Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sull’esofagite

L’esofagite è un’infiammazione dell’esofago – il tubo muscolare che passa cibo e bevande dalla bocca allo stomaco. Può provocare danni all’esofago.

In alcuni casi gravi, esofagite non trattata può portare ad alterazioni della struttura e della funzione dell’esofago.

Il trattamento si concentra sull’eliminazione della causa dell’infiammazione e sulla prevenzione di fattori scatenanti, come determinati alimenti o allergeni. In alcuni casi, l’uso di farmaci per trattare l’infiammazione può anche aiutare. Se diagnosticata rapidamente e trattata correttamente, le prospettive per l’esofagite sono buone.

Fatti veloci sull’esofagite:

  • L’esofagite colpisce dal 2 al 5% delle persone di età pari o superiore a 55 anni.
  • La prognosi per esofagite è normalmente buona.
  • L’esofagite può essere causata da certe allergie.
  • Essere sovrappeso aumenta il rischio di esofagite.
  • A seconda della causa dell’esofagite, ci sono vari trattamenti possibili.

Le cause

donna che tiene la sua gola

Diverse condizioni possono causare esofagite. A volte, la condizione può essere causata da più di un fattore.

Questi includono:

GERD

Questa è la causa più comune, nota come esofagite da reflusso. Nell’estremità inferiore dell’esofago, c’è una valvola che impedisce agli acidi nello stomaco di risalire nell’esofago. Questo è chiamato sfintere esofageo.

Se lo sfintere esofageo è difettoso – non si chiude e non si apre correttamente – il contenuto dello stomaco può risalire nell’esofago (reflusso). GERD può irritare l’esofago, portando a esofagite.

allergie

Alcune allergie possono causare esofagite eosinofila, scatenata da una reazione allergica. Gli eosinofili sono un tipo di globuli bianchi. Quando c’è una reazione allergica o un’infezione, il numero di eosinofili nel sangue aumenta e causa infiammazione.

farmaci

Alcuni farmaci possono causare esofagite, questo è noto come esofagite indotta da farmaci. Se i farmaci sono in contatto con il rivestimento dell’esofago per troppo tempo, o se una grande pillola provoca irritazione mentre viene ingerita, può produrre infiammazione.

Questo può accadere se le compresse vengono ingerite senza lavarle con sufficiente acqua. Residui dalla compressa, pillola o capsula possono rimanere nell’esofago. Più comunemente, si verifica con alcuni antidolorifici, antibiotici, farmaci per il trattamento della carenza di potassio e alcuni farmaci per il trattamento dell’osteoporosi.

infezioni

Esofagite infettiva può verificarsi in persone che hanno indebolito il sistema immunitario. Può essere causato da infezioni fungine come la candida o infezioni virali come l’herpes simplex o il cytomegalovirus. Con l’aiuto dell’endoscopia, un medico esperto può identificare la fonte dell’infezione.

Altre cause

Altre cause di esofagite comprendono l’abuso di alcol, la radioterapia, i sondini nasogastrici e le lesioni chimiche derivanti da soluzioni alcaline o acide ingerite. Le lesioni chimiche possono verificarsi se un bambino beve soluzioni detergenti o se un adulto ingerisce sostanze caustiche durante un tentativo di suicidio.

Sintomi

l'uomo sta per vomitare

Questi sono i segni e i sintomi più comunemente legati all’esofagite:

  • dolore addominale
  • dolore e difficoltà durante la deglutizione
  • il cibo si blocca nell’esofago
  • mancanza di appetito
  • nausea e possibilmente vomito
  • tosse
  • dolore al petto quando si mangia, bruciore di stomaco
  • piaghe alla bocca

Nei bambini e nei neonati, i sintomi includono difficoltà di alimentazione e possibile incapacità di crescita o difficoltà a ottenere un peso adeguato. A questa età, la maggior parte dei pazienti è troppo giovane per descrivere i propri sintomi.

trattamenti

Il trattamento dipenderà quasi interamente da ciò che ha causato l’infiammazione:

Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD)

  • Bloccanti acidi, inclusi gli H2-bloccanti e gli inibitori della pompa protonica: si tratta di farmaci che hanno un effetto a lungo termine sulla riduzione della produzione di acido gastrico.
  • Fundoplicazione: questo è un intervento chirurgico per il trattamento di GERD. Una parte dello stomaco è avvolta attorno allo sfintere esofageo inferiore, che lo rafforza e impedisce all’acido dello stomaco di ritornare all’esofago.

allergie

  • Corticosteroidi: questi farmaci per via orale possono ridurre l’infiammazione legata allergia, con conseguente minore infiammazione nell’esofago, che consente di guarire.
  • Steroidi per via inalatoria: usati principalmente per il trattamento dell’asma, gli steroidi per via inalatoria possono aiutare a ridurre i sintomi dell’esofagite eosinofila.
  • Inibitori della pompa protonica: i pazienti con esofagite causata da allergie possono avere buoni risultati se prescritti inibitori della pompa protonica se c’è anche una certa quantità di reflusso.
  • Allergia alimentare: qui il trattamento consiste semplicemente nell’eliminare gli alimenti che causano allergie. Un medico di solito indirizza il paziente a un dietologo qualificato o, in alcuni casi, a un allergologo per testare se non è chiaro quali alimenti siano correlati.
  • Esofagite causata da alcuni farmaci: il medico può prescrivere un farmaco alternativo o cambiare il modo in cui viene somministrato, ad esempio da una forma solida a una liquida.
  • Esofagite causata da infezioni: il medico probabilmente prescriverà un farmaco specifico per combattere l’infezione, a seconda che l’agente patogeno sia un virus, un fungo, un parassita o un batterio.
  • Grave restringimento dell’esofago: può essere eseguita una procedura per dilatare l’esofago.

Fattori di rischio

I seguenti sono fattori di rischio per GERD, che aumentano anche le possibilità di sviluppare esofagite da reflusso:

  • essere sovrappeso o obesi
  • ernia iatale
  • gravidanza
  • fumo
  • consumando regolarmente determinati cibi e bevande in grandi quantità, come cibi a base di pomodoro, agrumi, cioccolato, aglio, cipolle, cibi piccanti, alcol e caffeina
  • allergie
  • farmaci, soprattutto dovendo ingoiare grandi pillole
  • sdraiarsi immediatamente dopo un pasto
  • assumere farmaci quando si è sdraiati o assumere farmaci prima di andare a letto
  • infezioni, poiché un sistema immunitario indebolito può aumentare il rischio di sviluppare esofagite infettiva

Diagnosi

Dopo aver chiesto al paziente i loro sintomi, la loro storia medica e l’esecuzione di un esame obiettivo, il medico può ordinare ulteriori test diagnostici:

Radiografia del bario: questo fornisce una radiografia dell’esofago ben definita, che aiuta il medico a determinare se vi è un restringimento o alterazione strutturale nell’esofago.

Endoscopia: un tubo lungo e sottile con una piccola telecamera all’estremità è filettato lungo la gola del paziente. Osservando l’esofago e possibilmente prendendo un piccolo campione, il medico può determinare cosa ha causato l’infiammazione.

Campioni di tessuto: una piccola quantità di tessuto può essere rimossa per determinare se l’infiammazione è causata da un organismo, un’allergia, un cancro o un cambiamento precanceroso.

Allergia: alcuni test possono essere eseguiti per scoprire se il paziente è sensibile a uno o più allergeni. Ciò può comportare un esame della puntura della pelle, un esame del sangue o una dieta per l’eliminazione.

Like this post? Please share to your friends: