Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sulla diverticolite

La diverticolite si verifica quando i sacchetti iniziano a sporgere verso l’esterno dalla parete del colon, diventando infetti e infiammati.

Tuttavia, queste buste possono sporgere senza essere infettate. Questo è noto come diverticolosi e le buste sono chiamate diverticoli. Molte persone hanno un numero di diverticoli ma non si sentono effetti negativi. Tuttavia, quando una busta viene infettata, può essere molto dolorosa.

Si pensa che circa il 50% delle persone abbia la diverticolosi all’età di 50 anni. Si stima che dal 10 al 25 per cento delle persone con diverticolosi svilupperà diverticolite, sebbene questa cifra sia discussa, e alcuni ritengono che possa essere inferiore all’1 per cento.

All’età di 80 anni, il 65% delle persone ha una diverticolosi.

Uno studio ha rilevato che l’incidenza della diverticolite tra i giovani adulti obesi è in crescita. Un rapporto del National Institutes of Health (NIH) ha rivelato che il costo delle malattie dell’apparato digerente è ora più di $ 141 miliardi all’anno negli Stati Uniti.

Questo articolo esaminerà le cause, i sintomi, i fattori di rischio e i trattamenti di diverticolite e condizioni correlate. Discuteremo anche della dieta diverticolite.

Fatti veloci su diverticolite

Ecco alcuni punti chiave sulla diverticolite. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • La diverticolite è una sacca infetta nel colon.
  • I sintomi della diverticolite comprendono dolore, stitichezza e sangue nelle feci.
  • Una delle cause principali della malattia diverticolare è la mancanza di fibre alimentari.
  • La maggior parte delle persone può auto-trattare la condizione.
  • La chirurgia per diverticolite può essere necessaria se la condizione è ricorrente.

Sintomi

Schema di diverticolosi della diverticolite

I sintomi di diverticolosi e diverticolite sono diversi.

Sintomi di diverticolosi

La maggior parte delle persone con diverticolosi non avverrà mai alcun sintomo. Questo è chiamato diverticolosi asintomatica.

Ci possono essere episodi di dolore nell’addome inferiore. Più specificamente, di solito nella parte inferiore sinistra dell’addome. Il dolore viene spesso quando l’individuo mangia o passa le feci. Potrebbe esserci un po ‘di sollievo dopo aver infranto il vento.

Altri sintomi includono:

  • cambiare abitudini intestinali
  • costipazione e, meno comunemente, diarrea
  • piccole quantità di sangue nelle feci

Sintomi della diverticolite

Quando la diverticolite si infiamma, i sintomi includono:

  • dolore costante e solitamente severo, di solito sul lato sinistro dell’addome sebbene occasionalmente sulla destra
  • febbre
  • minzione più frequente
  • minzione dolorosa
  • nausea e vomito
  • sanguinamento dal retto

Le cause

Non si sa perché i sacchetti inizino a sporgere verso l’esterno dal colon. Tuttavia, la mancanza di fibre alimentari è spesso considerata la causa principale.

La fibra aiuta ad ammorbidire le feci e non consumare abbastanza fibra alimentare porta a feci dure. Ciò può causare più pressione o affaticamento sul colon mentre i muscoli spingono le feci verso il basso. Si pensa che questa pressione causi lo sviluppo di diverticoli.

I diverticoli si verificano quando i punti deboli nello strato esterno del muscolo del colon cedono e lo strato interno si schiaccia.

Sebbene non vi siano prove cliniche chiare che dimostrino un legame tra fibra alimentare e diverticolosi, i ricercatori affermano che le prove circostanziali sono convincenti. Tuttavia, l’argomento è molto dibattuto.

In alcune parti del mondo in cui l’assunzione di fibre alimentari è ampia, come in Africa o nell’Asia meridionale, la malattia dei diverticoli è piuttosto rara. D’altra parte, è abbastanza comune nei paesi occidentali dove l’assunzione di fibre alimentari è molto più bassa.

Tuttavia, altri rapporti hanno ridimensionato il legame tra l’aumento della fibra alimentare e la prevenzione della diverticolite, consigliando che potrebbe effettivamente aumentare la probabilità della malattia.

In precedenza, il consumo di noci, semi e mais era considerato causa di sviluppo di diverticoli, ma uno studio nel 2008 non ha trovato alcun collegamento.

Dieta

A volte, un medico consiglierà a qualcuno con diverticolite di seguire una dieta speciale, per dare al sistema digestivo l’opportunità di riposare.

Inizialmente, solo i liquidi chiari sono consentiti per alcuni giorni. Questi includono:

  • trucioli di ghiaccio
  • succo di frutta senza polpa
  • brodo
  • ghiaccio si apre
  • acqua
  • gelatina
  • tè e caffè senza crema

Quando i sintomi si calmano, una persona con diverticolite può iniziare a includere cibi a basso contenuto di fibre, tra cui:

  • frutta in scatola o cotta e verdure senza semi né pelate
  • cereali a basso contenuto di fibre
  • uova, pollame e pesce
  • latte, yogurt e formaggio
  • pane bianco raffinato
  • pasta, riso bianco e pasta

Alimenti da evitare

I problemi gastrointestinali spesso vengono con una lista di cibi da evitare. È stato suggerito in passato che noci, popcorn e semi possono causare la comparsa di sintomi.

Tuttavia, poiché le cause della diverticolite non sono note, il National Institutes of Health consiglia che non vi siano alimenti particolari da escludere dalla dieta che miglioreranno i sintomi della diverticolite.

La dieta ricca di grassi e povera di fibre che caratterizza la dieta occidentale ha dimostrato di aumentare il rischio di diverticolite in uno studio recente. È meglio, quindi, non mangiare carne rossa, cibi fritti, latte intero e cereali raffinati.

Il cibo dovrebbe essere escluso in base all’esperienza individuale. Se trovi che un particolare tipo di cibo aggrava gli effetti della diverticolite, evitalo.

Fattori di rischio

Non è del tutto chiaro il motivo per cui si verifica la diverticolite. I batteri nelle feci possono moltiplicarsi e diffondersi rapidamente e causare l’infezione. Si pensa che un diverticolo possa bloccarsi, probabilmente da un pezzo di feci, che quindi porta all’infezione.

I fattori di rischio includono:

  • età, poiché gli anziani hanno un rischio maggiore rispetto ai soggetti più giovani.
  • essere obesi
  • fumo
  • mancanza di esercizio
  • una dieta ricca di grassi animali e povera di fibre
  • alcuni farmaci, tra cui steroidi, oppiacei e antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’ibuprofene

Alcuni studi hanno indicato che la genetica può essere un fattore.

Diagnosi

Diverticolite scritta

La diagnosi di malattie diverticolari e diverticolari può essere difficile e ci sono una serie di test che potrebbero essere eseguiti per garantire una diagnosi corretta.

Ci sono diverse malattie e condizioni con sintomi simili, come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), quindi la diagnosi di malattia diverticolare non è facile.

Un medico può escludere altre condizioni eseguendo alcuni esami del sangue. Possono anche usare le seguenti tecniche:

Colonscopia: il medico ha uno sguardo all’interno del colon usando un tubo sottile con una fotocamera all’estremità chiamata colonscopio. Il colonoscopio entra attraverso il retto. Ore o un giorno prima dell’inizio della procedura, alle persone viene dato un lassativo per pulire le loro viscere.

Viene dato un anestetico locale prima dell’inizio della procedura. Questo test solitamente non viene eseguito durante un episodio acuto di diverticolite, ma fatto circa 6 settimane dopo la risoluzione per assicurarsi che non vi siano segni di cancro.

Radiografia del clistere di bario: un tubo viene inserito nel retto e un liquido di bario viene spruzzato nel tubo e su per il retto. Il bario è un liquido che si presenta nei raggi X. Quando gli organi che normalmente non appaiono su una radiografia sono rivestiti di bario, diventano visibili. La procedura non è dolorosa.

Diagnosi di diverticolite

Se una persona ha una storia di malattia diverticolare, il medico sarà in grado di diagnosticare la diverticolite effettuando un esame fisico e ponendo alcune domande sui sintomi e sulla loro storia medica.

Un esame del sangue è utile perché se rivela un numero elevato di globuli bianchi, probabilmente significa che c’è un’infezione. Tuttavia, molte persone senza un elevato numero di globuli bianchi possono ancora avere diverticolite.

Le persone che non hanno una storia di malattia diverticolare avranno bisogno di test aggiuntivi. Altre condizioni possono avere sintomi simili, come un’ernia o calcoli biliari.

Può essere utilizzata una tomografia computerizzata (TC) ed è spesso la più utile. Può anche essere utile una radiografia del clistere bario. Se i sintomi sono gravi, la TC può indicare se l’infezione si è diffusa in un’altra parte del corpo o se vi è un ascesso.

Trattamento

Gli individui possono spesso auto-trattarsi se il caso non è troppo severo.

Trattamento di diverticolosi

La maggior parte delle persone può auto-trattare la propria malattia diverticolare se è mite, principalmente con l’aiuto di antidolorifici e consumando più fibre dietetiche.

Antidolorifici come l’aspirina o l’ibuprofene devono essere evitati poiché aumentano il rischio di emorragia interna e possono anche turbare lo stomaco. L’acetaminofene è raccomandato per alleviare il dolore della malattia diverticolare.

Mangiare più fibre alimentari, che include frutta e verdura, aiuterà a risolvere i sintomi addolcendo le feci e aiutando i modelli di feci a diventare più regolari. Questo a volte può richiedere alcune settimane.

Lassativi che si formano in massa possono aiutare coloro che hanno costipazione. È importante bere molti liquidi con questi farmaci.

Le persone che soffrono di sanguinamento rettale pesante o costante dovrebbero consultare il proprio medico.

Trattamento per la diverticolite

antibiotici

I casi lievi di diverticolite possono generalmente essere trattati dall’individuo. Tuttavia, un medico può prescrivere antibiotici e paracetamolo per il dolore.

È importante completare l’intero ciclo degli antibiotici, anche se i sintomi migliorano.

Alcune persone possono sperimentare sonnolenza, nausea, diarrea e vomito mentre assumono i loro antibiotici.

Gli antibiotici comprendono ciprofloxacina (Cipro), metronidazolo (Flagyl), cephalexin (Keflex) e doxycycline (Vibramycin).

Per quelli sulla pillola anticoncezionale, è importante ricordare che gli antibiotici possono interferire con la sua efficacia. Questo effetto sulla pillola contraccettiva continua per circa 7 giorni dopo l’interruzione dell’antibiotico, quindi un’altra forma di contraccezione dovrebbe sovrapporsi con questo tempo.

Il trattamento ospedaliero può essere necessario se si verifica una delle seguenti condizioni:

  • I normali antidolorifici non alleviano il dolore o il dolore è grave.
  • L’individuo non può consumare abbastanza liquidi per mantenersi idratato.
  • La persona con diverticolite non può assumere antibiotici orali.
  • Hanno un cattivo stato di salute.
  • Il medico sospetta complicazioni, spesso se il sistema immunitario è debole.
  • Il trattamento a casa è inefficace dopo 2 giorni.

Ai pazienti ospedalieri vengono generalmente somministrati antibiotici per via endovenosa (IV), così come i liquidi se sono disidratati.

Chirurgia

Le persone che hanno almeno due episodi di diverticolite possono trarre beneficio da un intervento chirurgico. Gli studi indicano che tali pazienti hanno significativamente più probabilità di avere ulteriori episodi e complicazioni se non hanno un intervento chirurgico.

Una resezione del colon rimuove parte del colon affetto e unisce le restanti parti sane insieme.

I pazienti sottoposti a resezione del colon dovranno introdurre gradualmente alimenti solidi nel loro sistema. Oltre a questo, le loro normali funzioni intestinali di solito non sono influenzate. Un piccolo studio suggerisce che il chewing gum dopo un intervento chirurgico al colon può accelerare il ritorno della normale funzione intestinale e abbreviare le degenze ospedaliere.

complicazioni

Peritonite: l’infezione può diffondersi nel rivestimento dell’addome se uno dei diverticoli infetti esplode. La peritonite è grave e può a volte essere fatale. Richiede un trattamento antibiotico immediato. Alcuni casi di peritonite richiedono un intervento chirurgico.

Ascesso: si tratta di una cavità piena di pus che richiede antibiotici. A volte, è necessario un intervento chirurgico per ottenere il pus.

Fistola: si tratta di tunnel anormali, o tubi, che collegano due parti del corpo, come l’intestino alla parete addominale o alla vescica.Si può formare una fistola dopo che i tessuti infetti si toccano e si attaccano; quando l’infezione è finita, si forma una fistola. Spesso è necessario un intervento chirurgico per liberarsi di una fistola.

Ostruzione intestinale: il colon può diventare parzialmente o totalmente bloccato se l’infezione ha causato cicatrici. Se il colon è completamente bloccato, è necessario un intervento medico di emergenza. Il blocco totale porterà alla peritonite. Se i due punti sono parzialmente bloccati, avranno bisogno di cure. Tuttavia, non è così urgente quanto il blocco totale.

A seconda del grado di cicatrizzazione e dell’estensione del blocco, può essere necessaria una resezione del colon. A volte può essere necessaria una colostomia. Viene praticato un foro sul lato dell’addome e il colon viene reindirizzato attraverso il foro e collegato a una sacca per colostomia esterna.

Una volta che il colon guarisce, viene ricongiunto. In rari casi, i medici potrebbero dover creare una sacca ileoanale interna.

Prevenzione

Le persone che seguono una dieta equilibrata con molta frutta e verdura hanno un rischio minore di sviluppare diverticolite.

Like this post? Please share to your friends: