Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sul cancro del colon

Il cancro del colon si verifica quando si sviluppano escrescenze tumorali nell’intestino crasso. È il terzo tipo più comune di cancro negli Stati Uniti.

Il colon, o intestino crasso, è dove il corpo estrae acqua e sale da rifiuti solidi. I rifiuti poi si muovono attraverso il retto ed escono dal corpo attraverso l’ano.

È anche la terza causa più comune di morte correlata al cancro e, nel 2017, 95.520 nuove diagnosi dovrebbero verificarsi negli Stati Uniti (Stati Uniti). Tuttavia, i progressi nella diagnosi, nello screening e nel trattamento hanno portato a costanti miglioramenti nella sopravvivenza.

Si consigliano proiezioni regolari dopo i 50 anni di età.

Il cancro del colon e il cancro del retto possono verificarsi insieme. Questo è chiamato cancro del colon-retto. Il cancro del retto ha origine nel retto, che è l’ultimo centimetro dell’intestino crasso, più vicino all’ano.

Fatti veloci sul cancro del colon:

Ecco alcuni punti chiave sul cancro del colon. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • Il cancro del colon colpisce l’intestino crasso e di solito inizia con polipi nella parete dell’intestino.
  • I sintomi possono non apparire fino a uno stadio successivo, ma se lo fanno, i problemi gastrointestinali sono sintomi comuni.
  • Il trattamento prevede una combinazione di chemioterapia, radioterapia e chirurgia, con possibile conseguente colostomia.
  • Uno stile di vita sano con una dieta ricca di fibre e povera di grassi può aiutare a prevenire il cancro al colon e lo screening può rilevarlo nelle fasi iniziali.

Sintomi e segni

Il cancro del colon colpisce l'intestino crasso. Di solito si sviluppa da polipi benigni.

Non ci sono spesso sintomi nelle prime fasi, ma i sintomi possono svilupparsi con l’avanzare del cancro.

Loro includono:

  • diarrea o stitichezza
  • cambiamenti nella consistenza delle feci
  • sgabelli sciolti e stretti
  • sanguinamento rettale o sangue nelle feci
  • dolore addominale, crampi, gonfiore o gas
  • dolore durante i movimenti intestinali
  • continua a esortare a defecare
  • debolezza e stanchezza
  • perdita di peso inspiegabile
  • sindrome dell’intestino irritabile (IBS)
  • anemia da carenza di ferro

Se il tumore si diffonde in una nuova posizione nel corpo, nella nuova area possono comparire ulteriori sintomi. Il fegato è più comunemente colpito.

fasi

Esistono diversi modi per mettere in scena il cancro. Le fasi dipendono da quanto si è diffuso il cancro.

Ecco un breve riassunto di un resoconto in quattro fasi comunemente utilizzato su dove si trova il tumore all’inizio di ogni fase.

Stadio 0: il cancro è in una fase molto precoce. È noto come carcinoma in situ. Non è cresciuto oltre lo strato interno del colon.

Fase 1: il tumore si è sviluppato nello strato successivo di tessuto, ma non ha raggiunto i linfonodi o altri organi.

Stadio 2: il tumore ha raggiunto gli strati esterni del colon, ma non si è diffuso oltre il colon.

Stadio 3: il tumore è cresciuto attraverso gli strati esterni del colon e ha raggiunto da uno a tre linfonodi. Non si è diffuso in siti distanti.

Fase 4: il cancro ha raggiunto altri tessuti oltre la parete del colon. Mentre la fase 4 progredisce, il cancro raggiunge parti distanti del corpo.

Il cancro si sviluppa progressivamente. Ogni fase non è fissa ma descrive una fase durante la quale si verificano determinati sviluppi.

Trattamento

Il trattamento dipenderà dal tipo e dallo stadio del tumore, dall’età, dallo stato di salute e da altre caratteristiche del paziente.

Non esiste un singolo trattamento per alcun tumore, ma le opzioni più comuni per il cancro del colon sono la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia.

I trattamenti cercano di rimuovere il cancro e alleviare i sintomi dolorosi.

Chirurgia

La chirurgia per il cancro del colon-retto spesso significa che una persona avrà bisogno di una colostomia. Una borsa raccoglie i rifiuti da uno stoma, scavalcando la necessità per la parte inferiore dell'intestino crasso.

La chirurgia per rimuovere una parte o tutti i due punti è chiamata colectomia. Il chirurgo rimuove la parte del colon contenente il cancro e l’area circostante.

Anche i linfonodi vicini vengono di solito rimossi. La parte sana del colon sarà riattaccata al retto o collegata a uno stoma a seconda dell’estensione della colectomia.

Uno stoma è un’apertura fatta nel muro dell’addome. I rifiuti passeranno in una borsa, eliminando la necessità della parte inferiore del colon. Questo è chiamato colostomia.

Alcuni piccoli tumori localizzati possono essere rimossi utilizzando l’endoscopia.

La chirurgia laparoscopica, utilizzando diverse piccole incisioni nell’addome, può essere un’opzione per rimuovere polipi più grandi.

La chirurgia palliativa può alleviare i sintomi in caso di cancri non curabili o avanzati. L’obiettivo è quello di alleviare qualsiasi blocco del colon e gestire il dolore, il sanguinamento e altri sintomi.

Chemioterapia

La chemioterapia amministra le sostanze chimiche che interferiscono con il processo di divisione cellulare danneggiando le proteine ​​o il DNA per danneggiare e uccidere le cellule tumorali.

Questi trattamenti mirano a tutte le cellule che si dividono rapidamente, comprese quelle sane. Le cellule sane possono di solito recuperare da qualsiasi danno indotto chimicamente, ma le cellule tumorali non possono.

La chemioterapia è generalmente usata per trattare il cancro che si è diffuso perché le medicine viaggiano attraverso tutto il corpo. Il trattamento avviene in cicli, quindi il corpo ha il tempo di guarire tra le dosi.

Gli effetti indesiderati comuni includono:

  • la perdita di capelli
  • nausea
  • fatica
  • vomito

Le terapie combinate spesso combinano più tipi di chemioterapia o combinano la chemioterapia con altri trattamenti.

Radiazione

Il trattamento con radiazioni danneggia e uccide le cellule tumorali concentrando su di esse raggi gamma ad alta energia.

I raggi gamma radioattivi vengono emessi da metalli come il radio o da raggi X ad alta energia. La radioterapia può essere utilizzata come trattamento autonomo per ridurre un tumore o distruggere le cellule tumorali o insieme ad altri trattamenti contro il cancro.

I trattamenti di irradiazione non vengono spesso utilizzati fino a una fase successiva. Possono essere impiegati se il cancro del retto in fase iniziale è penetrato nella parete del retto o viaggiato verso i linfonodi vicini.

Gli effetti collaterali possono includere:

  • lievi cambiamenti della pelle che assomigliano a scottature solari o all’abbronzatura
  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • fatica
  • appetito e perdita di peso

La maggior parte degli effetti collaterali si risolve alcune settimane dopo il completamento del trattamento.

Prevenzione

Le misure preventive standard includono:

  • mantenere un peso sano
  • esercizio
  • consumando molta frutta, verdura e cereali integrali
  • diminuzione dell’apporto di grassi saturi e carni rosse

Si raccomanda inoltre alle persone di limitare il consumo di alcol e di smettere di fumare.

Le cause

Normalmente, le cellule del corpo seguono un processo ordinato di crescita, divisione e morte. Il cancro si verifica quando le cellule crescono e si dividono in modo incontrollabile, senza morire.

La maggior parte del cancro del colon ha origine da tumori non cancerosi, o benigni, chiamati polipi adenomatosi che si formano sulle pareti interne dell’intestino crasso.

Le cellule cancerogene possono diffondersi da tumori maligni ad altre parti del corpo attraverso il sangue e i sistemi linfatici.

Queste cellule tumorali possono crescere e invadere i tessuti sani nelle vicinanze e in tutto il corpo, in un processo chiamato metastasi. Il risultato è una condizione più seria e meno trattabile.

Le cause esatte sono sconosciute, ma il cancro del colon ha diversi potenziali fattori di rischio.

polipi

Il cancro del colon di solito deriva da polipi precancerosi che esistono nell’intestino crasso.

I tipi più comuni di polipi sono:

  • Adenomi: Questi possono assomigliare al normale rivestimento del colon ma sembrano diversi al microscopio. Possono diventare cancerogene.
  • Polipi iperplastici: il cancro del colon raramente si sviluppa da polipi iperplastici, in quanto sono tipicamente benigni.

Alcuni di questi polipi possono trasformarsi in cancro maligno del colon nel tempo, se non vengono rimossi durante le prime fasi del trattamento.

geni

La crescita cellulare incontrollata può avvenire se c’è un danno genetico o se le modifiche al DNA influenzano la divisione cellulare. Una predisposizione genetica può essere ereditata dai membri della famiglia, ma la maggior parte dei tumori del colon si verificano in persone senza una storia familiare.

Alcune persone nascono con alcune mutazioni genetiche che le rendono statisticamente più probabilità di sviluppare il cancro più tardi nella vita. A volte, una persona avrà questa caratteristica genetica, ma il cancro non si svilupperà a meno che un fattore ambientale non lo inneschi.

Tratti, abitudini e dieta

L’età è un importante fattore di rischio per il cancro del colon. Circa il 91% di coloro che ricevono una diagnosi ha più di 50 anni.

Il cancro del colon è più probabile nelle persone con stili di vita sedentari, quelli con obesità e quelli che fumano tabacco.

Poiché il colon è parte del sistema digestivo, la dieta è un fattore importante. Le diete a basso contenuto di fibre e ad alto contenuto di grassi, calorie, carne rossa, alcol e carni lavorate sono state collegate a un rischio più elevato di cancro del colon.

Condizioni sottostanti

Alcune condizioni e trattamenti sono stati associati ad un aumentato rischio di cancro al colon.

Questi includono:

  • diabete
  • acromegalia, un disturbo dell’ormone della crescita
  • radioterapia per altri tumori
  • malattia infiammatoria dell’intestino, come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn

prospettiva

Se il tumore del colon-retto viene diagnosticato nella Fase 1, c’è una probabilità del 92% di sopravvivere almeno altri 5 anni. Alla fase 4, la percentuale è dell’11 percento.

Per questo motivo, lo screening annuale è raccomandato per uomini e donne di età compresa tra 50 e 75 anni, soprattutto perché i sintomi possono non apparire fino a quando il cancro non ha progredito.

L’American Cancer Society suggerisce la colonscopia, per la diagnosi precoce del cancro del colon, in quanto è il metodo più preciso. Visualizza l’intero colon e consente al chirurgo di rimuovere i polipi durante la procedura.

Altri test di screening includono:

  • esami del sangue occulto fecale annuale
  • test del DNA delle feci
  • sigmoidoscopia flessibile ogni 5 anni
  • Colonografia TC ogni 5 anni

Queste raccomandazioni di frequenza dipendono dal rischio individuale di cancro al colon.

Diagnosi

Un medico eseguirà un esame fisico completo e chiederà informazioni sulla storia medica personale e familiare.

La diagnosi viene solitamente effettuata dopo colonscopia o radiografia del clistere bario.

Colonscopia

Un tubo lungo e flessibile con una fotocamera su un’estremità viene inserito nel retto per ispezionare l’interno del colon.

Il paziente potrebbe dover seguire una dieta speciale per 24-48 ore prima della procedura. Il colon richiederà anche la pulizia con forti lassativi, un processo noto come preparazione intestinale.

Se i polipi si trovano nel colon, vengono rimossi e inviati a un patologo per la biopsia, un esame al microscopio che rileva le cellule cancerose o precancerose.

Una procedura simile, chiamata sigmoidoscopia flessibile, esamina una porzione più piccola dell’area colorettale. Ciò comporta una minore preparazione e potrebbe non essere necessaria una colonscopia completa se non si trovano polipi o se si trovano in una piccola area.

Clistere di bario a doppio contrasto

Questa procedura a raggi X utilizza un liquido chiamato bario per fornire risultati di imaging più chiari rispetto a una radiografia standard. Prima di un clistere di bario, il paziente deve digiunare per diverse ore.

Una soluzione liquida contenente l’elemento bario viene quindi iniettata nel colon attraverso il retto, seguita da un breve pompaggio di aria per lisciare lo strato di bario per risultati ottimali.

Viene quindi eseguita la radiografia del colon e del retto. Il bario apparirà bianco sulla radiografia e tumori e polipi appariranno come contorni scuri.

Se una biopsia suggerisce il cancro al colon, il medico può ordinare una radiografia del torace, un’ecografia o una TC dei polmoni, del fegato e dell’addome per valutare la diffusione del tumore.

Può anche esserci un esame del sangue per una sostanza prodotta da alcune cellule tumorali denominate antigene carcinoembrionico (CEA).

A seguito di una diagnosi, il medico determinerà lo stadio del tumore in base alle dimensioni e all’estensione del tumore e alla diffusione ai linfonodi vicini e agli organi distanti.

La fase del cancro determinerà le opzioni di trattamento e informerà la prognosi, o il corso probabile che prenderà il cancro.

Like this post? Please share to your friends: