Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Statistiche sul diabete di tipo 2: cosa c’è da sapere?

Il diabete mellito, o il diabete, è una malattia che causa alti livelli di zucchero nel sangue. Si verifica quando c’è un problema con l’insulina.

L’insulina è un ormone che prende lo zucchero dagli alimenti e lo trasferisce alle cellule del corpo. Se il corpo non produce abbastanza insulina o non usa bene l’insulina, lo zucchero presente nel cibo rimane nel sangue e causa alti livelli di zucchero nel sangue.

Il diabete è un problema chiave per la salute in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, il tasso di nuovi casi è aumentato nettamente a partire dagli anni ’90, ma è diminuito tra il 2008 e il 2015, e continua a diminuire, secondo il Rapporto nazionale sul diabete e sui centri per il controllo delle malattie (CDC), 2017.

Il diabete più comune è il tipo 2. Secondo il CDC, il 90-95% delle persone con diabete negli Stati Uniti ha tipo 2. Solo il 5% delle persone ha il tipo 1.

Aspetti principali

Forma del diabete di tipo 2

Il diabete ha raggiunto il livello più alto negli Stati Uniti. La Divisione della Traduzione del Diabete del CDC afferma che l’1% della popolazione, che è circa mezzo milione di persone, aveva diagnosticato il diabete nel 1958.

Nel 2015, circa il 9,4% della popolazione negli Stati Uniti aveva il diabete, compresi 30,2 milioni di adulti di età compresa tra 18 anni e oltre. Quasi un quarto di queste persone non sa di averlo.

L’ADA riferisce che il numero di persone che hanno il diabete è aumentato del 382% dal 1988 al 2014.

Il rischio di sviluppare il diabete aumenta con l’età.

Il CDC riferisce che il 4,0% delle persone di età compresa tra 18 e 44 anni vive con il diabete, il 17% di quelli di età compresa tra 45 e 64 anni e il 25,2% di quelli di età superiore ai 65 anni.

Le cause

Si pensa che il diabete di tipo 2 sia il risultato di una combinazione di fattori genetici e di stile di vita.

La causa esatta non è nota, ma i fattori di rischio sembrano includere:

  • grasso corporeo in eccesso
  • ipertensione o colesterolo
  • avere un parente stretto con la condizione
  • una storia di diabete gestazionale
  • maggiore età

Dal momento che l’obesità è diventata più diffusa negli ultimi decenni, anche il diabete di tipo 2 ha una frequenza maggiore. Nel 2013, più di 1 persona su 3 negli Stati Uniti era considerata affetta da obesità e oltre 2 su 3 erano in sovrappeso o con obesità.

Nel 1995, l’obesità ha colpito il 15,3 per cento degli americani e nel 2008 la percentuale era del 25,6 per cento. Dal 1998 al 2008, l’incidenza del diabete è aumentata del 90%.

Sebbene il legame tra obesità e diabete sia ben noto, i motivi per cui sono collegati rimangono poco chiari. Un rapporto in cui si chiede perché l’obesità non porti sempre al diabete, dato il legame stabilito tra le due condizioni.

Lo stesso rapporto osserva che la posizione del grasso corporeo sembra svolgere un ruolo. Le persone con più grasso nella parte superiore del corpo e intorno alla vita hanno più probabilità di contrarre il diabete rispetto a quelle che portano il grasso corporeo intorno ai fianchi e alla parte inferiore del corpo.

Diabete ed etnia

statistica del diabete sulla popolazione degli Stati Uniti

I tassi di diabete variano tra i gruppi etnici.

Potrebbe esserci una combinazione di fattori, tra cui:

  • genetica
  • condizioni di salute
  • stile di vita
  • finanza
  • ambiente
  • accesso all’assistenza sanitaria

Il National Diabetes Statistics Report del CDC del 2017 ha rilevato che, tra le persone di età pari o superiore a 20 anni, il diabete colpisce:

  • 7,4 per cento di bianchi non ispanici
  • 8,0 per cento di americani asiatici
  • 12,1 per cento degli ispanici
  • 12,7 per cento dei neri non ispanici
  • 15,1 per cento di indiani americani e nativi dell’Alaska

Perché il diabete è serio

7a causa principale della morte

Il diabete può avere gravi conseguenze per la salute.

Il rapporto dell’ADA afferma che più americani muoiono ogni anno di diabete rispetto all’AIDS e al cancro al seno messi insieme.

Secondo il CDC, ogni anno si verificano 79.353 decessi dovuti al diabete. Il numero di decessi correlati al diabete può essere sottostimato.

Perché e in che modo il diabete danneggia l’organismo e causa complicanze?

L’ADA dice:

  • Gli adulti con diabete hanno una maggiore probabilità di morire per un infarto o ictus.
  • Più di un quarto di tutti gli americani con diabete hanno retinopatia diabetica, che può causare perdita della vista e cecità.
  • Ogni anno, quasi 50.000 americani iniziano il trattamento per l’insufficienza renale dovuta al diabete. Il diabete rappresenta il 44% di tutti i nuovi casi di insufficienza renale.
  • Ogni anno il diabete causa circa 73.000 amputazioni degli arti inferiori, che rappresentano il 60% di tutte le amputazioni degli arti inferiori (senza includere amputazioni dovute a traumi).

Costi

Il 28% delle persone con diabete non diagnosticato.

A causa della sua alta prevalenza e del collegamento a numerosi problemi di salute, il diabete ha un impatto significativo sui costi dell’assistenza sanitaria.

La perdita di produttività per prestazioni ridotte sul lavoro a causa del diabete nel 2012 era di 113 milioni di giorni, o $ 20,8 miliardi, secondo l’ADA.

Il diabete costa $ 245 miliardi nel 2012. Tuttavia, l’ADA ritiene che questo numero potrebbe essere inferiore al costo effettivo perché non include:

  • i milioni di persone che hanno il diabete ma non sono diagnosticati
  • il costo per i programmi di prevenzione per le persone con diabete, che non sono conteggiati sotto i costi medici standard
  • farmaci da banco per i problemi oculari e dentali, che sono più comuni nelle persone con diabete.
  • costi amministrativi per crediti assicurativi
  • il costo di una ridotta qualità della vita, dolore e sofferenza, perdita di produttività dei membri della famiglia e altri fattori che non possono essere misurati direttamente

Poiché il diabete colpisce varie parti del corpo, i costi medici coprono diverse aree di specializzazione. L’ADA riferisce che:

  • Il 30 percento dei costi medici associati al diabete sono problemi di circolazione che riducono il flusso sanguigno agli arti
  • Il 29 percento dei costi medici associati al diabete sono per condizioni renali
  • Il 28 percento dei costi medici associati al diabete riguarda le condizioni del sistema nervoso

Nonostante le sue complicazioni, le persone possono gestire il loro diabete con un piano completo che include cambiamenti nello stile di vita e cure mediche adeguate. Se controllano bene i loro livelli di zucchero nel sangue, molte persone con diabete possono condurre una vita piena e attiva.

Differenza tra i tipi 1 e 2

Diabete per tipo grafico.

Nel diabete di tipo 1, il sistema immunitario attacca le cellule del pancreas che producono insulina. Di conseguenza, il corpo non produce insulina e le persone con questa condizione devono assumere insulina per iniezione o pompa ogni giorno.

Il diabete di tipo 1 di solito si sviluppa nei bambini o nei giovani adulti, ma può verificarsi a qualsiasi età. Non esiste un modo noto per prevenire il diabete di tipo 1 e non esiste una cura.

Nel 2011-2012, circa 17.900 bambini di età inferiore ai 18 anni hanno ricevuto una diagnosi di diabete di tipo 1 negli Stati Uniti, o circa 49 bambini ogni giorno. Il diabete di tipo 1 colpisce circa 1,25 milioni di adulti e bambini americani.

Le persone con diabete di tipo 2 possono ancora avere insulina nei loro corpi, ma non abbastanza per un adeguato controllo della glicemia. Oppure, il corpo potrebbe non essere in grado di usare l’insulina che ha correttamente. Di conseguenza, i livelli di zucchero nel sangue possono diventare troppo alti.

In genere, agli adulti viene diagnosticato il diabete di tipo 2, ma i bambini possono farlo anche loro. Alcuni fattori aumentano il rischio di una persona di contrarre il diabete di tipo 2, tra cui:

  • obesità
  • età avanzata
  • una storia familiare di diabete
  • mancanza di esercizio
  • problemi con il metabolismo del glucosio

L’aumento relativo annuale per il diabete di tipo 1 nel 2002-2012 negli Stati Uniti è stato dell’1,8 percento, ma l’aumento annuale per il diabete di tipo 2 è stato del 4,8 percento.

Like this post? Please share to your friends: