Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sul citomegalovirus

Il citomegalovirus è un virus dell’herpes comune. Molte persone non sanno di averlo, perché potrebbero non avere sintomi.

Ma il virus, che rimane dormiente nel corpo, può causare complicazioni durante la gravidanza e per le persone con un sistema immunitario indebolito.

Il virus si diffonde attraverso i fluidi corporei e può essere trasmesso da una madre incinta al suo bambino non ancora nato.

Conosciuto anche come HCMV, CMV o Human Herpes virus 5 (HHV-5), il citomegalovirus è il virus più comunemente trasmesso a un feto in via di sviluppo.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) stimano che oltre il 50 per cento degli adulti negli Stati Uniti sono infetti dall’età di 40 anni. Colpisce sia i maschi che le femmine, a qualsiasi età e indipendentemente dall’etnia.

Sintomi

[donna con la febbre]

I sintomi dipenderanno dal tipo di CMV.

CMV acquisito

La maggior parte delle persone con CMV acquisito non presenta sintomi evidenti, ma se si manifestano sintomi, possono includere:

  • febbre
  • sudorazioni notturne
  • stanchezza e disagio
  • gola infiammata
  • ghiandole gonfie
  • dolore articolare e muscolare
  • basso appetito e perdita di peso

I sintomi generalmente scompariranno dopo due settimane.

CMV ricorrente

I sintomi di CMV ricorrente variano a seconda di quali organi sono interessati. Le aree che possono essere colpite sono gli occhi, i polmoni o il sistema digestivo.

I sintomi possono includere:

  • febbre
  • diarrea, ulcere gastrointestinali e sanguinamento gastrointestinale
  • mancanza di respiro
  • polmonite con ipossiemia o basso livello di ossigeno nel sangue
  • ulcere alla bocca che possono essere grandi
  • problemi con la vista, inclusi floater, punti ciechi e visione offuscata
  • epatite, o fegato infiammato, con febbre prolungata
  • encefalite, o infiammazione del cervello, che porta a cambiamenti comportamentali, convulsioni e persino coma.

Una persona con un sistema immunitario indebolito che manifesta uno qualsiasi di questi sintomi deve consultare un medico.

CMV congenito

Circa il 90% dei bambini nati con CMV non ha sintomi, ma il 10% – 15% di loro svilupperà la perdita dell’udito, normalmente durante i primi 6 mesi di vita. La gravità varia da lieve a totale perdita dell’udito.

Nella metà di questi bambini, solo un orecchio sarà interessato, ma il resto avrà la perdita dell’udito in entrambe le orecchie. La perdita dell’udito in entrambe le orecchie può portare ad un rischio più elevato di problemi di linguaggio e comunicazione in seguito.

Se ci sono sintomi di CMV congenita alla nascita, possono includere:

  • itterizia
  • polmonite
  • macchie rosse sotto la pelle
  • Macchie di pelle viola, un’eruzione cutanea o entrambi
  • fegato ingrossato
  • milza ingrossata
  • basso peso alla nascita
  • convulsioni

Alcuni di questi sintomi sono curabili.

In circa il 75% dei bambini nati con CMV congenita, ci sarà un impatto sul cervello. Questo può portare a sfide più tardi nella vita.

Le condizioni che possono affrontare includono:

  • autismo
  • perdita della vista centrale, cicatrici della retina e uveite, gonfiore e irritazione dell’occhio
  • difficoltà cognitive e di apprendimento
  • sordità o perdita dell’udito parziale
  • epilessia
  • visione alterata
  • problemi con la coordinazione fisica
  • convulsioni
  • testa piccola

Trattamento

Gli scienziati hanno cercato un vaccino contro il CMV, ma non esiste ancora una cura.

Le persone con CMV acquisito, che vengono infettate per la prima volta, possono usare analgesici da banco (OTC) come Tylenol (acetaminofene), ibuprofene o aspirina per alleviare i sintomi e devono bere molti liquidi.

I pazienti con CMV congenita o ricorrente possono usare farmaci antivirali come il ganciclovir per rallentare la diffusione del virus.

Questi farmaci possono avere effetti avversi. In caso di danni estesi all’organo, potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale.

I neonati possono aver bisogno di rimanere in ospedale fino a quando le funzioni degli organi non tornano alla normalità.

Prevenzione

Le seguenti precauzioni possono aiutare a ridurre il rischio di contrarre il CMV:

  • Lavare le mani regolarmente con acqua e sapone.
  • Evita di baciare un bambino piccolo, compreso il contatto lacrimale e salivare.
  • Evitare di condividere bicchieri e utensili da cucina, ad esempio, passando intorno a un drink.
  • Smaltire accuratamente pannolini, fazzoletti di carta e articoli simili.
  • Utilizzare un preservativo per prevenire la diffusione di CMV attraverso fluidi vaginali e sperma.

Il CDC esorta i genitori e gli operatori sanitari dei bambini affetti da CMV a cercare il trattamento il più presto possibile, sia che si tratti di farmaci o di servizi come i controlli dell’udito.

tipi

Esistono tre tipi principali di infezioni da CMV: acquisite, ricorrenti o congenite.

  • Il CMV acquisito o primario è un’infezione per la prima volta.
  • Il CMV ricorrente si verifica quando il paziente è già infetto. Il virus è dormiente e quindi diventa attivo a causa di un sistema immunitario debole.
  • La CMV congenita è quando l’infezione si verifica durante la gravidanza e colpisce il nascituro.

Generalmente il CMV non è un problema, tranne quando colpisce un nascituro o una persona con un sistema immunitario debole, come un recente trapiantato o una persona con un virus dell’immunodeficienza umana o l’HIV.

Nelle persone con HIV, l’infezione da CMV può portare a insufficienza d’organo, danni agli occhi e cecità. Il miglioramento dei farmaci antivirali ha ridotto il rischio negli ultimi anni.

I riceventi di trapianti di organi e midollo osseo devono assumere immunosoppressori per ridurre il loro sistema immunitario, in modo che i loro corpi non rigettano i nuovi organi. Il CMV dormiente può diventare attivo in questi pazienti e causare danni agli organi.

I pazienti trapiantati possono ricevere farmaci antivirali come precauzione contro CMV.

Durante la gravidanza, l’infezione da CMV può passare dalla madre al feto. Questo è chiamato CMV congenito.

Secondo il CDC, circa 1 neonato su 150 è già infetto da CMV alla nascita.

La maggior parte di questi bambini non presenterà segni o sintomi, ma circa il 20% di essi presenterà sintomi o complicanze a lungo termine, tra cui difficoltà di apprendimento.

I sintomi possono essere gravi e includono la vista e la perdita dell’udito, perdita della vista, piccole dimensioni della testa, debolezza e difficoltà nell’uso dei muscoli, problemi di coordinazione e convulsioni.

Le cause

[herpes virus]

Il citomegalovirus acquisito può diffondersi tra le persone attraverso fluidi corporei, come la saliva, lo sperma, il sangue, l’urina, i fluidi vaginali e il latte materno.

L’infezione può anche verificarsi toccando una superficie infetta da saliva o urina e poi toccando l’interno del naso o della bocca.

La maggior parte degli esseri umani si infetta durante l’infanzia, presso asili nido, asili nido e luoghi in cui i bambini sono in stretto contatto l’uno con l’altro. Tuttavia, a questa età, il sistema immunitario del bambino è normalmente in grado di affrontare un’infezione.

Il CMV ricorrente può verificarsi in pazienti con un sistema immunitario indebolito a causa di HIV, trapianto di organi, chemioterapia o assunzione di steroidi orali per oltre 3 mesi.

La CMV congenita si verifica normalmente quando una donna viene infettata da CMV per la prima volta, durante la gravidanza o poco prima dell’ideazione.

Occasionalmente, un’infezione da CMV latente può ripresentarsi durante la gravidanza, specialmente se la madre ha un sistema immunitario indebolito.

Diagnosi

Un esame del sangue può rilevare gli anticorpi che vengono creati quando il sistema immunitario risponde alla presenza di CMV.

Una donna incinta ha un rischio molto piccolo di riattivazione che infetta il suo bambino in via di sviluppo. Se si sospetta un’infezione, lei può prendere in considerazione l’amniocentesi, che comporta l’estrazione di un campione di liquido amniotico per scoprire se il virus è presente.

Se si sospetta una CMV congenita, il bambino deve essere sottoposto a test entro le prime 3 settimane di vita. Il test dopo le 3 settimane non sarà determinante per la CMV congenita, perché l’infezione potrebbe essere avvenuta dopo la nascita.

Ogni paziente con un sistema immunitario indebolito dovrebbe essere testato, anche se non vi è alcuna infezione attiva da CMV. Il monitoraggio regolare delle complicanze CMV includerà test per la visione e problemi di udito.

complicazioni

Molto raramente le persone sane si ammalano significativamente dall’infezione da CMV.

Le persone con un sistema immunitario indebolito, tuttavia, possono sviluppare la mononucleosi da CMV, una condizione in cui ci sono troppi globuli bianchi con un singolo nucleo. I sintomi includono mal di gola, gonfiore delle ghiandole, tonsille gonfie, stanchezza e nausea. Può causare infiammazione del fegato, epatite e ingrossamento della milza.

La mononucleosi da CMV è simile alla mononucleosi classica, causata dal virus Epstein-Barr. La mononucleosi EBV è anche nota come febbre ghiandolare.

Altre complicazioni di CMV sono:

  • problemi gastrointestinali, tra cui diarrea, febbre, dolore addominale, infiammazione del colon e sangue nelle feci
  • problemi di funzionalità epatica
  • complicanze del sistema nervoso centrale (SNC), come l’encefalite o l’infiammazione del cervello
  • polmonite o infiammazione del tessuto polmonare.
Like this post? Please share to your friends: