Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Spondilite anchilosante: tecniche radiografiche e di imaging

I raggi X e altre tecniche di imaging per la spondilite anchilosante sono una parte importante per ottenere una diagnosi accurata di questa condizione.

L’imaging aiuta i medici a riconoscere i segni di spondilite anchilosante e a raccomandare il trattamento.

Ci sono alcuni metodi diversi che vengono utilizzati nel processo. Ci possono anche essere alcuni rischi per le persone da considerare.

Panoramica

[persona con dolore alla schiena su sfondo rosa]

La spondilite anchilosante (AS) è una malattia infiammatoria cronica che colpisce più comunemente le articolazioni della schiena e del sacro-iliaco. Queste articolazioni sono costituite dalle ossa vicino ai fianchi e dalla parte inferiore della schiena, chiamate sacro e ileo.

AS provoca rigidità e dolore che possono peggiorare progressivamente. Mentre la condizione progredisce, può verificarsi anchilosi.

L’anchilosi è il processo di un’articolazione che diventa rigida o fissa o di fusione delle ossa.

Nei casi di AS progressivo, è normale che una o più ossa nella colonna vertebrale si fondano insieme. Le articolazioni sacro-iliache possono fondersi completamente.

Ci sono altri casi di anchilosi in AS. Tuttavia, questi tipi di fusioni sono solo due dei segni che i medici cercano quando usano i raggi X o altre tecniche di imaging per verificare la presenza di AS.

Uso della radiografia nella diagnosi di AS

I raggi X producono una luce ad alta energia che può penetrare attraverso oggetti che la luce normale non può. Le onde di luce emesse dai raggi X possono passare attraverso i capelli e la pelle, ma sono bloccate dalle ossa.

Quando una parte del corpo viene scansionata con una radiografia, viene prodotta un’immagine dell’interno del corpo. I raggi X sono comunemente usati in campo medico per monitorare i denti e le ossa. Il processo di acquisizione di queste immagini si chiama radiografia.

I raggi X e la radiografia sono molto importanti nella diagnosi e nel monitoraggio dell’AS.

Quando un medico o un reumatologo sospetta che una persona soffra di AS, di solito esegue alcuni esami del sangue e ordina i raggi X della colonna vertebrale e delle articolazioni sacro-iliache.

I problemi nelle articolazioni sacro-iliache sono segni distintivi dell’AS, il che significa che i sintomi che compaiono nelle articolazioni sacro-iliache sono forti indicatori che qualcuno ha AS.

[radiografia della spondilite anchilosante con articolazioni sacro-iliache ha fuso le immagini di Wellcome]

I segni tipici includono un allargamento o assottigliamento dell’articolazione sacroiliaca. In una persona con AS che è progredita, l’articolazione può apparire molto sottile o non visibile affatto.

I medici scattano anche immagini della colonna vertebrale per aiutarli con una diagnosi. I segni distintivi dei problemi spinali in AS sono piccoli speroni ossei chiamati sindesmofiti, che sono sottili proiezioni di osso che sporgono dagli angoli delle vertebre.

L’infiammazione causata da AS può continuare a risalire la colonna vertebrale man mano che la condizione progredisce. I medici useranno i raggi X per cercare questi segni. Le articolazioni su ciascun osso nella colonna vertebrale possono infiammarsi, portando infine a due o più ossa che si fondono insieme.

In coloro che hanno difficoltà a respirare, i medici prenderanno un’immagine delle articolazioni in cui le costole si collegano alla colonna vertebrale. Le articolazioni qui possono diventare fuse e limitare fortemente la respirazione e la capacità polmonare del paziente. Questo influenzerà spesso anche la postura.

I medici usano questi raggi X per aiutarli a diagnosticare AS, ma sono anche utili se una persona sa già di avere AS. Le immagini consentono ai medici di vedere fino a che punto il disturbo è progredito. Questo può aiutare a creare un piano di trattamento, specialmente nei casi in cui vengono prese in considerazione le opzioni di droga.

Altre tecniche di imaging

I raggi X sono il modo più comune per i medici di dare un’occhiata alle ossa, ma non sono le uniche tecniche di imaging utilizzate per diagnosticare AS. Alcune altre tecniche che possono essere utili per i reumatologi e le persone con AS allo stesso modo comprendono la TC, la risonanza magnetica e l’ecografia.

Scansioni CT

In alcuni casi, i medici possono richiedere una scansione tomografica computerizzata o una TAC. Una scansione TC prende una serie di raggi X e li mette insieme per ottenere una migliore visione delle ossa e dei tessuti all’interno del corpo. Le scansioni CT sono più affidabili e creano più immagini ad alta risoluzione rispetto ai raggi X.

Le scansioni TC possono fornire un’immagine più completa nei casi in cui le immagini dei raggi X non sono conclusive o appaiono normali. Alcuni segni di AS possono essere più evidenti anche in una TC, come ad esempio l’erosione delle articolazioni o delle aree in cui si verifica l’anchilosi.

L’uso principale delle scansioni TC in AS è quello di vedere e definire dove le ossa e le articolazioni si sono consumate e cercare eventuali fratture.

L’uso di scansioni CT è ancora piuttosto limitato per i casi di AS, tuttavia. Questo perché le scansioni TC richiedono una dose più elevata di radiazioni rispetto ai raggi X e alla risonanza magnetica e possono fornire un’immagine incompleta.

Inoltre, le scansioni TC non sono in grado di rilevare i tessuti molli, pertanto eventuali danni causati ai tessuti molli possono passare inosservati fino a provocare danni strutturali all’organismo.

risonanza magnetica

[l'uomo riceve un mri per problemi alla schiena]

La RM sta per risonanza magnetica. La risonanza magnetica utilizza un campo magnetico e le onde radio per fotografare l’interno del corpo.

Le macchine per la risonanza magnetica sono molto sensibili e possono fornire un migliore contrasto dei tessuti molli nelle immagini rispetto ad altre opzioni. Questo li rende ideali per scattare immagini di organi o altri tessuti molli.

La risonanza magnetica è la forma più sensibile di imaging disponibile per i casi di AS. La sensibilità della risonanza magnetica consente ai medici di rilevare o tracciare l’infiammazione nelle ossa o in altri tessuti molli.

È la tecnica di imaging più semplice per individuare i primi sintomi nella colonna vertebrale e nelle articolazioni sacro-iliache, compresi quelli che mancano nelle scansioni a raggi X e CT.

ecografia

L’ecografia (US) ha un uso limitato nella diagnosi della spondilite anchilosante. Gli Stati Uniti possono essere utilizzati da un reumatologo per trovare altre complicanze associate al disturbo, ma le altre tecniche di imaging descritte qui verranno utilizzate per i sintomi dell’AS stesso.

Rischi di imaging a raggi X.

Alcune persone potrebbero essere preoccupate dell’uso di raggi X e scansioni TC a causa della radiazione emessa.

Le persone sperimentano la radiazione ogni giorno dai raggi X nel nostro ambiente. Ma i raggi X e le scansioni CT possono esporre il corpo a un livello di radiazione più alto del normale.Questa radiazione può causare mutazioni nel DNA umano che può portare al cancro più tardi nella vita.

Di conseguenza, si ritiene che le radiografie e le scansioni TC abbiano il potenziale di provocare il cancro. Tuttavia, l’effettivo aumento del rischio per la salute associato all’esposizione alle radiazioni da radiografie o TAC normali sembra essere basso, secondo la Food and Drug Administration degli Stati Uniti.

Con la normale esposizione alle radiazioni con raggi X e TAC, sembra esserci un rischio molto più elevato di sviluppare il cancro in una fase successiva.

Like this post? Please share to your friends: