emifacciale può essere confuso con altri disturbi del movimento che colpiscono il viso. Questi includono tic nervosi facciali e spasmi delle palpebre. Queste due condizioni interessano diverse aree del viso e non solo un lato, il che aiuta i medici a diagnosticare accuratamente questa condizione.

Prevenzione

Ad oggi, i ricercatori non hanno scoperto alcun modo di prevenire gli spasmi emifacciali.

Poiché gli spasmi sono involontari, l’unico modo per prevenire l’insorgenza di contrazioni muscolari una volta che la condizione si sviluppa è attraverso il trattamento.

Lo stress, la stanchezza e l’ansia hanno dimostrato di peggiorare la condizione, quindi le persone che cercano di minimizzare i sintomi potrebbero voler cercare di evitare questi trigger, ove possibile.

Trattamento

I due modi principali per trattare lo spasmo emifacciale sono attraverso iniezioni o interventi chirurgici.

iniezioni

I colpi di tossina botulinica (Botox) sono usati per paralizzare i muscoli facciali e fermare le contrazioni.

Questi trattamenti sono utili per l’85-95% delle persone. Gli effetti si esauriscono dopo 3 o 6 mesi, quindi gli utenti avranno bisogno di un trattamento di follow-up su base regolare.

Chirurgia

uomo che ha l'iniezione di botox per affrontare

Sebbene la chirurgia sia più coinvolgente e invasiva, fornisce anche un sollievo più permanente e immediato.

In una procedura nota come decompressione microvascolare, un chirurgo sposta l’arteria irritante dal nervo facciale e posiziona un cuscinetto sul nervo per proteggerlo dalla compressione futura.

Questo intervento è segnalato per essere efficace per l’85% delle volte. È considerato particolarmente utile per i giovani e quelli nelle prime fasi di questa condizione.

Questa procedura ha alcuni rischi, con uno studio che ha riscontrato un rischio dell’udito da 1,5 a 8% a causa di questo intervento chirurgico.

Il trattamento con farmaci da solo non è stato trovato per essere efficace per questa condizione.

prospettiva

Lo stress causato da contrazioni incontrollabili di questa condizione è uno degli effetti collaterali più importanti dello spasmo emifacciale. Tuttavia, poiché le persone possono alleviare i loro sintomi con iniezioni o interventi chirurgici, le prospettive possono essere buone.

È importante per le persone cercare un trattamento e assumere un ruolo attivo nelle loro cure. È probabile che le loro condizioni peggiorino se non vengono trattate, quindi dovrebbero essere a conoscenza di tutte le opzioni di trattamento disponibili.

Uno studio ha rilevato che quasi il 50% delle persone trattate da una squadra ha dovuto apprendere l’opzione chirurgica per lo spasmo emifacciale attraverso i propri sforzi.

Like this post? Please share to your friends: