Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Suggerimenti per il trattamento e la riduzione delle cicatrici ipertrofiche

Quando il tessuto corporeo è danneggiato da una lesione fisica, si può formare una cicatrice mentre la ferita guarisce.

All’inizio, le cicatrici possono essere rosse e sollevate. Mentre la ferita guarisce col tempo, la cicatrice diventerà più piatta e più pallida.

La tensione attorno alla ferita può portare a una cicatrice ipertrofica. Questi sono spessi e rossi e durano diversi anni. In questo articolo, esaminiamo i modi in cui queste cicatrici possono essere trattate, prevenute e ridotte.

Quali sono le cicatrici ipertrofiche?

La cicatrice ipertrofica

Le cicatrici ipertrofiche si verificano quando c’è molta tensione intorno a una ferita di guarigione. Queste cicatrici sono spesse e sollevate, e spesso di colore rosso. Possono rimanere così per diversi anni.

Le cicatrici ipertrofiche sono il risultato di uno squilibrio del collagene nel sito della ferita.

Le caratteristiche di una cicatrice ipertrofica includono:

  • limitando il movimento, poiché la pelle non è più flessibile
  • formando entro i confini della ferita originale
  • creando tessuto cicatrizzante più spesso del solito
  • essere rosso e sollevato per iniziare, ma diventare più piatto e più pallido nel tempo

Le cicatrici ipertrofiche non devono essere confuse con i cheloidi, sebbene abbiano alcune caratteristiche simili.

I cheloidi sono noduli rossastri che si sviluppano, come il tessuto connettivo di tipo “gristle” per curare una ferita. Un cheloide continua a formarsi anche dopo che la ferita è guarita, causando un grande tumulo di tessuto cicatriziale.

L’American Osteopathic College of Dermatology stima che i cheloidi colpiscano solo il 10% circa delle persone, mentre le cicatrici ipertrofiche sono più comuni.

Le cicatrici ipertrofiche colpiscono ugualmente uomini e donne di qualsiasi gruppo razziale, anche se le persone di età compresa tra 10 e 30 anni hanno maggiori probabilità di essere colpite. Questo è creduto per essere perché i giovani hanno più elasticità nella loro pelle e producono collagene ad un tasso più alto.

Entrambi i cheloidi e le cicatrici ipertrofiche possono essere dolorosi e pruriginosi. Generalmente si verificano sulla parte superiore del corpo, sulle braccia, sulle spalle, sul collo o sui lobi delle orecchie.

Suggerimenti

Spesso le cicatrici ipertrofiche si depositano nel tempo da sole, ma alcuni trattamenti possono aiutare il processo.

Silicone

 Image credit: Cgomez447, 2013 </ br>“></p> <p align=I fogli di gel di silicone sono stati utilizzati nel trattamento delle cicatrici ipertrofiche dall’inizio degli anni ’80.

Questo trattamento è usato al meglio nella primissima fase dello sviluppo della cicatrice. Gli elettrodi sono posizionati direttamente sulla cicatrice per 23 delle 24 ore al giorno per un periodo compreso tra 6 e 12 mesi.

Si ritiene che il silicone costruisca un serbatoio di acqua sotto il pad che aiuta a mantenere la cicatrice idratata. Questa maggiore idratazione può aiutare a prevenire la formazione di una cicatrice ipertrofica peggiore.

Medicazioni a pressione

Questo trattamento funziona applicando una compressione alla ferita. Viene spesso utilizzato per il trattamento delle ustioni. Le medicazioni a pressione sono particolarmente utili se le ferite impiegano più di 10-14 giorni per guarire o dopo l’innesto cutaneo.

È stato affermato che l’uso di medicazioni elastiche ad alta pressione può ridurre la formazione di cicatrici ipertrofiche tra il 60 e l’85%.

Le medicazioni a pressione agiscono limitando il sangue, l’ossigeno e i nutrienti a una ferita, riducendo il tasso di produzione di collagene.

Iniezioni di cortisone

Iniezioni di cortisone o steroidi sono il trattamento di prima scelta per i cheloidi. Possono anche essere usati per trattare le cicatrici ipertrofiche. Le iniezioni si ripetono ogni poche settimane.

Tra il 50 e il 100 per cento delle persone nota un miglioramento dopo le iniezioni di cortisone e spesso le cicatrici ipertrofiche svaniranno completamente dopo questo trattamento.

Tuttavia, c’è anche un tasso di recidiva del 9-50%. Gli effetti collaterali possono includere l’oscuramento della pelle dell’area trattata e circostante.

Chirurgia

Le cicatrici ipertrofiche possono aumentare di dimensioni per i primi 3-6 mesi e poi iniziare a regredire. Per questo motivo, la chirurgia non è solitamente necessaria.

Tuttavia, se le cicatrici ipertrofiche impediscono il movimento a causa di un’articolazione o provocano una tensione eccessiva nel tessuto circostante, la chirurgia potrebbe essere un’opzione.

Altri trattamenti

Altri trattamenti per le cicatrici ipertrofiche includono:

  • Crioterapia: questa combinazione di azoto liquido con iniezioni di steroidi ha dimostrato di essere efficace per i cheloidi, ma non viene spesso utilizzata per le cicatrici ipertrofiche.
  • Creme e oli: le opzioni includono estratto di cipolla, gel di eparina e bleomicina.
  • Trattamento radiografico superficiale: questo trattamento può essere usato subito dopo l’intervento chirurgico, ma non è comune.
  • Trattamento laser: il trattamento laser può migliorare la consistenza e il colore della pelle, ma non appiattisce sempre una cicatrice ipertrofica.

Prevenzione

cicatrici ipertrofiche

La ricerca suggerisce che le cicatrici ipertrofiche sono comuni dopo le ustioni con tra il 30 e il 91% delle cicatrici ipertrofiche riportate dopo un’ustione.

Le cicatrici ipertrofiche possono anche seguire molte altre lesioni, come traumi accidentali o piercing, oltre che chirurgici.

Evitare qualsiasi intervento chirurgico non necessario sulla pelle limiterà la possibilità di ottenere una cicatrice ipertrofica, poiché il tasso di incidenza dopo l’intervento chirurgico è compreso tra il 40 e il 94%.

Quando la chirurgia della pelle è inevitabile, il chirurgo cercherà di garantire che le linee chirurgiche siano lungo le linee di tensione della pelle quando possibile. L’uso di gel e fogli di silicone per diversi mesi dopo un’operazione può anche aiutare a ridurre le cicatrici.

Cicatrici ipertrofiche a volte si verificano dopo l’infiammazione da una condizione della pelle, tra cui l’acne e la varicella. Un trattamento tempestivo ed efficace per queste malattie può aiutare a prevenire la formazione di cicatrici ipertrofiche.

Monitoraggio e prospettive a lungo termine

Le cicatrici ipertrofiche sono benigne e non dannose per la salute generale di una persona. Non si sviluppano nel cancro della pelle.

Una cicatrice ipertrofica spesso regredisce completamente tra 6 mesi e 3 anni dopo la prima comparsa.

Circa il 75 per cento delle persone con cicatrici ipertrofiche ha dichiarato che la loro più grande preoccupazione è stata la comparsa della cicatrice, piuttosto che il modo in cui ha influito sulla loro salute.

È importante notare che diversi trattamenti possono anche avere effetti collaterali, quindi se la cicatrice non è dannosa, l’azione migliore potrebbe non essere un’azione.

Se una persona è ansiosa dell’aspetto di una cicatrice ipertrofica, tuttavia, dovrebbe consultare un medico per discutere le opzioni di trattamento.

Il trattamento sarà determinato in base al sito, alle dimensioni, allo spessore e alla diffusione della cicatrice ipertrofica.

Like this post? Please share to your friends: