Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sulla nicotina

La nicotina è una sostanza chimica che contiene azoto, che è costituito da diversi tipi di piante, tra cui la pianta del tabacco. Viene anche prodotto sinteticamente.

La nicotiana tabacum, il tipo di nicotina presente nelle piante di tabacco, proviene dalla famiglia dei nightshade. Peperoni rossi, melanzane, pomodori e patate sono esempi della famiglia della belladonna.

Sebbene non sia cancerogeno o dannoso per se stesso, la nicotina è fortemente coinvolgente e espone le persone agli effetti estremamente dannosi della dipendenza da tabacco.

Il fumo è la causa di morte prevenibile più comune negli Stati Uniti.

Fatti veloci sulla nicotina

Ecco alcuni punti chiave sulla nicotina. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Masticare o sniffare prodotti del tabacco rilascia di solito più nicotina nel corpo rispetto al fumo.
  • La nicotina è altrettanto difficile da abbandonare come eroina.
  • Gli effetti collaterali della nicotina possono influenzare il cuore, gli ormoni e il sistema gastrointestinale.
  • Alcuni studi suggeriscono che la nicotina può migliorare la memoria e la concentrazione.
  • Ci sono più di un miliardo di fumatori di tabacco in tutto il mondo.

Storia

Foglie di tabacco contenenti nicotina

La pianta del tabacco è originaria delle Americhe ed è stata usata come medicina e stimolante per almeno 2.000 anni.

Non è noto come il tabacco abbia raggiunto prima l’Europa. Tuttavia, si pensa spesso che Cristoforo Colombo abbia scoperto il tabacco mentre esplorava le Americhe per la prima volta.

Il fumo di pipe e sigari si diffuse rapidamente per tutto il 1600. L’opinione divisa sulla pianta quando fu introdotta in Europa. Alcuni vedevano il tabacco come medicinale, mentre altri lo consideravano tossico e assuefatto.

L’industria del tabacco crebbe nel corso del 1700 ed esplose nel 1880 quando una macchina fu brevettata per la produzione di sigarette di carta di massa. Da quel momento in poi, le sigarette diventarono molto più facili da produrre, e questo vide agli albori delle maggiori società del tabacco.

Il tabacco fu usato per la prima volta come insetticida nel 1763.

Nel 1828, Wilhelm Heinrich Posselt, un medico, e Karl Ludwig Reinmann, un chimico, entrambi tedeschi, hanno prima isolato la nicotina dalla pianta del tabacco e l’hanno identificata come un veleno.

Entro la fine del 19 ° secolo, i legislatori avevano iniziato a realizzare gli effetti nocivi della nicotina. Sono state approvate leggi che vietano i negozi dalla vendita di nicotina ai minori in 26 stati entro il 1890.

Fu solo nel 1964 che il Surgeon General degli Stati Uniti pubblicò uno studio che collegava il fumo con le malattie cardiache e il cancro ai polmoni. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha assunto fino al 1994 per riconoscere ufficialmente la nicotina come farmaco che produceva dipendenza.

Anche dopo questo riconoscimento storico, la FDA non ha ottenuto il controllo sulla regolamentazione della nicotina da parte della Corte Suprema fino al 22 giugno 2009. In questo giorno, il Family Smoking Prevention e Tobacco Control Act ha dato alla FDA il potere di regolamentare la produzione e la pubblicità del tabacco prodotti.

effetti

La nicotina ha una serie di effetti sul corpo.

L’effetto “nicotina”

La nicotina è sia un sedativo che uno stimolante.

Quando un corpo è esposto alla nicotina, l’individuo sperimenta un “calcio”. Ciò è in parte causato dalla nicotina che stimola le ghiandole surrenali, che si traduce nel rilascio di adrenalina.

Questa scarica di adrenalina stimola il corpo. Vi è un rilascio immediato di glucosio, così come un aumento della frequenza cardiaca, dell’attività respiratoria e della pressione sanguigna.

La nicotina fa sì che il pancreas produca meno insulina, causando un leggero aumento della glicemia o del glucosio.

Indirettamente, la nicotina provoca il rilascio di dopamina nelle aree del piacere e della motivazione del cervello. Un effetto simile si verifica quando le persone assumono eroina o cocaina. Il tossicodipendente prova una sensazione piacevole.

Spegnere a mano una sigaretta tra i mozziconi in un vassoio di sabbia.

La dopamina è una sostanza chimica del cervello che colpisce le emozioni, i movimenti e le sensazioni di piacere e dolore. Se i livelli di dopamina nel cervello aumentano, la sensazione di soddisfazione è più alta.

A seconda della dose di nicotina assunta e dell’eccitazione del sistema nervoso, la nicotina può anche agire da sedativo.

Effetti farmacologici

Quando gli esseri umani, i mammiferi e molti altri tipi di animali sono esposti alla nicotina, aumenta la frequenza cardiaca, il consumo di ossigeno nel muscolo cardiaco e il volume della corsa cardiaca. Questi sono noti come effetti farmacologici.

Effetti psicodinamici

Il consumo di nicotina è anche legato alla vigilanza, all’euforia e alla sensazione di essere rilassati.

Concentrazione e memoria

Gli studi hanno dimostrato che la nicotina sembra migliorare la memoria e la concentrazione. Si pensa che ciò sia dovuto ad un aumento di acetilcolina e norepinefrina. La norepinefrina aumenta anche la sensazione di veglia o eccitazione.

Ansia ridotta

La nicotina provoca un aumento dei livelli di beta-endorfina, che riduce l’ansia.

Come il corpo elabora la nicotina

Dopo aver inalato il fumo di tabacco, la nicotina entra rapidamente nel flusso sanguigno, attraversa la barriera emato-encefalica e raggiunge il cervello entro 8-20 secondi. Entro circa 2 ore dall’ingresso nel corpo, metà della nicotina è sparita.

Quanta nicotina può entrare nel corpo di un fumatore dipende da:

  • il tipo di tabacco utilizzato
  • indipendentemente dal fatto che il fumatore inala il fumo
  • se viene usato un filtro e che tipo di filtro è

I prodotti a base di tabacco che vengono masticati, inseriti nella bocca o sbuffati tendono a rilasciare quantità considerevolmente maggiori di nicotina nel corpo rispetto al fumo.

La nicotina è suddivisa nel fegato.

Tolleranza alla nicotina

La tolleranza aumenta con la quantità di nicotina consumata e le persone richiedono dosi più elevate per godere degli stessi effetti iniziali. Poiché la maggior parte della nicotina nel corpo lascia il corpo durante il sonno, la tolleranza potrebbe essere praticamente scomparsa per prima cosa al mattino.

La nicotina ha meno effetto con il progredire del giorno a causa dell’accumulo di tolleranza.

Dipendenza

Alcune sigarette intrappolate in un paio di manette.

La nicotina è altamente coinvolgente.

Le persone che consumano regolarmente nicotina e poi improvvisamente interrompono i sintomi di astinenza, che possono includere:

  • voglie
  • un senso di vuoto
  • ansia
  • depressione
  • malumore
  • irritabilità
  • difficoltà a focalizzare o prestare attenzione

L’American Heart Association afferma che la nicotina consumata dal tabacco da fumo è una delle sostanze più difficili da smettere. È considerato difficile quanto rinunciare all’eroina.

Uno studio del 2013 ha dimostrato che ridurre la quantità di nicotina nelle sigarette riduce anche il loro livello di dipendenza.

Uno studio condotto presso il National Institute on Drug Abuse ha rilevato che il consumo di nicotina rende la cocaina più avvincente.

Effetti collaterali

La nicotina causa una vasta gamma di effetti collaterali nella maggior parte degli organi e dei sistemi.

La circolazione del sangue può essere influenzata nei seguenti modi:

  • una maggiore tendenza alla coagulazione, con conseguente rischio di coaguli di sangue nocivi
  • aterosclerosi, in cui si forma la placca sulla parete dell’arteria
  • ingrandimento dell’aorta

Gli effetti collaterali nel cervello includono:

  • vertigini e stordimento
  • sonno irregolare e disturbato
  • brutti sogni e incubi
  • possibile restrizione del sangue

Nel sistema gastrointestinale, la nicotina può avere i seguenti effetti:

  • nausea e vomito
  • bocca secca o xerostomia
  • indigestione
  • ulcere peptiche
  • diarrea
  • bruciore di stomaco

Il cuore può sperimentare quanto segue dopo aver assunto la nicotina:

  • cambiamenti nella frequenza cardiaca e ritmo
  • un aumento della pressione sanguigna
  • costrizioni e malattie dell’arteria coronaria
  • un aumentato rischio di ictus

Se una donna fuma durante la gravidanza, sono probabili i seguenti rischi nello sviluppo del bambino:

  • obesità
  • alta pressione sanguigna
  • diabete di tipo 2
  • difficoltà respiratorie
  • infertilità
  • problemi con lo sviluppo del cervello
  • problemi comportamentali

Altri effetti includono:

  • spasmi nei polmoni
  • polmonite
  • tremori e dolore nei muscoli
  • aumentare i livelli di insulina e resistenza all’insulina, contribuendo al rischio di diabete
  • dolori articolari

fumo

Gli esseri umani ottengono il “problema” della nicotina principalmente attraverso il tabacco da fumo, ma possono anche ottenerlo sniffando tabacco, masticando tabacco o prendendo terapie sostitutive della nicotina (NRT), come gomma alla nicotina, pastiglie, cerotti e inalatori.

Di gran lunga, il modo più popolare di consumare nicotina è fumando sigarette. A livello mondiale, oltre un miliardo di persone sono fumatori regolari di tabacco, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Circa il 16,7 percento dei maschi adulti e il 13,6 percento delle femmine adulte negli Stati Uniti sono fumatori. Il fumo provoca oltre 480.000 morti nel paese ogni anno e oltre 16 milioni di persone negli Stati Uniti vivono attualmente con una malattia causata dal fumo.

Più persone muoiono a causa del fumo di tutte le morti a causa di HIV, incidenti automobilistici, omicidio, suicidio, abuso di alcool e abuso di droghe messi insieme.

Le sigarette elettroniche e i vaporizzatori sono sicuri?

Negli ultimi anni, la nicotina liquida è stata pubblicizzata come una sostituzione meno rischiosa per il fumo di sigarette. Questo può essere consegnato al sistema in una sigaretta elettronica o vaporizzatore. Questi sono noti come sistemi elettronici di consegna della nicotina (ENDS).

Questi ‘e-cigs’ a batteria e ‘vapes’ atomizzano la nicotina liquida applicando calore ma senza gli effetti nocivi e ossidanti della combustione. I liquidi sono disponibili in una gamma di punti di forza e sapori.

Le prove attuali suggeriscono che l’uso di nicotina liquida è un’alternativa più sicura all’inalazione del fumo di tabacco, in quanto la nicotina di per sé non è classificata come cancerogena o cancerogena dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro.

Può anche aiutare le persone che stanno cercando di smettere di fumare a imitare alcuni dei comportamenti di dipendenza dall’uso di sigarette, come alzare la mano alla bocca o vedere il fumo inalato, che altri tipi di terapia sostitutiva della nicotina (NRT) non possono imitare. La nicotina liquida può aiutare a replicare questi comportamenti senza gli effetti nocivi dell’uso del tabacco.

Qualsiasi forma di nicotina è altamente coinvolgente, quindi le e-sigarette e i vaporizzatori rimangono inadatti ai giovani e a coloro che non fumano già. La nicotina liquida può fungere da gateway per le sigarette per coloro che non assumono regolarmente nicotina.

L’uso delle sigarette elettroniche è salito dall’1,5 percento al 16 percento tra gli studenti delle scuole superiori e dallo 0,6 percento al 5,3 percento negli studenti delle scuole medie tra il 2011 e il 2015, con l’81 percento dei giovani consumatori di sigarette elettroniche che usano i prodotti fino alla vasta disponibilità di sapori.

Ci sono anche altre sostanze chimiche presenti nella e-sigaretta e nel liquido vaporizzatore che potrebbero essere dannose, e queste sostanze chimiche saranno diverse in vari marchi, prodotti, dispositivi e usi. Alcuni prodotti disponibili online possono anche contenere concentrazioni pericolose di nicotina.

Mentre la nicotina non causa esso stesso il cancro, alcune delle altre sostanze in nicotina liquida potrebbero benissimo contribuirvi. Ad esempio, un aroma chiamato diacetile, utilizzato in alcuni e-liquidi, è anche associato a gravi problemi respiratori osservati in lavoratori in una fabbrica che produce popcorn per microonde, noto come “polmone di popcorn”.

Questi prodotti sono stati regolati dalla FDA dal 2016 e, a partire dal 2018, devono recare l’avvertenza di dipendenza da nicotina su imballaggi e materiali di marketing. Tuttavia, come tecnologia relativamente nuova, non si conoscono tutti gli effetti della nicotina liquida e si consiglia cautela.

Trattamento

Il trattamento della dipendenza da nicotina è noto come terapia per smettere di fumare. Ha lo scopo di ridurre gli stimoli a consumare nicotina, nonché i rischi associati e problemi di salute.

farmaci

Le opzioni di trattamento farmacologico per la dipendenza da nicotina includono:

Terapia sostitutiva della nicotina (NRT): è disponibile in cerotti cutanei, spray nasali, inalatori e soluzioni che possono essere strofinate sulle gengive. Questi sostituiscono parte della nicotina normalmente integrata dal fumo di sigarette e riducono la gravità degli stimoli e delle voglie.

Sebbene la NRT non prevenga completamente i sintomi di astinenza, una revisione del 2008 suggerisce che può raddoppiare le possibilità di smettere di fumare a lungo termine.

Nessun singolo prodotto NRT è stato dimostrato più efficace di un altro.

Bupropione: è stato usato in primo luogo come farmaco antidepressivo. Tuttavia, è stato poi trovato utile per ridurre il desiderio di nicotina. Ha un tasso di efficacia simile a NRT.

Il modo in cui funziona non è ancora stato capito. Può causare insonnia come effetto collaterale nel 30-40% dei pazienti. Il bupropione reca un avviso di “scatola nera” dalla FDA, poiché alcuni farmaci antidepressivi sono stati collegati a pensieri e comportamenti suicidi.

Vareniclina, venduta come Chantix: questo farmaco innesca parzialmente un certo recettore nel cervello che di solito risponde solo alla nicotina. Blocca quindi il recettore, impedendo alla nicotina di fare lo stesso. Questo riduce le sollecitazioni che una persona prova mentre smette di fumare. Può anche ridurre la soddisfazione che un individuo ottiene dal fumo, che a sua volta riduce il rischio di una ricaduta.

Può causare una leggera nausea in circa il 30% delle persone che seguono questo ciclo di trattamento, ma la vareniclina è normalmente ben tollerata. Ha anche dimostrato un maggiore effetto sulla dipendenza da nicotina rispetto al bupropione.

I trattamenti che vengono utilizzati quando questi trattamenti di prima linea non hanno esito positivo, poiché sono più probabili causare gravi effetti collaterali, includono:

  • clonidina, un farmaco anti-ipertensivo che ha anche dimostrato di ridurre i sintomi di astinenza da nicotina ma può anche causare bassa pressione sanguigna, secchezza delle fauci, stitichezza e battito cardiaco lento
  • nortryptyline, un antidepressivo triciclico i cui effetti possono sostituire quelli della nicotina ma ha molti dei principali effetti collaterali degli antidepressivi e non ha ricevuto un profilo di sicurezza completo

Counselling e supporto psicologico

Le recensioni hanno indicato che la NRT e altri farmaci sono più efficaci se supportati da consulenza e assistenza psichiatrica.

Questo può variare dal counseling semplice come i consigli di un medico di base per smettere di fumare alla terapia individuale, telefonica e di gruppo.

Questi interventi possono aiutare le persone con dipendenza da nicotina a superare gli aspetti psicologici del ritiro, come il basso umore e irritabilità, mentre i farmaci aiutano ad affrontare il lato chimico della dipendenza.

notizia

La ricerca è in corso nel modo migliore per gestire la dipendenza da nicotina, e le notizie vengono regolarmente alla luce sui trattamenti e le normative del settore del tabacco.

Un nuovo studio sulla vareniclina, pubblicato nel, ha dimostrato che può aumentare il rischio di un evento cardiaco, inclusi ictus, infarto, angina o battito cardiaco irregolare.

Nel frattempo, recenti ricerche sui topi hanno dimostrato che l’esercizio fisico può essere utile per smettere di fumare. I topi che si esercitavano su una ruota dopo 14 giorni di trattamento con nicotina mostravano un numero significativamente inferiore di sintomi da astinenza rispetto a quelli che non lo erano.

I ricercatori hanno scritto che i pomodori potrebbero aiutare a riparare il danno polmonare causato dal fumo e rallentare il declino della salute respiratoria che normalmente segue un lungo periodo di inalazione del fumo di sigaretta.

Like this post? Please share to your friends: