Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Splenda: è sicuro?

Con le crescenti tendenze dell’obesità e del diabete di tipo 2, molte persone stanno cercando dei dolcificanti alternativi per alleviare le loro voglie di zucchero.

Il sucralosio, noto con il nome commerciale Splenda, è un dolcificante artificiale approvato per uso generale come sostituto dello zucchero. Ma Splenda è sicuro?

Qui spieghiamo che cos’è Splenda, come viene usata e cosa dice la scienza di questo sostituto dello zucchero. Lo confrontiamo anche con la stevia, un’altra popolare alternativa allo zucchero.

Fatti veloci su Splenda

Ecco alcuni punti chiave su Splenda. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Splenda è 600 volte più dolce dello zucchero, ma fornisce pochissime calorie
  • Splenda è indicato come un dolcificante ad alta intensità
  • Esistono cinque dolcificanti artificiali approvati per l’uso negli Stati Uniti, tra cui Splenda
  • Sebbene Splenda sia considerato sicuro da consumare, la ricerca recente mette in discussione il suo ruolo nella malattia

Panoramica

Cos’è Splenda?

[Pacchetto Splenda]

Splenda è un dolcificante artificiale di marca. È usato come sostituto dello zucchero da persone in cerca di alternative a basso contenuto calorico alle loro prelibatezze quotidiane.

I dolcificanti come Splenda imitano la dolcezza dello zucchero, senza le calorie.

La dolcezza di Splenda è dovuta a un composto chiamato sucralosio, un tipo di zucchero artificiale indigeribile. Questo è fatto sostituendo certi atomi di zucchero con gli atomi di cloro.

Il sucralosio è anche combinato con altri dolcificanti digeribili come la maltodestrina per rendere Splenda. Splenda è circa 600 volte più dolce dello zucchero; questo è il motivo per cui i dolcificanti come Splenda sono noti come edulcoranti ad alta intensità.

Da quando è stato introdotto nel 1998, Splenda è diventato uno dei dolcificanti artificiali più popolari sul mercato.

usi

usi

Splenda è un dolcificante generale che può essere trovato in tutto, dai prodotti da forno alle bevande. Anche i dessert congelati, la gomma da masticare e le gelatine sono comunemente addolciti con Splenda; gli alimenti dietetici di tutti i tipi contengono il dolcificante.

Mentre molti dolcificanti artificiali hanno un sapore dolce quando vengono mescolati al caffè o al tè, molti non possono essere usati in altri modi; questo perché molti di loro perdono la loro dolcezza quando riscaldati. Splenda, d’altra parte, è stabile a temperature fino a 450 gradi Fahrenheit. Per questo motivo, Splenda è un’alternativa di zucchero preferita in molte ricette.

Tuttavia, ci sono alcuni svantaggi nell’usare Splenda per sostituire lo zucchero. I dolcificanti artificiali non agiscono allo stesso modo dello zucchero da tavola normale. Per esempio, i dolcificanti artificiali non possono caramellare o colorire come lo zucchero.

Approvazione

Approvazione

Il sucralosio in Splenda è uno dei cinque dolcificanti artificiali che sono stati approvati per l’uso negli Stati Uniti. Gli altri sono:

  • aspartame
  • neotame
  • Saccarina
  • Acesulfame potassio

La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha concluso che Splenda era sicuro dopo aver esaminato una grande quantità di informazioni, tra cui rapporti tossicologici, studi clinici e studi clinici. Splenda è stato approvato per uso generale nel 1999 e da allora non è stato rimosso dalla lista.

Sicurezza

Sicurezza

Dalla sua scoperta fino a poco tempo fa, Splenda era considerato sicuro da consumare. Questo potrebbe non essere del tutto vero, comunque.

Splenda è sempre stato considerato biologicamente inerte, il che significa che passa attraverso il corpo umano intatto. Tuttavia, un recente articolo pubblicato ha notato che alcuni dei dolcificanti ingeriti sono metabolizzati, il che significa che non è del tutto inerte.

Ci sono altre interazioni che i ricercatori medici stanno attualmente studiando; per esempio, il sucralosio ingerito è stato collegato a livelli alterati di microbi intestinali nei topi; e si ritiene che la cottura con sucralosio possa produrre composti tossici chiamati cloropropanoli.

[Pacchetti Splenda]

Studi sull’uomo e sui roditori indicano anche che il sucralosio potrebbe alterare i livelli di glucosio e di insulina nel sangue. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati, ma ciò mette in discussione l’idea che il composto sia inerte.

Ricerche recenti, pubblicate nel, suggeriscono che Splenda potrebbe avere un ruolo in alcuni tipi di cancro.

I ricercatori hanno somministrato ai topi vari livelli di sucralosio e hanno rilevato gli effetti che il dolcificante ha avuto nel corso della loro vita.

Nel complesso, il team ha notato un aumento dei tumori maligni con l’aumento del loro apporto di sucralosio. In particolare, i ricercatori hanno trovato una maggiore incidenza di leucemia nei topi maschi associati all’assunzione di sucralosio.

I risultati delle squadre vanno contro i dati noti su sucralose fino a questo punto; notano che, a causa della popolarità di Splenda, gli studi di follow-up dovrebbero essere considerati urgenti. Saranno necessari studi sull’uomo per stabilire la connessione, se esiste, tra cancro e sucralosio.

In gran parte a causa di questo studio, il Centro per la Scienza nell’interesse pubblico (CSPI) ha recentemente declassato la valutazione di sicurezza del sucralosio per la seconda volta, da “cautela” a “evitare”. Tuttavia, Michael F. Jacobsen, presidente del CSPI, ha osservato che:

“Il rischio rappresentato dal consumo eccessivo di zucchero e sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, in particolare da soda e altre bevande zuccherate, dal diabete, dalle malattie cardiache e dall’obesità, supera di gran lunga il rischio di cancro rappresentato dal sucralosio e dalla maggior parte degli altri dolcificanti artificiali. “

Per questo motivo, Splenda può ancora essere l’opzione di scelta per le persone che cercano di consumare bevande analcoliche e bevande zuccherate senza le calorie e aumentare i livelli di glucosio nel sangue. Tuttavia, acqua, tè non zuccherato e acqua gassata con una spruzzata di succo di frutta sono tutte opzioni salutari che possono sostituire bevande zuccherate o bevande zuccherate con dolcificanti artificiali come Splenda.

Splenda vs stevia

Splenda vs. stevia

Un altro dolcificante che ha guadagnato popolarità recentemente è la stevia.I prodotti a base di Stevia non si basano affatto sullo zucchero, ma piuttosto sulla pianta. Conosciuta semplicemente come yerba dulce nella sua nativa America del Sud, la stevia viene esplorata come un’opzione di edulcorante relativamente nuova.

La dolcezza della stevia deriva da composti naturali chiamati glicosidi steviolici, che vengono estratti dalla pianta per creare vari dolcificanti. Come Splenda, i glicosidi steviolici sono dolcificanti non nutritivi, il che significa che non forniscono calorie dietetiche.

Questi estratti di stevia sono 200-400 volte più dolci dello zucchero da tavola. Estratti di stevia che sono glicosidi steviolici al 95% sono generalmente riconosciuti come sicuri (GRAS) dalla FDA. I prodotti contenenti glicosidi steviolici vengono solitamente indicati come il dolcificante “stevia”, piuttosto che la pianta stessa.

[Foglie di stevia essiccate]

È importante notare che, sebbene l’intera foglia di stevia stessa sia tradizionalmente utilizzata, questo non è considerato GRAS. L’importazione dell’intera foglia o degli estratti grezzi negli Stati Uniti non è consentita, sebbene l’intera pianta possa essere acquistata e cresciuta.

Quelli con diabete di tipo 2 o che vogliono perdere peso possono considerare Splenda e stevia come opzioni, in quanto entrambi forniscono una sensazione dolce senza l’aumento di calorie o zucchero.

Quando si confrontano Splenda e Stevia, la dolcezza è una delle cose da considerare.

Il sucralosio è 600 volte più dolce dello zucchero, e la stevia è 200-400 volte più dolce, quindi inizialmente è necessario meno Splenda per soddisfare la paletta. Nel tempo, tuttavia, gli edulcoranti ad alta intensità cambiano il modo in cui il cervello risponde ai gusti dolci e può aumentare le voglie dolci complessive.

L’assunzione giornaliera accettabile (DGA) di Splenda, stabilita dalla FDA, è leggermente superiore a quella della stevia. La persona media può consumare circa 23 porzioni di Splenda ogni giorno (1 porzione = 1 pacchetto di dolcificazione da tavolo). Per la stevia, il numero di porzioni al giorno è nove. Tuttavia, a livelli di assunzione inferiori alla DGA, sono stati osservati cambiamenti nei batteri intestinali e aumento di peso negli studi sia per Splenda che per la stevia.

Consumare troppa stevia può causare nausea, gonfiore, vertigini, dolori muscolari e intorpidimento.

Il consumo eccessivo di dolcificanti artificiali può causare diarrea, gonfiore, gas o avere un effetto lassativo in alcune persone. C’è anche la possibilità di una reazione allergica, quindi è importante prestare attenzione a eventuali cambiamenti nel corpo.

Se un individuo manifesta un effetto collaterale negativo, dovrebbe consultare un medico.

Like this post? Please share to your friends: