Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sulla tachicardia

La tachicardia si riferisce a una frequenza cardiaca a riposo veloce, di solito superiore a 100 battiti al minuto. La tachicardia può essere pericolosa, a seconda della causa alla base e della forza con cui il cuore deve lavorare.

Alcune persone con tachicardia potrebbero non avere sintomi o complicanze. Tuttavia, la tachicardia aumenta significativamente il rischio di ictus, arresto cardiaco improvviso e morte.

Cos’è la tachicardia?

Il cuore è composto da due ventricoli e due atri. La tachicardia si verifica quando questi battono troppo velocemente.

La tachicardia si riferisce ad un’alta frequenza cardiaca a riposo.

In generale, un cuore adulto a riposo batte tra 60 e 100 volte al minuto. Quando un individuo ha la tachicardia, le camere superiori o inferiori del cuore battono significativamente più velocemente.

Quando il cuore batte troppo rapidamente, pompa meno efficientemente e il flusso di sangue verso il resto del corpo, compreso il cuore stesso, viene ridotto.

Perché il cuore batte più veloce, i muscoli del cuore, o del miocardio, hanno bisogno di più ossigeno. Se persiste, le cellule del miocardio affette da ossigeno possono morire, causando un infarto.

Atria, ventricoli e circuiti elettrici del cuore

Il cuore umano consiste di quattro camere:

  • Atria: queste sono le due camere superiori.
  • Ventricoli: queste sono le due camere inferiori

Ci sono atri e ventricoli destro e sinistro.

Il cuore ha un pacemaker naturale chiamato nodo del seno. Si trova nell’atrio destro. Il nodo del seno produce impulsi elettrici. Ognuno innesca un battito cardiaco individuale.

Gli impulsi elettrici lasciano il nodo del seno e attraversano gli atri, facendo contrarre i muscoli atri. Questa contrazione muscolare atriale spinge il sangue nei ventricoli.

Gli impulsi elettrici continuano al nodo atrioventricolare (AV), un gruppo di cellule. Il nodo AV rallenta i segnali elettrici, quindi li invia ai ventricoli.

Ritardando i segnali elettrici, il nodo AV è in grado di dare ai ventricoli il tempo di riempire prima il sangue. Quando i muscoli del ventricolo ricevono i segnali elettrici, si contraggono, pompando sangue nei polmoni o nel resto del corpo.

Quando c’è un problema con i segnali elettrici che si traducono in un battito cardiaco più veloce del normale, un individuo ha la tachicardia.

Le cause

La tachicardia è generalmente causata da un’interruzione dei normali impulsi elettrici che controllano l’azione di pompaggio del nostro cuore – la velocità con cui il nostro cuore pompa. Le seguenti situazioni, condizioni e malattie sono possibili cause:

  • una reazione a determinati farmaci
  • anomalie congenite del cuore
  • consumando troppo alcol
  • consumo di cocaina e altre droghe ricreative
  • squilibrio elettrolitico
  • malattie cardiache che hanno portato a insufficiente afflusso di sangue e danni ai tessuti cardiaci, tra cui malattia coronarica, malattia della valvola cardiaca, insufficienza cardiaca, cardiopatia, tumori o infezioni
  • ipertensione
  • una ghiandola tiroide iperattiva
  • fumo
  • alcune malattie polmonari

A volte, l’equipe medica potrebbe non essere in grado di identificare la causa esatta della tachicardia.

Trattamento

Le opzioni di trattamento variano a seconda della causa della condizione, dell’età e della salute generale della persona con tachicardia e di altri fattori.

Lo scopo del trattamento è quello di affrontare la causa della tachicardia. Quando clinicamente applicabile, il medico può cercare di rallentare la velocità, prevenire successivi episodi di tachicardia e ridurre le complicanze del rischio.

In alcuni casi, tutto ciò che serve è trattare la causa. In altri casi, non viene trovata alcuna causa sottostante e il medico potrebbe dover provare diverse terapie.

Modi per rallentare un battito cardiaco veloce

[Cuore su un ECG]

Manovre Vagal

Il nervo vagale aiuta a regolare il battito del cuore. Le manovre che riguardano questo nervo comprendono la tosse, il sollevamento (come se si stesse facendo un movimento intestinale) e il posizionamento di un impacco di ghiaccio sul viso della persona.

medicazione

I farmaci antiaritmici possono essere somministrati per via orale o per iniezione. Ripristinano un normale battito cardiaco. Questo è fatto in un ospedale.

I farmaci disponibili ripristinano il normale ritmo cardiaco, controllano la frequenza cardiaca o entrambi. A volte un individuo dovrà assumere più di un farmaco antiaritmico.

Cardioversione

Paddles o patch vengono utilizzati per fornire una scossa elettrica al cuore. Questo influenza gli impulsi elettrici nel cuore e ripristina il ritmo normale. Questo viene eseguito in un ospedale.

Prevenzione

Ci sono alcune misure che possono impedire a un battito del cuore di diventare troppo veloce o di degenerare in un problema di salute.

Ablazione con catetere a radiofrequenza

I cateteri entrano nel cuore attraverso i vasi sanguigni. Gli elettrodi alle estremità del catetere vengono riscaldati ad ablazione o danneggiati. le piccole sezioni del cuore responsabili del battito cardiaco anormale.

farmaci

Se assunti regolarmente, i farmaci antiaritmici possono prevenire la tachicardia. Un medico può prescrivere altri farmaci da assumere in combinazione con antiaritmici, ad esempio bloccanti i canali, come diltiazem (Cardizem) e verapamil (Calan), o beta-bloccanti, come propranololo (Inderal) ed esmololo (Brevibloc).

Defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD)

Un dispositivo che monitora continuamente il battito cardiaco viene impiantato chirurgicamente nel torace. L’ICD rileva eventuali anomalie del battito cardiaco e eroga scosse elettriche per ripristinare il normale ritmo cardiaco.

Chirurgia

A volte, è necessario un intervento chirurgico per rimuovere una sezione di tessuto. Il chirurgo può creare un modello di tessuto cicatriziale. Il tessuto cicatriziale è un cattivo conduttore di elettricità. Questa procedura è generalmente utilizzata solo quando altre terapie non sono state efficaci o se la persona ha un altro disturbo cardiaco.

warfarin

Il warfarin rende più difficile la coagulazione del sangue e viene somministrato a individui con un rischio elevato o moderato di sviluppare ictus o infarto.Sebbene Warfarin aumenti il ​​rischio di sanguinamento, è prescritto per le persone il cui rischio di ictus o infarto è maggiore del rischio di sanguinamento.

Sintomi

Sono possibili i seguenti segni e sintomi di tachicardia:

  • un impulso veloce
  • dolore al petto
  • confusione
  • vertigini
  • bassa pressione sanguigna
  • lightheadedness
  • palpitazioni
  • mancanza di respiro
  • debolezza improvvisa
  • svenimenti

Non è insolito che alcuni casi con tachicardia non causino alcun sintomo. In tali casi, la condizione viene in genere scoperta quando l’individuo ha un esame fisico.

Possibili complicazioni

Il rischio di complicanze dipende da diversi fattori, tra cui:

  • gravità
  • genere
  • frequenza cardiaca
  • durata
  • se sono presenti o meno altre condizioni cardiache

Le complicazioni più comuni includono:

  • Coaguli di sangue: aumentano significativamente il rischio di infarto o ictus.
  • Insufficienza cardiaca: se la condizione non è controllata, è probabile che il cuore si indebolisca. Questo può portare a insufficienza cardiaca. L’insufficienza cardiaca si verifica quando il cuore non pompa il sangue intorno al corpo in modo efficiente o corretto. Il lato sinistro, il lato destro o anche entrambi i lati del corpo possono essere interessati.
  • Incantesimi di svenimento: una persona con un battito cardiaco accelerato può perdere conoscenza.
  • Morte improvvisa: generalmente solo legata alla tachicardia ventricolare o alla fibrillazione ventricolare.

tipi

I tipi più comuni di tachicardia includono:

Fibrillazione atriale

A volte, l’attività elettrica può derivare dall’atrio sinistro piuttosto che dal nodo del seno. Questo fa sì che le camere si contraggano ad un tasso eccessivamente alto e irregolare. Questa è la fibrillazione atriale.

Un episodio di fibrillazione atriale può durare da poche ore a diversi giorni. A volte, l’episodio non va via senza trattamento. La maggior parte delle persone con fibrillazione atriale ha un’anomalia cardiaca correlata alla condizione.

Flutter atriale

Gli atrii battono rapidamente, ma regolarmente. Ciò è causato da un problema di circuito nell’atrio destro. Le contrazioni degli atri sono deboli a causa del battito cardiaco accelerato.

Un episodio di flutter atriale può durare alcune ore o alcuni giorni. A volte potrebbe non andare via fino al trattamento. Il flutter atriale è a volte una complicazione della chirurgia, ma può anche essere causato da varie forme di malattie cardiache. Le persone con flutter atriale comunemente manifestano anche fibrillazione atriale.

Tachicardie sopraventricolari (SVT)

Questo si riferisce a qualsiasi ritmo cardiaco accelerato che origina al di sopra del tessuto ventricolare. Il circuito anormale nel cuore è solitamente presente alla nascita e crea un loop di segnali sovrapposti. Un episodio SVT può durare da pochi secondi a diverse ore.

Tachicardia ventricolare

Segnali elettrici anormali nei ventricoli producono una frequenza cardiaca rapida. La velocità del battito cardiaco non consente ai ventricoli di riempirsi e contrarsi correttamente, con conseguente scarsa afflusso di sangue al corpo. Questo tipo di tachicardia è spesso una condizione pericolosa per la vita ed è trattata come un’emergenza medica.

Fibrillazione ventricolare

I ventricoli tremano in modo inefficace, con conseguente scarsa afflusso di sangue al corpo. Se il normale ritmo cardiaco non viene ripristinato rapidamente, la circolazione sanguigna cesserà, causando la morte. Le persone con una condizione cardiaca di base o coloro che sono stati colpiti da un fulmine causando traumi gravi possono verificarsi fibrillazione ventricolare.

Fattori di rischio

Stampa ECG

Il rischio di tachicardia aumenta se un individuo ha una condizione che danneggia il tessuto cardiaco o mette a dura prova il cuore.

I seguenti fattori sono legati a un più alto rischio di tachicardia:

  • Età: le persone di età superiore a 60 anni hanno un rischio significativamente più elevato di sperimentare la tachicardia, rispetto ai soggetti più giovani
  • Genetica: le persone che hanno parenti stretti con tachicardia o altri disturbi del ritmo cardiaco hanno un rischio più elevato di sviluppare la condizione stessa

Altri potenziali fattori di rischio includono:

  • malattia del cuore
  • ansia
  • consumare regolarmente grandi quantità di caffeina e alcol
  • alta pressione sanguigna
  • stress mentale
  • fumo
  • usando droghe ricreative

Diagnosi

Un medico può solitamente diagnosticare la tachicardia ponendo alcune domande sui sintomi, effettuando un esame fisico e ordinando alcuni test. Questi possono includere:

Elettrocardiogramma (ECG)

Gli elettrodi sono attaccati alla pelle per misurare gli impulsi elettrici emessi dal cuore.

Questo test mostrerà anche eventuali precedenti malattie cardiache che potrebbero aver contribuito alla tachicardia.

ecocardiogramma

Un ecocardiogramma è un tipo di indagine ecografica. Rimbalzando suoni delle strutture nel corpo e registrando gli echi, si può produrre un’immagine in movimento del cuore. Questo può aiutare a cercare anomalie strutturali o congenite che potrebbero giocare un ruolo nella tachicardia.

Analisi del sangue

Questi aiutano a determinare se i problemi alla tiroide o altre sostanze possono essere fattori che contribuiscono alla tachicardia.

Monitor Holter

La persona con tachicardia indossa un dispositivo portatile che registra tutti i battiti del cuore. Viene indossato sotto gli indumenti e registra informazioni sull’attività elettrica del cuore mentre la persona svolge le normali attività per 1 o 2 giorni.

Registratore di eventi

Questo dispositivo è simile a un monitor Holter, ma non registra tutti i battiti cardiaci. Ci sono due tipi:

  • Un tipo utilizza un telefono per trasmettere segnali dal registratore mentre la persona sta riscontrando sintomi.
  • L’altro tipo è sempre indossato per molto tempo. Questi possono a volte essere indossati per un mese.

Questo registratore di eventi è utile per diagnosticare i disturbi del ritmo che si verificano in momenti casuali.

Test elettrofisiologici (studi EP)

Questo è un test invasivo, relativamente indolore, non chirurgico e può aiutare a determinare il tipo di aritmia, la sua origine e la potenziale risposta al trattamento.

Il test viene eseguito in un laboratorio di EP da un elettrofisiologo e rende possibile riprodurre fastidiose aritmie in un ambiente controllato.

Test del tavolo inclinato

Se un individuo sperimenta svenimenti, vertigini o stordimento, né l’ECG né l’Holter hanno rivelato aritmie, potrebbe essere eseguito un test del tavolo inclinato. Questo monitora la pressione sanguigna, il ritmo cardiaco e la frequenza cardiaca mentre vengono spostati da una posizione sdraiata a una posizione eretta.

Quando i riflessi funzionano correttamente, causano il cambiamento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna quando vengono spostati in posizione verticale. Questo per assicurarsi che il cervello ottenga un’adeguata scorta di sangue.

Se i riflessi sono inadeguati, ciò potrebbe spiegare gli svenimenti e i sintomi associati.

Radiografia del torace

Le immagini a raggi X aiutano il medico a controllare lo stato del cuore e dei polmoni dell’individuo. Altre condizioni che spiegano la tachicardia potrebbero anche essere rilevate.

complicazioni

Le complicanze della tachicardia includono:

  • svenimento e vertigini
  • stanchezza e stanchezza
  • mancanza di respiro

Può anche portare a:

  • coaguli di sangue e un più alto rischio di infarto o ictus
  • insufficienza cardiaca, quando il cuore non può più pompare il sangue in modo efficace

In alcuni casi, potrebbe causare la morte improvvisa.

Like this post? Please share to your friends: