Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Terapia fotodinamica per l’acne: costi e recupero

La terapia fotodinamica utilizza farmaci chiamati fotosensibilizzanti per potenziare l’attività di un trattamento della pelle a base di luce.

È una forma di fototerapia o terapia della luce e sta diventando sempre più popolare come trattamento dell’acne, in particolare nei casi gravi che non rispondono ad altri trattamenti.

La terapia fotodinamica (PDT) può anche essere efficace per altre condizioni della pelle, come la pelle danneggiata dal sole, le cellule precancerose e l’infezione della pelle.

Fatti veloci sulla terapia fotodinamica

  • Una revisione di oltre 70 studi suggerisce che, in genere, la PDT per l’acne produce risultati favorevoli, specialmente per le persone che non rispondono bene a trattamenti topici o orali.
  • Potrebbero essere necessarie diverse sessioni per vedere i benefici della terapia fotodinamica per l’acne.
  • Le persone con forme più gravi di acne possono sperimentare i miglioramenti più significativi. I risultati tendono ad essere semi-permanenti, che durano per diversi mesi o più.
  • Poiché la terapia fotodinamica è un trattamento relativamente nuovo per l’acne e altre condizioni della pelle, non si conoscono effetti a lungo termine.

Come funziona la terapia fotodinamica?

PDT

La terapia fotodinamica richiede tre componenti:

  1. un fotosensibilizzatore
  2. una fonte di luce
  3. ossigeno

I fotosensibilizzatori sono soluzioni applicate per via topica che causano determinati tipi di cellule anormali per produrre molecole che assorbono la luce chiamate porfirine. Questo cambiamento consente al trattamento della luce di colpire le cellule anormali che contribuiscono all’acne.

L’uso di fotosensibilizzatori distingue la PDT da altre forme di fototerapia.

Dopo aver applicato un fotosensibilizzatore topico, una fonte di luce medica si concentra sulla pelle per attivarla. Questa sorgente luminosa può fornire luce blu, luce rossa o luce pulsata intensa (IPL). Un medico deciderà quale fonte di luce è meglio per l’individuo. In combinazione con il fotosensibilizzatore e la presenza di ossigeno, la luce aiuta a distruggere le cellule e i batteri dell’acne.

La terapia fotodinamica riduce anche la dimensione e l’attività delle ghiandole produttrici di olio sulla pelle, note come ghiandole sebacee.

L’iperattività e l’infiammazione di queste ghiandole contribuiscono allo sviluppo dell’acne.

La terapia fotodinamica è efficace per l’acne?

PDT tende ad essere più efficace per l’acne infiammatoria, piuttosto che non infiammatoria.

Ad esempio, alcune ricerche hanno scoperto che i partecipanti hanno subito una riduzione del 68% nelle lesioni infiammatorie 12 settimane dopo il trattamento con PDT, rispetto a un gruppo di controllo, ma nessuna riduzione del numero di lesioni non infiammatorie.

Altre ricerche mostrano che le lesioni infiammate sono state ridotte di oltre il 70% 16 settimane dopo l’inizio della terapia fotodinamica.

Tuttavia, negli studi sono stati utilizzati una varietà di fotosensibilizzatori, fonti di luce e altre variabili di trattamento. Per questo motivo, una revisione della ricerca del 2016 suggerisce che le linee guida standard dovrebbero essere sviluppate e testate per la terapia PDT nel trattamento dell’acne.

Costo e assicurazione

I costi della terapia fotodinamica variano ampiamente in base a diversi fattori, tra cui la gravità dell’acne e la parte del paese in cui viene ricevuto il trattamento.

PDT può costare ovunque tra $ 100 e $ 400 o più per sessione. Possono essere richieste fino a cinque sessioni alla volta. I risultati non sono permanenti, quindi saranno necessarie sessioni di follow-up per controllare i sintomi dell’acne a lungo termine. Possono anche essere richiesti prodotti per la cura della pelle post-trattamento che potrebbero costare di più.

Non esiste copertura assicurativa per PDT.

Vantaggi di PDT per l’acne

PDT Sebaceous

La terapia fotodinamica può offrire benefici rispetto ad altre terapie. I suoi aspetti positivi includono:

  • uccidere i batteri che causano l’acne sulla pelle
  • che colpisce solo le cellule mirate, contribuendo a mantenere l’integrità della pelle
  • riducendo le dimensioni e l’attività delle ghiandole sebacee
  • aiutando a sbiadire vecchie cicatrici da acne
  • non causa cicatrici
  • trattare altre condizioni della pelle che possono coesistere con l’acne, come macchie di età e rosacea
  • può essere usato insieme ai farmaci se necessario, ad eccezione dell’isotretinoina (Accutane)

Un altro importante vantaggio della terapia fotodinamica è che non comporta l’uso di antibiotici o retinoidi orali, come Accutane. Questo rende la PDT un trattamento praticabile per le persone che non possono assumere tali farmaci.

PDT può essere particolarmente utile per le persone con acne grave o quelle la cui acne non ha risposto bene ad altri trattamenti.

Cosa aspettarsi prima del trattamento PDT

Fotosensibilizzazione PDT

I fotosensibilizzatori sono farmaci da prescrizione. Pertanto, il trattamento PDT deve essere effettuato da un dermatologo o da un altro medico.

Prima del trattamento, la pelle sarà pulita e trattata con microdermoabrasione o scrub. Questo aiuta a ridurre i punti neri e pustole dell’acne.

L’agente fotosensibilizzante viene applicato sulla pelle per un periodo compreso tra 15 minuti e alcune ore, a seconda della posizione e della gravità dell’acne e del tipo di pelle della persona. Questo fornisce un tempo adeguato affinché l’agente possa assorbire le cellule della pelle e le ghiandole sebacee.

Alcune persone possono provare una sensazione di bruciore durante questa parte del trattamento, che dovrebbe gradualmente ridursi.

Cosa aspettarsi durante il trattamento PDT

Successivamente, una luce medicale viene riflessa sulla pelle per 8-20 minuti. La luce attiva l’agente fotosensibilizzante.

In questa fase della procedura, alcune persone possono avvertire una sensazione di bruciore o bruciore, la cui intensità varia.

Cosa aspettarsi dopo il trattamento PDT

Dopo il trattamento, la pelle è estremamente sensibile. Le persone devono rimanere in casa, al riparo dalla luce del sole, per 48 ore dopo il trattamento. Questo perché l’agente fotosensibilizzante rende la pelle sensibile alla luce solare, quindi c’è il rischio di gravi ustioni dovute all’esposizione al sole.

La protezione solare non fornisce una protezione adeguata durante il periodo subito dopo il trattamento.

Le persone dovrebbero discutere di usare lozioni topiche per l’acne, il trucco e altri prodotti per la pelle con un medico dopo la PDT. In particolare, le persone potrebbero dover evitare prodotti contenenti oli o cere per un periodo.

Sessioni di follow-up

Il numero di trattamenti richiesti dipende dal tipo di pelle della persona, dal numero di lesioni che hanno e dalla gravità delle lesioni.

Ovunque tra due e cinque sessioni sono necessari, a intervalli di 2-4 settimane, per risultati ottimali. Alcune persone potrebbero notare dei risultati dopo una singola sessione.

Effetti avversi della terapia fotodinamica

Diversi effetti avversi possono insorgere in seguito alla PDT, tra cui:

  • dolore da lieve a moderato
  • pelle desquamata
  • arrossamento della pelle
  • croste della pelle
  • strettezza
  • gonfiore
  • pizzicore
  • riacutizzazione dell’acne

Questi effetti sono più intensi nelle 48 ore successive al trattamento e di solito diminuiscono dopo una settimana.

Effetti e rischi a lungo termine

Le ghiandole sebacee espellono l’olio (sebo) per lubrificare la pelle e proteggerla dai microbi. Mentre le persone con l’acne tendono ad avere ghiandole sebacee più grandi e più attive, e riducendo la loro attività può ridurre l’acne, gli effetti a lungo termine della riduzione della produzione di sebo non sono noti.

Le persone con lupus, allergie alla porfirina o una rara malattia del sangue chiamata porfiria che causa una maggiore sensibilità alla luce, dovrebbero evitare la PDT.

In rari casi, alcune persone possono manifestare una reazione allergica alla soluzione fotosensibilizzante.

Discutere i benefici, gli effetti e i rischi della PDT con un medico prima di iniziare la terapia.

Like this post? Please share to your friends: