Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tipi e trattamenti per l’ernia

L’ernia è un problema comune. Provoca un rigonfiamento localizzato nell’addome o nell’inguine.

Può spesso essere innocuo e indolore, ma a volte può portare disagio e dolore.

In questo articolo, indaghiamo su cosa sia l’ernia, le cause comuni dell’ernia e come vengono trattati.

Fatti veloci su ernie

Ecco alcuni punti chiave sulle ernie. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Le ernie non producono spesso sintomi fastidiosi, ma i disturbi addominali possono segnalare un problema serio.
  • Di solito sono semplici da diagnosticare, semplicemente sentendosi e cercando il rigonfiamento.
  • Il trattamento è una scelta tra l’attesa vigile e la chirurgia correttiva, sia tramite un’operazione aperta che a chiave.
  • La chirurgia dell’ernia inguinale è più comune nell’infanzia e nella vecchiaia, mentre la probabilità di chirurgia dell’ernia femorale aumenta durante tutta la vita.

Panoramica: Cos’è un’ernia?

Ernia ombelicale

Un’ernia si verifica quando c’è una debolezza o un buco nel peritoneo, la parete muscolare che di solito mantiene in posizione gli organi addominali.

Questo difetto nel peritoneo consente a organi e tessuti di spingere o erniare producendo un rigonfiamento.

Il nodulo può scomparire quando la persona si sdraia e talvolta può essere reinserito. La tosse potrebbe farla riapparire.

tipi

Le ernie si possono trovare comunemente nelle seguenti aree:

Inguine: un’ernia femorale crea un rigonfiamento appena sotto l’inguine. Questo è più comune nelle donne. Un’ernia inguinale è più comune negli uomini. È un rigonfiamento all’inguine che può raggiungere lo scroto.

Parte superiore dello stomaco: un’ernia iatale o iatale è causata dalla parte superiore dello stomaco che spinge fuori dalla cavità addominale e nella cavità toracica attraverso un’apertura nel diaframma.

Tasto di pancia: un rigonfiamento in questa regione è prodotto da un’ernia ombelicale o periombelicale.

Cicatrice chirurgica: la chirurgia addominale del passato può portare a un’ernia incisionale attraverso la cicatrice.

Le cause

Con l’eccezione di un’ernia incisionale (una complicazione della chirurgia addominale), nella maggior parte dei casi, non vi è alcuna ragione ovvia per il verificarsi di un’ernia. Il rischio di ernia aumenta con l’età e si verifica più comunemente negli uomini che nelle donne.

Un’ernia può essere congenita (presente alla nascita) o svilupparsi in bambini con debolezza nella parete addominale.

Attività e problemi medici che aumentano la pressione sulla parete addominale possono portare a un’ernia. Questi includono:

  • sforzandosi sul bagno (a causa di costipazione a lungo termine, per esempio)
  • tosse persistente
  • fibrosi cistica
  • ingrossamento della prostata
  • sforzandosi di urinare
  • essere sovrappeso o obesi
  • fluido addominale
  • sollevare oggetti pesanti
  • dialisi peritoneale
  • scarsa nutrizione
  • fumo
  • sforzo fisico
  • testicoli undescended

Fattori di rischio per l’ernia

I fattori di rischio possono essere suddivisi per tipo di ernia:

Fattori di rischio di ernia incisionale

Poiché l’ernia incisionale è il risultato di un intervento chirurgico, il più chiaro fattore di rischio è una recente procedura chirurgica sull’addome.

Le persone sono più sensibili 3-6 mesi dopo la procedura, soprattutto se:

  • sono coinvolti in attività faticose
  • hanno guadagnato peso aggiuntivo
  • rimanere incinta

Tutti questi fattori aumentano lo stress sui tessuti man mano che guarisce.

Fattori di rischio di ernia inguinale

Quelli con un rischio più elevato di ernia inguinale includono:

Uomo che fuma una sigaretta in una stanza buia

  • gli anziani
  • persone con parenti stretti che hanno avuto ernie inguinali
  • persone che hanno avuto in precedenza ernie inguinali
  • maschi
  • i fumatori, poiché le sostanze chimiche presenti nel tabacco indeboliscono i tessuti, rendendo più probabile l’ernia
  • persone con stitichezza cronica
  • parto prematuro e basso peso alla nascita
  • gravidanza

Fattori di rischio ernia ombelicale

Le ernie ombelicali sono più comuni nei bambini con basso peso alla nascita e neonati prematuri.

Negli adulti, i fattori di rischio includono:

  • essere sovrappeso
  • avere più gravidanze
  • essere femmina

Fattori di rischio di ernia iatale

Il rischio di ernia iatale è maggiore nelle persone che:

  • hanno 50 anni o più
  • avere l’obesità

Sintomi

In molti casi, l’ernia non è altro che un gonfiore indolore che non presenta problemi e non richiede cure mediche immediate.

Un’ernia può, tuttavia, essere la causa di disagio e dolore, con sintomi che spesso peggiorano quando si alza, si tende o si sollevano oggetti pesanti. La maggior parte delle persone che notano un crescente gonfiore o indolenzimento alla fine vede un medico.

In alcuni casi, un’ernia necessita di un intervento chirurgico immediato, ad esempio, quando parte dell’intestino si ostruisce o viene strangolata da un’ernia inguinale.

L’attenzione medica immediata dovrebbe essere cercata se un’ernia inguinale produce disturbi addominali acuti come:

  • dolore
  • nausea
  • vomito
  • il rigonfiamento non può essere spinto indietro nell’addome

Il gonfiore, in questi casi, è tipicamente fermo e tenero e non può essere riportato all’addome.

Un’ernia iatale può produrre sintomi di reflusso acido, come il bruciore di stomaco, causato dall’acido dello stomaco che entra nell’esofago.

Trattamento

Per un’ernia senza sintomi, il solito corso di azione è quello di guardare e aspettare, ma questo può essere rischioso per alcuni tipi di ernia, come le ernie femorali.

Entro 2 anni dall’erezione di un’ernia femorale, il 40% causa uno strangolamento intestinale.

Non è chiaro se valga la pena intervenire in caso di ernia inguinale senza chirurgia di emergenza, senza sintomi che possano essere riportati all’addome.

L’American College of Surgeons e alcuni altri enti medici considerano la chirurgia elettiva non necessaria in questi casi, raccomandando invece un corso di attenta osservazione.

Altri raccomandano la riparazione chirurgica per rimuovere il rischio di un successivo strangolamento dell’intestino, una complicazione in cui l’afflusso di sangue viene tagliato in una zona di tessuto, che richiede una procedura di emergenza.

Queste autorità sanitarie considerano un’operazione di routine precedente preferibile a una procedura di emergenza più rischiosa.

Tipi di chirurgia

Tasto di pancia dopo chirurgia dell'ernia

Sebbene le opzioni chirurgiche dipendano da circostanze individuali, inclusa la posizione dell’ernia, ci sono due tipi principali di intervento chirurgico per l’ernia:

  • chirurgia aperta
  • operazione laparoscopica (chirurgia del buco della serratura)

La riparazione chirurgica aperta chiude l’ernia con suture, rete o entrambi e la ferita chirurgica nella pelle viene chiusa con punti di sutura, punti metallici o colla chirurgica.

La riparazione laparoscopica viene utilizzata per ripetere le operazioni per evitare cicatrici precedenti e, sebbene di solito più costosa, è meno probabile che comporti complicazioni come l’infezione.

La riparazione chirurgica di un’ernia guidata da un laparoscopio consente l’uso di incisioni più piccole, consentendo un recupero più rapido dall’operazione.

L’ernia viene riparata allo stesso modo della chirurgia a cielo aperto, ma è guidata da una piccola telecamera e da una luce introdotta attraverso un tubo. Gli strumenti chirurgici sono inseriti attraverso un’altra piccola incisione. L’addome è gonfio di gas per aiutare il chirurgo a vedere meglio e dare loro spazio per lavorare; l’intera operazione viene eseguita in anestesia generale.

Ernia nei bambini

L’ernia inguinale è una delle condizioni chirurgiche più comuni nei neonati e nei bambini.

Una revisione sistematica del 2014 di 20 anni di dati sulla riparazione di ernie aperte convenzionali (herniorrhaphy) e sulla riparazione di ernia laparoscopica (herniorrhaphy) in neonati e bambini ha rilevato che la chirurgia laparoscopica è più veloce della chirurgia aperta per le ernie bilaterali, ma che non vi è alcuna differenza significativa nel funzionamento tempo per la riparazione unilaterale dell’ernia inguinale.

Il tasso di recidiva è simile per entrambi i tipi di procedura, ma le complicanze, come l’infezione della ferita, sono più probabili con la chirurgia aperta, specialmente nei bambini.

Like this post? Please share to your friends: