Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sulle pile

Pile è un altro termine per le emorroidi. Le emorroidi sono raccolte di tessuto infiammato nel canale anale. Contengono vasi sanguigni, tessuti di sostegno, muscoli e fibre elastiche.

Molte persone hanno mucchi, ma i sintomi non sono sempre evidenti. Le emorroidi causano sintomi evidenti per almeno il 50% delle persone negli Stati Uniti (Stati Uniti) prima dei 50 anni di età.

Questo articolo esplorerà le pile, le loro cause, come diagnosticare, classificarle e trattarle, e quali effetti potrebbero avere sul corpo.

Fatti veloci su pile:

Ecco alcuni punti chiave sulle pile. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Le pile sono raccolte di tessuti e venature che si infiammano e si gonfiano.
  • Le dimensioni delle pile possono variare e si trovano all’interno o all’esterno dell’ano.
  • Le pile si verificano a causa di costipazione cronica, diarrea cronica, sollevamento pesi pesanti, gravidanza, o tensione durante il passaggio di uno sgabello.
  • Di solito un medico può diagnosticare pali all’esame.
  • Le emorroidi sono graduate su una scala da I a IV. A gradi III o IV, può essere necessario un intervento chirurgico.

Cosa sono le pile?

Emorroidi e pali dimostrati nel diagramma o nel retto. Credito immagine: Mikael Häggström, (2012, 17 settembre)

Le pile sono raccolte infiammate e gonfie di tessuto nell’area anale.

Possono avere una gamma di dimensioni e possono essere interne o esterne.

Le pile interne si trovano normalmente tra 2 e 4 centimetri (cm) sopra l’apertura dell’ano e sono il tipo più comune. Mucchi esterni si verificano sul bordo esterno dell’ano.

Sintomi

Nella maggior parte dei casi, i sintomi delle pile non sono gravi. Normalmente si risolvono da soli dopo pochi giorni.

Un individuo con le pile può verificare i seguenti sintomi:

  • Un grumo duro, possibilmente doloroso può essere sentito intorno all’ano. Può contenere sangue coagulato. Le pile che contengono sangue sono chiamate emorroidi trombizzate esterne.
  • Dopo aver passato uno sgabello, una persona con le pile può avvertire la sensazione che le viscere siano ancora piene.
  • Il rosso vivo è visibile dopo un movimento intestinale.
  • L’area intorno all’ano è pruriginosa, rossa e dolente.
  • Il dolore si verifica durante il passaggio di uno sgabello.

Le pile possono degenerare in una condizione più grave. Questo può includere:

  • eccessivo sanguinamento anale, che può anche portare all’anemia
  • infezione
  • incontinenza fecale o incapacità di controllare i movimenti intestinali
  • fistola anale, in cui viene creato un nuovo canale tra la superficie della pelle vicino all’ano e l’interno dell’ano
  • una emorroide strangolata, in cui viene interrotto l’afflusso di sangue alle emorroidi, causando complicanze tra cui infezione o un coagulo di sangue

Le pile sono classificate in quattro gradi:

  • Grado I: ci sono piccole infiammazioni, di solito all’interno del rivestimento dell’ano. Non sono visibili
  • Grado II: le pile di grado II sono più grandi delle pile di grado I, ma rimangono anche all’interno dell’ano. Possono essere espulsi durante il passaggio delle feci, ma torneranno senza aiuto.
  • Grado III: sono noti anche come emorroidi prolasso e appaiono fuori dall’ano. L’individuo può sentirli appesi al retto, ma possono essere facilmente reinseriti.
  • Grado IV: questi non possono essere reinseriti e devono essere trattati. Sono grandi e rimangono fuori dall’ano.

Le pile esterne formano piccoli grumi sul bordo esterno dell’ano. Sono molto pruriginosi e possono diventare dolorosi se si sviluppa un coagulo di sangue, poiché il coagulo di sangue può bloccare il flusso di sangue. Le pile esterne trombizzate o le emorroidi che si sono coagulate richiedono un trattamento medico immediato.

Le cause

Donna incinta nell'ufficio di medici.

Le pile sono causate da una maggiore pressione nel retto inferiore.

I vasi sanguigni attorno all’ano e nel retto si estendono sotto pressione e possono gonfiarsi o rigonfiarsi, formando pile. Ciò potrebbe essere dovuto a:

  • costipazione cronica
  • diarrea cronica
  • sollevando pesi pesanti
  • gravidanza
  • sforzarsi quando si passa uno sgabello

La tendenza a sviluppare piless può anche essere ereditata e aumenta con l’età.

Diagnosi

Di solito un medico può diagnosticare pali dopo aver effettuato un esame obiettivo. Esamineranno l’ano della persona con pile sospette.

Il medico può porre le seguenti domande:

  • Qualche parente stretto ha pile?
  • C’è stato sangue o muco nelle feci?
  • C’è stata una recente perdita di peso?
  • I movimenti intestinali sono cambiati di recente?
  • Di che colore sono gli sgabelli?

Per le pile interne, il medico può eseguire un esame rettale digitale (DRE) o utilizzare un proctoscopio. Un proctoscopio è un tubo cavo dotato di una luce. Permette al dottore di vedere da vicino il canale anale. Possono prelevare un piccolo campione di tessuto dall’interno del retto. Questo può quindi essere inviato al laboratorio per l’analisi.

Il medico può raccomandare una colonscopia se la persona con mucchi presenta segni e sintomi che suggeriscono un’altra malattia del sistema digestivo o che sta dimostrando qualsiasi fattore di rischio per il tumore del colon-retto.

trattamenti

Nella maggior parte dei casi, le pile si risolvono da sole senza bisogno di alcun trattamento. Tuttavia, alcuni trattamenti possono aiutare a ridurre significativamente il disagio e il prurito che molte persone provano con le pile.

Cambiamenti nello stile di vita

Donna in piedi sulle bilance.

Un medico inizialmente consiglierà alcuni cambiamenti nello stile di vita per gestire le pile.

Dieta: i mucchi possono verificarsi a causa della tensione durante i movimenti intestinali. Sforzo eccessivo è il risultato di stitichezza. Un cambiamento nella dieta può aiutare a mantenere le feci regolari e morbide. Ciò comporta il consumo di più fibre, come frutta e verdura, o principalmente cereali da colazione a base di crusca.

Un medico può anche consigliare alla persona con pile per aumentare il consumo di acqua. È meglio evitare la caffeina.

Peso corporeo: perdere peso può aiutare a ridurre l’incidenza e la gravità delle pile.

Per prevenire le pile, i medici consigliano anche di allenarsi ed evitare di sforzarsi per far passare le feci. L’allenamento è una delle principali terapie per le pile.

    farmaci

    Sono disponibili diverse opzioni medicinali per rendere i sintomi più gestibili per un individuo con pile.

    Farmaci over the counter (OTC): disponibili over-the-counter o online. I farmaci includono antidolorifici, unguenti, creme e cuscinetti e possono aiutare a lenire il rossore e il gonfiore intorno all’ano.

    I rimedi OTC non curano le pile ma possono aiutare i sintomi. Non usarli per più di 7 giorni consecutivi, in quanto possono causare ulteriore irritazione della zona e assottigliamento della pelle. Non usare due o più farmaci nello stesso momento, a meno che non sia consigliato da un medico.

    Corticosteroidi: questi possono ridurre l’infiammazione e il dolore.

    Lassativi: il medico può prescrivere lassativi se una persona con pali soffre di stitichezza. Questi possono aiutare la persona a passare più facilmente le feci e ridurre la pressione sul colon inferiore.

    Opzioni chirurgiche

    Circa 1 persona su 10 con pali finirà per aver bisogno di un intervento chirurgico.

    Banding: il medico posiziona una fascia elastica attorno alla base del mucchio, interrompendo l’afflusso di sangue. Dopo alcuni giorni, l’emorroidi cade. Questo è efficace per il trattamento di tutte le emorroidi di livello inferiore al grado IV.

    Scleroterapia: la medicina viene iniettata per ridurre le emorroidi. Le emorroidi alla fine si avvizziscono. Questo è efficace per le emorroidi di II e III grado ed è un’alternativa alle bande.

    Coagulazione a infrarossi: nota anche come coagulazione a infrarossi, viene utilizzato un dispositivo per bruciare il tessuto emorroidario. Questa tecnica viene utilizzata per il trattamento di emorroidi di grado I e II.

    Emorroidectomia: il tessuto in eccesso che causa l’emorragia viene rimosso chirurgicamente. Questo può essere fatto in vari modi e può comportare una combinazione di anestetico locale e sedazione, un anestetico spinale o un anestetico generale. Questo tipo di chirurgia è la più efficace per rimuovere completamente le pile, ma vi è il rischio di complicazioni, comprese le difficoltà con le feci di passaggio e le infezioni del tratto urinario.

    Graffatura di emorroidi: il flusso di sangue è bloccato al tessuto emorroidario. Questa procedura è solitamente meno dolorosa dell’emorrroidectomia. Tuttavia, questa procedura può portare ad un aumentato rischio di recidiva di emorroidi e prolasso rettale, in cui una parte del retto spinge fuori dall’ano.

    prospettiva

    Sebbene possano essere dolorose e debilitanti, le pile di solito non rappresentano una minaccia per la salute e possono essere autogestite fino ai gradi III o IV. Se si sviluppa una complicazione, come una fistola, questo può diventare serio.

    Le opzioni chirurgiche per le pile più avanzate sono normalmente procedure ambulatoriali con tempi di recupero minimi.

    Abbiamo scelto gli articoli collegati in base alla qualità dei prodotti ed elencato i pro e i contro di ciascuno per aiutarti a determinare quale funzionerà meglio per te. Collaboriamo con alcune delle aziende che vendono questi prodotti, il che significa che Healthline UK e i nostri partner potrebbero ricevere una parte dei ricavi se si effettua un acquisto utilizzando un link (s) di cui sopra.

    Like this post? Please share to your friends: