Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Terapia comportamentale cognitiva: come funziona la CBT?

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) è una tecnica terapeutica a breve termine utilizzata da consulenti e terapisti per insegnare alle persone a cambiare i loro comportamenti indesiderati modificandone i modelli di pensiero.

La premessa della terapia cognitivo comportamentale è che i nostri modelli di pensiero (cognizione) e le interpretazioni degli eventi della vita influenzano notevolmente il modo in cui ci comportiamo e, alla fine, come ci sentiamo.

In questo articolo vedrete le introduzioni alla fine di alcune sezioni a tutti gli sviluppi recenti che sono stati trattati dalle notizie. Controlla anche i collegamenti alle informazioni sulle condizioni correlate.

Cos’è la CBT?

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) è una forma di psicoterapia che si concentra su come i tuoi pensieri, le tue convinzioni e le tue attitudini influenzano i tuoi sentimenti e il tuo comportamento. La CBT mira a insegnarti strategie efficaci per affrontare problemi diversi durante la vita.

uomo in terapia

Uno dei principi chiave della CBT è che il pensiero distorto porta a situazioni di angoscia e comportamenti problematici, mentre pensare in modo realistico con meno negatività consente alle persone di rispondere alle circostanze di vita difficili in modo efficace.1

La ricerca mostra che questa tecnica è una terapia efficace non solo per la depressione e il disturbo di panico, ma anche per molte malattie e comportamenti disfunzionali.2

Le sessioni di terapia comportamentale cognitiva di successo consistono in una sana collaborazione tra il counselor e la terapia ricevente individuale.

Inoltre, questa terapia implica una chiara identificazione del problema, stabilendo obiettivi raggiungibili, comunicazione empatica, feedback frequenti, verifiche della realtà, compiti a casa e insegnando alle persone a utilizzare strumenti appresi per promuovere cambiamenti e crescita comportamentali positivi.

Sfondo della CBT

La terapia comportamentale cognitiva è stata inizialmente modellata 40 anni fa per trattare la depressione. Esistono ora modelli cognitivo-comportamentali efficaci per il trattamento del disturbo di panico, disturbo da stress post-traumatico, ansia generalizzata, insonnia, fobia sociale, depressione infantile, rabbia, conflitto coniugale, abuso di sostanze, schizofrenia, disturbo bipolare, personalità borderline, fobia dentale, alimentazione disturbi e molte altre condizioni mentali e fisiche.3

uomo ansioso con la testa tra le mani

Recenti ricerche suggeriscono che la CBT ha una maggiore efficacia rispetto ai farmaci per il trattamento di alcuni casi di insonnia.4 La CBT può essere utilizzata virtualmente per qualsiasi comportamento disadattivo in cui i pensieri e le credenze (cognizione) svolgono un ruolo importante.

CBT sottolinea la necessità di identificare, contestare e modificare il modo in cui una situazione viene vista.

Secondo la CBT, il nostro modo di pensare è come indossare un paio di occhiali che ci fa vedere il mondo in un modo specifico. La CBT crea una consapevolezza di come questi modelli di pensiero creano la nostra realtà e determinano come ci comportiamo.

Il Dr. Aaron T. Beck, pioniere della CBT, spiega che le percezioni e le interpretazioni delle persone depresse sono distorte.5 Gli individui depressi sono suscettibili di impegnarsi in “errori cognitivi”, come una mentalità negativa, saltare alle conclusioni, catastrofista e pensando solo in bianco e nero.

Beck notò che questi errori nel pensare erano pensieri automatici che venivano spontaneamente; l’individuo li ha accettati come verità invece che come distorsioni. La CBT si concentra sulla modifica del pensiero automatico sfidando la validità dei pensieri contro la realtà. Quando un individuo arresta il pensiero negativo, autoironico e catastrofico, il loro disagio diminuisce e sono meglio in grado di funzionare nel modo desiderato.

Come funziona la CBT?

Lo scopo della terapia cognitivo comportamentale è quello di cambiare il pensiero e i comportamenti che impediscono risultati positivi.

La CBT può aiutare le persone a risolvere vari problemi medici, sociali, lavorativi ed emotivi. Mentre altre forme di psicoterapia implicano approfondire il passato per fornire informazioni sui sentimenti, CBT si concentra sui pensieri e sulle credenze “qui e ora”. Sono praticate abilità specifiche che implicano il riconoscimento del pensiero distorto, la modifica delle convinzioni, la relazione con gli altri in modi diversi, e alla fine l’individuo può imparare a comportarsi nel modo desiderato.

Le errate percezioni cognitive possono portare a comportamenti non salutari. Quando un individuo sperimenta un evento stressante, i pensieri automatici vengono in mente e possono portare a stati d’animo ed emozioni negative.

Una persona potrebbe reagire in modo eccessivo, irritarsi e sentirsi male. La persona fa un’assunzione errata o una conclusione errata sul significato dell’evento basato su una verità non affidabile, ma piuttosto sul processo di pensiero automatico che spesso non viene neanche riconosciuto.

Questo pensiero errato diventa un anello di feedback a meno che non venga interrotto e testato contro la realtà. Il terapeuta cognitivo-comportamentale aiuta l’individuo a riconoscere in che modo il pensiero distorto influenza direttamente gli stati d’animo e le emozioni e insegna come cambiare schemi di pensiero rigidi.6

Ad esempio, una persona con fobia dentale teme di andare dal dentista perché crede che subirà un forte dolore o addirittura la morte da una procedura dentale. La paura potrebbe essere stata scatenata da un’esperienza dentale negativa della prima infanzia. Una persona con questa fobia può perdere il sonno, provare ansia estrema e può trascurare la cura dei suoi denti.

Un terapeuta cognitivo comportamentale può lavorare con questo individuo per affrontare il pensiero errato (perché ho avuto dolore con un riempimento di tutte le visite dentistiche sarà doloroso) e sviluppare un piano per superare la paura.

La CBT è una terapia individuale a breve termine che dura da una a venti sessioni. È un problema specifico, orientato agli obiettivi ed è progettato per ottenere la remissione e prevenire la ricaduta di un disturbo specifico. Di seguito sono elencati gli interventi comuni praticati nella CBT.

donna con un terapeuta

  • Identifica le aree problematiche
  • Sviluppa la consapevolezza dei pensieri automatici
  • Distinguere le conclusioni razionali e irrazionali
  • Stop al pensiero negativo
  • Sfida le ipotesi sottostanti
  • Guarda una situazione da diverse prospettive
  • Smetti di essere catastrofista (pensando il peggio)
  • Identificare ciò che è realistico; è quello che pensi sia vero?
  • Prova le percezioni contro la realtà
  • Pensiero corretto in modo che assomigli più alla realtà
  • Esamina la validità e l’utilità di un particolare pensiero
  • Identificare e modificare credenze distorte
  • Migliora la consapevolezza dell’umore
  • Tenere un diario cognitivo comportamentale
  • Aumentare gradualmente l’esposizione a cose che si temono
  • Interrompi le pratiche di “lettura della mente” e “predizione del futuro”
  • Evita le generalizzazioni e tutto o niente pensa
  • Smettila di personalizzare e prendi la colpa
  • Concentrati su come stanno le cose piuttosto che su come dovrebbero essere
  • Descrivi, accetta e capisci piuttosto che giudicare.

Durante il periodo di trattamento, sia il consulente che l’individuo discutono e concordano sugli obiettivi e le tecniche da utilizzare. L’individuo deve essere un partecipante attivo nel piano di trattamento al fine di vedere risultati adeguati con CBT.

La terapia comportamentale cognitiva è una psicoterapia ampiamente praticata basata sulla teoria che non sono eventi reali che causano i nostri problemi e vari disturbi, ma i significati che diamo agli eventi.

Il pensiero distorto e negativo porta a comportamenti problematici e disfunzione generale. Riconoscere il pensiero errato, modificare le convinzioni e la pratica di relazionarsi con gli altri in modi più positivi può aiutare le persone a gestire e superare molte malattie, fobie e disturbi comuni.

Sviluppi recenti su CBT da notizie MNT

Le scansioni cerebrali potrebbero prevedere l’efficacia del trattamento OCD

I medici potrebbero essere in grado di prevedere come le persone con disturbo ossessivo-compulsivo risponderanno alla terapia usando una semplice scansione cerebrale, secondo i risultati di un nuovo studio.

La terapia comportamentale cognitiva altera i cervelli della sindrome di Tourette

Un nuovo studio ha trovato che la terapia cognitivo comportamentale utilizzata per ridurre i tic cronici nelle persone con sindrome di Tourette può anche alterare il funzionamento del loro cervello.

Solo due sessioni di CBT possono prevenire o ritardare l’uso di cannabis tra gli adolescenti

In un nuovo studio sulla gioventù britannica, pubblicato sulla rivista, i ricercatori dell’Università di Montreal e l’ospedale pediatrico CHU Sainte-Justine in Canada riportano il successo nel prevenire, ridurre o ritardare l’uso di cannabis tra gli adolescenti a rischio.

La CBT per trattare l’insonnia dei veterani ha anche ridotto i pensieri suicidi ‘

La ricerca pubblicata sulla rivista è la prima a dimostrare un’associazione tra il trattamento dell’insonnia e la riduzione dei pensieri suicidi nei veterani.

Negli ultimi anni, la CBT è stata utile per le persone con mal di schiena cronico, con alcuni studi che dimostrano che specifici interventi online che utilizzano tecniche di CBT possono portare a un miglioramento dei sintomi.

In uno studio su adulti con dolore lombare cronico, i volontari hanno dato accesso a un intervento online interattivo per insegnare le abilità di autogestione (libro di esercizi per il benessere) con punteggi migliori su misure auto-riferite di dolore, disabilità, atteggiamenti e credenze disabilitanti, autoefficacia per il controllo del dolore e la regolazione dell’umore rispetto al gruppo di controllo che ha aspettato 3 settimane di trattamento. Dopo che il gruppo di controllo si è impegnato anche nell’intervento del CBT, i punteggi erano simili tra i due gruppi.7

Un altro studio ha scoperto che la CBT può essere utile per alcune persone sottoposte a trattamento per il cancro al seno che presentano sintomi della menopausa indotti dal trattamento. Questo studio randomizzato, controllato, multicentrico ha coinvolto 422 donne che hanno ricevuto CBT, esercizio fisico o una combinazione dei due interventi.

Dopo 12 settimane e 6 mesi, le donne che hanno ricevuto gli interventi hanno avuto una significativa diminuzione dei sintomi endocrini e dei sintomi urinari e un miglioramento del funzionamento fisico. Coloro che hanno ricevuto CBT hanno anche riportato una significativa diminuzione dell’impatto delle vampate di calore e dei sudori notturni, nonché un aumento dell’attività sessuale.8

Like this post? Please share to your friends: