Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sui tipi di sangue

Il corpo umano contiene da 8 a 10 pinte di sangue a seconda delle dimensioni dell’individuo. Tuttavia, la composizione del sangue non è la stessa in ogni persona. Questo è ciò che rende il gruppo sanguigno della persona.

Il gruppo sanguigno di un individuo dipende da quali geni sono stati trasmessi dalla madre o dal padre.

Il modo più conosciuto di raggruppamento dei gruppi sanguigni è il sistema ABO, sebbene ci siano altri gruppi.

All’interno del gruppo ABO, quattro categorie principali sono suddivise in otto tipi di sangue comuni: A, B, O e AB.

Oltre 9,5 milioni di persone negli Stati Uniti (USA) sono donatori di sangue e circa 5 milioni di pazienti ricevono sangue ogni anno, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

È fondamentale dare a un paziente il giusto gruppo sanguigno in una trasfusione. Il tipo sbagliato può scatenare una reazione avversa e potenzialmente fatale.

Cosa fa un gruppo sanguigno?

[Etichette gruppo sanguigno]

Il sangue consiste di cellule e un liquido giallo acquoso noto come plasma. Il gruppo sanguigno dipende da ciò che ciascuna parte del sangue contiene.

I due principali sistemi di gruppi sanguigni sono gli antigeni ABO e antigeni Rhesus (incluso l’antigene RhD). Questi due antigeni sono usati per classificare i gruppi sanguigni.

Batteri e virus normalmente contengono un antigene. Durante un’infezione, il loro antigene li contrassegna come qualcosa che è estraneo al corpo o che di solito non si trova nel corpo.

La maggior parte degli antigeni dei globuli rossi sono molecole proteiche presenti sulla superficie dei globuli rossi.

I globuli bianchi producono anticorpi come difesa immunitaria. Questi anticorpi bersagliano gli antigeni e attaccano l’oggetto estraneo, ad esempio i batteri.

La corrispondenza incrociata dei gruppi sanguigni è vitale. Se una persona riceve globuli rossi con antigeni che non sono normalmente presenti nel loro sistema, il loro corpo respinge e attacca i nuovi globuli rossi.

Ciò può causare una reazione grave e potenzialmente pericolosa per la vita.

ABO e i gruppi sanguigni più comuni

Il sistema dei gruppi sanguigni ABO viene utilizzato per determinare i diversi tipi di antigeni nei globuli rossi e gli anticorpi nel plasma.

Questo sistema e lo stato dell’antigene RhD determinano quale tipo o tipo di sangue corrisponderanno per una trasfusione di globuli rossi sicura.

Ci sono quattro gruppi ABO:

Gruppo A: la superficie dei globuli rossi contiene un antigene A e il plasma ha un anticorpo anti-B che attacca qualsiasi globulo B contenente globuli rossi.

Gruppo B: la superficie dei globuli rossi contiene l’antigene B e il plasma ha un anticorpo anti-A che attacca qualsiasi antigene A contenente globuli rossi.

Gruppo AB: i globuli rossi hanno entrambi antigeni A e B, ma il plasma non contiene anticorpi anti-A / anti-B. Gli individui con tipo AB possono ricevere qualsiasi gruppo sanguigno ABO.

Gruppo O: il plasma contiene entrambi i tipi di anticorpi anti-A / anti-B, ma la superficie dei globuli rossi non contiene alcun antigene A / B. Non avere nessuno di questi antigeni A / B significa che possono essere donati a una persona con qualsiasi gruppo sanguigno ABO.

Alcuni globuli rossi hanno il fattore Rh, che è anche chiamato antigene RhD.

Il raggruppamento Rhesus aggiunge un’altra dimensione.

Se i globuli rossi contengono l’antigene RhD, sono RhD positivi. Se non lo fanno, sono RhD negativi.

Ciò significa che ci sono otto principali gruppi sanguigni nel sistema di gruppo sanguigno ABO / RhD. Alcuni di questi sono più comuni di altri.

[Gruppi sanguigni ABO]

  • A-positivo (A +) si verifica nel 30 percento delle persone negli Stati Uniti.
  • A-negativo (A-) si verifica nel 6 percento delle persone
  • B-positivo (B +) si verifica nel 9 percento delle persone
  • B negativo (B-) si verifica nel 2% delle persone
  • AB-positivo (AB +) si verifica nel 4 per cento delle persone
  • AB-negativo (AB-) si verifica nell’1% delle persone
  • O positivo (O +) si verifica nel 39% delle persone
  • O-negativo (O-) si verifica nel 9 percento delle persone

Circa l’82% della popolazione negli Stati Uniti ha sangue RhD positivo. Il gruppo sanguigno più raro è AB negativo.

Donatore universale e destinatario universale

Il sangue O negativo non contiene antigeni A o B o RhD. Questi globuli rossi possono essere trasfusi in quasi tutti i pazienti di qualsiasi gruppo sanguigno. Il gruppo O negativo è conosciuto come il tipo “donatore universale”.

Il sangue AB positivo, d’altro canto, non contiene anticorpi anti-A / anti-B / RhD, pertanto i pazienti con questo tipo di sangue possono pertanto ricevere quasi ogni tipo di trasfusione di globuli rossi. Questo tipo è, quindi, indicato come il tipo “destinatario universale”.

Quando è importante il gruppo sanguigno?

È importante confermare il gruppo sanguigno di una persona quando sta donando il sangue o sta ricevendo una trasfusione.

Se qualcuno con antigene di gruppo B riceve globuli rossi da qualcuno con antigene di gruppo A, il suo corpo rifiuterà la trasfusione.

Questo perché i pazienti con antigene B sui loro globuli rossi hanno anticorpi anti-A nel loro plasma. L’anticorpo anti-A nel plasma quindi attacca e distrugge i globuli rossi del donatore di antigene A. Questo può essere fatale.

Sangue in gravidanza

Durante la gravidanza, una madre può avere un tipo RhD diverso dal feto, poiché il feto può ereditare un diverso gruppo sanguigno dai geni del padre. C’è qualche rischio se la mamma è RhD negativa e il feto è RhD positivo.

[analisi del sangue]

Un piccolo numero di globuli rossi dalla circolazione del feto può entrare nel flusso sanguigno della madre. Questo può portare alla creazione di anticorpi anti-RhD nel plasma da parte della madre. Questo processo è noto come sensibilizzazione.

Un problema può insorgere se questo anticorpo rileva un antigene “estraneo” nelle cellule del sangue del feto e se poi inizia ad attaccare i globuli rossi del feto come meccanismo di difesa.

Questo può portare a gravi ittero e danni cerebrali se non rilevati.

Un’iniezione di immunoglobina G anti-D aiuta a prevenire la produzione della madre di questo anticorpo e riduce l’impatto di un evento sensibilizzante sul feto.

La somministrazione di IgG anti-D viene di solito somministrata a 28 settimane ea volte anche a 34 settimane di gravidanza. L’effetto di Anti-D dura fino a 12 settimane.

Se un evento sensibilizzante induce la madre a formare anticorpi anti-Rh, il suo stesso anticorpo rimarrà nel plasma anche se viene somministrato anti-D igG.

Se la donna RhD-negativa rimane incinta, e se il feto successivo ha anche un tipo di sangue RhD-positivo, c’è un rischio più elevato che l’anticorpo della madre attaccherà i globuli rossi del prossimo feto.

Le analisi del sangue possono rilevare in anticipo i possibili rischi per la salute del feto, controllando se il gruppo sanguigno del feto è compatibile con quello della madre.

È anche importante conoscere il tipo di sangue della madre in caso di perdita di sangue durante il parto, poiché potrebbe aver bisogno di una trasfusione di globuli rossi.

Test per il gruppo sanguigno

Un esame del sangue può determinare il gruppo sanguigno di un individuo.

[sangue nelle provette]

Un tecnico mescola il sangue dell’individuo con una varietà di campioni di siero. Il tipo di sangue di ciascun campione di siero è già noto.

Ogni campione è costituito da un diverso gruppo sanguigno, con l’agente di coagulazione rimosso. Questo è siero.

Il tecnico monitorerà il modo in cui il sangue della persona reagisce con ciascun siero. Gli anticorpi nel siero causeranno una reazione diversa in ciascuno di essi.

In questo modo, il gruppo sanguigno può essere identificato.

Ad esempio, se si verifica una reazione quando il sangue dell’individuo è miscelato con siero costituito da sangue di tipo A, che contiene anticorpi anti-B, il tipo di sangue sconosciuto, che è quello dell’individuo, deve essere di tipo B.

La tipizzazione del sangue deve essere testata in questo modo prima di eseguire una trasfusione di globuli rossi.

Questo è importante perché, a parte gli otto gruppi principali, ci sono molti tipi di sangue meno conosciuti.

È più raro che questi altri antigeni causino reazioni trasfusionali, ma può succedere, quindi le precauzioni sono essenziali.

Like this post? Please share to your friends: