Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Statistiche mondiali sul cancro al seno

Il cancro al seno è l’unico cancro che è considerato universale tra le donne in tutto il mondo.

Secondo l’American Cancer Society (ACS), il cancro al seno costituisce il 25% di tutte le nuove diagnosi di cancro nelle donne a livello globale. Nel 2012 sono stati diagnosticati circa 1,7 milioni di nuovi casi in tutto il mondo.

I tassi di sopravvivenza variano in tutto il mondo, ma stanno migliorando nel complesso. Nei paesi in cura avanzata, la percentuale è dell’80-90 percento per quelli con una diagnosi di primo stadio e del 24 percento se la diagnosi avviene in una fase successiva.

In questo articolo, diamo uno sguardo alle varie statistiche sul cancro al seno per la popolazione globale e per gli Stati Uniti.

Statistiche globali

signora che tiene i seni con il nastro rosa sul petto

La maggior parte delle nuove diagnosi e decessi per cancro al seno si verificano nei paesi in via di sviluppo rispetto ai paesi occidentali.

Nel 2012, il Belgio ha avuto il più alto tasso di cancro al seno nel mondo, con 111,9 casi ogni 100.000 donne adulte.

Il maggior numero di casi nei paesi in via di sviluppo è in parte dovuto alla maggior parte della popolazione mondiale.

Tuttavia, negli ultimi decenni i tassi sono aumentati costantemente anche in queste nazioni non sviluppate.

Il cancro al seno è ora la principale causa di decessi correlati al cancro nelle donne nelle regioni in via di sviluppo del mondo.

L’incidenza del cancro al seno, o il numero di casi per 100.000 donne, è ancora più basso nei paesi in via di sviluppo rispetto all’Occidente, ma i tassi di mortalità per malattia sono più alti. Questo può essere attribuito a diagnosi successive e scarso accesso al trattamento.

Al contrario, il tasso di cancro al seno per 100.000 donne è più alto negli Stati Uniti, in Canada e in Europa rispetto ai paesi in via di sviluppo. Viceversa, i tassi di mortalità sono nettamente inferiori.

Nei paesi occidentalizzati, più casi di cancro al seno vengono rilevati precocemente quando una cura è più probabile e più donne sono in grado di ottenere un trattamento.

Inoltre, nei paesi sviluppati il ​​cancro al seno è il secondo al cancro del polmone per decessi correlati al cancro nelle donne.

Prevalenza

Asia

  • Percentuale della popolazione mondiale: 59
  • Percentuale di nuovi casi di cancro al seno: 39
  • Percentuale di morti per cancro al seno: 44

Africa

  • Percentuale della popolazione mondiale: 15
  • Percentuale di nuovi casi di cancro al seno: 8
  • Percentuale di morti per cancro al seno: 12

Stati Uniti e Canada

  • Percentuale della popolazione mondiale: 5
  • Percentuale di nuovi casi di cancro al seno: 15
  • Percentuale di morti per cancro al seno: 9

(Dati da Global Cancer Facts and Figures, 3rd Edition, pagina 37)

Tassi di incidenza per 100.000 donne

Paesi con la più alta incidenza:

  • Paesi Bassi: 95.3
  • Francia: 94.6
  • U.S: (solo per i bianchi – le altre razze hanno un’incidenza più bassa): 90.6

Paesi con l’incidenza più bassa:

  • Thailandia: 25.6
  • Algeria: 29,8
  • India: 30,9

(Dati da Global Cancer Facts and Figures, 3a edizione, pagina 42)

Dieta

signora obesa

L’obesità è un fattore di rischio per il cancro al seno perché il grasso corporeo può aumentare i livelli di estrogeni nel corpo, in particolare dopo la menopausa. L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che l’obesità in tutto il mondo è più che raddoppiata dal 1980.

Un alto livello di grasso corporeo può essere associato a un più alto rischio di cancro al seno, secondo l’American Cancer Society. Quindi, l’aumento dei tassi di obesità potrebbe spiegare in parte l’aumento globale dei tassi di cancro al seno.

Non è stato dimostrato che i dettagli specifici della dieta causino il cancro al seno direttamente. Ma possono giocare un ruolo nell’aumentare il rischio. Un recente studio del MD Anderson Cancer Center ha rilevato che una dieta ricca di zuccheri potrebbe portare ad un aumento della crescita e della diffusione del tumore.

Inoltre, Cancer Research UK afferma che una dieta ricca di grassi saturi può contribuire ad aumentare il rischio di cancro al seno in alcune persone.

Le nazioni asiatiche e africane, dove i tassi di cancro al seno sono complessivamente più bassi, tendono a mangiare meno zuccheri, grassi saturi e cibi elaborati che sono comuni nella tipica dieta occidentale.

Differenze etniche

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), nel 2013 a 230.815 donne e 2.109 uomini negli Stati Uniti è stato diagnosticato un cancro al seno. Nello stesso anno, 40.860 donne e 464 uomini negli Stati Uniti sono decedute per cancro al seno.

Ad eccezione del cancro della pelle, il cancro al seno negli Stati Uniti è il tumore più comune nelle donne di tutte le razze. Tuttavia, i tassi per 100.000 donne differiscono notevolmente tra alcune razze ed etnie:

Tariffe per 100.000 donne negli Stati Uniti:

  • tutte le gare: 123.7
  • bianco: 124.4
  • nero: 122.9
  • Ispanico: 92,5
  • Asian and Pacific Islander: 91.1
  • Nativo americano indiano e Alaska: 72.3

Le differenze tra razze diverse potrebbero essere dovute in parte a modelli riproduttivi. Ad esempio, le donne bianche hanno maggiori probabilità di rimandare il parto più a lungo e di avere meno figli in generale.

Il peso corporeo medio di alcune etnie e l’uso della terapia ormonale della menopausa possono anche svolgere un ruolo in questi diversi tassi di incidenti.

Fattori di rischio

anziana signora incinta

Uno dei motivi per cui si pensa che il cancro al seno sia aumentato in tutto il mondo sono i cambiamenti negli ormoni legati a:

  • il numero di e l’età in cui si verificano le gravidanze
  • il numero di figli di una donna
  • l’uso di ormoni supplementari

Il rischio di cancro al seno di una donna è maggiore se ha la sua prima gravidanza a pieno termine dopo i 30 anni o se non ha mai una gravidanza a termine. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i seni sono esposti ai livelli totali più elevati di estrogeni e progesterone che si verificano durante i cicli mestruali.

La gravidanza e l’allattamento al seno riducono il numero di cicli mestruali e l’esposizione totale a questi ormoni durante la vita di una donna.

Allo stesso modo, se una donna inizia le mestruazioni in giovane età, o completa la menopausa in età avanzata, ha più periodi mestruali. Ciò significa che avrà una maggiore esposizione per tutta la vita a questi ormoni e un rischio più elevato di cancro al seno.

Assunzione di alcuni ormoni supplementari può anche aumentare il rischio di cancro al seno. Questo include l’assunzione di estrogeni e progestinici durante la menopausa, ma solo se preso per 5 anni o più.

Alcune forme di pillola anticoncezionale che contengono estrogeni e progestinici potrebbero anche aumentare il rischio di cancro al seno. Il rischio è maggiore se la donna ha una storia familiare di cancro al seno, ha un gene del cancro al seno, o ha avuto anormali cellule del seno in passato.

Questi fattori ormonali hanno influenzato i tassi di cancro al seno in tutto il mondo. I paesi occidentali hanno avuto accesso alla contraccezione e tassi di fertilità più bassi per decenni. Anche i paesi in via di sviluppo hanno avuto un accesso diffuso a questi trattamenti più recentemente.

I tassi di fertilità in molti paesi in via di sviluppo sono diminuiti negli ultimi decenni. Questo perché l’uso della contraccezione è aumentato e le persone scelgono di avere meno figli o di iniziare le famiglie più tardi nella vita.

Alcuni cambiamenti nello stile di vita possono ridurre il rischio di una donna di contrarre un tumore al seno indipendentemente da dove vive. Questi includono:

  • lavorare per mantenere o mantenere un peso sano
  • evitare o limitare la terapia ormonale menopausa
  • limitare il consumo di alcol a una bevanda al giorno o meno
  • fare esercizio fisico ed evitare di essere sedentario

Molti fattori che influenzano il rischio di cancro al seno non possono essere controllati. Loro includono:

  • avere 55 anni o più
  • avere i geni BRCA1 o BRCA2 o determinate altre mutazioni geniche
  • avere tessuto mammario denso
  • passare attraverso la menopausa più tardi nella vita o iniziare le mestruazioni in giovane età

Tuttavia, molte donne che seguono uno stile di vita salutare e non hanno fattori di rischio noti hanno un cancro al seno.

Poiché molti aspetti del cancro al seno rimangono un mistero, gli esperti medici raccomandano lo screening e la sorveglianza dei cambiamenti al seno, in modo che il tumore al seno possa essere diagnosticato precocemente.

La diagnosi precoce è la chiave

Le donne dovrebbero parlare con i loro medici di quando e quanto spesso sono necessarie mammografie sulla base dei loro singoli fattori di rischio. Dovrebbero anche vedere un medico se notano cambiamenti al seno, come:

  • grumi
  • cambiamenti della pelle
  • gonfiore
  • dolore
  • cambi di capezzolo
  • qualsiasi cosa insolita nell’area del seno

La diagnosi precoce del cancro al seno significa una migliore possibilità di cura.

Like this post? Please share to your friends: