Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sui porcili

Un porcile è un’infiammazione della palpebra associata a una piccola collezione di pus. Nella maggior parte dei casi, l’infezione è causata dai batteri.

A volte è conosciuto come un hordeolum.

Sebbene siano scomodi e incredibilmente comuni, i porcili non sono generalmente motivo di preoccupazione.

Spesso il nodulo è rosso e doloroso e sembra un punto d’ebollizione o brufolo. Sebbene la maggior parte dei porcili si formino all’esterno della palpebra, alcuni si sviluppano all’interno.

Nella maggior parte dei casi, i porcini migliorano entro 1 settimana senza alcun intervento medico. I porcili esterni, o quelli esterni alla palpebra, possono ingiallire e rilasciare pus. I porcili interni che appaiono all’interno della palpebra tendono ad essere più dolorosi.

Applicare un impacco caldo delicatamente contro il porcile aiuta a rilasciare il pus più facilmente e a risolvere il dolore e il gonfiore. A volte un porcile può ripresentarsi.

In questo articolo, tratteremo i sintomi di un porcile, come vengono diagnosticati, i trattamenti, compresi i rimedi casalinghi, i fattori di rischio e le possibili complicanze.

Fatti veloci su porcili

Ecco alcuni punti chiave sui porcili. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • I porcili possono essere dolorosi ma spesso guariscono senza intervento medico.
  • Se un porcile persiste per più di una settimana o influisce sulla visione, dovrebbe essere richiesta l’attenzione medica.
  • I porcili possono essere esterni o interni.
  • I rimedi casalinghi per i porcili includono un impacco caldo e farmaci antidolorifici OTC.

Sintomi

[L'uomo con il porcile esterno]

Il paziente avrà un rigonfiamento rosso doloroso sulla palpebra che può far sì che l’occhio produca lacrime e diventi rosso. A volte i porcili possono sembrare un brufolo.

I porcili interessano molto raramente entrambi gli occhi contemporaneamente. Un individuo avrà generalmente un porcile in un occhio. Tuttavia, è possibile avere più di un porcile nello stesso occhio o uno in ciascun occhio.

I sintomi di un porcile possono includere:

  • un nodulo sulla palpebra
  • gonfiore della palpebra
  • dolore
  • rossore
  • tenerezza
  • crosta dei margini delle palpebre
  • sensazione di bruciore
  • caduta della palpebra
  • prurito agli occhi
  • visione sfocata
  • scarico di muco dall’occhio
  • sensibilità alla luce
  • lacerazione
  • disagio quando lampeggia
  • la sensazione che ci sia un oggetto negli occhi

L’individuo dovrebbe parlare con un medico se il porcile persiste per più di 1 settimana, sorgono problemi di vista, se il gonfiore diventa particolarmente doloroso, sanguina o si diffonde ad altre parti del viso, o se la palpebra o gli occhi diventano rossi.

Esistono due categorie generali di porcile:

Hordeol esterno

I porcili esterni emergono lungo il bordo esterno della palpebra. Possono diventare gialli, pieni di pus e dolorosi quando vengono toccati. Possono essere causati da un’infezione di quanto segue:

  • Follicolo per ciglia: i piccoli fori nella pelle da cui crescono le ciglia.
  • Ghiandola sebacea (Zeis): questa ghiandola è attaccata al follicolo ciglia e produce sebo. Il sebo aiuta a lubrificare le ciglia e impedisce che si secchi.
  • Ghiandola apocrina (Moll): questa ghiandola aiuta anche a prevenire l’asciugarsi delle ciglia. È una ghiandola del sudore che si svuota nel follicolo delle ciglia.

Hordeol interno

Il gonfiore si sviluppa all’interno della palpebra. Generalmente, un hordeol interno è più doloroso di uno esterno. Sono anche indicati come un porcile interno e sono più comunemente a causa di un’infezione nella ghiandola di Meibomio. Queste ghiandole sono responsabili della produzione di una secrezione che costituisce una parte del film che copre l’occhio.

I pazienti possono anche avvertire una sensazione di bruciore agli occhi, formazione di croste sui margini delle palpebre, caduta delle palpebre, prurito al bulbo oculare, sensibilità alla luce, lacrimazione, sensazione di qualcosa che si è incollata agli occhi e fastidio al battito delle palpebre.

Fattori di rischio

Quanto segue può aumentare il rischio di sviluppare un porcile:

  • usando i cosmetici dopo le loro date di utilizzo
  • non rimuovere il trucco degli occhi prima di andare a letto
  • non disinfettare le lenti a contatto prima di inserirle
  • cambiare le lenti a contatto senza lavarsi accuratamente le mani
  • gli adolescenti tendono ad avere porcili più comunemente, ma le persone di qualsiasi età possono svilupparli
  • scarsa nutrizione
  • privazione del sonno

Se un membro della famiglia ha un porcile, gli altri residenti non devono condividere panni per il lavaggio o asciugamani per il viso per ridurre al minimo l’infezione incrociata.

A volte un porcile si presenta come una complicazione della blefarite, un’infiammazione delle palpebre. La blefarite è spesso causata da un’infezione batterica, ma a volte può essere una complicanza della rosacea, una condizione infiammatoria della pelle che colpisce principalmente la pelle del viso.

Trattamento

[Donna con porcile interno]

La maggior parte dei porcini va via da sola senza la necessità di alcun trattamento. Non appena si rompono, i sintomi tendono a migliorare rapidamente.

Non provare a scoppiare un porcile te stesso.

Un impacco caldo tenuto delicatamente contro l’occhio può aiutare ad alleviare i sintomi. L’acqua non dovrebbe essere troppo calda. Prestare particolare attenzione quando lo si applica a qualcun altro, come un bambino.

L’impacco deve essere tenuto contro l’occhio per 5-10 minuti, tre o quattro volte al giorno.

L’impacco non solo facilita il disagio, ma può anche incoraggiare il pus a defluire. Una volta che il pus è defluito, i sintomi normalmente migliorano rapidamente.

Gli antidolorifici come l’ibuprofene o il paracetamolo possono essere utili se il porcile è particolarmente dolente.

Quando un porcile esterno è estremamente doloroso, il medico può rimuovere le ciglia più vicine e drenare via il pus incidendolo con un ago sottile. Questa procedura dovrebbe essere eseguita solo da un professionista. Se le cose non migliorano, il paziente può essere indirizzato a uno specialista, ad esempio un oculista.

Se il porcile persiste, il medico può prescrivere una crema antibiotica topica o un collirio antibiotico. Se l’infezione si diffonde oltre la palpebra, potrebbero essere prescritti antibiotici orali.

È meglio non applicare il trucco degli occhi, lozioni o indossare lenti a contatto fino a quando il porcile non è completamente andato.

complicazioni

Complicazioni, anche se estremamente rare, possono talvolta verificarsi.

Questi possono includere:

Cisti di Meibomio: questa è una cisti delle piccole ghiandole situate nella palpebra. Le ghiandole rilasciano un lubrificante, chiamato sebo sul bordo della palpebra. Un pungiglione persistente all’interno della palpebra può infine trasformarsi in una cisti di Meibomio, o calazio, specialmente se la ghiandola è ostruita. Questo tipo di cisti è facilmente ed efficacemente curabile.

Cellulite preselezionale o periorbitale: questo può svilupparsi se l’infezione si diffonde al tessuto intorno all’occhio. Gli strati di pelle intorno all’occhio si infiammano e diventano rossi, rendendo le palpebre rosse e gonfie. Questo è trattato con antibiotici.

Sebbene possano verificarsi complicazioni, come già accennato, la maggior parte dei casi di porcile si risolve con un intervento minimo.

Like this post? Please share to your friends: