Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sulla cocaina

La cocaina è un anestetico molto coinvolgente e naturale, o antidolorifico.

Viene estratto dalle foglie di, noto anche come la coca macchia, una pianta che cresce negli altipiani andini del Sud America.

È lo stimolante più potente di origine naturale. Quando la Coca-Cola fu prodotta per la prima volta, conteneva 9 milligrammi di cocaina per bicchiere. Nel 1903, questo ingrediente fu rimosso, ma la bevanda ha ancora aroma di coca.

Nel 1884, Karl Koller, un oculista austriaco, per primo usò la cocaina come anestetico durante la chirurgia oculare. Era un anestetico popolare e ampiamente utilizzato fino all’inizio del 20 ° secolo.

Quando la professione medica si rese conto che la cocaina creava dipendenza, furono sviluppati anestetici più sicuri. La cocaina, nella sua forma di base, non viene più usata di routine.

Tuttavia, la cocaina e il suo derivato, crack cocaina, sono ampiamente utilizzati come droghe ricreative illegali.

Fatti veloci sulla cocaina

Ecco alcuni punti chiave sulla cocaina. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • La cocaina può essere fumata, iniettata o sniffata
  • Il crack è un tipo di cocaina
  • L’uso a lungo termine di cocaina aumenta il rischio di malattie cardiache
  • La cocaina può apportare modifiche alla struttura del cervello

Uso ricreativo

[Droga di cocaina]

Come droga ricreativa, la cocaina è conosciuta come polvere, neve, sci, soffice, colpo, pendenze, coca, polvere marcia, benzoilmetilgon-gonina e caramelle al naso.

Normalmente si trova sotto forma di polvere cristallina bianca o sostanza grigiastra e spessa.

In forma di polvere, di solito è costituito da cocaina cloridrato diluito con altre sostanze, come la lidocaina, un anestetico locale, zuccheri (lattosio), inositolo e mannitolo.

La diluizione della cocaina consente al venditore di ottenere maggiori profitti “allungando” la quantità di cocaina pura che devono vendere.

La cocaina può essere assunta da:

  • Sniffare o inalare attraverso il naso. Entra nel flusso sanguigno attraverso i tessuti nasali
  • Iniezione, che la rilascia direttamente nel flusso sanguigno
  • Fumare o inalare nei polmoni, dove entra rapidamente nel flusso sanguigno

Cos’è il crack?

Crack è il nome della strada per un tipo di cocaina che ha rimosso il cloridrato, consentendo di fumare.

Quando la miscela viene riscaldata, emette un suono scoppiettante, da cui il nome. I produttori di crack fanno crack con bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) o ammoniaca e acqua, e viene riscaldato per rimuovere il cloridrato.

Il crack cracker riceve grandi dosi di cocaina. L’effetto è intenso e praticamente immediato, come nel caso della cocaina iniettata, ma il “massimo” dura solo circa 5 minuti.

effetti

[Crack di cocaina]

La cocaina ha un effetto stimolante molto potente sul sistema nervoso. Aumenta i livelli di dopamina, un neurotrasmettitore legato al piacere, al movimento e al circuito di ricompensa del cervello.

Normalmente, i neuroni rilasciano dopamina in risposta a uno stimolo piacevole, come l’odore del buon cibo. Una volta che la dopamina ha trasmesso il suo messaggio, ritorna all’interno del neurone e il segnale si interrompe.

La cocaina impedisce alla dopamina di tornare nel neurone, quindi si accumula e continua a inviare il messaggio piacevole al cervello.

L’eccesso di dopamina dà all’utente una sensazione di maggiore benessere, euforia, prontezza, attività motoria ed energia.

Gli effetti generalmente durano tra i 15 ei 30 minuti, ma più brevi con le crepe.

rischi

La cocaina e il crack di cocaina sono droghe illegali. Questo perché comportano rischi per la salute.

Dipendenza

La cocaina è una droga molto coinvolgente.

L’uso a lungo termine può modificare gradualmente il sistema di ricompensa del cervello, aumentando il rischio di dipendenza.

Negli occasionali consumatori di cocaina, i problemi sociali o fisici sono rari, ma gli scienziati insistono nel dire che non esiste una quantità sicura di cocaina.

Le persone che sono dipendenti possono eventualmente preferire l’assunzione di cocaina a qualsiasi altra attività. Il loro stile di vita può cambiare completamente man mano che la dipendenza prende piede.

La persona può perdere il lavoro, la casa, la famiglia e fallire. Le conseguenze possono essere fatali.

Overdose

[Rischio di attacco di cuore di cocaina]

Un sovradosaggio di cocaina può portare a convulsioni, insufficienza cardiaca pericolosa per la vita, emorragia cerebrale, ictus e insufficienza respiratoria.

L’uso regolare, anche senza sovradosaggio, aumenta il rischio di conseguenze negative per la salute.

Non esiste un farmaco specifico per il trattamento del sovradosaggio di cocaina.

Alcuni studi hanno dimostrato che coloro che iniettano o fumano cocaina hanno un rischio maggiore di complicanze rispetto alle persone che lo sniffano. I fumatori tendono a sviluppare una dipendenza più rapidamente di quelli che sbuffano.

Fumare cocaina aumenta anche il rischio di sviluppare problemi respiratori, come mancanza di respiro, tosse e traumi polmonari, compreso il sanguinamento.

Cambiamenti fisici

Scienziati dell’Università di Cambridge in Inghilterra hanno identificato una struttura anormale del cervello nel lobo frontale del cervello di consumatori di cocaina.

La squadra ha analizzato il cervello di 120 individui, metà dei quali erano dipendenti dalla cocaina. I risultati hanno mostrato una diffusa perdita di materia grigia tra i consumatori di cocaina. La perdita era maggiore tra coloro che avevano usato la droga più a lungo.

I gangli della base, una parte del cervello che ospita il sistema di ricompensa, sono risultati più grandi tra gli individui che dipendevano dalla cocaina.

Gli scienziati ritengono che i gangli della base fossero già ingranditi prima che iniziasse la dipendenza. Ciò suggerirebbe che alcune persone potrebbero essere più vulnerabili agli effetti di dipendenza della cocaina.

Rischio di ictus e infarto

La ricerca indica che l’uso di cocaina può aumentare significativamente il rischio di infarto o ictus.

Gli utenti ricreativi di cocaina hanno dimostrato di avere arterie più dure, pareti muscolari cardiache più spesse, pressione arteriosa più alta e fino a un 35 più alto rischio di aorta indurita, rispetto a persone che non hanno mai usato il farmaco.

Altri rischi per la salute

L’uso di cocaina può anche avere i seguenti effetti:

[trattamento per la dipendenza da cocaina]

  • vasi sanguigni ristretti
  • alta temperatura corporea
  • battito cardiaco accelerato
  • ipertensione, insufficienza cardiaca e ictus
  • mal di testa
  • dolore addominale
  • nausea
  • diminuzione dell’appetito, con rischio di malnutrizione tra gli utenti cronici
  • grave paranoia, un senso alterato della realtà
  • allucinazioni, o sentire cose che non ci sono
  • problemi al tratto respiratorio superiore da sbuffi regolari, compresa perdita dell’olfatto, perdita di sangue dal naso, sonnolenza del setto nasale, problemi di deglutizione, naso che cola persistente e raucedine
  • grave cancrena intestinale causata da una riduzione del flusso sanguigno tra coloro che ingeriscono regolarmente
  • l’iniezione aumenta il rischio di gravi reazioni allergiche e malattie trasmesse per via ematica, come l’HIV e l’epatite

L’uso di cocaina nel modello Binge può portare a irritabilità, ansia e irrequietezza.

Cocaetilene: cocaina e alcol

Le persone che abusano di sostanze spesso assumono più di un farmaco allo stesso tempo. Quando una persona consuma cocaina e alcol insieme, il fegato produce cocaetilene.

La cocaina prolunga gli effetti euforici della cocaina e li rende più intensi.

Per questo motivo, i tossicodipendenti a volte assumono la cocaetilene come droga ricreativa.

Tuttavia, l’uso di cocaetilene è legato a un rischio significativamente maggiore di morte improvvisa, rispetto alla sola cocaina.

Trattamento della dipendenza

Riconoscere una dipendenza è il primo passo per perderlo.

A seconda della natura dell’abuso, ad alcuni pazienti che chiedono aiuto verrà consigliato di frequentare un programma di riabilitazione residenziale o un programma diurno strutturato.

I farmaci possono trattare i sintomi correlati al ritiro della cocaina, ma non esiste un farmaco sostitutivo che possa aiutare in modo efficace un paziente a riprendersi da una dipendenza da cocaina.

Gli individui che smettono di usare il farmaco avranno voglie potenti che possono durare per anni.

Counseling, supporto sociale e alcuni farmaci specialistici possono aiutare.

L’Agenzia nazionale di trattamento per abuso di sostanze (NTA) afferma che il 70% delle persone che entrano in terapia per problemi di cocaina in polvere smettono completamente o riducono significativamente il loro consumo entro 6 mesi.

Chiunque sia preoccupato per l’uso di cocaina dovrebbe vedere un medico o un gruppo di supporto locale per battere la dipendenza.

Like this post? Please share to your friends: