Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Trattare la ginecomastia

La ginecomastia è una condizione comune negli uomini e nei ragazzi. I seni si gonfiano e diventano anormalmente grandi. Tutti gli uomini e le donne hanno ghiandole mammarie, ma non si notano negli uomini, perché tendono ad essere piccoli e non sviluppati.

L’allargamento della ghiandola mammaria nei maschi può influenzare i neonati, i ragazzi durante la pubertà e gli uomini più anziani.

All’età adulta, il 90% dei casi viene risolto. Più tardi nella vita, l’incidenza aumenta di nuovo con l’età.

Ginecomastia non significa che qualcuno ha il grasso in più di essere sovrappeso. È causato dal tessuto mammario aggiuntivo. Fare esercizio fisico o perdere peso non riduce il tessuto mammario in ginecomastia.

La pseudoginecomastia è una condizione separata, in cui il grasso si accumula nel seno, probabilmente a causa del sovrappeso o dell’obesità.

Chirurgia per ginecomastia

[uomo che tiene il torace]

Il seno è costituito da tessuto ghiandolare, che è solido e denso, e tessuto adiposo, che è morbido.

Il rapporto varia tra individui. Un uomo con ginecomastia può avere troppo di entrambi i tipi di tessuto.

La liposuzione può rimuovere il grasso in eccesso. Si tratta di inserire un tubicino attraverso un’incisione da 3 a 4 millimetri.

Asportazione significa tagliare il tessuto con un bisturi per rimuovere il tessuto ghiandolare in eccesso. Questo normalmente lascerà una cicatrice attorno al bordo del capezzolo.

Se è necessaria una riduzione importante dei tessuti e della pelle, l’incisione e la cicatrice saranno più grandi.

In alcuni casi, verranno utilizzati sia l’escissione sia la liposuzione.

Dopo l’intervento chirurgico, il torace sarà contuso e gonfio e il paziente potrebbe dover indossare un indumento a pressione elastica per 2 settimane per ridurre il gonfiore.

Normalmente occorrono circa 6 settimane per tornare a una normale routine. Le complicazioni dovute all’intervento sono rare. Includono un’asportazione insufficiente del tessuto mammario, un contorno irregolare al petto e una sensazione ridotta di uno o entrambi i capezzoli.

L’escissione può comportare il rischio di formazione di coaguli di sangue. Questo potrebbe richiedere il drenaggio.

Opzioni di trattamento per ginecomastia

La ginecomastia normalmente si risolve senza alcun trattamento, ma se c’è una condizione di base, potrebbe essere necessario un trattamento.

Se la condizione deriva da un farmaco, il paziente potrebbe dover passare a un altro farmaco. Se il paziente sta usando il farmaco solo per un breve periodo, la condizione sarà temporanea.

Se la condizione non si risolve entro 2 anni, o se provoca imbarazzo, dolore o tenerezza, può essere necessario un trattamento.

Il trattamento è raro. Le opzioni includono la chirurgia di riduzione del seno o la terapia ormonale per bloccare gli effetti degli estrogeni.

Farmaci per il trattamento della ginecomastia

Il tamoxifene è un farmaco che blocca l’azione dell’estrogeno femminile nel corpo. È usato per il trattamento e la prevenzione del cancro al seno, ma può anche ridurre i sintomi del dolore al seno e dell’allargamento del seno negli uomini.

Gli inibitori dell’aromatasi, usati per il trattamento del tumore al seno e alle ovaie nelle donne in post-menopausa, possono essere utilizzati off-label per prevenire o curare la ginecomastia nei maschi.

La sostituzione del testosterone può trattare la ginecomastia negli uomini anziani con bassi livelli di testosterone.

Cause della ginecomastia

Una serie di fattori può portare alla ginecomastia.

La ginecomastia può derivare da uno squilibrio tra gli ormoni sessuali testosterone ed estrogeni. L’estrogeno, l’ormone “femminile”, fa crescere il tessuto mammario, mentre il testosterone, l’ormone “maschile”, impedisce agli estrogeni di far crescere il tessuto mammario.

Tutti i maschi e le femmine hanno sia il testosterone che gli estrogeni, ma il testosterone si manifesta in proporzioni più elevate nei maschi, mentre le femmine hanno livelli più elevati di estrogeni.

Secondo il medico di famiglia americano, fino a 1 su 9 maschi appena nati hanno tessuto mammario palpabile. Questo perché hanno derivato alti livelli di estrogeni dalla madre. Quando i livelli di estrogeni tornano alla normalità, il gonfiore scompare, di solito entro poche settimane.

I seni gonfi diventano più comuni tra i maschi mentre si avvicinano alla mezza età. Gli uomini più anziani producono meno testosterone e di solito hanno più grassi rispetto agli uomini più giovani. Anche questo può comportare una maggiore produzione di estrogeni.

I fattori di rischio possono includere:

  • Malattia renale o epatica
  • Abuso di alcool
  • Trattamento delle radiazioni dei testicoli
  • La sindrome di Klinefelter
  • Tumori dei testicoli, ghiandola surrenale o ipofisi
  • Ipertiroidismo e tumori ormonalmente attivi.

Tra il 10% e il 20% dei casi si pensa che derivi dall’uso di farmaci o prodotti a base di erbe e il 25% si verifica per ragioni sconosciute.

I ricercatori hanno suggerito un possibile collegamento tra la ginecomastia e un certo numero di droghe illegali.

I farmaci che possono causare l’ingrandimento del seno negli uomini includono:

  • Steroidi anabolizzanti
  • Alcuni antibiotici
  • Alcuni farmaci per l’ulcera
  • Chemioterapia
  • Antidepressivi triciclici
  • Diazepam (Valium) e alcuni altri farmaci per il trattamento dell’ansia
  • Alcuni farmaci per l’HIV, tra cui efavirenz, noto anche come Sustiva
  • Anti-androgeni, comunemente prescritti per i pazienti con cancro o ingrossamento della prostata
  • Alcuni farmaci per il cuore, inclusi calcio antagonisti e digossina.

L’olio dell’albero del tè e i prodotti di lavanda, usati nelle creme e negli shampoo, possono avere un effetto.

Tuttavia, una meta-analisi rileva che molte di queste affermazioni sono supportate da prove di scarsa qualità.

Ginecomastia e suoi segni e sintomi

La ginecomastia non è normalmente un problema serio, ma la ricerca dimostra che può influenzare la fiducia in se stessi e causare imbarazzo.

Questo può portare a “Significativi deficit di salute generale, funzionamento sociale, salute mentale, autostima e comportamenti alimentari e atteggiamenti rispetto ai controlli”, secondo Brian Labow e colleghi del Boston Children’s Hospital di Boston, MA.

Se la ginecomastia persiste, i trattamenti sono disponibili.

I sintomi comprendono gonfiore e tenerezza nel tessuto della ghiandola mammaria di uno o entrambi i seni.

L’areola, l’area della pelle pigmentata che circonda il capezzolo, può aumentare di diametro e il tessuto del torace può apparire asimmetrico.

In caso di gonfiore, dolorabilità o perdita del capezzolo insolito e persistente o di una combinazione di questi, è importante consultare un medico.

Diagnosi di ginecomastia

[RM]

Il medico chiederà informazioni sui sintomi, sulla storia medica e farmaceutica e, eventualmente, sulla storia familiare. Ci sarà un esame fisico del tessuto mammario, così come i genitali e l’addome.

Se la causa sembra essere uno squilibrio ormonale, ad esempio durante la pubertà, il medico di solito avvertirà il paziente che è probabile che la malattia si risolva entro un anno.

Se il nodulo è anormalmente grande, tenero, unilaterale, fisso e duro, o associato alla secrezione dei capezzoli, il medico può ordinare una biopsia per escludere il cancro al seno.

Ulteriori test cercheranno di eliminare altre cause, come ad esempio:

  • Una cisti
  • Un ascesso o foruncolo
  • Un tumore benigno come il lipoma o l’amartoma
  • Mastite, che è l’infiammazione del tessuto mammario
  • Ematoma, un solido gonfiore di sangue rappreso
  • Metastasi, un tumore che si è diffuso da altre parti del corpo
  • Necrosi grassa, o un nodulo derivante da danni al tessuto mammario grasso.

Potrebbero essere necessari esami del sangue

I test di imaging possono includere:

  • Mammografia o ecografia mammaria
  • Radiografia del torace
  • Scansione TC o MRI
  • Scansione ad ultrasuoni dei testicoli

Una biopsia tissutale, se del caso, preleverà un campione di cellule o tessuto dall’area bersaglio per l’esame al microscopio.

prospettiva

Spesso i casi di ginecomastia si risolvono senza necessità di trattamento. Se il trattamento è necessario, spesso ha successo. In generale, la ginecomastia non è collegata a problemi di salute significativi più avanti sulla linea. Tuttavia, vi è un lieve aumento del rischio di cancro al seno negli uomini con ginecomastia.

Like this post? Please share to your friends: